Balkan Tales

Croatia and Montenegro Tour

Dubrovnik

On this 9-day road trip through Croatia and Montenegro , you’ll explore captivating locations along the stunning Adriatic coast.

A significant hub for sea travel since pre-Roman times, the region boasts remarkable ancient structures like the Pula Amphitheater, which is a must-see attraction.

However, the allure of the coastal vistas is rivaled by the breathtaking natural beauty of inland areas such as Zagreb and the enchanting Plitvice Lakes. Prepare to be captivated by the mesmerizing landscapes and rich history that await you.

Of course, like on any Balkan Tales tour, you are in full control of the itinerary.

Experience the local culture and fascinating history of Croatia, Montenegro, and the Balkans, guided by a friendly guide who will help you connect with the people and their traditions.

Tour Highlights

  • City tour of Zagreb, Croatia’s capital
  • Exploring Opatija, Pula Arena (the remarkable Roman amphitheater), Rovinj, Plitvice Lakes National Park, Zadar
  • Tours of picturesque Split and stunning Dubrovnik
  • Discovering Kotor’s palaces and harbor, Budva, Ostrog Monastery, Cetinje old town
  • Boat trip on Skadar Lake, the largest in the Balkans

What your tour includes

  • Professional guidance: A helpful, English-speaking guide or driver to ensure a smooth and engaging Balkans journey;
  • Custom itineraries: Tailored tours with flexible pick-ups, additional days, extra stops, and more for a unique experience;
  • Transparent pricing: A detailed quote with no hidden fees for your entire trip;
  • Exclusively private tour: Small group tours for 2-8 people

Montenegro and Croatia tour

9-Day Croatia and Montenegro Tour Itinerary

tour croazia e montenegro

→ City tour and free time in Zagreb, Croatia Visit the Old Town; The Zagreb Cathedral; St. Mark’s church (Monumental, medieval-style, Serbian Orthodox church); Dolac Market (Large market with many stands offering flowers, fruits, veggies & meats in an indoor/outdoor setup); The Lotrscak Tower; The Medieval Stone Gate; The Lenucijeva Potkova. Ban Josip Jelačić Square (The central square of Zagreb)

Overnight in Zagreb

Explore Opatija for a day

→ Visit Rjeka on the way

→ City tour of Opatija

Overnight in Opatija

Walk through Rovinj for a day

→ Transfer back to Opatija

Enjoying the nightlife in Zadar

→ Transfer to Zadar Free time in Zadar

Overnight in Zadar

Exploring the city of Split

→ Visit Sibenik and Trogir on the way

→ City tour of Split and free time Visit the old town, The Diocletian Palace; The Cathedral of Saint Domnius (Built in 4th century AD); The Riva (The central part of Split); The Old Jupiter’s Temple (build in 3rd century AD); The “Let me pass” street; The Golden Gate (4th-century Roman stone entryway to Diocletian’s Palace, with arches & ornate statues);

Overnight in Split

See the Dubrovnik “Saint Saviour” church

→ City tour and free time Visit the Old town, the Ancient city walls, the Dubrovnik “Saint Saviour” church (16th century church with Renaissance architecture); the Dubrovnik cathedral (Early 18th-century baroque cathedral); The Onofrije’s fountain, The Franciscan Monastery (Landmark monastery built in the 1300s, noted for its cloister, library & historic pharmacy displays); the Gates of Pile; the Old port; the Clock tower, the Sponza Palace, the Rector’s Palace; the Fort Saint John; the Stradun (The main walking street in Dubrovnik old town);

Overnight in Dubrovnik

Visiting Kotor for a day and explore

→ City tour and free time in the old town Visit the Kotor old city, Kotor harbour, city walls, St Tryphon cathedral, St Nicola church, Piaza of the arms, Church of St Luke, Gurdich gate, Clock tower, Grubonja palace, Karampana well, Drago palace, Pima palace, Beskuca’s Palace, Grgurina Palace, Bizanti Palace, Prince’s Palace, Sea gate, Old Kotor prison building

→ Transfer to Budva

Overnight in Budva

City tour of Cetinje and visitin the old downtown

→ Transfer to Cetinje City tour of Cetinje old centre

→ Transfer back to Budva

Take photographs of Skadar lakes

→ Boat trip on the lake

→ Transfer to Podgorica

End of the tour

Talk to us about your perfect Balkans tour!

Get in touch with us now and let us know how we can personalize your Balkans tour to meet the image you’ve always had in mind.

Provide information via our form or by email and we’ll create your personal itinerary and free quote.

LET'S START PLANNING YOUR TOUR!

Our tours are private and customized around your interests

Number of passengers 1 2 3 4 5 6 7 8 8+

Desired itinerary

Include accommodation in the price estimate? Yes No

Accommodation level 5 star 4 stars 3 stars 2 stars

Please prove you are human by selecting the tree .

Where next?

  • Bosnia and Herzegovina
  • North Macedonia

tour croazia e montenegro

Sara L'Esploratrice

Travel blog di Sara Ciolini

Viaggio nei Balcani tra Croazia, Montenegro e Bosnia: itinerario e informazioni

viaggio nei balcani Croazia Montenegro Bosnia

Un viaggio nei Balcani ormai si era insediato nella mia mente da un bel po’ di tempo,  ma per un motivo o per un altro non mi ero ancora decisa ad organizzarlo. Quest’estate 2018 invece è arrivata l’occasione giusta

e in meno di un mese ci siamo trovati ad organizzare un viaggio nei Balcani on the road di due settimane, tra Croazia, Montenegro e Bosnia.

Il cuore del viaggio fin dall’inizio era la Bosnia con la sua affascinante e quasi esotica capitale Sarajevo.

Vediamo nello specifico come organizzare un viaggio nei Balcani tra Croazia, Montenegro e Bosnia.

organizzare un viaggio nei Balcani

Organizzare un viaggio nei Balcani: Croazia, Montenegro e Bosnia

  • 1. Documenti
  • 3. Come arrivare e come muoversi nei Balcani
  • 4.1 Carta Verde
  • 4.2 Frontiere
  • 4.3 Condizioni delle strade e controlli
  • 6. Sicurezza nei Balcani
  • 7. Connessione internet
  • 9. Itinerario di viaggio tra Croazia, Montenegro e Bosnia
  • Documenti per Croazia La Croazia è membro dell’Unione Europea dal 1° luglio 2013, ma non ancora membro dell’area Schengen . Per questo alle frontiere, che sia in aeroporto o in auto alla dogana, vi verranno controllati i documenti. E’ necessario quindi viaggiare o con carta d’identità valida per l’espatrio (anche rinnovata con timbro sul retro) o con passaporto (con validità residua di 90 giorni).
  • Documenti per Montenegro Per entrare nel Montenegro (che ancora non è in Unione Europea) è sufficiente la carta d’identità valida per l’espatrio per soggiorni inferiori ai 30 giorni o, come sempre, il passaporto (per soggiorni fino ad un massimo di 90 giorni).
  • Documenti per Bosnia E’ consentito entrare con carta d’identità o passaporto le cui date di scadenza eccedano di almeno 3 mesi il periodo previsto di soggiorno in Bosnia Erzegovina. Per la Bosnia è inoltre raccomandato di non utilizzare carte d’identità rinnovate; nel caso di carte di identità scadute è necessaria la sostituzione con una di nuova emissione. Inoltre, precisa il sito Viaggiare Sicuri , si sono verificati casi di non accettazione di carte d’identità rilasciate o rinnovate dopo il 10 febbraio 2012, la cui validità è prorogata fino al giorno e mese di nascita del titolare. Il visto d’ingresso non è necessario per soggiorni inferiori ai 90 giorni.

Per essere tranquilli al 100%, visto che per Montenegro e Bosnia parliamo di paesi extra UE, se ce l’avete la cosa migliore è viaggiare con il passaporto. I controlli alle dogane saranno sicuramente più sbrigativi.

moneta Croazia, Bosnia, Montenegro

  • Moneta croata La moneta croata è la Kuna (hrk) il cui cambio attualmente (settembre 2018) è di 1 EUR = 7,43589 HRK. Nei luoghi più turistici a volte vengono accettati gli euro, ma ovviamente il cambio applicato non sarà a nostro vantaggio. Vi consiglio quindi, una volta arrivati, di prelevare la moneta locale ai vari bancomat che trovate facilmente.
  • Moneta montenegrina Nonostante non sia in Unione Europea, il Montenegro utilizza l’ Euro . Facilissimo.
  • Moneta bosniaca La moneta bosniaca è il Marco Bosniaco o Marco Convertibile (BAM o KM) . La particolarità di questa moneta è che il suo cambio è fisso, cioè non è soggetto a fluttuazioni: 1 KM equivale sempre a 0,51129 €. Nelle destinazioni più turistiche ( Mostar in particolare) è quasi sempre possibile pagare indistintamente anche in Euro e in Kune croate. Questa soluzione è consigliata gusto se sconfinate per un giorno, altrimenti conviene sempre prelevare moneta locale. Fate attenzione che non vi rimanga moneta bosniaca una volta concluso il viaggio (o che non ve ne rimangano molti) perché in Italia non è possibile cambiarla.

Come arrivare e come muoversi nei Balcani

Per questo viaggio nei Balcani abbiamo scelto proprio di fare un on the road in auto per la libertà e la semplicità con la quale ci si può muovere in questo modo.

Amo viaggiare in autobus e treno, anche per una questione economica, ma visitare questi paesi con i mezzi pubblici richiede mooolta calma e mooolto tempo.

Se siete interessati ai bus , potete controllare i siti di Flixbus  (con la quale è possibile arrivare per esempio a Sarajevo, con un cambio) di Florentia  e di CentroTrans , ma se prendete in considerazione davvero questa opzione armatevi di molta pazienza. Dal nord Italia sono presenti più collegamenti ma spesso questi servizi sono stagionali o vengono interrotti di tanto in tanto; quindi è bene informarsi per tempo e non farci troppo affidamento. Per le compagnie locali che effettuano spostamenti interni è meglio andare di persona alle stazioni dei bus a chiedere gli orari e comprare i biglietti, perché non è facile trovare informazioni online e se le si trova non è detto che siano attendibili.

Discorso simile per i treni , anzi peggio forse. Le tratte che funzionano bene sono poche (per esempio Slovenia e Croazia) e pensare di muoversi solo così richiede (again) molto più tempo del normale.

In aereo potete arrivare bene in Croazia, dove le maggiori città sono collegate con voli diretti dall’Italia. Noi per esempio abbiamo volato su Spalato da Firenze (e poi da lì noleggiato l’auto). Purtroppo per la Bosnia non esistono voli diretti dall’Italia; ce ne sono però da altre città europee come Lubiana, Belgrado, Vienna, Zagabria, Monaco, Francoforte o Istanbul. Mentre su Podgorica in Montenegro da non molto si vola diretti da Milano e da Roma.

Se trovate dei buoni prezzi e i porti italiani sulla costa adriatica non sono troppo lontano da voi, anche arrivare in traghetto sull’altra sponda non è una cattiva soluzione.

Arrivati fin qui avrete capito che la soluzione migliore per un viaggio nei Balcani è quella dell’auto. Raggiungere la destinazione con la propria auto da casa se non abitate troppo lontano, o noleggiarla una volta arrivati a destinazione con una delle soluzioni descritte qui sopra.

Viaggiare in auto in Croazia, Montenegro e Bosnia

come muoversi viaggio nei Balcani

Carta Verde

La prima cosa che dovete ricordarvi se viaggiate in auto nei Balcani è quella di controllare se gli stati che attraverserete richiedono il possesso della Carta Verde (Bosnia e Montenegro per esempio la richiedono). La carta verde è il certificato internazionale di assicurazione che consente ad un veicolo di entrare e circolare in un Paese estero essendo in regola con l’obbligo dell’assicurazione RCA del paese visitato.

Se viaggiate con la vostra auto richiedete la carta verde alla vostra assicurazione. Se noleggiate l’auto richiedetela alla compagnia che ve la fornirà dietro compenso specifico (nel nostro caso con la Sixt ci hanno chiesto €36, che poi in realtà ci hanno abbonato dopo che abbiamo aumentato la copertura assicurativa).

Cosa succede se non avete la carta verde? Alla frontiera dovrete acquistare un’apposita polizza temporanea che però sarà molto più costosa della carta verde.

Una delle maggiori preoccupazioni nell’affrontare un viaggio in auto nei Balcani o comunque fuori dall’area Schengen è quello dei controlli alle dogane. Quello che ci preoccupava di più erano soprattutto le eventuali code e le lunghe attese. Ovviamente questo aspetto dipende molto anche dal periodo in cui viaggiate, a ferragosto e a novembre probabilmente i tempi di attesa saranno molto diversi.

Arrivando in Croazia con il volo noi abbiamo scansato la frontiera più preoccupante ad agosto, quella appunto tra Italia e Croazia. E devo dire che per le altre siamo stati molto fortunati ; non abbiamo mai fatto più di 20 minuti di attesa credo. Noi abbiamo viaggiato nell’ultima settimana di agosto e prima di settembre, ma non prendete la nostra esperienza come norma (ho letto di code di alcune ore a volte).

Non abbiamo incontrato alcun tipo di problema nei controlli che sono quasi sempre stati veloci; vi verranno richiesti i documenti dell’auto e i vostri passaporti (o carte d’identità).

Solo all’uscita della Croazia, per entrare in Bosnia, ci hanno fatto accostare l’auto e controllato i bagagli in maniera molto superficiale lasciandoci andare dopo 5 minuti.

Una cosa curiosa: per visitare Dubrovnik , che si trova all’estremo sud della Croazia, si deve attraversare 10km di Bosnia e poi rientrare. Avevo letto che qui le dogane da passare fossero 4, quando ci siamo stati noi i controlli invece sono stati solo 2.

Condizioni delle strade e controlli

  • Viaggiare in auto in Croazia Tenete conto che in questo paese noi ci siamo mossi fra le principali città, o comunque verso le mete più turistiche, e abbiamo viaggiato per gran parte del tempo in autostrada . Anche fuori dalle autostrade le condizioni delle statali sono più che buone e non abbiamo incontrato problemi. L’unico tratto “particolare” è stato quello uscendo dalla Bosnia verso Zagabria prima di incontrare l’autostrada, dove abbiamo percorso strade montuose e poco illuminate. Il manto stradale però non è mai stato un problema.
  • Viaggiare in auto in Montenegro Qui non ci sono autostrade e può capitare di viaggiare per chilometri e chilometri su strade di montagne strette e tortuose (per esempio un bel tratto per raggiungere il Monastero di Ostrog); eviterei solo di viaggiarci dopo il tramonto ma per il resto nema problema . Non mancano comunque arterie principali larghe e ben asfaltate per collegare le città principali.
  • Viaggiare in auto in Bosnia Qui l’autostrada è presente ma ancora non ha una diffusione abbastanza capillare. Arrivando dal sud, dal Montenegro, l’abbiamo incontrata per la prima volta a non troppi chilometri ormai da Sarajevo. Le condizioni delle altre strade comunque sono buone, ma anche qui si trovano spesso in zone montuose immerse nella natura (scenografiche da percorrere di giorno) dove la sera l’illuminazione diventa scarsa.

Viaggiando in auto in Bosnia è frequente incontrare pattuglie appostate con autovelox, quindi si consiglia di rispettare scrupolosamente i limiti di velocità. Per fortuna i bosniaci che arrivano in senso opposto vi segnaleranno quasi sempre con i fanali la presenza della polizia.

A noi non ha mai fermato nessuno, ma non è infrequente trovare poliziotti corrotti che si inventeranno un qualche problema con i vostri documenti o la vostra auto per spillarvi qualche soldo. Simulate una chiamata all’ambasciata italiana e desisteranno velocemente.

Per i benzinai non ci sono problemi, ce ne sono molti e spesso hanno anche un negozietto per comprare dolciumi e a volte per cambiare soldi (questo vicino ai confini).

Nonostante viaggiassimo in un periodo ancora di alta stagione noi non abbiamo trovato nessun problema nel trovare sistemazioni all’ultimo momento senza aver prenotato in anticipo. Anzi, è la soluzione migliore per poter vedere la camera prima e contrattare sul prezzo. In Montenegro e in Bosnia una camera con bagno privato o un piccolo appartamento si trovano bene a €20 a notte.

In molti luoghi, lungo la strada troverete cartelli o persone che sventolano fogli con scritto sobe ; ecco, significa che da loro potete affittare una camera.

dormire viaggio nei Balcani

L’unica volta in cui abbiamo sprecato un po’ più tempo nella ricerca dell’alloggio è stata a Sarajevo; ormai eravamo arrivati nella zona più centrale e abbiamo continuato a cercare vicino al centro e i prezzi che per un’ora ci sono stati proposti erano ben al di sopra della media che avevamo speso fino a quel momento.

Quindi se in altre località non serve spostarsi dal centro per trovare qualcosa di economico, a Sarajevo i prezzi per una sistemazione in centro possono essere alti (€50/60) anche se alla fine abbiamo strappato una camera enorme con bagno privato in centro a €35.

Sicurezza nei Balcani

Spesso appena si nomina questi paesi la gente storce un po’ il naso e si immagina che nei Balcani, che nell’Europa dell’est, anche se veramente a pochi km da noi, ci possa essere chissà cosa, chissà quale mondo sconosciuto pieno di insidie e pericoli vista anche la recente guerra.

In tutta sincerità, in nessuno dei tre paesi ho avvertito alcun tipo di pericolo e mi sono sempre sentita al sicuro. Certo, come in ogni altro posto, e come dico sempre, è bene tenere gli occhi aperti; ma Croazia, Montenegro e Bosnia non devono suscitare particolari timori da questo punto di vista.

Anzi, soprattutto in Montenegro e Bosnia abbiamo notato come le persone siano particolarmente aperte e ben disposte ad aiutare senza nemmeno essere state interpellate; che sia a fare manovra in strette stradine, che sia per darti indicazioni se ti vedono fermo in mezzo alla strada alla ricerca di qualcosa, a prodigarsi più del dovuto nel cercare di farti funzionare nuovamente internet sul telefono, o addirittura nell’offrirti il caffè dopo averti snocciolato tutti i calciatori serbo – bosniaci passati alla Fiorentina.

persone e sicurezza nei Balcani

Ecco, da questo punto di vista, ho avuto la sensazione che nelle città croate ormai sature di turisti da anni si faccia più sentire la stanchezza e la poca voglia interagire rispetto a paesi meno turistici come Montenegro e Bosnia; qui le persone nella maggior parte dei luoghi incontrano ancora pochi turisti, sono più vogliosi di parlare e raccontarsi e sono ben contenti che finalmente anche i loro paesi possano godere dell’apertura e dei benefici che il turismo porta con sé.

Un’altra questione riguarda gli edifici, soprattutto in Bosnia, non entrate all’interno di quelli abbandonati e mezzi distrutti, potrebbero ancora essere presenti mine.

Connessione internet

Se come me siete smanettoni e non potete fare a meno di una connessione ad internet sul vostro smartphone vi rassicuro. In Croazia funziona la nostra stessa tariffa, in Bosnia e in Montenegro è facile ed economico trovare delle SIM locali con vari giga.

Di solito le trovate esposte nei chioschi che fungono anche da edicola, chiedete e fatevele settare dai venditori perché spesso dovete seguire delle istruzioni nella loro lingua sullo schermo dello smartphone.

In tutti e tre i paesi si può dire – superficialmente e senza cadere in precisazioni da linguisti – che la lingua parlata sia la stessa (il serbo – croato) con varianti dialettali che non impediscono ai vari popoli di comunicare e comprendersi tra loro. Troverete scritte e cartelli stradali sia in alfabeto latino ma anche cirillico.

Nelle zone più turistiche, nei luoghi pubblici, si parla un livello di inglese sufficiente per capirsi (ordinare il cibo, chiedere dov’è il bagno, quanto costa una camera). Magari la vecchina che affitta la camera no, non parla inglese ma così sarà ancora più divertente,no!? Ovviamente mano a mano che ci si sposta in zone meno frequentate il livello di inglese in generale diminuisce, soprattutto se non si trovano giovani, ma non fatevi scoraggiare da questo. Come già detto, le persone sono molto disponibili e quasi sempre si prodigheranno per farsi capire nel miglior modo possibile.

Quando viaggio mi piace sempre entrare in una cultura anche cercando di capire qualcosa della lingua, così anche in questo viaggio ci siamo divertiti ad imparare qualche parole – e di conseguenza la pronuncia delle lettere “strane” – da poter sfoderare ogni tanto con il locali.

viaggio nei Balcani lingua

Itinerario di viaggio nei Balcani tra Croazia, Montenegro e Bosnia

Il nostro itinerario di viaggio nei Balcani è stato così diviso: 6 giorni in Croazia, 6 giorni in Bosnia e 2 in Montenegro.

1° giorno: Spalato (siamo atterrati alle 7 di mattina) 2° giorno: Dubrovnik (e notte in Montenegro) 3° giorno: Bocche di Cattaro (Perast e Cattaro) 4° giorno: Monastero di Otrog e Cetinje 5° giorno: (uscita dal Montenegro e arrivo in Bosnia) Trebinje e monasteri nei dintorni – Blagaj (casa dei dervisci) – serata a Mostar 6° giorno: Mostar 7° giorno: Sarajevo 8° giorno: Sarajevo 9° giorno: Travnik e Jajce 10° giorno: Banja Luka (uscita dalla Bosnia e arrivo in Croazia in tarda serata) 11° giorno: Zagabria 12° giorno: Laghi di Plitvice (e arrivo a Zara nel pomeriggio) 13° giorno: giornata di mare nei dintorni di Zara 14° giorno: Trogir 15° giorno: partenza dall’aeroporto di Spalato alle 8:00

Spero di aver risposto a tutte le domande per organizzare un viaggio nei Balcani tra Croazia, Montenegro e Bosnia. Se c’è ancora altro che volete sapere non esitate e scrivere nei commenti e se posso aiutarvi lo farò 😉

Articoli consigliati

dove andare in croazia

Croazia, cosa vedere: itinerario e consigli

Trasferirsi a Londra

Trasferirsi a Londra: guida pratica

viaggi esperienziali

Viaggi esperienziali e consapevoli: come fare qualcosa di buono in vacanza

36 commenti.

[…] anni che Berlino mi affascinava, probabilmente da quando sono stata nei Balcani e ho avuto un assaggio della cosiddetta jugonostalgia. Lì mi è venuto il pallino di sapere di […]

Ciao , io vorrei fare una settimana da Zara con i laghi, Spalato, Carraro, a Podgorica e scutari. Credo in macchina. dici che è fattibile considerando i km, o conviene fare un pezzo o l’altro? Grazie

Ciao e scusami il ritardo. Secondo me è decisamente troppo, altrimenti non ti godi niente; io toglierei Scutari e Podgorica.

Ciao Sara, volevo chiederti un ulteriore informazione di quanto già letto, questa estate (agosto 2020) farò un tour in Croazia e tra l’altro mi recherò anche per tre a Medjugorje. Partirò da Ploce con un auto a noleggio e volevo chiederti se secondo te, alla frontiera con la Bosnia, la carta d’identità elettronica (rilasciata nel 2019) verrà accettata oppure consiglieresti di richiedere il passaporto prima di partire. Grazie Alfonso

Ciao, va bene la carta d’identità elettronica. Basta che sia valida per l’espatrio e non rinnovata…

[…] come si mangia alla Kafana SFRJ? Molto bene! Come di consueto nei Balcani si mangia molta carne e quindi anche qui non potevamo esimerci dal gustare una bella grigliata […]

[…] devo essere sincera mi è venuto in mente di visitare in gran parte per proseguire idealmente il viaggio nei Balcani iniziato lo scorso anno e per la storia recente della città e del paese alla quale mi sono […]

[…] avevamo già provato l’anno scorso nel nostro primo viaggio nei Balcani, ma la nostra GoPro, comprata da poco, aveva qualcosa che non andava e la qualità era davvero […]

Ciao, con il mio ragazzo andremo in montenegro ad agosto però atterrando a Dubrovnik. Hai avuto problemi con il noleggio auto? hai una compagnia da suggerirci?grazie

Ciao! Noi non abbiamo trovato nessun problema con il noleggio, e noleggiammo con la compagnia Sixt. Ti consiglio solo di fare l’assicurazione direttamente sul momento, al banco, e non prima online, dice che convenga di più in caso ci fosse qualche problema. Fanno prima con il rimborso. Ricordatevi di farvi consegnare la carta verde, vi serve per passare il pezzettino di Bosnia che separa la Croazia dal Montenegro. Sul sito della compagnia ci dovrebbe essere scritto tutto, ma noi mandammo una email per assicurarci che ci avrebbero dato la carta verde al momento del ritiro…

Ciao, a fine agosto atterreremo a Dubrovnik e abbiamo in mente di fare un giro per il Montenegro e poi un paio di giorni a Dubrovnik. Pensavo di noleggiare l’auto in aeroporto a Dubrovnik e restituirla sempre li al ritorno. Non riesco a capire se l’assicurazione dell’auto copra anche il Montenegro o meno, in alcuni blog dicono di si in altri di no. Basta la carta verde? Ho letto che voi avete fatto un’estensione di garanzia. Grazie

Ciao! Allora, solitamente non ci dovrebbero essere problemi nel portare l’auto in altri paesi; comunque dovresti trovare questa specifica, sui paesi in cui potete andare, nelle informazioni al momento della prenotazione. Al momento della prenotazione però ti dovrebbero chiedere da qualche parte se hai intenzione di uscire dalla Croazia e dove intendi andare. Per quanto riguarda la carta verde, non vi serve per il Montenegro ma per attraversare quel breve tratto di Bosnia che lo separa dalla Croazia; lì, alla frontiera, ve la chiederanno. Noi mandammo una email alla compagnia di assicurazione e ce la fecero trovare al momento del ritiro dell’auto. Per l’assicurazione, sbagliando, noi abbiamo fatto un’assicurazione sul sito e poi di nuovo di persona al ritiro. Su consiglio della ragazza che ci servì ci disse di non fare l’assicurazione sul sito ma direttamente con la compagnia sul posto. Questo perché se la fai tramite il sito, in caso succedesse qualcosa i tempi sono più lunghi. Non so se sia vero o meno, basta che ne fai una e controlli tutte le specifiche. Spero di esserti stata d’aiuto 😉

ciao…. con delle amiche faremo esattamente le stesse tappe! solamente che le altre due raggiungeranno il montenegro dal kosovo, mentre io arriverò dall’italia! la mia domanda per te, che hai già affrontato il viaggio è: credi che sia meglio che io atterri in croazia ( da cui poi ripartiremo per l’italia) e da lì affitterei un’auto per raggiungerle in montenegro (anche se la cosa non mi entusiasma troppo…fare tanti chilometri in una terra che non conosco tutta sola) oppure incontrarci a podgorica??? eventualmente per la prima opzione, credi che possa affittare un’auto a dubrovnik e restituirla a spalato? spero di essere stata chiara ahahahahaha…sono un pò contorta nei discorsi!!!! grazie mille intanto!

Ciao Elena! Non ho capito bene, con le tue amiche pensate di fare un viaggio in auto? Perché allora magari ti può convenire prendere direttamente l’auto quando atterri per raggiungerle, altrimenti cercherei un bus per arrivare a Podgorica…per quanto gli orari siano un po’ imprevedibili da quelle parti! Il tratto da Dubrovnik alla costa del Montenegro è tranquillo e breve (a parte le frontiere), però in effetti anche io se fossi sola eviterei se potessi (perché sono un po’ imbranata in auto!). Valuta se ti può convenire un volo su Podgorica, contando quello che risparmieresti di noleggio auto…

[…] tanto da vedere che un giorno non basta assolutamente. Forse con il senno di poi rivedrei il nostro viaggio nei Balcani per dedicare qualche giorno in più a questa […]

[…] il nostro viaggio nei Balcani dell’estate scorsa, abbiamo trascorso anche una settimana circa in Croazia. Cosa vedere e non […]

[…] ormai passati otto mesi dal nostro viaggio nei Balcani e dalla visita a Sarajevo, eppure ancora non vi avevo parlato di questa città qui sul […]

Ciao! E’ molto interessante ciò che hai scritto! Volevo chiederti quanto avete speso per questo viaggio, all’incirca! Graziee

Ciao! Grazie Benedetta! Abbiamo speso circa 700€ a testa, compreso volo e noleggio auto 😉

[…] in Croazia, chiamata anche Zadar in lingua locale, è stata una delle ultime tappe del nostro viaggio nei Balcani in […]

[…] complicarci le cose nell’ultimo viaggio nei Balcani ci siamo portati anche la gopro e ovviamente lo smartphone in mano e tutte le app per editare le […]

[…] nostro viaggio nei Balcani abbiamo visitato questo paese nella stessa giornata in cui siamo stati a […]

[…] il nostro on the road nei Balcani c’è una piccola città della Bosnia che abbiamo visitato in poco più di mezza giornata e […]

[…] come noi siete in auto perché alle prese con un on the road raggiungere il tunnel di Sarajevo non sarà particolarmente difficile. Noi abbiamo semplicemente […]

[…] e alla storia di questo paese ancora non troppo turistico che io ho avuto modo di visitare in un on the road nei Balcani […]

[…] una tappa che subito è rientrata nei nostri piani non appena abbiamo iniziato a studiare il nostro on the road nei Balcani: il monastero derviscio di Blagaj, detto anche Tekija o […]

[…] suoi spunti mi hanno permesso di plasmare ancora meglio il mio itinerario nei Balcani e conoscere curiosità e nuove sfumature di questo […]

[…] Forse quest’ultimo “problema” è ancora più evidente a Dubrovnik, la nostra seconda tappa del nostro viaggio nei Balcani. […]

[…] avevamo l’auto visto che stavamo affrontando un viaggio on the road nei Balcani e questa è sicuramente la soluzione […]

[…] Luka è stata probabilmente la tappa meno turistica di tutto il viaggio nei Balcani; i turisti erano quasi […]

[…] Dal nord Italia non vi sarà difficile arrivare direttamente con la vostra auto, oppure potete noleggiarla come abbiamo fatto noi arrivando con un volo su Spalato e facendo un viaggio nei Balcani. […]

[…] Abbiamo visitato questa città il secondo giorno – dopo Spalato – del nostro viaggio on the road nei Balcani. […]

Essendo andata a Mostar in macchina, perché non siete andati a Medjugorje che si trova vicina?

Ciao Erick, perché purtroppo il tempo è contato e Medjugorje non rientrava nei nostri interessi. Magari sbaglio ma la vedo solo legata al turismo religioso e non fa per me 🙂

[…] questo viaggio nei Balcani, i 3 giorni sulle Bocche di Cattaro sono stati tra i migliori. Questo è dovuto anche alla nostra […]

[…] è riscattato e che adesso, dopo la guerra in Bosnia, sembra uscire dalle fiabe. Se organizzate un viaggio nei Balcani, secondo me, Mostar è una tappa da non […]

Lascia un commento Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome e cognome

Salva il mio nome, email e sito web in questo browser per la prossima volta che commento.

Non iscrivermi Tutti i nuovi commenti Risposte ai miei commenti

  • All Planning Tips
  • ITINERARIES
  • All Destinations
  • National Parks
  • Attractions
  • Private Tours
  • All Things To Do
  • Villas and Apartments
  • All Accommodation
  • Herceg Novi
  • All Restaurants

Montenegro Pulse contains affiliate links and is a member of the Amazon Services LLC Associates Program. If you make a purchase using one of these links, I may receive compensation at no extra cost to you. See my  disclaimer  for more information.

7 Best Small Group Tours to Croatia and Montenegro

7 Best Small Group Tours to Croatia and Montenegro

BY SARAH PAVLOVIC  

Croatia and Montenegro have long been hidden gems of the Adriatic coast, offering stunning natural beauty, rich history, and a unique blend of cultures.

With 26 national parks between them, photogenic medieval towns, idyllic islands and that Mediterranean sunshine, a Croatia and Montenegro trip could easily be the trip of a lifetime!

And since they are neighbours, visiting them both in one trip makes complete sense. But it can be overwhelming to plan a Montenegro and Croatia itinerary, especially if you're travelling solo or in a small group.

That's where escorted tours of Croatia and Montenegro come in - they offer the perfect balance of flexibility and structure, allowing you to explore at your own pace while still benefiting from the expertise of local guides. 

In this article, you’ll find the best small group tours of Croatia and Montenegro. And if you can’t find your perfect Croatia and Montenegro itinerary, I reveal an easy way to create your own!

Table of Contents

Top 6 Small Group Tours to Croatia and Montenegro at a Glance 6 Best Small Group Tours to Croatia and Montenegro       1. Croatia and Dalmatian Coast       2. M204 Roundtrip from Split with Dubrovnik and Montenegro       3. Balkan Delight       4. Montenegro Sailing - Dubrovnik to Dubrovnik       5. Dalmatian Coast and Montenegro Sailing       6. Adriatic Paradise Cruise by Adriatic Princess       7. DIY Small Group Tour to Croatia and Montenegro Frequently Asked Questions Final Thoughts

Quick Guide: Top 6 Small Group Tours to Croatia and Montenegro at a Glance

Croatia and the Dalmatian Coast

Overland tour by Back-Roads Touring

  • Starts in Split
  • Ends in Dubrovnik
  • Max. group size 18

FIND OUT MORE

M204 Roundtrip from Split with Dubrovnik and Montenegro

Sailing tour by Kompas

  • Ends in Split
  • Max. group size 40

Balkan Delight

Overland tour by Trafalgar

  • Stars in Zagreb
  • Ends in Zagreb
  • Max. group size 50

Montenegro Sailing - Dubrovnik to Dubrovnik

Sailing tour by G Adventures

  • Starts in Dubrovnik
  • Max. group size 8

Dalmatian Coast and Montenegro Sailing

Adriatic Paradise Cruise by Adriatic Princess

Sailing tour by Elite Travel

  • Stars in Split
  • Max. group size 38

6 Best Small Group Tours to Croatia and Montenegro

1. croatia and the dalmatian coast.

7 Best Small Group Tours to Croatia and Montenegro

RATING: 4.5 / 5 ( 125 reviews ) | TOUR LENGTH: 10 days | BOOK NOW

Destinations on this tour:

  • Krka National Park
  • Pelješac Peninsula
  • Lovćen National Park

This 10 day small group tour to Croatia and Montenegro is ideal for getting to know both countries’ best towns, attractions and cultures. 

The tour includes guided tours of each destination, including UNESCO World Heritage Sites, Diocletian’s Palace and Kotor old town. It also includes unique cultural experiences that you wouldn’t find on your own, like visits to a small boutique winery and a cooking class. 

This tour has a relaxed itinerary, and aside from these tours and activities you have plenty of free time to do your own thing.

2. M204 Roundtrip from Split with Dubrovnik and Montenegro

7 Best Small Group Tours to Croatia and Montenegro

RATING: 4.3 / 5 ( 28 reviews ) | TOUR LENGTH: 8 days | BOOK NOW

Kompas offers a small group cruise that takes you on a journey to Croatia's mesmerizing islands while also providing excursions and visits to popular sights in Bosnia and Herzegovina and Montenegro. The Croatian itinerary includes visiting the charming Venetian towns and historic islands that boast Mediterranean allure, with numerous optional activities such as walking tours, winery visits, and several opportunities for swimming in the warm Adriatic Sea.

In Montenegro, you sail through the Bay of Kotor, which is a UNESCO-listed site, to reach the medieval walled town of Kotor. You'll have the chance to explore Lovćen National Park, located in the heart of Montenegro, and then to visit Budva before returning to Kotor.

This cruise also offers an excursion to the culturally diverse city of Mostar in Bosnia and Herzegovina, renowned for its iconic bridge that was destroyed during the civil war of the 1990s. This UNESCO World Heritage site is both captivating and beautiful.

If you're looking for the perfect combination of scenic beauty, cultural experiences, and warm sun and sea, this itinerary in Croatia and Montenegro is perfect for you!

3. Balkan Delight

7 Best Small Group Tours to Croatia and Montenegro

RATING: 4.6 / 5 ( 11 reviews ) | TOUR LENGTH: 12 days | BOOK NOW

  • Bay of Kotor
  • Plitvice Lakes National Park

This Bosnia, Montenegro and Croatia small group tour mainly focuses on exploring Croatia, while also offering a full-day tour of Montenegro and taking you to the intriguing cities of Mostar and Sarajevo in Bosnia and Herzegovina.

The fully guided tours starts and ends in Zagreb, the capital of Croatia. The itinerary includes expert-guided tours in each destination, giving you insights into the history, culture, and attractions of each place. You'll get to experience some memorable and unique activities such as having dinner with a local family in Croatia and touring Sarajevo's "war tunnel." You also have ample free time to explore each destination independently.

This tour is ideal for all age groups, including families, with accommodation in good quality hotels and meals that cater to most dietary requirements.

Love a deal? Click here to find current deals on Montenegro tours !

4. Montenegro Sailing - Dubrovnik to Dubrovnik

7 Best Small Group Tours to Croatia and Montenegro

RATING: 4.9 / 5 ( 16 reviews ) | TOUR LENGTH: 8 days | BOOK NOW

G Adventures , a platinum-rated company that specializes in providing exceptional group tours, runs this popular week-long sailing group tour from Dubrovnik. This and the following tour on this list are two of the most popular Croatia tours for singles.

The itinerary of this tour starts in Dubrovnik and navigates along the Montenegrin coastline to reach the Bay of Kotor. While the cruise offers lots of opportunities to enjoy the sun and sea, it doesn't include any excursions, which helps to keep the overall cost of the tour affordable. However, there are several optional excursions available, and you can find the details and costs of these activities under "Additional Services" in the "not included" section when you click the button below for full details of this tour.

5. Dalmatian Coast and Montenegro Sailing

7 Best Small Group Tours to Croatia and Montenegro

RATING: 4.9 / 5 ( 8 reviews ) | TOUR LENGTH: 15 days | BOOK NOW

Discover the beautiful islands of Croatia and the stunning coastline of Montenegro with the help of G Adventures , who are known worldwide for their excellent small group tours. Although some of their tours are for under 40’s only, this Croatia and Montenegro tour is open to all ages.

With plenty of free time in each destination, you can choose to relax on the beach, explore the area on your own, or hang out on the boat. To keep the price affordable, this tour doesn’t include guided tours or excursions, but they are available, just check out the Additional Services section for more details and pricing.

This tour is perfect for solo travelers and adults who want to have a good time and meet new people. There’s a maximum of 8 people on the boat, each cabin sleeps two and there are shared bathrooms.

TourRadar Banner Perast

6. Adriatic Paradise Cruise by Adriatic Princess

7 Best Small Group Tours to Croatia and Montenegro

RATING: 4.3 / 5 ( 7 reviews ) | TOUR LENGTH: 8 days | BOOK NOW

If you’ve been dreaming of sailing the Croatian islands, this could be your dream trip!

This cruise takes just 38 guests, so no huge cruise ship, and it takes you to the most spectacular places along the Croatian coastline. On this tour you’ll see Croatia’s famous spots, including Venetian stronghold Korčula, Roman-founded Split and must-see Dubrovnik.

The cruise, run by Croatia tour experts Elite Travel , includes optional excursions in each destination so you can make this trip as active or as laid-back as you like. There are lots of swimming stops included and you can choose to join the optional guided tours or explore each destination on your own.

Although it barely qualifies as a Croatia and Montenegro tour, since the only time in Montenegro is a day excursion to Kotor that’s only available on select dates, I’ve still included it on this list because it’s a great tour.

7. DIY Small Group Tour to Croatia and Montenegro

7 Best Small Group Tours to Croatia and Montenegro

Not found the perfect tour yet?

Many of these tours only visit Kotor in Montenegro and spend most of the time in Croatia, so you’d be forgiven for wanting something that explores Montenegro more in depth. After all, Montenegro and its inland areas are incredibly beautiful and worth visiting!

One of the best ways to get a small group tour to Croatia and Montenegro that covers everything is to book two tours - one to Croatia and one to Montenegro - one after the other. Many of the most popular tours run weekly, so you can book two tours, one in each country.

I recommend booking a Croatia tour that ends in Dubrovnik and catching a bus or taxi into Montenegro to start a tour there. Alternatively, you could book a Montenegro tour first and then a Croatia tour that starts in Dubrovnik.

Here are some great tours that you can combine to make one fantastic trip:

  • Croatia Countryside and Island Hopping
  • Highlights of Croatia
  • Croatia Sailing Adventure: Split to Dubrovnik
  • Croatia Sailing Adventure: Dubrovnik to Split
  • Explore Croatia
  • Dubrovnik and the Dalmatian Coast
  • Croatia and Slovenia

Montenegro:

  • Grand Montenegro Tour
  • Montenegro Essentials
  • Best of Montenegro by Sea
  • Montenegro Discovery - Hiking Holiday

Getting to Croatia and Monenegro

When you want to tour Croatia and Montenegro, there are many options for getting here. Both countries have international airports with good connections year-round.

Airports in Croatia:

  • Zagreb: ZAG
  • Dubrovnik: DBV
  • Rijeka: RJK
  • Pula: PUY 

Airports in Montenegro:

  • Podgorica: TGD

I use WayAway to find the best and cheapest flight tickets whenever I travel. They work with budget airlines so I always know I’m getting the best deal. And they have a unique cashback programme where you can get cashbacks on almost all your travel bookings. Click here to find out more .

Frequently Asked Questions About Small Group Tours to Croatia and Montenegro

What are the benefits of booking small group tours to Croatia and Montenegro?

The benefits of booking small group tours to Croatia and Montenegro are:

  • All your travel arrangements are taken care of for you
  • The itineraries are designed by local experts so you see the best sights and hidden gems
  • They can be cheaper for solo travellers
  • You get experiences that you’d never be able to book as an independent traveller
  • You can meet and travel with like-minded people and make new friends
  • You get the care and personalised service that’s not possible on large group tours
  • You have the support of local guides and experienced tour companies so you’re not left on your own should things not go to plan

Are small group tours to Croatia and Montenegro more expensive than other types of tours?

Small group tours to Croatia and Montenegro can be, but are not necessarily, more expensive than large group tours and they are cheaper than privately-guided tours.

What kind of accommodations are provided on small group tours to Croatia and Montenegro?

The accommodation provided on small group tours to Croatia and Montenegro are usually 3 to 4 star hotels. The sailing tours include shared or private cabins on the boat, while the overland tours include hotel accommodation.

What’s included in the price of small group tours to Croatia and Montenegro?

Small group tours of Croatia and Montenegro typically include accommodation, some or all meals, a guide and transport during the tour. 

Some tours include all excursions and activities, and some have them as optional extras. You can find a list of inclusions and exclusions under Additional Services on the tour details page.

What kind of activities are included in small group tours to Croatia and Montenegro?

Small group tours to Croatia and Montenegro usually include a range of walking tours around attractions and cities, visits to national parks, cooking classes, wine and food tastings, buggy tours, swimming and snorkelling.

How many people are on these small group tours to Croatia and Montenegro?

The number of people on these tours ranges from 8 to 50. You can find the maximum group size on each tour’s information page.

What’s the typical age on small group tours to Croatia and Montenegro?

There’s usually a range of ages on these tours, from kids to seniors. The G Adventures sailing tours have a minimum age of 16 and are aimed at adults. Other tours have age limits as low as 3, so you can bring your children with you.

How physically demanding are small group tours to Croatia and Montenegro?

Small group tours to Croatia and Montenegro are not very physically demanding. They aim to cater to a wide range of ages and abilities and offer activities and excursions to suit most people.

Sailing tours which offer optional excursions are the least physically demanding, while overland tours where you are expected to go on many excursions are the most physically demanding. However, as these usually include children and seniors, they're usually not physically demanding.

Are small group tours to Croatia and Montenegro suitable for families with children?

Yes, small group tours to Croatia and Montenegro are suitable for families with children. Some tours have a minimum age limit of 16, but most tours are suitable for children from 3-5 years old.

What kinds of destinations are covered in small group tours to Croatia and Montenegro?

Small group tours to Croatia and Montenegro usually include Dubrovnik and Kotor. In addition to these they might include other seaside towns like Split, Zadar and Budva as well islands like Hvar and Korčula. They might also include national parks like Plitvice, Krka and Lovćen.

How much free time is provided on a small group tour to Croatia and Montenegro?

The amount of free time you have a small group tour depends on the tour. On some tours (mostly sailing tours) you have free time for the entire tour and all excursions are optional. Other tours include at least one tour or activity each day with the rest of the day being free time.

Can I customise a small group tour to Croatia and Montenegro to my preferences and interests?

No, you can’t customise a small group tour to your preferences and interests. Because you are travelling with a group, the itineraries are set and are not changeable. However, most small group tours offer optional activities and you can choose to spend your time as you wish in each destination. 

If you would like a customisable tour to Croatia and Montenegro, I suggest booking a private tour or combining two tours - one to Croatia and one to Montenegro - to get the itinerary that best suits you.

Final Thoughts on Small Group Tours to Croatia and Montenegro

Croatia and Montenegro offer some of the most breathtaking scenery and rich cultural experiences in Europe. One of the best ways to explore these destinations is by taking a small group tour, where you can enjoy personalized attention from expert guides, make new friends, and have unique experiences that you might not find on your own. 

Whether you choose to cruise along the coastline, sail from one island to another, or explore the historic cities of Dubrovnik and Kotor, there's a small group tour that's perfect for you. 

So, pack your bags and get ready to discover the magic of Croatia and Montenegro!

TourRadar Banner Kotor

Related Articles

  • Best Montenegro and Croatia Tours
  • Ultimate 1 Week Montenegro Itinerary + Free Download
  • Planning Your Trip to Montenegro

You might like these

Get your adrenaline flowing with this adventure holiday in Montenegro!

Adventure Holiday

Get your adrenaline flowing with this adventure holiday in Montenegro!

Discover Montenegro's stunning hinterland on this 2 day activity break that includes rafting, hiking and a lake cruise.

Activity Break

Discover Montenegro's stunning hinterland on this 2 day activity break that includes rafting, hiking and a lake cruise.

Explore the untouched beauty of Montenegro's mountain hikes on this 3 day hiking break.

Hiking Break in Montenegro

Explore the untouched beauty of Montenegro's mountain hikes on this 3 day hiking break.

Find the Best Travel Booking Services for Montenegro

  •  Find a deal! Click here to see current deals on tours and activities .
  • Accommodation with Booking.com
  • Tours and activities with Get Your Guide
  • Tours and activities with Viator
  • Cheap car hire with Localrent.com
  • Cheap flights with WayAway
  • Organised adventure tours with TourRadar
  • Transfers with Kiwitaxi
  • Travel insurance with SafetyWing
  • Montenegro Itineraries
  • Best Small Group Tours to Croatia and Montenegro

About Sarah

Sarah Pavlovic

I'm a New Zealander who's lived in Montenegro since 2008. I love exploring this beautiful country and sharing the best of it with you!

Save up to 50% with these Montenegro tour deals!

Experience the Real Kotor

Kotor Beyond The Wall Cover Katina

Kotor Secret City Trail

Kotor Secret City Trail outdoor escape room in Kotor old town

Make a Difference

Kotor Kitties 2024 Calendar 1

Hi! I'm Sarah, an adventurer, mum and animal-lover dedicated to helping you discover the best of Montenegro, no matter how long your visit to this intriguing part of the world.

By Sarah Pavlovic   |   © Copyright 2024   |   Montenegropulse.com    |   All Rights Reserved   |   Privacy Policy

  • Skip to main content
  • Skip to primary sidebar
  • Skip to footer

Additional menu

Victor Tours

Incoming & DMC

Balkan Revealed – 4 countries in 10 days

Balkan Revealed – 4 countries in 10 days

In only ten days, this tour takes you through some of the most beautiful parts of the area, from bustling Belgrade to the serene Croatian seaside, from the spectacular waterfalls and thickly wooded mountains of Plitvice Lakes National Park to UNESCO World Heritage sites such as The Old Bridge in Mostar and Kotor and Perast area in Montenegro. And, of course, as a cherry on top, Dubrovnik or “The Pearl of the Adriatic”  with its stunning architecture and picturesque landscapes. The tour includes transportation, a professional guide, hotel accommodation, and entrance fees, so choose your dates and join us for a “once-in-a-lifetime” experience. 

Serbia – Croatia – Montenegro – Bosnia & Herzegovina

Important note: this is a small-group experience, limited to 8 guests per departure. If you prefer a private tour, which will allow you to choose your dates, have more flexibility in choosing your itinerary, and have the comfort of having a vehicle and a guide just for yourself, please get in touch with us HERE .

ITINERARY  10 days / 9 nights

Arrive at “Nikola Tesla” International Airport.

Our guide will meet you in the arrivals hall with your name on the signboard. He will do the following: help you with your money exchange, give you essential information about Belgrade, help you with your check-in, explain to you the location of your accommodation and advise you how to reach the main sights, and give you an overview of current happenings in the city.

In case your flight is delayed, there is no reason to worry. We will monitor your flight, and our guide will meet you accordingly. There are no additional charges for flight delays. After a short ride of 20 minutes, you’ll be in the city’s center. Check-in at the hotel, and take the rest of the day to get more familiar with Belgrade, walk around or follow your guide’s recommendation for dinner.

IMPORTANT NOTE : If you are arriving in Belgrade a few days before the tour departure, you can book additional nights with us, at the same hotel, for a surcharge of €55 (Classic package) or €95 (Upgraded package. Prices are per person and night in a double or twin room.

Overnight: Belgrade

Breakfast. After breakfast, we’ll start with our Belgrade sightseeing tour. Today we will show you almost all the most important sights in the city.

We’ll start at the daunting Belgrade Fortress, dramatically perched above the confluence of the Sava and Danube rivers. We’ll check the Victor Monument, Monument of Gratitude to France, Zindan Gate, The Chapel of Saint Petka, Clock Gate, and The Clock Tower.

Once we finish with the fortress, we will start our panoramic ride through New Belgrade – Belgrade’s largest municipality, with impressive modern architecture. Here, we will see some remarkable buildings such as the Ex-Central Committee of the Communist Party, Federal Executive Council, also known as the Palace of Federation, Genex Tower or Western Gate of Belgrade, Sava Center, Belgrade Arena, and many more.

tour croazia e montenegro

After New Belgrade, we’ll reach Zemun, the northern area of Belgrade, which is characteristic of its Central European appearance, charming quarters, cobblestone streets, and fish restaurants on the Danube River banks. Its curvy cobblestone streets and small houses will give you the impression that Zemun is a melting pot of Mediterranean and Middle European cultures.

After Zemun, we’ll drive through Dedinje, Belgrade’s most luxurious residential area, before we reach the imposing Saint Sava Temple, one of the world’s largest Orthodox churches.

After the sightseeing tour, spend this afternoon on your own. Maybe check out Nikola Tesla’s Museum or the National Museum, or wander around the central streets.

In the evening, visit the Old Bohemian Quarter of Skadarlija, frequently compared to Montmartre in Paris, both in appearance and artistic atmosphere. It’s a perfect opportunity to familiarize yourself with traditional Serbian cuisine and the famous Belgrade nightlife. (Optional = 30€ per person)

After breakfast, it’s time to move to another beautiful Balkan country – Croatia. We’ll head for the Croatian capital, and after roughly around 4 hours (depending on the border crossing), we’ll reach Zagreb. Check-in at the hotel and take some time to refresh before we start with our Zagreb walking tour.

tour croazia e montenegro

Begin the sightseeing tour in busy Kaptol Square in Upper Town, dominated by the monumental Zagreb Cathedral, with its soaring twin spires, cobblestone streets, and red tile-roofed buildings. Walk along Krvavi Most to St. Mark’s Church, with its brightly colored roof, and the 17th-century Jesuit Church of St. Catherine. After a stop at the Parliament building, free time to explore the winding streets of the Old Town and Ban Jelacic, the main square. Or perhaps take a stroll along Ilica Street, packed with restaurants, trendy cafes, and a vibrant shopping scene. Free time to explore on your own.

Overnight: Zagreb

After breakfast, we’ll leave Zagreb behind us and drive towards Plitvice Lakes.

After around two hours of driving, prepare your cameras since we will arrive at the breathtaking scenery of a natural wonder – Plitvice Lakes National Park.

tour croazia e montenegro

Enjoy a 3-hour guided tour through a wonderland of 16 interconnecting lakes flanked by thundering waterfalls and a vast primeval forest. This area, known as a geological and hydrological phenomenon, is celebrated as one of Europe’s most beautiful natural sights, inscribed on the UNESCO World Heritage list.

We’ll arrive at our hotel just in time for dinner, and after that, you can relax and rest.

Overnight: Plitvice

After breakfast, we’ll head towards Split, with a short en-route visit to Zadar, Croatia’s oldest continuously inhabited city full of beautiful attractions and historical places.

We’ll walk around and check out the most important sights, including the Sea Organ, Greeting to the Sun, The Roman Forum, and the Church of Saint Donatus.

tour croazia e montenegro

We’ll have a lunch break, and after approximately two hours of driving, we’ll arrive at the UNESCO-protected seaside town of Split, the second-largest city in Croatia. Check-in. The rest of the day is yours. Perhaps enjoy a coffee or a dinner in one of the numerous restaurants by the sea.

Overnight: Split

After breakfast, we’ll have a walking tour along the Old Town’s cobbled streets featuring the historic inner city with its dominating Roman influence, built around the 4th-century Palace of Diocletian. This spectacular palace, a precious example of Roman architecture, is one of the largest and best-preserved in the world. We’ll see the remains of the Cathedral of St. Domnius, built in the Middle Ages, and the Temple of Jupiter with its headless black sphinx guarding the entrance.

tour croazia e montenegro

Later on, we will proceed to Dubrovnik. After roughly 2.5 hours of driving along the beautiful Croatian coast and admiring wonderful views, we’ll arrive at the spectacular walled city of Dubrovnik, lovingly named the “Pearl of the Adriatic.” Check-in, a short break, and the “Old Dubrovnik on foot” tour. The magnificent Old Town was declared a UNESCO World Heritage Site, a treasure of Gothic, Renaissance, and Baroque churches, monasteries, and palaces. The tour highlights sites like Rector’s Palace, an outstanding blend of Gothic and Renaissance architecture. Also, the monumental Sponza Palace, one of the most beautiful palaces in the city, is preserved in its original form. Under the City Bell Tower on Luza Square, view Orlando’s Tower, which is dedicated to the legendary knight who saved the city in the 9th century.

tour croazia e montenegro

After the tour, take some time for yourself.

Consider strolling along the impressive ramparts overlooking the shimmering Adriatic Sea or visit the Maritime Museum in St. John’s Castle. Or maybe check the parts of Dubrovnik where the famous Game of Thrones was shot, visit Lokrum island and city walls, or ride a Dubrovnik cable car.

Overnight: Dubrovnik

After breakfast, we’ll leave Croatia behind us and ride towards the stunning Bay of Kotor, the longest and deepest fjord in Southern Europe. Our first stop will be the charming coastal town of Perast, one of the most beautiful towns on the Adriatic Sea, with only 300 residents. We will walk along the Perast promenade and admire the beautiful baroque palaces of noble families.

Following, we will take a short boat ride to the 15th century “Our Lady of the Rocks” Church perched on an islet in the bay. Once there, we will visit the Roman Catholic Church, which has an interesting interior.

tour croazia e montenegro

The next stop is Kotor, where we will have a guided walking tour. This old Mediterranean town, surrounded by formidable city walls, was built between the 12th and 14th centuries. Its medieval architecture and other cultural monuments are why UNESCO included the city on the list of “World Natural and Historical Heritage Sites.” We’ll check out the Cathedral of St. Tryphon, Maritime Museum, numerous Palaces, and Old Square and get to feel the atmosphere of this unique medieval town. Here, we will have a lunch break.

Later on, we will proceed to Bosnia and Herzegovina. We’ll end the day in Trebinje, a charming and picturesque little town on the banks of the Trebišnjica River, with a laid-back atmosphere and an interesting mix of Mediterranean, Central European, and Ottoman influences. You can use the evening to stroll around small streets or have a nice dinner.

Overnight: Trebinje

After breakfast, our trip continues to Blagaj (a site on the UNESCO Tentative List), an old town from the first half of the 16th century and a beautiful representation of Ottoman architecture. Blagaj was the crib of Islam of today’s Bosnia and Herzegovina. During the short tour, enjoy the view of the monastery in a fairy-tale environment beneath the cliffs on the shores of the emerald-green river Buna.

tour croazia e montenegro

Our next stop will be Mostar, a medieval town in northern Herzegovina and one of the Balkan’s top ten sights. With cobblestoned streets, old stone buildings, and its beautiful bridge spanning the picturesque Neretva River, it attracts thousands of visitors.

We will walk through its narrow streets to soak up the atmosphere and learn more about the history of this magnificent place. We will cross the reconstructed Old Bridge, a staunch symbol of freedom on the Neretva River, and a UNESCO-protected landmark. If we are lucky, we may even witness some brave divers jumping from the bridge, following a tradition that lasts for a couple of centuries in Mostar.

tour croazia e montenegro

We will proceed to Koski Mehmed Pasha Mosque, the Crooked Bridge, and the Old Town, or Čaršija as locals call it.

You will have some free time in Mostar for lunch on the banks of the Neretva River, with an amazing bridge view.

We’ll end the day in Sarajevo, a beautiful city with a complicated history.

After check-in, enjoy a free afternoon in Sarajevo and visit some of the most famous restaurants in the city, offering the famous “ćevapčići,” a traditional Bosnian dish, a small rolled patty of ground beef meat.

Overnight: Sarajevo

Breakfast. After breakfast, we’ll start exploring the capital of Bosnia & Herzegovina and one of Europe’s most historically rich cities.

We’ll start from the picturesque Turkish Bazaar (Bascarsija), an old trading place with artisan workshops. We’ll check many examples of splendid Ottoman architecture around the city center. The city is truly a “living history museum” where mosques built by the Ottomans sit alongside buildings created by the Austro-Hungarians and the Orthodox Churches. We’ll see the Gazi Husrev-bey Mosque, the most prominent Islamic structure in the country, one of the world’s finest examples of Ottoman architecture. We will also check the Sebilj Fountain, one of Sarajevo’s Old Town’s most famous landmarks, The City Hall, and the famous “Spite House”.

tour croazia e montenegro

We’ll drive past the now-neglected stadium from the 1984 Winter Olympic Games and the Gavrilo Princip Museum. On our walk, look for the poignant Sarajevo Roses, flower-shaped memorials in the pavement filled with red cement, one of the few reminders left of the war.

After the sightseeing tour, take some time to walk around the Miljacka River, have lunch, or have a traditional Bosnian coffee.

In the afternoon, the tour will head back to Belgrade (around 5 hours of driving). You have two choices. If you want, you can stay in Sarajevo and book your flight from Sarajevo on the next day (or even a few days later), or you can go back to Belgrade and fly out from Belgrade on the next day or a couple of days later (your decision). In any case, the departure transfer to the airport is included, whether you decide to fly out from Sarajevo or Belgrade.

Overnight: Belgrade /Sarajevo

Breakfast. Free time until your flight. Transfer to the airport (if you stayed in Sarajevo – transfer to Sarajevo airport; if you went back to Belgrade – transfer to Belgrade airport). End of services. Have a safe flight!

IMPORTANT NOTE : If you want to depart from Sarajevo or Belgrade a few days after the tour ends, you can book additional nights with us at the same hotel for a surcharge of €50 (Classic package) or €70 (Upgraded package. Prices are per person and night in a double or twin room.

2024 PRICES AND DATES

Classic package – prices per person, classic package hotels, upgraded package – prices per person, upgraded package hotels.

Do you want to travel only with your group of friends, or your family? Would you like to choose the travel dates and perhaps modify the tour? Then booking a private tour is your solution. Contact us , and let’s work together on crafting a perfect experience for you.

  • 9 nights 4* or 5* accommodation
  • 2 or 3 nights in the chosen hotel category in Belgrade 
  • 1 night in the chosen hotel category in Zagreb
  • 1 night in the chosen hotel category in Plitvice 
  • 1 night in the chosen hotel category in Split
  • 1 night in the chosen hotel category in Dubrovnik 
  • 1 night in the chosen hotel category in Trebinje
  • 1 or 2 nights in chosen hotel category in Sarajevo 
  • 10 meals: 9 breakfasts & one dinner (Plitvice)
  • arrival & departure airport transfers
  • transfers according to the itinerary
  • sightseeing per itinerary
  • English-speaking tour manager throughout
  • All fuel costs, parking fees, and road tolls
  • Entrance fees: Saint Sava Temple in Belgrade, Plitvice Lakes, boat ride to Our Lady of the Rocks, Blagaj Tekke
  • tour organization and 24/7 assistance from a licensed incoming tour operator
  • Arrival and departure flights
  • Food & drinks (except for breakfast in the hotels, and dinner in Plitvice Lakes)
  • Optional expenses
  • entrance fees other than those mentioned
  • Child from 0 to 2 years old – FREE of charge.
  • Child from 2 to 12 years old, sharing the bed – 50% discount on the price of a twin room
  • Child from 2 to 12 years old, extra bed – 30% discount on the price of a twin room.
  • Up to 60 days before the departure date = 100% refund
  • 59 days to 46 days before the departure date = 90% refund
  • 45 days to 31 days before the departure date = 80% refund
  • 30 days to 16 days before the departure date = 70% refund
  • 15 days to 8 days before the departure date = 50% refund
  • 7 days or less before the departure date = 0% refund
  • You MUST confirm and obtain any visa requirements before the booking. All visa requirements are the sole responsibility of the traveler. A current valid passport is required on the day of travel.
  • Gratuities are not included in the price (not mandatory, but common)
  • The final choice of hotels will depend on the availability at the moment of your booking. We reserve the right to change the hotel due to availability, but we promise the same category, location, and level of quality
  • Please note that VICTOR TOURS doesn’t guarantee the entrance of the church/cathedral due to sudden closure (mass, wedding, etc)
  • Please note that VICTOR TOURS doesn’t guarantee the timing due to weather and traffic
  • Please note that VICTOR TOURS doesn’t guarantee entrance to any sight due to late arrival
  • The minimum number of the guests required is one
  • Tour duration = 10 days

tour croazia e montenegro

Ready for an unforgettable experience?

Get in touch

Trust my travel validated

Privacy Overview

tour croazia e montenegro

Croatia and Montenegro

8 day escorted tour.

Find yourself at the crossroads of Central and Southeast Europe on this inspiring eight-day tour into Croatia and Montenegro, which also ventures in Bosnia & Herzegovina. Discover the 'Pearl of the Adriatic', Croatia's stunning historic coastal city of Dubrovnik. See iconic Islamic architecture in Mostar and revel in the dramatic coastal setting of Split. Tiny Montenegro brings enormous pleasure, from the beaches of Budva to the Cathedral and cafes of Kotor. The tour abounds with UNESCO World Heritage Sites, awe-inspiring scenery and culinary as well as cultural feasts.

  • Wander along the Stradun in Dubrovnik's old town and adore the city's famous fountains, Monastery, and Cathedrals
  • Visit the picturesque town or Perast on the Bay of Kotor in Montenegro
  • Enjoy a day at leisure to discover Dubrovnik's rich culture and iconic Baroque architecture
  • Tour the enchanting town of Mostar, soaking in the sights of the cobbled streets of the old Bazaar and the Stari Most, Bosnia and Herzegovina's restored famous bridge
  • Explore Croatia's 2nd largest city, Split, discovering the Diocletian Palace
  • Marvel at the stunning waterfalls of Krka's National Park

tour croazia e montenegro

Depart London on a scheduled flight to Dubrovnik. Be met on arrival and transfer to the beautiful resort of Budva in Montenegro, your hotel base for two nights.

This morning set off on a short trip to Kotor, stopping en route at the beautiful little town of Perast, described as "a piece of Venice that has floated down the Adriatic". See its most famous landmark, a man-made islet with a chapel known as 'Our Lady of the Rocks', built by sailors who believed they had encountered a miracle at this spot. Continue on to a tour of Kotor Old Town, an atmospheric delight set between the bay and the mountains. This UNESCO World Heritage Site is characterised by soaring defensive walls, ancient cafe-filled squares, palaces, churches and museums. Most impressive of all is the Cathedral of St. Tryphon, originating from the 12th century and evolving over time after numerous earthquakes. Marvel at the magnificent Renaissance and Romanesque architecture, with vaulted roofs supported by columns and pillars of pink stone. Don't miss its most valuable treasure, the gilded bas-relief altar screen. Built in honour of the city's patron Saint Tryphon, this is one of only two Roman Catholic Cathedrals in Montenegro.

After breakfast transfer back to Dubrovnik, Croatia's picture-perfect medieval city which has featured as a backdrop to many a Hollywood production. Today's guided walk around the walled old town is a cultural and visual feast and takes in the many highlights of the city. Stroll along Stradun, the limestone-paved main pedestrian thoroughfare, which buzzes with bars, cafes and street performers before visiting the 14th century Franciscan Monastery at Stradun's west end, which has a beautiful garden and Europe's oldest working pharmacy. Afterward, proceed to nearby Onofrio's Fountain, built in 1438 to bring water into town via an aqueduct seven miles away. Observe Orlando's Column, carved in the form of the ancient Knight Orlando, and admire the stunning Baroque Church of St Blaise, patron saint of Dubrovnik who saved the city from attack by Venetians. This afternoon enjoy time to explore this awe-inspiring city at your leisure before checking into the hotel for the first of two nights.

Today is yours to discover more of Dubrovnik's attractions at your own pace. You might choose to walk the iconic 2km circuit of Dubrovnik’s famous city walls, which offers views of ever-changing vistas across the terracotta rooftops of the city and the shimmering Adriatic. A different and more leisurely way of getting equally spectacular views is to take a ride in the cable car. Alternatively, wander through the Old Town and enjoy its many attractions - historic churches and buildings, medieval sculptures, modern galleries, designer shops, cosy cafes, bars, and restaurants - it's all here. On the other hand, there are numerous beaches offering a more laid-back option and a chance to relax.

Today, depart Dubrovnik after breakfast and travel towards Mostar in Bosnia and Herzegovina. Acting as the country's central economic and cultural capital, Mostar is an enchanting and fairy-tale like city which boasts a number of picturesque restaurants and markets. View the country's most recognisable landmark, the Stari Most (Old Bridge), an amazing example of Islamic architecture. The restored bridge again connects numerous sights and attractions on both sides of the city, including the mosque, an old style Turkish house and the old bazaar. Ramble over the cobbled streets of the bazaar and immerse yourself in Mostar's local craft shops and traditional restaurants. Journey onwards to Split, Croatia's 2nd largest city and transfer to tonight's hotel.

After breakfast, explore the vibrant Croatian city of Split. Occupying a dramatic coastal position, Split is a city in which the architecture and surroundings fluctuate between traditional and modern. Tour the grand Diocletian Palace, built as a luxury villa, summer house and military camp for Roman emperor Diocletian in the fourth century and wonder at the palace's majestic Peristyle and golden gate. Afterward wander down the waterside promenade lined with lively restaurants, shops, and cafes, which contrast with Split's medieval centre.

Breakfast & Dinner

Depart Split after breakfast at the hotel and travel to Krka National Park and the Skradinski Buk Waterfalls. Located near Sibenik, these 17 stunning falls along the Krka river are one of the best-known natural beauties of Croatia. Get the best seat in the house by embarking on a boat ride across the river, unquestionably the ultimate way to soak in the sights and sounds of the park. Depart Krka National Park and stop off en route to relax in the historical town of Sibenik, idyllically located on the banks of the river Krka. Overlook the calming blue waters before returning to Split for a dinner at your hotel.

This morning, leave the hotel and transfer to Split Airport for your return flight to the UK or onto your chosen extension.

This tour can be booked by calling 0330 818 8907

Sorry we cannot book this tour online at the moment.

Accommodation

tour croazia e montenegro

Tour Reviews

Our guide Mislav was second to none, brilliant personality within depth knowledge of all places we visited and beyond. He did everything in his power to ensure all went smoothly arranged the best time to leave the hotels to arrive at each destination in good time before other tourists. He also booked the best city guides and advised places to eat. He answered all questions and queries put to him by the group. Last but not least he made our holiday fun. Super hotels even though the last one was changed due to a burst pipe. A superb holiday in a beautiful country with friendly people.

Extend Your Tour

tour croazia e montenegro

Croatia and Montenegro with Split Beach Stay

tour croazia e montenegro

Croatia and Montenegro with Makarska Beach Stay

Important information.

The order of events and sightseeing may vary according to local conditions or for operational purposes. The schedules of the domestic airlines in country are subject to frequent changes. For this reason, we have indicated approximate times only. Your local guide will inform you of any schedule changes as they are informed of them. Some road construction &/or weather conditions may lengthen the driving times. Our intention is to adhere to the day-to-day itinerary as printed; however, order of events and sightseeing may vary according to local conditions.

If booking more than 12 weeks before departure a deposit of £295.00pp will need to be paid at the time of booking with the full amount payable at 12 weeks prior to departure. The deposit applies to adults and children. If you are within 12 weeks of travel then the full balance of the holiday will be payable.

It is your responsibility to check your passport validity. To enter Croatia and Montenegro (and all Schengen countries) your passport must: have a ‘date of issue’ less than 10 years before the date you arrive and have an ‘expiry date’ at least 3 months after the day you plan to leave. Sources of information include; https://www.gov.uk/foreign-travel-advice .

A visa is not required for your trip to Croatia, Montenegro, and Bosnia - Herzegovina. Further advice should be sought from the applicable tourist authority for other nationalities and for general queries. We strongly advise you check your destinations' Tourist Board or Embassy for the most up-to-date guidelines regarding passport validity.

You will fly directly from London Gatwick to Dubrovnik and return to London Gatwick from Split with EasyJet. You will depart from London Gatwick North Terminal. For flight timings for each departure, please see grid below. Each passenger is entitled to 23KG of hold luggage plus 1 item of hand luggage not exceeding (Max 7kg - 56cm/45cm/25cm) in size and 1 personal item such as a handbag, briefcase or laptop case. Weight restrictions will be finalized on your final documents. Should you wish to take additional luggage you will need to pay extra at check-in. Check-in should be at least 3 hours before departure. IMPORTANT: Please note that final flight details will be confirmed on your final documentation which will be sent to you approximately 21 days before departure. You will not receive an E-ticket, all you need to do is present your passport and online check-in boarding pass to the staff at the desk. If you wish to arrange Airport car parking or accommodation at preferential rates, we recommend you book this in advance with Holiday Extras on 0871 360 2000, quoting HX313.

We strongly recommend that you and all members of your party are suitably insured as soon as you book your holiday. It is a condition of booking that you must have suitable travel insurance. It is important that you purchase travel insurance that suitably covers your participation in whatever activities you may undertake at the time that you make your booking. To assist you with this, we have arranged travel insurance in partnership with Holiday Extras. To arrange your travel insurance with Holiday Extras, please call 0800 781 4237 and quote 'WK830' for preferential rates. Please ensure you provide us with the name of your insurer, policy number and their 24-hour emergency contact number as soon as possible. Mercury Holidays will not be liable for any costs incurred by you due to your failure to take out suitable travel insurance from the date of booking.

It is your responsibility to check any health and vaccination requirements applicable to your booked arrangements. We can only provide general information about this. Health and hygiene facilities and disease risks vary from country to country. You should take health advice about your own needs as early as possible and in good time before your departure. Sources of information include; www.fco.gov.uk , http://travelhealthpro.org.uk/ , www.hpa.org.uk , your General Practitioner or a specialist clinic.

This tour is accessible to most people with a good level of fitness and normal mobility. It involves climbing of steep stairs and getting on and off coaches. This tour is not suitable for anyone with walking difficulties.

The currency in Croatia and Montenegro is the Euro, The currency in Bosnia and Herzegovina is the Bosnia - Herzegovina Convertible Mark. We recommend that you exchange your currency before you leave the UK, however cash machines are available in all the major cities to withdraw money in the local currency.

As normal practice you may be asked for your credit card details on check-in at the hotel in order to cover any extras incurred during your stay. If you do not have a credit card, you may be asked for a cash deposit. MasterCard and Visa are widely accepted in hotels as well as American Express.

You will need to take money with you to cover any personal purchases such as souvenirs, laundry, any meals not included in the itinerary as well as drinks and any additional snacks. Approximately £350- £450 per person will be sufficient for the duration of the tour. It is a good idea to try and maintain a supply of small notes and change in the local currency for tipping or small purchases.

It is at your customary/discretion to tip both your driver, guide, and hotels. We recommend tipping the driver and hotel personnel approximately 1 to 2 euros per person per day. We recommend for your national tour guide approximately 5 euros per person and to be paid at the end of your tour, and for expert local guides at the end of your excursions we would recommend 1 to 2 euros per person for a half day excursion and 2 to 4 euros on a full day excursion. Tips will be collected at the beginning/end of your tour. Tips are accepted in the local currency.

The minimum number of travellers in your group will be 10 and the maximum will be 35. If in the unlikely event there are less than 10 people booked on your tour date, we will endeavour to reduce any disruption to your holiday and try to operate your tour with lower passenger numbers. If we are not able to operate your departure date then you may be asked to change to a different date and a full refund will be made available to you should this alternative not be suitable.

This is a fully escorted tour meaning that you will be met by a local guide in each of the cities that you visit, ensuring that you have first-hand knowledge at all times.

Please note: If group size is less than 10, the national guide will not be included. You will be met upon arrival with a meet and greet service and transferred to meet the expert local guides for your excursions.

Your accommodation is selected for convenience, location, comfort or character, and can range from business hotels to leisure hotels. Hotel accommodation is generally rated as local three to four-star standard, but please note there is no international classification system for hotels, and differences in facilities and quality do exist compared to what you might expect in the UK. All group tours hotels have private bathroom facilities and air-conditioning, where needed. Rest assured that all accommodation used by Mercury Holidays is regularly inspected by our staff and partners to ensure that standards meet your needs.

Breakfast is always western style and served in the hotel each morning. Dinner (when included) will be taken in local restaurants or at the hotel.

It is not recommended to drink the tap water, even in developed countries water may contain unfamiliar elements that can cause upset stomachs. In less developed countries water is not filtered in the same way.

Please contact Customer Experience for questions about other dietary requirements or allergy information.

On your arrival in Dubrovnik you will be met by a representative from our local agent, Perfecta Travel, holding a sign displaying: “Mercury Holidays”. The Mercury Holidays/Perfecta Travel representative will show you to your transfer vehicle. Your national guide will be on hand 24 hours a day should you have any queries.

If you need to contact your representative during your stay the details are:

Perfecta Travel: Contact Number: 00385 91 2660 018 Email Address: [email protected]

Emergency contact information: Please find below the emergency contact details for Perfecta Travel Contact in Croatia Telephone number 24 hr: 00385 91 266 3205 E-mail: [email protected]

GulliverTOP

TOUR CROAZIA E SLOVENIA

5 giorni 4 notti

Fortezza medievale a Sibenik

Chiesa sulla baia

TOUR CROAZIA E SLOVENIA - CODICE ITINERARIO: GL3HRS506

5 giorni 4 notti

1° Giorno – Verona – Postumia - Portorose

2° Giorno – Rovigno - Parenzo

3° Giorno – Portorose - Zagabria

4° Giorno – Zagabria – Laghi di Plitvice – Zagabria  

5° Giorno – Zagabria – Lubiana - Verona  

Un suggestivo viaggio alla scoperta delle meraviglie storiche e naturalistiche della Slovenia e della Croazia , dalle grotte carsiche di Postumia che visiteremo a bordo di un trenino elettrico ai laghi di Plitvice . Un parco nazionale composto da ben 16 laghi collegati tra loro grazie a una serie di cascate ruscelli e corsi d’acqua.

Visiteremo anche città come Rovigno un caratteristico borgo che una volta era un paese di pescatori ma oggi importante centro turistico, visiteremo Parenzo dove visiteremo la bellissima basilica Eufrasiana del IV sec. D.c. e l’isola di San Nicola . Nel tour non mancherà la visita alla capitale Zagabria , città dal volto Mittleeuropeo .

L’aspetto di questa città ha una corte connotazione barocca e liberty con grandi parchi e maestosi teatri. In questa città si può facilmente riconoscere la parte alta, dove sorge il centro storico e la parte bassa, dove ora sorge la parte più moderna della città.

Il prezzo per persona 'a partire da € 889 è passibile di variazioni in base alla disponibilità camere e al periodo di alta o bassa stagione.

La quota comprende:

Viaggio A/R in autopullman Gran Turismo con accompagnatore

Sistemazione in hotels della categoria indicata in camera doppia con servizi privati e Trattamento di MEZZA PENSIONE dalla cena del 1° giorno alla prima colazione dell’ultimo giorno

Visite con guida come da programma

Accompagnatore per tutta la durata del viaggio

La quota non comprende:

Pasti non esplicitamente indicati in programma

Bevande ai pasti

Ingressi a mostre, musei e siti

Extra in genere

Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

Contattaci per i dettagli del programma e per avere un preventivo completo.

Quote, date e disponibilità sono soggette a riconferma.

  • ISPIRAZIONI DI VIAGGIO » per questa destinazione
  • L'ITINERARIO
  • COSA VEDERE

Viaggiatore semplice amante dei pacchetti già costruiti

Richiedi informazioni su questo itinerario

Oppure via email.

tour croazia e montenegro

  • Dal lunedì al venerdì:
  • mattino 09:00 - 12:00
  • pomeriggio 15:00 - 19:00
  • Sabato mattina 09:00 - 12:00
  • Sabato pomeriggio e domenica: chiuso

Via Circonvallazione, 4 12013 Chiusa di Pesio (CN)

Agenzia Viaggi Milano | Viaggi di Nozze | Business Travel

Viaggio in Montenegro e Croazia alla scoperta di DUBROVNIK, STON, KOTOR E BUDVA

  • NOTIZIE UTILI
  • APPROFONDIMENTI

Un viaggio in Montenegro e Croazia a due passi da casa per scoprire delle bellezze “nascoste” alla luce del sole dell’Adriatico.

Situata a sud della Croazia, con un ricco passato di storia e cultura, Dubrovnik è oggi una vibrante e contemporanea città, Patrimonio Unesco, che offre storici e straordinari monumenti. La caratteristica principale è l’intatta cinta muraria e la città vecchia che ne fanno la “perla dell’Adriatico”, utilizzata tra l’altro per l’ambientazione di Approdo del Re nella serie tv “ Il Trono di Spade ”.

Durante questo viaggio in Montenegro si visiterà Ston per ammirarne le poderose mura ed effettueremo un’escursione in Montenegro per visitare Kotor , città patrimonio Unesco, situata sulla costa montenegrina, ricca di monumenti medioevali e Budva , centro turistico molto apprezzato.

Croazia . La Croazia e la regione di Dubrovnik  offrono piacevolissime esperienze ad ogni visitatore. Dalla costa all’interno, il patrimonio culturale e storico unito alle naturali bellezze, creano il luogo ideale per delle vacanze perfette. Zagabria, affascinante città medioevale, ne è la capitale. La caratteristica più notevole del Paese è la diversità. Situata tra le Alpi ed il Mare Adriatico, con 1.185 isole ed isolotti, è la costa più frastagliata del Mediterraneo. Vi sono sette Parchi Nazionali, di cui quattro nella regione costiera. Vanta  il più vasto numero di siti storici a sud dell’Europa, molti dei quali risalenti al periodo Romano e Medioevale. Raramente si possono ammirare così numerosi esempi di significato storico e culturale in una così piccola regione.

Montenegro . La più piccola delle ex Repubbliche Yugoslave, offre un ampio insieme di diversità geografiche che ne giustificano la visita. La costa lunga 293 km., con le sue spiagge e naturali bellezze, si contrappone ai laghi, canyon, fiumi ed alte montagne. Il Montenegro è unico in vari modi: selvaggio ed affascinante con piccoli borghi medioevali lungo la costa, aspre montagne all’interno e il più grande lago dei Balcani. Culture differenti hanno nei tempi lasciato tracce : Veneziani, Romani,  Bizantini, Francesi e Turchi.

Quello che ti proponiamo, secondo il nostro stile, è molto più di un generico “Viaggio in Montenegro e Croazia” , ma una vera e propria “ escursione da sogno ” fra fiction e realtà, grazie alla nostra approfondita esperienza di viaggiatori e accompagnatori. Per viaggiare sicuri in Croazia e Montenegro contattaci .

Additional information

Viaggio in moontenegro e croazia a dubrovnik, ston, kotor e budva, roma / dubrovnik, dubrovnik / ston (stagno) /dubrovnik, dubrovnik / montenegro (kotor “càttaro” e budva), dubrovnik / roma.

Per viaggiare sicuri nel mondo, scegli Superviaggi.

DOCUMENTI Passaporto (validità 90 giorni) o carta di identità valida per l’espatrio.

CAPITALE Croazia: Zagabria Montenegro: Podgorica.

MONETA Croazia: Kuna ( HRK) Un Euro corrisponde a 7.43658 HRK Montenegro: Euro (anche se non appartiene all’Unione Europea)

FUSO ORARIO Croazia e Montenegro: stessa ora italiana, si applica l’ora legale.

CHIAMATE TELEFONICHE Croazia Prefisso per l’ Italia 0039 + il numero. Dall’ Italia per la Croazia 00385 + il numero. Montenegro   Prefisso per l’Italia 9939 + numero. Dall’Italia 00381 + numero. Per cellulari consultare il gestore.

ELETTRICITA’ Croazia e Montenegro 220 volt, frequenza 50 hz. Prese elettriche a due fori, munirsi eventualmente di un adattatore.

LINGUA Croazia Croato, parlati anche italiano, inglese, tedesco. Montenegro Serbo, parlati anche montenegrino, albanese ed inglese.

CLIMA Mediterraneo, come in Italia. Consultare il meteo una settimana prima per la temperatura.

RELIGIONE Croazia: Principalmente cristiano cattolica. Montenegro: Maggioranza ortodossi.

ABBIGLIAMENTO CONSIGLIATO Capi pratici e comodi, scarpe comode.

IMPORTANTE Eventuali intolleranze alimentari dovranno essere segnalate qualche giorno prima della partenza. Non saranno possibili cambiamenti di menù in loco. Vi preghiamo di lasciare sempre un posto libero in prima fila sul pullman per la guida e il tour leader.

Croazia - Dubrovnik, porto

You May Also Like

Egitto - Abu Simbel

Crociera sul Nilo 15/23 Aprile: Il Cairo e il fiume - 5000 anni di storia

Laos e Mare Thailandia

Laos e Mare Thailandia

Cile e Isola di Pasqua

Cile e Isola di Pasqua

Questo sito web utilizza i cookie.

Logo

  • Su Mappa Geografica
  • Viaggi di Gruppo
  • Città e cultura
  • Estate 2024
  • Formula Roulette
  • Hotel + Nave
  • I più richiesti
  • Last Minute
  • Luxury Hotels
  • Parchi divertimento
  • Prenota Prima Estate
  • Residence & Appartamenti
  • Villaggi Turistici
  • Wellness & Terme

  • Dicono di noi
  • Le nostre pubblicità
  • Lavora con Noi
  • Content creator
  • Richiedi preventivo

 alt=

  • Città E Cultura
  • I Più Richiesti
  • Parchi Divertimento

tour croazia e montenegro

GRAND TOUR DELLA CROAZIA: DALMAZIA E MONTENEGRO

Croazia - spalato { "@context": "http://schema.org", "@type": "breadcrumblist", "itemlistelement": [{ "@type": "listitem", "position": 1, "item": { "@id": "https://www.dltviaggi.it/it/croazia", "name": "croazia" } },{ "@type": "listitem", "position": 2, "item": { "@id": "https://www.dltviaggi.it/it/croazia/spalato", "name": "spalato" } },{ "@type": "listitem", "position": 3, "item": { "@id": "https://www.dltviaggi.it/it/croazia/spalato/grand-tour-della-croazia", "name": "grand tour della croazia: dalmazia e montenegro" } }] }.

tour croazia e montenegro

  • Commenti (4)

tour croazia e montenegro

--> Robytour s.r.l. Partita IVA 02286100595 SDI: KRRH6B9 Cap.Soc. 200.000,00 € interam. versato Licenza n° 25-33794 del 19/05/2008 Rilasciata dalla Provincia di Latina

Sede Principale: via Appia Lato Napoli 220 04023 - Formia - LT

Responsabile tecnico: Makerweb di Visciola Enrico Danilo Via F.D'Ovidio 89 - 00137 - Roma - RM Partita IVA 03349330716

Pay with PayPal, PayPal Credit or any major credit card

tour croazia e montenegro

Tour da Croácia e Montenegro | 9 dias

1º dia | zagreb.

Transfer do aeroporto ao hotel em horário a combinar.

13h00 – 16h00  Tempo livre para almoço e check-in no hotel

16h00 – 18h00  Passeio guiado por Zagreb com guia local

Zagreb é uma cidade charmosa que encanta todos que a visitam com sua arquitetura, energia e história. Nesse passeio visitamos as principais atrações do centro de Zagreb: a Praça Josip Jelacic, a catedral de Zagreb, o Portão de Pedra, a Igreja do São Marko e mais.

18h00  Resto do dia livre para explorar Zagreb

tour croazia e montenegro

2º dia | Lagos de Plitvice

07h00 – 08h00  Café da manhã no hotel e check out

08h00 – 10h00  Viagem aos Lagos de Plitvice

10h00 – 14h00   Passeio pelos Lagos de Plitvice

O Parque Nacional dos Lagos de Plitvice é um dos parques nacionais mais antigos do sudeste europeu e o maior da Croácia. Em 1979, foi adicionado ao registro do Patrimônio Mundial da UNESCO. O parque nacional foi fundado em 1949 e está situado na área cárstica montanhosa do centro da Croácia, na fronteira com a Bósnia e Herzegovina. A área protegida se estende por 296,85 quilômetros quadrados. Todos os anos, mais de 1 milhão de visitantes se surpreendem com a beleza natural dos lagos de Plitvice.

14h30 – 16h00  Almoço

16h00 – 18h00  Viagem para Zadar

18h00 – 20h00  Assistir pôr do sol ao som do famoso “órgão marítimo”

Presenciar o pôr do sol na beira do mar Adriático é por si só impressionante. Imagine agora se esse mesmo mar tocasse um órgão para ajudar você a relaxar e apreciar ao máximo esse momento? Pois é isso que acontece em Zadar, cidade na costa croata onde foi inventado e instalado o chamado Órgão Marítimo - um instrumento tocado pelas ondas do mar.

20h00  Fim das atividades com o guia

3º dia | Zadar e Split

09h00 – 10h00  Café da manhã

10h00 – 12h00  Passeio por Zadar

Com uma cidade antiga histórica cheia de ruínas romanas, igrejas medievais, cafés cosmopolitas e museus de qualidade situados numa pequena península, Zadar é uma cidade intrigante. É a cidade continuamente habitada mais antiga da Croácia. Não é muito cheia e suas duas atrações únicas - o espetáculo de som e luz do Órgão do Mar e a Saudação ao Sol - precisam ser vistas e ouvidas para se acreditar.

12h00 – 14h00  Almoço

14h00 – 16h00  Viagem a Split

16h00 – 19h00  Passeio guiado por guia local em Split

A segunda maior cidade da Croácia, Split (Spalato em italiano) é um ótimo lugar para ver a vida dálmata como ela realmente é vivida. Sempre animada, esta cidade exuberante tem o equilíbrio certo entre tradição e modernidade. Entre no Palácio de Diocleciano (um Patrimônio da Humanidade da Unesco e um dos monumentos romanos mais impressionantes do mundo) e você verá dezenas de bares, restaurantes e lojas que prosperam em meio às antigas muralhas, nas quais a vida em Split floresce há milhares de anos.​

19h00  Fim das atividades com o guia

tour croazia e montenegro

4º dia | Trogir

08h00 – 09h00  Café da manhã no hotel

09h00 – 09h30  Viagem para Trogir

09h30 – 12h30  Passeio por Trogir

A encantadora Trogir fica dentro de uma muralha medieval numa pequena ilha ligada por pontes para o continente e para a Ilha de Čiovo, que é muito maior. Nas noites de verão, todos gravitam em torno do largo calçadão à beira-mar, repleto de bares, cafés e iates, deixando as ruas de mármore brilhando misteriosamente sob as luzes da rua à moda antiga. A cidade velha manteve muitos edifícios intactos desde seus tempos de glória entre os séculos XIII e XV. Em 1997, sua abundante coleção de edifícios românicos e renascentistas conquistou o status de Patrimônio Mundial da Humanidade.

12h30 – 14h30  Tempo livre para almoço

14h30 – 15h00  Viagem de volta para Split

15h00  Resto do dia livre para explorar Split

5º dia | Pelješac

08h00 – 09h00  Café da manhã no hotel e check-out;  

09h00 – 12h00  Viagem de carro até Peljesac

12h00 – 14h00  Visita e degustação de vinhos em vinícola local

A Península de Pelješac é conhecida como região produtora de excelentes vinhos desde a Grécia Antiga, sendo os vinhos mais famosos o Dingač e o Postup (feitos da uva Plavac Mali, endêmica da região). As uvas são cultivadas em condições extremas em morros íngremes, entre a montanha e o mar, fazendo com que recebam a chamada "tripla insolação" - primeiro, diretamente do sol; segundo, dos raios solares refletidos do mar; terceiro, dos raios solares refletidos das rochas brancas da montanha. Por isso, dizem que o Dingač é um vinho do sol e da pedra, com fortes e concentrados aromas de frutas.

14h00 – 16h00  Tempo livre para almoço em Peljesac

16h00 – 17h30  Viagem para Dubrovnik

17h30  Resto do dia livre. Fim das atividades com o guia

tour croazia e montenegro

Describe what you offer here. Add a few choice words and a stunning pic to engage your audience and get them to click. 

7º dia | Budva

08h00 – 09h00  Café da manhã e check out

09h00 – 12h00  Viagem a Budva​

12h00 – 15h00 Tempo livre para almoço, check-in no hotel e breve descanso

15h00 – 18h00  Passeio guiado por guia local em Budva

Budva, é uma cidade montenegrina no Mar Adriático com cerca de 14.000 habitantes. Budva tem 2.500 anos, o que a torna um dos assentamentos mais antigos da costa adriática. Desenvolveu-se em torno de uma pequena península, na qual se situa a cidade velha. É, de longe, o destino mais visitado de Montenegro, atraindo principalmente turistas montenegrinos, russos, sérvios e outros europeus da Europa Oriental. Há até 35 praias na área de Budva, principalmente de rocha e algumas com areia.

18h00  Fim das atividades com o guia

tour croazia e montenegro

6º dia | Dubrovnik

08h00 – 09h00 Café da manhã no hotel

09h30 – 12h30 Passeio guiado por guia local em Dubrovnik

Dubrovnik é uma cidade costeira da Croácia localizada no extremo sul da Dalmácia, na ponta do istmo do mesmo nome. É um dos destinos turísticos mais concorridos do Mar Adriático, um porto marítimo e a cidade mais importante do condado de Dubrovnik-Neretva. Pela sua beleza natural e urbanística, e pelo que representa para a história, Dubrovnik é conhecida como "a pérola do Adriático" e "Atenas eslava", devido aos seus antigos habitantes a distinguirem como única numa região onde imperava a barbárie e por nela terem proliferado grandes figuras das humanidades e das artes.

12h30 – 14h30 Tempo livre para almoço

14h30 – 18h00 Subida de teleférico ao mirante mais lindo de Dubrovnik. Tempo para curtir o visual e tomar um café. Atividades alternativas: visitar a fortaleza de Lovrijenac ou a Ilha de Lokrum.

18h00 Resto do dia livre. Fim das atividades com o guia

tour croazia e montenegro

8º dia | Kotor 

08h00 – 09h00 Café da manhã

09h00 – 09h30  Viagem para Kotor

09h30 – 12h00 Passeio guiado por guia local em Kotor

Localizada ao longo de uma das baías mais bonitas do mundo está Kotor, uma cidade de comerciantes e marinheiros famosos, com muitas histórias a contar. A Cidade Velha de Kotor é uma urbanização bem conservada típica da Idade Média, construída entre os séculos XII e XIV. A arquitetura medieval e os inúmeros monumentos do patrimônio cultural tornaram Kotor um "Patrimônio Mundial e Histórico Mundial" da UNESCO. Através de toda a cidade, os edifícios são atravessados ​​por ruas estreitas e praças. Numa dessas praças fica a Catedral de São Trifone (Sveti Trifun), um monumento da cultura romana e um dos símbolos mais reconhecíveis da cidade.

12h00 – 16h00 Tempo livre para almoçar e explorar Kotor

16h00 – 17h00  Passeio de barco até a ilha da Nossa Senhora das Pedras

Neste confortável passeio de barco, você desfrutaremos de vistas panorâmicas da Baía de Kotor até a ilha da Nossa Senhora das Pedras, um dos locais mais importantes da baía. Trata-se de uma ilha artificial feita no século XV como um monumento aos marinheiros de Perast. Embaixo dela há 196 náufragos afundados por pessoas de Perast enquanto defendiam Kotor do Império Veneziano e Otomano. Com sua história incrível e vistas espetaculares, temos certeza de que este é um dos pontos que você lembrará por muito tempo. 

17h00 – 17h30  Retorno a Budva

17h30 Fim das atividades com o guia

9º dia | Partida de

Tivat ou podgorica.

Transfer para o aeroporto de Tivat ou de Podgorica em horário a combinar.

Fim dos nossos serviços;

tour croazia e montenegro

Cosa vedere in Montenegro: il nostro itinerario di 10 giorni

Ci sono stati giorni in cui abbiamo pensato che il Montenegro fosse una meta quasi irraggiungibile.

Troppa strada da fare, troppi confini e dogane da superare, troppe incognite relative al territorio. Quel piccolo stato racchiuso tra Croazia e Albania era un posto sicuro? In che condizioni avremmo trovato le sue strade? E come saremmo stati accolti?

Nonostante tutti questi interrogativi e le nostre perplessità sulla distanza, questo è stato l’anno in cui abbiamo scoperto il Montenegro.

In un’estate di rivalsa, con tanta voglia di leggerezza e di libertà: il Montenegro ci ha preso per mano dal primo giorno e ci ha aperto le sue porte, mostrandoci una natura incontaminata e diverse culture che convivono in armonia.

Abbiamo scoperto un territorio magnifico, dove è possibile fare escursioni emozionanti , trascorrere bellissime giornate in riva al mare e immergersi nella spiritualità di luoghi incredibili.

Oggi vi raccontiamo cosa vedere in Montenegro con un itinerario on the road lungo 10 giorni .

Pronti, trolley…via!

cosa vedere in montenegro

INDICE DEI CONTENUTI

Montenegro: le cose da sapere prima di partire

Prima di partire per il Montenegro è bene sapere alcune cose, a partire dalla moneta che viene utilizzata. 

Nonostante sia fuori dall’Eurozona e dall’Unione Europea (anche se è già iniziato il processo di adesione), lo stato balcanico ha adottato unilateralmente l’euro come moneta ufficiale .

Nessun problema di cambio per noi italiani, anche se questo ha influito sui prezzi: soprattutto sulla costa potrete constatare personalmente come non vi siano molte differenze con le tariffe italiane.

La lingua parlata è il serbo-croato e spesso vi ritroverete a fare i conti con chi non capisce l’inglese: in quei casi, meglio cercare di farsi intendere in italiano, che spesso e volentieri è più conosciuto dai montenegrini.

Gli ortodossi rappresentano circa il 70% della popolazione del Montenegro e sono numerosi i monasteri che si possono visitare nel territorio: il più affascinante e meta di pellegrinaggio da tutti i Balcani è quello di Ostrog.

Per quanto riguarda la connessione internet, non potrete utilizzare il rooming del vostro operatore italiano , a meno che non vogliate pagare fior di quattrini. Vi consigliamo di acquistare al vostro arrivo nel Paese una sim card solo dati: noi abbiamo comprato una prepagata della Telenor . Al costo di 10 euro avevamo a disposizione 500 Gb per 15 giorni: più che sufficienti, che ne dite?

Cosa vedere in Montenegro: il nostro itinerario

Abbiamo visitato il Montenegro nel mese di agosto: abbiamo trascorso alcuni giorni nell’entroterra ed altri sulla costa, un mix perfetto per una vacanza estiva, per un totale di 10 giorni.

Il nostro itinerario ha avuto come punto di partenza e di arrivo la cittadina di Herceg Novi , al confine con la Croazia.

Dopo aver trascorso una settimana sull’isola di Korcula e un paio di giorni a Dubrovnik, abbiamo proseguito verso sud il nostro viaggio.

Le spiagge del Montenegro in agosto sono super affollate, nonostante questo siamo riusciti a trovare una baia selvaggia e poco frequentata, a pochi chilometri dalle mete più conosciute.

I parchi nazionali e le tappe dell’entroterra sono la parte di Montenegro che ci è piaciuta di più e che porteremo per sempre nel cuore: a questi luoghi associamo il motto “wild beauty” con cui lo stato balcanico viene promosso dall’ente del turismo.

Ecco il nostro itinerario nel dettaglio:

  • Giorno 1: Herceg Novi – Monastero di Ostrog
  • Giorno 2: Stecci – Zabljak
  • Giorno 3: Durmitor National Park – Ponte Durdevica Tara
  • Giorno 4: Podgorica – Lago di Scutari

Giorno 5: Lovcen National Park

Giorno 6: buljarica beach, giorno 7: kraljicina beach, giorno 8: sveti stefan.

  • Giorno 9: Kotor
  • Giorno 10: Tivat – Perasto

Giorno 1: Herceg Novi

Herceg Novi, o Castelnuovo in lingua italiana, è il primo approdo montenegrino per chi arriva dalla Croazia.

Si tratta di una piccola cittadina con due fortezze, un bel centro storico e un lungomare molto curato, con negozi, stabilimenti balneari, locali e ristoranti.

Il Forte del Mare è il luogo più iconico della città : affacciato sull’Adriatico, risale al XIV secolo e si presume sia stato costruito per volere del re bosniaco Tvrtko I, la cui statua nelle vicinanze del porto turistico, per proteggere Herceg Novi dagli attacchi via mare.

Come tante città della Dalmazia, il borgo montenegrino ha anche un passato legato alla Serenissima Repubblica di Venezia : faceva infatti parte dei Domini del Mare.

Una mezza giornata è sufficiente per godersi la città: nel centro storico si possono ammirare la torre dell’orologio e la Chiesa di San Michele Arcangelo .

Se avete bisogno di acquistare la sim dati, ad Herceg Novi potete trovare anche un punto vendita della compagnia Telenor, dove vi aiuteranno ad attivare la scheda.

forte del mare herceg novi

Cosa vedere in Montenegro: il Monastero di Ostrog

Il nostro viaggio prosegue verso l’interno del Montenegro: ci addentriamo nelle Bocche di Cattaro, di cui Herceg Novi costituisce una delle quattro baie.

Il paesaggio delle Bocche di Cattaro , che prendono il nome dalla città medievale di Kotor, vale da solo un viaggio in Montenegro: le profonde insenature che si spingono fino nell’entroterra del Montenegro, con le cime delle montagne che le circondano, sono un vero spettacolo della natura.

Decidiamo però di proseguire verso nord, per poter visitare Kotor e dintorni verso fine agosto, quando si presume che via sia meno confusione.

La nostra destinazione è il Monastero di Ostrog : incastonato in una infinita parete rocciosa, è una delle mete imperdibili di un viaggio in Montenegro.

Si tratta del luogo di culto più visitato di tutto il Paese : ogni anno migliaia di pellegrini provenienti da tutta l’area dei Balcani vengono a rendere omaggio a San Basilio , le cui reliquie qui conservate si dice abbiano poteri curativi.

L’atmosfera che si respira nel Monastero di Ostrog è incredibile, da pelle d’oca. Qui confluiscono credenti ortodossi, cristiani e musulmani : in un silenzio carico di devozione i fedeli, in netta maggioranza rispetto ai turisti, si muovono sommessamente tra stanze e grotte del monastero, baciando le rocce, le croci e qualsiasi cosa sia riconducibile a San Basilio.

Raggiungere il monastero in auto è semplice, ma la strada è ripida e stretta : fate attenzione, ma non lasciate che questo vi faccia desistere, perché sarà un’esperienza bellissima. 

Il parcheggio e l’ingresso al monastero sono gratuiti.

monastero ostrog montenegro

Giorno 2: Stecci e Zabljak

Il nostro viaggio prosegue verso nord: la nostra destinazione è il Parco Nazionale del Durmitor, ma lungo la strada statale che collega la città di Niksic a Zabljak un’insegna colpisce la nostra attenzione.

Il cartello indica Stecci, sito Patrimonio Unesco . Non ne eravamo a conoscenza, ma dopo qualche ricerca su internet ci convinciamo a compiere questa deviazione, seguendo una stretta strada che si inoltra tra pascoli e colline circondate dalla nebbia.

Una leggera pioggia ci accompagna fino al cimitero medievale di Stecci, nel cuore di Montenegro, situato su una collina e circondato da laghi e paesaggi che definire incantati è riduttivo .

Stecci è un sito archeologico quasi unico: qui si possono ammirare pietre scolpite che indicano antiche tombe medievali . 

Solo qui in Montenegro e nella Bosnia orientale è possibile vedere un luogo del genere. Ne siamo letteralmente affascinati e trascorriamo qui e nei dintorni buona parte della giornata, camminando a bordo del lago e rilassandoci in un contesto naturale meraviglioso.

In tarda serata raggiungiamo Zabljak, porta d’accesso al Parco Nazionale del Durmitor. Dopo il temporale le temperature sono più autunnali che estive: per noi è quasi una manna dal cielo, dopo giorni di sole infuocato, e ci ritroviamo a bere una cioccolata in tazza in uno dei tanti locali di Zabljak! Siamo pronti per un’escursione che non dimenticheremo.

cosa vedere in Montenegro

Cosa vedere in Montenegro: il Durmitor National Park

Il nostro terzo giorno in Montenegro inizia con un sole splendente e la natura del Durmitor National Park che ci circonda.

Non vediamo l’ora di metterci le scarpe da trekking e scoprire quanto di bello nasconde questo angolo dei Balcani.

Sono ben 18 i laghi glaciali all’interno del parco nazionale e con la nostra escursione raggiungeremo i due più famosi: il Lago Nero (Crno Jezero) e il Lago dei Serpenti (Zminje Jezero).

L’ingresso al Durmitor costa 2 euro a persona: i sentieri sono ben segnalati e il contesto naturale è magnifico, con le vette del nord ovest del Montenegro che si specchiano nel Lago Nero.

Il trekking per ammirare i due laghi è di circa 11 chilometri e bisogna considerare una giornata quasi piena per completare l’anello, pranzo al sacco compreso.

Colori, profumi e paesaggi di questa escursione ci rimarranno per sempre nel cuore.

cosa vedere in montenegro

Il Durdevica Tara Bridge

Dopo il trekking nel Parco Nazionale del Durmitor proseguiamo il nostro viaggio verso un altro luogo iconico nel nord del Montenegro : il Durdevica Tara Bridge.

Il magnifico ponte ad arco in cemento collega le due sponde del canyon modellato dal fiume Tara. 

La gola è soprannominata anche la lacrima d’Europa , perché è la seconda più profonda del mondo dopo quella creata dal Colorado negli Stati Uniti.

Questa zona del Montenegro è perfetta per chi ama l’avventura : c’è una zipline che permette di attraversare a folle velocità il canyon, oppure c’è la possibilità di noleggiare una canoa per fare rafting sulle acque del fiume.

Curiosità per chi viaggia in van o utilizza la tenda: ci sono un paio di camp che permettono di pernottare gratuitamente proprio a due passi dal fiume , potendo usufruire (a pagamento), qualora si voglia, del servizio noleggio kayak e della ristorazione offerta.

ponte durdevica montenegro

Giorno 4: Podgorica

La capitale del Montenegro è stata una tappa celebrativa per Ale, poiché qui ha iniziato la carriera uno dei suoi giocatori di calcio preferiti di sempre: Dejan Savicevic .

Quasi tutti i bar della città possiedono una o più fotografie del Genio , così come era soprannominato l’asso montenegrino.

Non c’è molto da vedere a Podgorica e non c’è neanche un centro storico ben definito. 

La Torre dell’Orologio , risalente alla metà del 1600, il cui orologio è stato acquistato in Italia, qualche piccola moschea e la nuova cattedrale sono tra le poche attrazioni su cui la capitale montenegrina può contare.

C’è anche un ponte, il Millennium Bridge , che ricorda (in maniera eloquente) quelli progettati dall’architetto Santiago Calatrava a Reggio Emilia.

Avendo poco tempo a disposizione, meglio dedicarsi ad altro.

podgorica cosa vedere

Cosa vedere in Montenegro: il Lago di Scutari

Ci lasciamo alle spalle Podgorica e proseguiamo verso sud ovest, con destinazione il Lago di Scutari. Sebbene il lago prenda il nome da una città albanese, per due terzi la sua superficie è in terra montenegrina .

Il piccolo paese di Virpazar si raggiunge in poco tempo dalla capitale ed è il principale centro turistico da cui partono le gite in battello sul lago , ma noi vi consigliamo di proseguire fino al remoto villaggio di Rijeka Crnojevica, vicino al quale si trova uno dei punti panoramici che valgono un viaggio in Montenegro.

Si tratta del Pavlova Strana Viewpoint : qui il fiume Crnojevica forma un’insenatura a forma di ferro di cavallo, che ci ha ricordato tantissimo l’Horseshoe Bend di Page in Arizona.

Un avvertimento: la strada che da Virpazar conduce al Pavlova Strana è molto stretta, armatevi perciò di tanta pazienza perché vi aspettano 45 minuti in auto di curve non troppo agevoli .

L’alternativa è non passare da Virpazar e dirigersi direttamente al punto panoramico da Podgorica.

cosa vedere in montenegro

Dal Lago di Scutari alle vette del Montenegro centrale: in questa nuova giornata andremo alla scoperta del Lovcen National Park, tra le Alpi Dinariche e nel cuore del Paese balcanico .

Il Lovcen prende il nome dalla sua cima più alta ed è un luogo molto amato dai montenegrini, che vengono a rendere omaggio ad uno dei personaggi più importanti del proprio Paese, l’ex governatore Petar II Petrovic-Njegos, visitando il Mausoleo Njegos.

Si può raggiungere sia da Kotor, sia provenendo da Cettinje, l’antica capitale del Montenegro.

L’accesso al parco nazionale ha un costo di 2 euro a persona , mentre per visitare questo monumento c’è un ticket supplementare di 7 euro a persona. 

Dopo aver percorso ben 461 gradini in salita ed aver raggiunto l’altezza considerevole di 1.761 m.slm., è possibile accedere ad una terrazza circolare che regala un panorama quasi a 360 gradi , spaziando dalle vette del Lovcen fino alle Bocche di Cattaro e al Mar Adriatico.

Il Lovcen National Park è un luogo adatto per gli escursionisti : se avete tempo a disposizione potete percorrere un itinerario che offre splendide vedute sulle Bocche di Cattaro.

cosa vedere in montenegro

Dopo le escursioni nell’interno è tempo di relax , sulla costa del Montenegro.

Le spiagge del Montenegro sono splendide e proprio per questo motivo in alta stagione c’è molta confusione praticamente ovunque. Serbi e russi sono i principali frequentatori di questo angolo d’Europa, concentrati nel tratto di costa che va da Budva a Bar: per chi ama le spiagge selvagge come noi, l’impresa di trovarne una è davvero ardua.

Tuttavia… c’è una baia che ci ha regalato momenti idilliaci e relax assoluto ed il suo nome è Buljarica Beach.

Non la parte più settentrionale, dove vi sono stabilimenti balneari con musica a tutto volume, ma la zona meridionale, appartata e silenziosa. C’è una spiaggia di sassi con poche persone , che soggiornano in un piccolo hotel sul mare nel cui cortile abbiamo parcheggiato anche il nostro van.

Impostate sul navigatore il Buljarica Bay Apartments e godetevi il meritato riposo sulla costa del Montenegro!

spiagge montenegro

Lasciare la baia di Buljarica non è stato semplice, ma lo abbiamo fatto per raggiungere una delle spiagge più belle del Montenegro e del Mar Adriatico: Kraljicina Beach, o anche la Spiaggia della Regina.

Si trova poco più a sud di Buljarica Beach e si raggiunge solo via mare.

I traghetti fanno la spola ogni 30 minuti dalla spiaggia di Canj Beach : il biglietto si compra al momento dell’imbarco, nel piccolo molo quasi alla fine del paese.

Il costo della tratta di andata e ritorno è irrisorio: 3 euro appena a persona.

Vista dal mare Kraljicina Beach è bellissima: si tratta di un’ampia baia sabbiosa , con un mare dai colori pazzeschi.

Come tutte le spiagge del Montenegro, però, in agosto è piena zeppa di gente: molto meglio trascorrere buona parte del tempo nuotando tra le acque limpide della baia , scegliendo l’ombrellone solo per una breve pausa tra un tuffo e l’altro.

La spiaggia è divisa a metà: da una parte uno stabilimento che offre il servizio di noleggio ombrelloni, lettini e ristorazione, dall’altra la spiaggia libera.

Se siete fortunati e arrivate al mattino presto, potreste trovare posto nella piccola caletta oltre il pinnacolo di roccia verso nord.

spiagge montenegro

Dopo un’altra mattina trascorsa a Buljarica Beach, risaliamo la costa verso nord e ci fermiamo nella rinomata località di Santo Stefano, dove si trova uno dei punti più fotografati del Montenegro .

Si tratta della penisola di Sveti Stefan , che ha una storia piuttosto curiosa: in origine era un’isola staccata dalla terraferma, fortificata per difendersi dalle incursioni dei Turchi, poi successivamente venne creato un istmo artificiale e divenne borgo di pescatori e infine, sotto il regime di Tito, si trasformò in albergo diffuso di lusso. 

Addirittura una delle chiese presente sull’isola venne convertita in casinò!

Oltre a fotografare Sveti Stefan, che a Kiki ha ricordato la famosa prigione di Alcatraz (!!!), a Santo Stefano c’è una bella passeggiata da fare al tramonto .

Il percorso parte proprio dalla spiaggia prospiciente la penisola di Sveti Stefan e si sviluppa all’interno del parco che fu della regina di Jugoslavia . 

Ci sono diversi punti panoramici lungo questo tratto di costa e si possono vedere alcune baie pittoresche oltre agli eleganti palazzi che appartenevano alla famiglia serba Karadordevic.

cosa vedere in Montenegro

Cosa vedere in Montenegro, giorno 9: Kotor

Il nostro viaggio attraverso le bellezze del Montenegro volge quasi al termine e risalendo ancora la costa verso nord raggiungiamo un luogo iconico: Kotor.

Porta delle Bocche di Cattaro per chi giunge da sud, il borgo medievale di Kotor è, assieme alla paesaggio che lo circonda, Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Tutto il borgo è circondato da torri e mura fortificate, che salgono lungo il crinale fino al Castello di San Giovanni , punto panoramico d’eccezione sulle Bocche di Cattaro.

Nel centro storico di Kotor ci sono invece diverse cose da vedere: la cattedrale , in stile romanico, la chiesa ortodossa di San Luca , la torre dell’orologio e la passeggiata estiva, che regala scorci unici al tramonto.

Al mattino, soffermatevi a guardare verso il mare dal porto di Kotor: non è raro vedere i delfini che saltano tra le barche ormeggiate!

cosa vedere in montenegro

Giorno 10: Tivat e Perasto

Prima di lasciare il Montenegro ci godiamo ancora un po’ le Bocche di Cattaro, visitando altri due paesi molto diversi tra loro, ma entrambi affascinanti: Tivat e Perasto.

Tivat ha subito negli ultimi anni una profonda trasformazione che l’ha portata ad essere una meta di lusso sfrenato, tanto che l’abbiamo soprannominata “la Porto Cervo del Montenegro” .

Ha un lungomare raffinato e una zona shopping che presenta le più rinomate marche del lusso internazionale , hotel a cinque stelle, ma anche un interessante museo navale.

Perasto invece è un borgo dal fascino romantico , la cui storia è legata indissolubilmente al mare: oltre ad una passeggiata sul lungomare, dove ristoranti e locali si alternano ad antichi palazzi, è possibile raggiungere in battello l’Isola di San Giorgio e la più piccola isoletta dove si trova il Santuario della Madonna dello Scalpello, conosciuta anche come Nostra Signora delle Rocce .

tour croazia e montenegro

Con lo splendido paesaggio delle Bocche di Cattaro ancora negli occhi, il nostro itinerario di 10 giorni in Montenegro si conclude dove era iniziato: nel borgo di Herceg Novi, al confine con la Croazia, ma vicino anche alla Bosnia-Herzegovina.

Ed è proprio quest’ultima la nostra prossima destinazione, ma questa è un’altra storia che vi racconteremo prossimamente sul blog.

Viva la vida, amici!

Hai trovato utile questo articolo? Condividilo!

Picture of Alessandro Mazzini

Alessandro Mazzini

Articoli correlati.

viaggio on the road

Passione on the road: 5 viaggi indimenticabili con l’auto a noleggio

Per noi un viaggio on the road significa libertà: di spostarsi quando e dove si vuole, seguendo i propri ritmi, cambiare destinazione all’ultimo momento, fare

tour croazia e montenegro

Il Parco Nazionale di Theth in Albania

Pochi giorni fa abbiamo pubblicato sul nostro canale Youtube il video del nostro viaggio on the road attraverso l’Albania, viaggio che è iniziato dal Parco

cosa vedere a sarajevo

Cosa vedere a Sarajevo in 2 giorni

Questa storia parte da molto lontano, per la precisione da un giorno di fine estate del 1995 in quel di Modena: era settembre e la

8 commenti su “Cosa vedere in Montenegro: il nostro itinerario di 10 giorni”

Mammamia che efficienza! Scrivere in viaggio dev’essere ancora più bello e appagante, io per esempio baratterei di corsa la mia noiosa scrivania per un qualunque muretto/panchina/tavolo da campeggio 😛 Grandi! *_* Avete visto posti meravigliosi, soprattutto quelli immersi nella natura, infatti vi ho seguiti con molto piacere anche da Instagram! Ode a Ballo! 😉

Devo ammettere che ci sono state diverse location fantastiche a fare da sfondo alla creazione di questo articolo! Le ricorderò con grande affetto, perché questo primo viaggio a bordo del nostro van ci ha regalato (e continua a farlo) delle grandi emozioni! 😉 Grazie ancora una volta di cuore, Dani!

Vi sto seguendo su ig dall’inizio del vostro incredibile on the road con il van. Devo dire che provo tanta invidia per le terre che state attraversando e le meraviglie che ci state mostrando. Un Paese stupefacente. La varietà di panorami, quel monastero (!), i parchi, le città ed i borghi.. Chi lo avrebbe mai immaginato. Io non avevo mai letto e visto nulla sul Montenegro! E complimenti perchè i vostri on the road, che siano in Italia o all’estero, non sono mai banali.

Grazie di cuore, Simo! Ci fa davvero piacere riuscire a trasmettere il nostro entusiasmo per tutto quello di bello che il nostro viaggio on the road riesce a trasmetterci e regalarci. Ballo, il nostro van, si sta rivelando un compagno affidabile e ci stiamo abituando bene tra i suoi spazi che possono apparire ristretti, ma in realtà per noi sono senza confini. In Montenegro ci ha portato su e giù per le montagne senza colpo ferire, così come in Bosnia. Erano terre che vedevamo così lontane fino a poco tempo fa, mentre ora ci sono familiari e lasciarle ci è dispiaciuto. L’accoglienza è stata ottima, ovunque: il ricordo che porteremo di questi Paesi sarà dolcissimo! Un abbraccio!!

Ciao, posso chiederti se hai soggiornato in ciascuna delle città che hai visitato o hai fatto base altrove? Cosa consigli?

Ciao Gianluca, noi ci siamo mossi con il nostro van e ci siamo fermati a dormire in ogni luogo visitato. Ti posso consigliare di fare base nella zona delle Bocche di Cattaro per visitare i dintorni, compreso il Lovcen, poi a Niksic per il monastero, a Zabljak per il Durmitor e poi sulla costa per le spiagge e il Lago di Scutari. Buon viaggio!

Ciao, molto interessante la guida! Solo una piccola segnalazione: “Stecci” non è il nome di una località, ma indica proprio quel particolare tipo di pietra tombale di epoca medievale (Stećak), tutelato dall’Unesco, e presente diffusamente nell’area centrale dei Balcani occidentali (in particolare in Bosnia-Herzegovina)

Ciao Giovanni, grazie per il tuo contributo!

Lascia un commento Annulla risposta

Salva il mio nome, email e sito web in questo browser per la prossima volta che commento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati .

tour croazia e montenegro

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  0039 0832 1826868       [email protected]

  0039 0832 1826868      [email protected]

Avventura in bici nei Balcani

tour croazia e montenegro

Cosa ti aspetta?

Vi proponiamo una fantastica avventura tra i Balcani: un insolito e stravagante viaggio in bicicletta tra Albania, Montenegro e Croazia! Riprende parte del percorso del Balkan Express, l’esotico treno che, partendo da Vienna, raggiungeva Istanbul. Attraversava questa porzione d’Europa che è stata protagonista nel corso degli ultimi anni di una notevole rivalutazione, frutto di una presa di coscienza del proprio territorio sempre più forte e consapevole. 
 Un viaggio tutto da pedalare lungo la penisola balcanica, nel cuore dell’Europa orientale, tra Mar Adriatico e Mar di Marmara, ai confini con l’Egeo, la culla della civiltà greca. Attraverseremo paesaggi mozzafiato, ricchi di natura incontaminata e ammireremo vivaci città e scrigni ancora poco conosciuti, che ci delizieranno per il loro fascino mediorientale.

  • Scoprite la "vera" Albania, quella del Nord
  • Viste mozzafiato sulle Bocche di Cattaro
  • Natura incantata e parchi nazionali
  • Castelli e fortezze: luoghi di storia e leggende
  • Una gastronomia da acquolina in bocca!

Incontro a Bari - Traghetto per Bar

Il nostro viaggio parte da Bari, in Puglia , terra di confine con il mare e l’oriente. Qui ci incontreremo per l'assegnazione delle bici e conosceremo i nostri compagni di viaggio. Saliremo sul traghetto che ci porterà a Bar, in Montenegro , con arrivo previsto alle prime ore del mattino.

Bar – Scutari in bici

Tra i suoni e gli odori di questa terra, dedicheremo la mattinata alla visita di “Stari Bar” (la città vecchia), detta la "Pompei del Montenegro”, come testimoniano la presenza di importanti siti archeologici dell’VII secolo a.C. Tappa obbligata è il vecchio Olivo di Mirovica che con i suoi duemila anni è uno degli alberi di olivo più antichi al mondo: talmente importante nella cultura locale che si narra che le famiglie in lotta stipulassero la pace sotto le sue abbondanti fronde. Lungo suggestive vie a ridosso del mare, raggiungeremo la radiosa Sutomore , dove saremo abbagliati dalla bellezza della chiesa di San Tekla e i suoi due altari, uno per la celebrazione dei riti ortodossi e uno per i riti cattolici. L’antico borgo marinaro, un tempo sotto l’egemonia della potente Venezia di cui conserva il monastero benedettino di Santa Maria di Rataca, oggi è un effervescente centro turistico che mostra i chiari segni di un passato al confine fra il mondo cristiano della Repubblica Veneziana e la forte influenza ottomana. Lasciate alle spalle le lunghe distese di sabbia delle spiagge montenegrine, arriveremo a Scutari , città “culla” della cultura albanese e definita la “Firenze dei Balcani" per il suo fascino rinascimentale. Il Congresso di Lushnjë del gennaio 1920 cambiò le sorti di questa città affondandola nell’oblio nello stesso momento in cui scelse Tirana come nuova capitale: la ricchezza non ostentata del suo centro storico non ha però smesso di farsi ammirare. Il castello di Rozafa si erge dominando la collina più a sud dell’abitato, dando l’impressione di continuare a farlo, rapendo in questo modo gli occhi e la mente di chi si ferma ad osservare e fantasticare attorno alla leggenda che conserva al suo interno.

Scutari – Virpazar in bici

Dopo un’abbondante colazione tra il fascino antico e prestigioso della vecchia capitale albanese, ci spetta una pedalata impegnativa. Costeggiando l’ area protetta del Fiume Bruna arriveremo a Virpazar, un piccolo villaggio di pescatori popolare in antichità perché vi avvenivano gli scambi commerciali tra la capitale del Montenegro Podgorica e Scutari. “Pazar” significa appunto "mercato", e qui potremmo gustare pesce fresco e dell’ottimo vino Vranac . Il villaggio infatti è la capitale della zona più fertile del Montenegro: Crmnica, una regione storica, ben nota per il vitigno autoctono, appunto il Vranac. Anche qui a dominare la città un forte: il bellissimo e ben conservato castello di Besac, costruito dai Turchi nel XV secolo.

Virpazar – Cettigne in bici

La tappa di oggi sarà panoramica e piuttosto faticosa. Attraverso una natura prevalentemente incontaminata, che ci regalerà meritate pause all’ombra dopo le salite e i panorami esclusivi, raggiungeremo Cettigne, antica capitale che sembra piuttosto un villaggio un po’ cresciuto. Molti dei grandiosi edifici, un tempo frequentati da principi e diplomatici, sono stati trasformati in museo o scuole di musica e arte…insomma una bella tappa del nostro viaggio balcanico su due ruote ! Da queste parti si trova anche la grotta di Lipa, la più importante del Montenegro, con 2,5 km di passaggi, corridoi e gallerie, che suscitarono l’attenzione dei più famosi esploratori e scienziati del XIX secolo.

Cettigne – Perasto in bici

Con la tappa di oggi entreremo nel Parco Nazionale del Lovcen e, con non poca fatica, saliremo in bici i 1750mt del Monte Lovcen, la terrazza naturale sul Montenegro. Qui visiteremo il Mausoleo di Petar Petrovic Njegos, famoso poeta e filosofo nonché più grande letterato del Montenegro. Ci butteremo in una discesa inebriante fino alle bocche di Cattaro al livello del mare, spesso indicate come uno dei fiordi più meridionali d’Europa. Questi luoghi caratterizzati da profondi bacini riparati dal mare aperto, furono cari al poeta-soldato simbolo dell’ermetismo italiano, Giuseppe Ungaretti, che vi fa riferimento anche in una delle sue ultime composizioni scrivendo de “le bocche di Cattaro” del 1969. Da qui raggiungeremo la suggestiva Perasto, una cittadina arroccata tra le insenature della costa montenegrina . Dai libri di storia emerge forte il legame con il nostro Paese: grazie all’aiuto dato alle flotte della Repubblica di Venezia nel 1368, la città si guadagnò l’importante titolo di "fedelissima gonfaloniera", conquistandosi l’onore e il dovere di custodire il gonfalone di guerra della flotta veneziana. Una devozione alla Serenissima che continuò dopo la caduta di quest’ultima nel 1797, quando i cittadini di Perasto manifestarono la loro vicinanza alla Repubblica dichiarandosi veneziani.

Perasto – Dubrovnik in bici

Oggi una tappa defaticante con suggestivi saliscendi lungo la costa. Pedaleremo fino alla bellissima città croata di Dubrovnik, "Ragusa" in italiano, rinata dopo la Guerra d’Indipendenza combattuta nei primi anni ’90. Qui il bianco della pietra e i colori tenui dei tetti creano un contrasto suggestivo con l’immenso blu del mare. Sulle sue imponenti mura un piacevole percorso a piedi fa sbirciare dall’alto la città vecchia e le sue splendide chiese, palazzi, piazze e vie.

Mare, relax e saluti

Giornata dedicata al mare. Dubrovnik ha spiagge per tutti i gusti: sabbiose, di ciottoli, rocciose, tutte bagnate da acque trasparenti e cristalline. In sella alle nostre fedeli compagne di viaggio potremo raggiungere il Parco Velika e Mala Petka e regalarci una giornata di mare e relax prima dell’imbarco che avverrà in serata.

Variazioni del programma A causa delle condizioni meteorologiche, di motivi organizzativi, di disposizioni emanate dalle autorità locali, l'itinerario potrebbe subire alcune modifiche prima e/o durante la vacanza.

Il viaggio include

  • 5 pernottamenti con colazione
  • Guida/accompagnatore AIGAE per tutta la durata del viaggio
  • Assicurazione medico-bagaglio

Non incluso

  • Viaggio a/r
  • Noleggio bici
  • Trasferimenti da/per luogo partenza
  • Pranzi e cene
  • Ingressi e mance
  • Quanto non indicato in “Incluso”

Supplementi

Informazioni pratiche.

Questo tour in bici nei Balcani percorre un suggestivo itinerario che prevede tappe su strade secondarie, asfaltate e non, tra le meraviglie di Albania, Montenegro e Croazia. Sono previsti importanti dislivelli in almeno 3 dei giorni di pedalata per cui si richiede un buon allenamento. La lunghezza delle tappe varia dai 50 ai 75 chilometri giornalieri, con possibilità di soste visite e rinfreschi.

  • 1 notte a Scutari
  • 1 notte a Virpazar
  • 1 notte a Cettigne
  • 1 notte a Perasto
  • 1 notte a Dubrovnik

5 colazioni incluse. Nessun altro pasto è compreso nella quota. Gli alloggi che scegliamo sono sempre a pochi passi dalle principali attrazioni, negozi o ristoranti.

Vacanza studiata per piccoli gruppi precostituiti di amici, famiglie e colleghi. Garantita la presenza di un esperto accompagnatore locale durante le escursioni in programma. →   Partenze ogni giorno su richiesta. Scegliete la data di partenza, con chi partire e chiedeteci un preventivo personalizzato!

La quota varia a seconda dei servizi richiesti e del numero di persone.

Durante le giornate in programma sarà con voi un esperto accompagnatore, conoscitore dell’itinerario, coordinatore del gruppo ed amante del viaggio, della natura e del territorio visitato. Sarà sempre al vostro fianco, diventando un vostro compagno di viaggio e cercando di soddisfare le esigenze del gruppo, stando comunque attento alle singole necessità. Sarà il vostro mediatore, facilitando e favorendo una vacanza autentica, rilassante e divertente.

Alcuni giorni prima della partenza riceverete tramite email la documentazione contenente le ultime informazioni relative alla vostra vacanza.

Come arrivare a Bari Raggiungere  Bari  è molto semplice. Essendo un capoluogo di provincia è innestato in tutti i migliori circuiti e vie di comunicazione, sia rivolte verso il Nord Italia che verso il Sud.

IN TRENO.  Trenitalia  collega le maggiori città italiane con Bari. Per conoscere soppressioni o aggiunte di fermate, cancellazioni, ritardi, deviazioni di percorso e molte altre informazioni utili per chi viaggia in treno con Trenitalia, consultare  Viaggiatreno .

IN AEREO. L’aeroporto Bari-Palese serve le maggiori città italiane e straniere attraverso varie compagnie di linea e low cost. È ben collegato, con i suoi numerosi voli, al centro città con la metropolitana e il treno circa ogni 20 minuti. Più info sul sito di  Aeroporti di Puglia .

IN AUTOBUS. Bari è raggiungibile anche con l’autobus. Ecco di seguito le maggiori compagnie che operano il servizio: Marinobus, Baltour & Flixbus, Busmiccolis, Buscenter.

IN AUTO. Le autostrade principali da considerare sono la A14 Bologna-Taranto e la A16 Napoli-Canosa.  maps.google.com  può essere d’aiuto.

→ Se preferisci viaggiare in totale comodità, puoi prenotare un transfer privato nei giorni di arrivo e partenza.

Richiedi preventivo

Compilare correttamente i campi

Ultime dal Blog

tour croazia e montenegro

Vademecum del turista consapevole

Slow Active Tours

Via Corrado Alvaro, 17a

73100 - Lecce, LE - Italia

P.IVA IT05328000756

Tel: +39 0832 1826868

[email protected]

  • Culturale / Snorkeling
  • Noleggio Bici

tour croazia e montenegro

  • Aree Sosta Italia
  • Sport&Outdoor
  • Abbonamento PLEINAIR – Digitale
  • PLEINAIR CLUB
  • Abbonamenti
  • Accedi/Registrati
  • Europa , Viaggi

Balcani in camper: viaggio di 18 giorni tra Albania, Montenegro e Croazia

Indice dell'itinerario

Un viaggio in camper attraverso i Balcani occidentali : Marina, Marco e il loro cane Bart ci guidano in Albania e Montenegro, località splendide ancora da scoprire, fino a raggiungere la più nota Croazia.

Road Map per il viaggio in camper nei Balcani

  • 1° GIORNO: Viaggio in traghetto da Bari (237 km)
  • 2° e 3° GIORNO: Sbarco e visita a Durazzo. Visita all’area archeologica di Apollonia (87 km) e poi a Fier (12 km). Viaggio al monastero di Santa Maria (44 km). Visita a Valona (11 km) e spostamento a Radhimë (15 km). Pernottamento alla Rezidenca Cekodhima Camping
  • 4° e 5° GIORNO: Arrivo e soggiorno a Porto Palermo (62 km). Viaggio per Ksamil (60 km) e pernottamento allo Ksamil Caravan Camping
  • 6° GIORNO: Visita al sito archeologico di Butrinto (5 km)
  • 7° GIORNO: Visita a The Blue Eye (35 km). Spostamento e visita ad Argirocastro (37 km). Viaggio a Përmet e soggiorno all’Albturist Ecocamp Përmet / Vjosa Rafting
  • 8° e 9° GIORNO: Visita a Berat (188 km) con soggiorno alla Guesthouse Niko
  • 10°, 11° e 12° GIORNO: Viaggio per Kruja e visita al Museo Skanderbeg (127 km). Spostamento a Scutari (82 km), visita alla rocca e soggiorno al Camping Legjenda
  • 13° GIORNO: Prima tappa in Montenegro a Santo Stefano (77 km). Viaggio a Budua (10 km) e visita alle Bocche di Cattaro. Spostamento a Kotor in località Morinj (47 km) e pernottamento all’Autocamp Naluka
  • 14° GIORNO: Bagni alle Bocche di Cattaro e cena in ristorante
  • 15° GIORNO: Prima tappa in Croazia a Dubrovnik (77 km), visita della città. Viaggio a Opuzen (99 km) e pernottamento presso l’Autokamp Rio
  • 16° GIORNO: Viaggio per Sebenico (280 km) e visita della città. Spostamento all’isola di Murter (33 km) e pernottamento al Parking Plaza Slanica
  • 17° e 18° GIORNO: Mattino al mare, visita al borgo nel pomeriggio e cena in pizzeria. Partenza il giorno successivo

Inizia l’avventura nei Balcani in camper

Io e mio marito Marco ci imbarchiamo a Bari con Grandi Navi Veloci , compagnia che ci consente di tenere il nostro cane Bart in cabina. La sistemazione è comoda e spaziosa e Bart ha due ponti a disposizione per sgambare. Il viaggio è tranquillo malgrado il mare mosso.

28-29 agosto : Durazzo

Sbarchiamo a Durazzo , classica città di mare costellata di banchetti e negozi che vendono oggetti per la spiaggia. Tentiamo di prelevare al bancomat, ma scopriamo che accetta solo il circuito VISA. Partiamo quindi alla volta dell’area archeologica di Apollonia , a Fier. Il sito non ha guide turistiche, ma è davvero suggestivo. Meritano una visita il centro monumentale, il bouleuterion, la base dell’arco di trionfo, i resti del tempio ionico e dell’odeon. Un piccolo museo, moderno e ben curato, è ospitato nel vicino monastero ortodosso di Ardenica.

Ci dirigiamo poi a sud verso il monastero di Santa Maria , situato su un isolotto collegato da un camminamento, ma con disappunto scopriamo che gli animali non sono i benvenuti. Proseguiamo oltre e nel pomeriggio siamo a Valona, una gradevole città turistica che visitiamo senza pernottare, attratti da mete più spartane e rurali. 

Ci dirigiamo a sud e facciamo tappa al ristorante del Rezidenca Cekodhima Camping , a Radhimë. Orate, frittura, grigliate: la cucina di pesce è ottima, con prezzi irrisori e gestori super gentili. Una struttura piacevole e accogliente, con una piccola area camper affacciata sul mare. Trascorriamo due giorni per qualche bagno e un po’ di tintarella.

Mare e storia

30-31 agosto : ksamil.

Finalmente giungiamo a Porto Palermo . Ci sono posti dove si lascia un pezzo del cuore: il mio è sicuramente qui! La penisola è stata chiamata così dai soldati italiani di stanza durante la Seconda Guerra Mondiale. Si può parcheggiare tranquillamente sulla strada vicino al castello, ben conservato e visitabile senza guida anche coi pelosi al seguito. Dalla terrazza si gode di un panorama pazzesco e tutt’intorno il mare trasparente lascia scorgere il fondale, che appare quasi nero tanti sono i ricci. Credo che sia uno dei posti più affascinanti dell’Albania!

Riprendiamo il viaggio dei Balcani in camper fino allo Ksamil Caravan Camping nell’omonimo centro. È gestito da due insegnanti che mettono a disposizione il giardino della loro villetta. All’inizio siamo delusi per l’incuria delle strade e la distanza dal mare, ma la proprietaria ci viene incontro con un cocktail di benvenuto e ci mostra una discesa nascosta che conduce al lido in pochi passi: tutto torna a sorriderci!

Ksamil è nel sud dell’Albania, di fronte a Corfù. Il mare è stupendo e gli stabilimenti balneari ben organizzati. Se avete un cane di taglia media o grande, però, troverete difficoltà a portarlo in spiaggia. Ci accolgono benissimo invece al Tosi bar, uno stabilimento elegante con ombrelloni di paglia e lettini imbottiti. I camerieri girano tra gli ospiti portando boccali di birra, frutta e dolci. Il prezzo di un ombrellone e due lettini è di 3 euro al giorno e volendo si può anche pranzare.

1 settembre : Butrinto

Sveglia mattutina per andare al sito archeologico di Butrinto , città storica dell’Epiro, nota per i commerci con Corfù e per aver ospitato Enea. Parcheggiamo in una pineta adiacente all’entrata. È un sito bellissimo con guide in lingua italiana personali e per gruppi. Noi abbiamo scelto la guida personale (una ragazza brava, colta e simpatica) pagandola un po’ di più, ma comunque una cifra bassa rispetto agli standard italiani.

Tesori d’Albania

2 settembre : argirocastro.

Andiamo a vedere un’attrazione naturalistica di cui gli albanesi vanno fieri: The Blue Eye (Syri i Kaltër) , una sorgente carsica che ricorda un grande occhio azzurro per le tonalità blu e verdi delle sue acque e il bianco delle rocce calcaree che spicca da una profondità di oltre 50 metri. È un posto affascinante, le acque sono balneabili e ci sono ragazzi che si tuffano e famiglie che fanno pic-nic. La strada è in terra battuta, ma si riesce a parcheggiare agevolmente in un largo spiazzo.

Dopo pranzo ci spostiamo ad Argirocastro , il cui centro storico è patrimonio dell’Unesco. Piccola e ben tenuta, ha molte botteghe e case dall’architettura tipica. Nei vari negozi si possono trovare souvenir caratteristici e oggetti di modernariato albanese. La città si gira in poche ore e il camper può essere lasciato lungo la strada che conduce al centro.

A questo punto abbandoniamo la strada principale e ci fermiamo a Përmet, una graziosa città termale che sorge sul fiume Voiussa, frequentato da chi ama il rafting. L’unico campeggio della zona è l’ Albturist Ecocamp Përmet-Vjosa Rafting , gestito da due simpatici ragazzi che vivono immersi nella natura. Pur non avendo servizi, la struttura ha un bar accogliente ed è circondata dal verde incontaminato e da animali di ogni tipo.

3 settembre : Berat

Partiamo verso Berat , altro patrimonio dell’Umanità, città un tempo occupata dagli ottomani che hanno edificato dei palazzi molto particolari. Gruppi di ragazzi ci assalgono per proporci vari campeggi. Non sappiamo cosa fare, finché arriva Niko, un uomo gentile e robusto, a spiegarci che a Berat i campeggi non esistono: i camper sono ospitati nei giardini delle ville private.

Raggiungiamo la sua casa, dipinta di rosa e ben curata, con un prato all’inglese e tutto l’occorrente per il camping service: capiamo subito che sarà un ospite gentile e accorto. Facciamo correre Bart e finalmente riusciamo a riposarci. Dopo doccia e merenda facciamo un giro nella città che troviamo interessante e caratteristica.

4 settembre : Niko

Dopo una colazione albanese a base di feta, pomodori, pane e marmellata ci mettiamo in cammino verso il castello situato sull’alta rocca. La passeggiata è lunga, ma il risultato ci ripaga della fatica. La fortezza è ben conservata, dappertutto ci sono persone che vendono frutta (noi abbiamo preso prugne e sorbe, tipiche del luogo).

Solo alla fine ci rendiamo conto che avremmo potuto prendere un autobus dalla strada principale! Visto che ricorre il nostro anniversario di matrimonio, Niko decora il gazebo in giardino con palloncini e luci colorate e ci organizza una cena albanese di pesce a base di orate arrosto, l’immancabile feta, pomodori e insalata, una bellissima torta, vino e birra. Credo che sia stato uno dei festeggiamenti più piacevoli che abbiamo vissuto!

L’orgoglio delle Aquile

5-6-7 settembre : kruja e scutari.

Sotto un cielo nuvoloso andiamo a Kruja e parcheggiamo il camper in una vasta area asfaltata a ridosso del centro. La città è famosa per il museo che espone cimeli e video sulle gesta di Giorgio Castriota Scanderbeg, l’eroe nazionale albanese che ha liberato il suo popolo dagli ottomani. Si respira l’orgoglio nazionalista e il desiderio di conservare una propria identità. La nostra ultima tappa albanese è Scutari , città molto moderna che però a volte lascia percepire l’indigenza di alcune comunità.

Alloggiamo al Camping Legjenda , situato in una villa storica. Prende il nome dalla leggenda secondo la quale una donna accettò la penosa sorte di essere murata viva in uno dei bastioni del vicino castello come sacrificio per evitare il crollo delle mura, a patto che fosse lasciato un foro per allattare il figlio nato da poco. Dalla rocca si gode una bellissima vista. Scutari è sull’omonimo lago, verde e bello. Ci godiamo due giorni di riposo assoluto, bagni in piscina e tintarella prima di lasciare l’Albania, terra bella, rigogliosa e forte.

Fiordi balcanici

8 settembre : budua.

Già dai primi chilometri è chiaro come il Montenegro sia meta di vacanza per stranieri facoltosi. Le pubblicità per strada inneggiano a resort stellati e ristoranti eleganti. La prima tappa è Santo Stefano , descritto dalle guide come un villaggio caratteristico: ora invece è un lussuoso e costoso resort privato. L’unico parcheggio per camper che troviamo in questa zona dei Balcani è nei pressi di un albergo, al costo di 10 euro l’ora!

Scattiamo qualche foto e risaliamo in fretta sui nostri mezzi, rimpiangendo gli spazi aperti dell’Albania. Ci dirigiamo verso Budua , centro della movida e dei divertimenti, ma il traffico caotico e la gente riversata in strada ci impediscono di fermarci. Capiamo che per goderci questa nazione dobbiamo andare in zone meno affollate e ci dirigiamo verso le bocche di Cattaro: uno dei posti più belli che abbia mai visitato! Le gole ci regalano panorami pazzeschi (come la vista sull’isola della Madonna dello Scalpello).

Ci fermiamo in campeggio a Kotor in località Morinj . Siamo vicini a una banchina di approdo in una stretta insenatura che consente all’acqua del mare di scorrere lungo il campeggio. Abbiamo un grande spazio tutto per noi su un romantico fiordo dai colori incredibili. La serata è tutta di riposo e letture, godendoci il lento incedere dell’acqua. Un’esperienza veramente incredibile.

9 settembre

Di buon mattino raggiungiamo la spiaggia prospicente le gole. Il bagno che facciamo è una delle cose più belle della mia vita. L’acqua di un colore azzurro intenso, i monti alle spalle e il silenzio assoluto rendono indimenticabile questa giornata. La concludiamo con una cena speciale al ristorante Catovica Mlini . È immerso nel verde, vicino al campeggio, ed è attraversato al suo interno dal canale, tra ponticelli e gazebo. La cena di pesce è molto buona, i prezzi in linea con quelli italiani. Il cielo stellato ci accompagna nel rientro al camper.

Ragusa di Dalmazia

10 settembre : dubrovnik.

Siamo pronti a iniziare l’avventura in Croazia da Dubrovnik e proseguire il viaggio in camper nei Balcani. Parcheggiare però è complesso, ci sono divieti dappertutto. Dopo più di un’ora troviamo un parcheggio a pagamento comodo anche per i camper. Da lì con una bella passeggiata arriviamo alla fantastica città vecchia, patrimonio dell’umanità.

La sua atmosfera è magica. All’interno ospita botteghe di artigiani e negozi particolari, come quello delle caramelle Captain Candy, di mille colori diversi. Dubrovnik è circondata da 1.940 metri di mura medievali che si sono conservate nei secoli nella loro forma originaria. Sono aperte ai visitatori al costo di circa 15 euro. I campeggi in città sono molto cari, così decidiamo di cercare una sistemazione più modesta a nord.

Siamo quasi al tramonto quando, nei pressi di Opuzen , notiamo l’insegna di un campeggio su una strada sterrata che ci porta all’Autokamp Rio, così chiamato per il fiume che scorre alle sue spalle. Si trova vicino a una spiaggia di sabbia ed è molto amato dagli appassionati di sport acquatici. La stagione è al termine e con noi c’è solo un altro camper, così passiamo una notte di silenzio e riposo assoluto.

Isole incoronate

11 settembre : sebenico.

Andiamo in spiaggia di buon mattino. Prima della partenza, il gentile proprietario ci porta nei suoi campi e ci regala mapi e bieta di sua produzione. Riprendiamo il viaggio lungo la strada costiera, ricca di panorami mozzafiato. Nel primo pomeriggio arriviamo a Sebenico . È difficile trovare un’area sosta, per cui mentre il pilota riposa sul camper in un improbabile parcheggio io esploro questa bella città bianca ed elegante, con vicoli ben tenuti e negozi caratteristici.

In serata arriviamo a Murter, una delle Isole Incoronate, raggiungibile tramite un ponte. Un signore ci indica l’area camper Parking Plaza Slanica , purtroppo non sul mare e in lieve dislivello, ma dotata di tutti i servizi al modico prezzo di 10 euro al giorno. Stanchi del viaggio e assetati, andiamo a fare la spesa e ci riforniamo di acqua e viveri.

12 settembre : Slanica

Giornata dedicata allo snorkeling e al mare sulla spiaggia di sassi e scogli, con un bel fondale e acqua cristallina. Nel pomeriggio andiamo a fare una passeggiata al paese e al porto, entrambi suggestivi. La sera decidiamo di provare la pizzeria Morski Pass , con veranda sulla spiaggia di Slanica . Atmosfera piacevole, cibo discreto, personale gentile, prezzi non troppo economici.

13 settembre

La vacanza volge al termine. Salutiamo i Balcani che ci hanno regalato momenti felici e indimenticabili e partiamo. Per casa? No, c’è ancora un’altra tappa: il Salone del camper di Parma. E chi ci riesce a tornare a casa?

Marina, Marco e Bart

Consigli utili per i Balcani in camper

In Albania (e spesso anche in Montenegro) non sono attivi tutti i circuiti bancomat, per cui è consigliabile avere a disposizione carte di circuiti differenti. Se viaggiate con un cane, oltre al passaporto europeo va esibita la titolazione anticorpi vaccinali per la rabbia. In pratica, prima della partenza è necessario portare un campione di sangue del cane presso un centro analisi dedicato, consegnare la risposta al centro veterinario della ASL e far compilare modulo e passaporto.

Dove sostare con il camper nei Balcani

  • Valona Rezidenca Cekodhima Camping, SH8 Orikum, tel. +355 69 207 9023, [email protected], GPS 40°20’43.9”N 19°29’1”E.
  • Ksamil Ksamil Caravan Camping, SH81, WhatsApp e Viber: 00355/69/4263697, [email protected], sites.google.com/site/ksamilcaravancamping, GPS 39°46’42”N 20°0’21”E.
  • Përmet Albturist Ecocamp Përmet-Vjosa Rafting, SH75, tel. 00355/69/ 9812458, [email protected], www.exploringpermet.com, GPS 40°13’10.6”N 20°22’50.6”E.
  • Berat Guesthouse Niko, Rruga Santa Lucia 29, tel. 00355/69/ 5299362, GPS 40°41’56.6”N 19°57’28.4”E.
  • Scutari Camping Legjenda, Agron 1, tel. 00355/69/6506746, [email protected], www.campinglegjenda.com, GPS 42°2’40”N 19°29’21.3”E.
  • Kotor Autocamp Naluka, 85338 Morinj, tel. 00382/69/346346, GPS 42°29’12.3”N 18°39’6.8”E.
  • Dubrovnik Dubrovnik City Parking, Žuljanska ulica 1, WhatsApp 00385/91/5187686, dubrovnikcityparking.com, GPS 42°39’9.9”N 18°5’14”E.
  • Opuzen Autokamp Rio, Pržinovac 20355, tel. 00385/20/692299, GPS 43°0’50.2”N 17°28’8.3”E.
  • Murter Area Sosta Camper Parking Plaza Slanica, plaza slanica put slanice 87 bb 22243, GPS 43°49’3.6”N 15°34’51.1”E.

——————–

Per scoprire sconti e vantaggi sulle soste camper nei Balcani,  visita la pagina del PLEINAIRCLUB!

Tutti gli itinerari di PleinAir sui Balcani e i viaggi in camper li puoi leggere sulla rivista digitale sul pc, sul tablet o sullo smartphone. Con un anno di  abbonamento  a PLEINAIR (11 numeri cartacei) hai a disposizione gli inserti speciali, la rivista digitale e l’archivio digitale dal 2015 (con gli allegati).

Con l’abbonamento a PleinAir  ricevi i prossimi numeri comodamente a casa e risparmi!

________________________________________________________

Tutti gli itinerari, i weekend, i diari di viaggio li puoi leggere sulla rivista digitale da smartphone, tablet o PC. Per gli iscritti al PLEINAIRCLUB l’accesso alla rivista digitale è inclusa.

Con l’ abbonamento  a PleinAir (11 numeri cartacei) ricevi la rivista e gli inserti speciali comodamente a casa e risparmi!

photo gallery

dove sostare

Maremma toscana, a spasso per le meraviglie della Feniglia

Zakono & vrela.

tag itinerario

  • Albania , Apollonia , Argirocastro , Berat , Budua , Butrinto , città , Croazia , cultura , Diari di viaggio , Dubrovnik , Durazzo , estate , Kruja , Ksamil , mare , Montenegro , Niko , Scutari , Sebenico , Slanica

cerca altri itinerari

altri risultati...

condividi l'articolo

Nuove idee di viaggio, dove andare per un weekend in camper in basilicata ecco 5 proposte.

Cosa puoi fare in un weekend in camper in Basilicata? Volare sulle guglie, camminare sospeso nel vuoto, perderti nei vicoli

Olimpiadi Francia 2024: cosa vedere in camper partendo da Parigi

Brescia e dintorni in camper seguendo la via delle sorelle, in sicilia nel trapanese tra templi, bagli e saline, sicilia in camper da enna a piazza armerina, slovacchia, bratislava: 8 cose da vedere, cuneo e le valli del piemonte in camper, cilento in camper da paestum a palinuro, tour di asti e del monferrato in camper, scandinavia in camper: viaggio di 10 giorni tra svezia e norvegia, viaggi gli itinerari in zona, irlanda in camper: viaggio di 16 giorni nell'isola smeralda, umbria in camper: viaggio di 6 giorni intorno al lago trasimeno, puglia in camper: viaggio di 22 giorni tra i sapori d'estate, tunisia in camper: viaggio di 15 giorni con il richiamo del deserto, news dal mondo viaggi, disabilità e camper: 7 consigli per mettersi in viaggio, rai1 sbarca a maratea: camper in viaggio, ecco le puntate, pomerania, sardegna e il nuovo panama: consigli per l'estate 2024, festa del pleinair 2024, ci vediamo in comune, templi, saline e mulini: a trapani il camper della rai, magna grecia on the road: camper della rai nel cilento, veicoli e accessori schede tecniche, lmc tandero 500 k, 5 accessori inconsueti per l’estate in camper, viesa holiday x: la rivoluzione dell’evaporativo, malibu van diversity coupe 640 le k charming, amplo cls e la caravan sosta in piano, 7 accessori indispensabili per il garage del camper, club news dalla community, elisabetta e michelangelo su rai1 a camper in viaggio, camper in viaggio su rai 1: il cilento in famiglia con luca e danila, con rosanna e luca su rai 1 in toscana per camper in viaggio, camper in viaggio su rai 1: in calabria con angela e giuseppe, adriana torna su rai 1 a camper in viaggio in sardegna, marco e giovanni su rai1 per camper in viaggio.

More results...

Sistema Plein Air s.r.l. Partita IVA 15525461008 Sede operativa: via di Tor Fiorenza 30, 00199 Roma.

[email protected]

06 85305377

tour croazia e montenegro

Username o password errati

Credenziali dimenticate manda un'email a [email protected], benvenuto .

tour croazia e montenegro

Croazia e Montenegro - Tra Città d'Arte e Parchi Naturali

Un itinerario emozionante che parte dall’antico porto di Zara, tocca le atmosfere veneziane di Trogir, giunge a Spalato con l’immenso palazzo voluto da Diocleziano nel 293 d.C. In pochi chilometri dalle possenti mura che proteggono le chiese di Dubrovnik, l’antica Ragusa oggi modaiola meta turistica, si raggiungono le moscheedell’incantevole Mostar, dove il famoso ponte distrutto dalla guerra dell’ex-Jugoslavia è stato fedelmente ricostruito. Emozionante sosta a Medjugorie sulla collina dove è apparsa la Vergine nel 1981. Non può mancare un’escursione in Montenegro, la Perla dell’Adriatico. Il tour è stato arricchito dall’escursione al Parco Nazionale della Krka, meraviglioso spettacolo di cascate e laghi color smeraldo.

Arte e cultura

Formule di viaggio

Puoi personalizzare il tuo viaggio scegliendo alcune attività giornaliere e il mezzo di trasporto per raggiungere la prima tappa del tour.

Prossime partenze

= partenze garantite.

SCOPRI IL VIAGGIO

1° giorno - VERONA - RIVIERA DI ZARA

1° giorno (km 560).

Al mattino partenza dalla località prescelta in direzione di Verona. Incontro con l’accompagnatore e inizio del tour in pullman Gran Turismo verso Trieste, la Slovenia e la Croazia. Pranzo libero lungo il percorso. Nel tardo pomeriggio arrivo a Zara, antica città di impronta veneziana. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento. 

2° giorno - ZARA - TROGIR - SPALATO - MAKARSKA

2° giorno (km 220).

Prima colazione in hotel. Partenza per Trogir per la visita guidata della città. Chiamata anche la “Piccola Venezia”, dal 1997 è entrata a far parte del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Il nucleo centrale è formato da due isolette collegate alla terraferma da due ponti, un vero gioiello molto ben conservato. Proseguimento per Spalato, città principale della Dalmazia centrale, che ha 1700 anni. Da qui l’imperatore romano Diocleziano governò il mondo, lasciandole in eredità un’architettura unica. Il Palazzo di Diocleziano, la costruzione antica meglio conservata in tutta la Croazia, risalente al 293 d.C. presenta la pianta tipica degli accampamenti militari romani, si estende su una superficie di 38.500 mq e incanta per la sua straordinaria bellezza. Il centro storico è annoverato nel Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Pranzo libero. In serata arrivo sulla Riviera di Makarska a Neum. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento. 

3° giorno - MEDJUGORIE - MOSTAR - DUBROVNIK

3° giorno (km 260).

Prima colazione in hotel. Partenza per Medjugorie, piccolo villaggio dell’Erzegovina. Grazie alle apparizioni della Vergine Maria, dal 24 giugno 1981 è diventata centro di preghiera e meta di numerosissimi pellegrini da tutto il mondo. Tempo a disposizione per la visita della Cattedrale di San Giacomo e, per chi lo desidera, la salita alla collina pietrosa del Podbrdo, luogo delle apparizioni della “Madonna della Pace”. Pranzo libero. Nel pomeriggio proseguimento per la piccola cittadina di Mostar, luogo simbolo dello scontro fra religioni e culture diverse, gravemente danneggiata durante la Guerra dei Balcani. La cittadina è divisa in due parti dal fiume Neretva e sulle sue sponde si fronteggiano i quartieri cattolici e musulmani. Il Ponte Vecchio, abbattuto nel 1993 e ricostruito nel 2004, è un luogo carico di significati: divenuto simbolo di pace, è stato inserito dall’Unesco nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Proseguimento in direzione di Dubrovnik, l’antica Ragusa, una delle città più belle del Mediterraneo. Sistemazione in hotel nelle vicinanze della città. Cena e pernottamento. 

4° giorno - BUDVA - KOTOR - DUBROVNIK

4° giorno (km 210).

Prima colazione in hotel. Partenza per il Montenegro, “la Perla del Mediterraneo”, ricchissima di arte, storia e cultura. Arrivo nella cittadina di Budva ed incontro con la guida. La città vecchia è caratterizzata da un’architettura tipicamente mediterranea e sorge su un’isoletta collegata alla terraferma da una lingua di sabbia; è circondata da bastioni risalenti al XV secolo che formano un sistema di fortificazione medievale con porte, mura difensive e torri. Il tour continua seguendo la panoramica costa montenegrina. Sosta per ammirare Santo Stefano (Sveti Stefan), una piccola isola collegata alla terra ferma da un istmo artificiale che, negli anni, si è meritata l’appellativo di “Gioiello della Costa Montenegrina”. Continuazione per Kotor e tempo libero a disposizione per il pranzo. Nel primo pomeriggio visita guidata della città vecchia con il suo meraviglioso centro storico di impronta veneziana, inserito dall’Unesco tra i Patrimoni Mondiali dell’Umanità. Si specchia sulle Bocche di Cattaro, un’articolata serie di profondi bacini perfettamente riparati dal mare aperto, che costituiscono il più grande porto naturale del mar Adriatico. Al termine continuazione verso Perast, graziosa cittadina che sorge sulla parte più interna delle Bocche di Cattaro, punto agevole per raggiungere l’isoletta dello Scalpello dove sorge l’omonimo Santuario Mariano. Al termine partenza per il viaggio di rientro verso Dubrovnik. Cena e pernottamento.     

5° giorno - DUBROVNIK - SIBENIK

5° giorno (km 280).

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita guidata della città, famosa in tutto il mondo per il suo patrimonio culturale, la sua bellezza e per la ricca offerta turistica; cinta da mura secolari è baciata dal clima mite e dal mare limpido. Dubrovnik costituì per secoli l’Autonoma Repubblica di Ragusa e mantenne la propria indipendenza come quinta Repubblica Marinara Italiana. Vanta un centro storico di particolare bellezza, annoverato nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco; durante la visita guidata si potranno ammirare il Monastero dei Francescani (esterno), il Monastero dei Domenicani (esterno), il Palazzo dei Rettori del XV secolo, il Palazzo Sponza e la Chiesa barocca di San Biagio. Pranzo libero e tempo a disposizione per visite individuali. Al termine partenza per Sibenik, città e porto della Dalmazia centrale, ricca di testimonianze storiche e monumenti di pregio tra cui molti di epoca veneziana, dal momento che la città appartenne per secoli alla Repubblica di Venezia. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento. 

6° giorno - SIBENIK - PARCO NAZIONALE della KRKA - SIBENIK

6° giorno (km 25).

Prima colazione in hotel. In mattinata partenza in direzione del Parco Nazionale della Krka, insieme di laghetti color smeraldo e meravigliose cascate. Costruito nel 1985 sul corso più spettacolare del Fiume Krka, si è rivelata una delle attrazioni più visitate di tutta la Nazione. All’arrivo visita con guida del Parco per ammirare le meravigliose cascate, tra cui la più famosa e scenografica è certamente quella di Stradinski buk. Lungo il tragitto si incontrano mulini ad acqua, alcuni dei quali caratteristici edifici sono stati trasformati in piccole botteghe di souvenir e ristoranti, mentre altri fungono da musei etnografici. A bordo di un’imbarcazione si raggiunge l’isoletta di Visovac dove sorge il famoso Monastero con la Chiesa, un vero e proprio gioiello circondato da una natura rigogliosa. Al termine rientro in barca verso Skradinski. Pranzo libero in corso d’escursione. Nel tardo pomeriggio rientro a Sibenik. Cena e pernottamento.

7° giorno - SIBENIK - ZARA

7° giorno (km 90).

Prima colazione in hotel. Visita guidata della città con la Cattedrale di San Giacomo,  annoverata dall’Unesco nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Pranzo libero. Proseguimento per Zara, importante scalo marittimo della Dalmazia centrale, costituita da un nucleo antico serrato su una penisola e ancora circondato da possenti mura con resti di età romana e chiese medievali, architetture barocche ed eleganti palazzi ottocenteschi. Visita guidata della città. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento

8° giorno - ZARA - VERONA

8° giorno (km 570).

Prima colazione in hotel. Partenza per l’Italia via Croazia e Slovenia. Pranzo libero lungo il percorso. Proseguimento per Trieste e Verona. In serata rientro alla località di partenza.  

Unisciti a noi

Partecipa a questo tour organizzato di Caldana Europe Travel, vivi un'esperienza unica che ti arricchirà con emozioni magiche ed incantevoli.

Tour di 8 Giorni

Tutto quello che devi sapere.

Hai domande sull'organizzazione del tuo viaggio? hai dubbi sulle quote, sui documenti o sulle formule del tour? Qui troverai tutte le risposte di cui hai bisogno ed anche qualche approfondimento che ti potrebbe essere utile!

Cosa non deve mancare in valigia?

Quali sono i documenti necessari, quali sono le formule di viaggio disponibili, cosa comprendono le quote, cosa non comprendono le quote, quali sono gli ingressi da pagare in loco, quali sono le escursioni facoltative previste per il tour, quali sono gli hotel selezionati, quali sono i siti unesco visitati, cosa succede dopo il booking online, quali pullman vengono utilizzati, come funziona il servizio navetta, trasferimenti auto da/ per aeroporto/ stazione, quali sono i vantaggi di questo tour, assicurazioni e condizioni, diritti di apertura pratica, ti consigliamo anche....

A Tempo di Valzer: Praga, Bratislava, Budapest, Vienna e Lubiana

A Tempo di Valzer: Praga, Bratislava, Budapest, Vienna e Lubiana

Tour delle Cinque Capitali : Praga, Bratislava, Budapest, Vienna e Lubiana

Le Perle dell'Adriatico

Le Perle dell'Adriatico

Zara, Trogir, Spalato e Dubrovnik

Lubiana, Zagabria, Laghi di Plitvice e Istria

Lubiana, Zagabria, Laghi di Plitvice e Istria

Slovenia e Croazia

Diario contemporaneo

Viaggio nei Balcani occidentali: 10 giorni tra Albania, Montenegro, Bosnia Erzegovina, Croazia

Viaggio nei balcani on the road: un’esperienza unica.

Organizzare un viaggio on the road nei Balcani è una di quelle esperienze da fare almeno una volta nella vita!  L’organizzazione di un tour di 10 giorni nei Balcani occidentali, una volta capite le varie policy dei visti, è davvero semplice: partendo dall’Albania si può arrivare in Ungheria passando per Montenegro, Bosnia Erzegovina e Croazia attraverso un itinerario suggestivo che percorre la costa adriatica. Noi abbiamo deciso di viaggiare in autunno, quando nei Balcani le temperature sono ancora miti, ma vale senz’altro la pena tornarci in estate per un tuffo in quel bellissimo mare turchese!

viaggio nei balcani

Itinerario di 10 giorni attraverso i Balcani Occidentali

Giorno 1: la Tirana storica

Mattina – iniziamo il nostro viaggio atterrando a Tirana, Albania. Terra piatta, basse montagne brulle, un sole caldo e il cielo blu senza nessuna imperfezione: il solo paesaggio racconta molto di questa terra ricca di storia. Raggiungiamo subito il nostro ostello, il Tirana  Backpacker Hostel : si tratta di una casa indipendente con le varie camerate che affacciano su una zona esterna piuttosto grande. Il mio primo pensiero è di fiondarmi sull’amaca intercettata nel giardino, ma decidiamo di lasciare gli zaini e partire alla scoperta della città.

Pomeriggio – partendo dalla bianchissima e luminosissima piazza Scanderbeg , esploriamo i dintorni: la statua di Scanderbeg , la torre dell’orologio , la moschea Ethem bey . Tirana mi ricorda un po’ l’India per l’aria calda, i carretti di frutta per le strade, l’atmosfera energica, ma senza farsi mancare quella punta di originalità tipica dei Balcani. Vorremmo visitare il Bunk’Art , il bunker atomico trasformato in museo di storia e arte contemporanea, ma purtroppo è chiuso. Decidiamo, quindi, di concludere la giornata con un’ultima tappa: il Grand park of Tirana . Scopriamo che questo è il polmone verde della città. Si tratta, infatti, di un parco vastissimo dotato di lago artificiale, pista ciclabile, chioschi… l’atmosfera è davvero degna di una birra in riva al lago lontano dal traffico cittadino!

Sera – tentiamo subito un ristorante tradizionale albanese e rimaniamo estasiati: da Oda  per pochissimi soldi ci saziamo come al banchetto di un re! Dopo aver cenato, ci spostiamo verso un bar vicino all’ostello, l’ Hemingway Bar Tirana . Il posto è perfetto per concludere il primo giorno di un viaggio nei Balcani. Qui incontriamo anche il ragazzo che gestisce l’ostello e ci racconta di essere un americano laureato in Relazioni Internazionali per il Medio Oriente e che, non avendo trovato altro per vivere, è espatriato a Tirana e si è ritrovato un po’ per caso a gestire l’ostello dove alloggiamo. Tra me e me, penso che non mi andrebbe così male se anche io finissi a gestire un ostello con una fantastica amaca nel giardino!

tirana

Giorno 2: la Tirana cool

Mattina – iniziamo la seconda giornata con una buona dose di cultura visitando il Museo Nazionale di Storia . Scopriamo che questo è il museo più grande del Paese e decisamente il posto giusto per entrare in contatto con la storia e la cultura dell’Albania.

Pomeriggio – passando per la Piramide , ovvero l’orribile mausoleo in memoria del dittatore Enver Hoxha, ci dirigiamo verso il quartiere di Blloku , la zona più “cool” della città. Ricco di ristoranti e bar, viali alberati ed edifici colorati, è davvero un bel posto dove godersi un pomeriggio di sole!

Sera – decidiamo di fermarci nella zona di Blloku e scopriamo che Radio Bar Tirana è un ottimo locale dove fermarsi per bere qualcosa in compagnia e passare allegramente una piacevolissima serata!

Giorno 3: in viaggio dall’Albania al Montenegro

Mattina – ci svegliamo consapevoli di dover affrontare la tratta più lunga del nostro viaggio nei Balcani: ben 9 ore di pullman attraverso il confine tra Albania e Montenegro. Grazie a Getbybus abbiamo già il biglietto e sappiamo esattamente dove andare. Una volta partiti, poi, ci rendiamo conto che saremmo stati pochissimi passeggeri: oltre a noi ci sono solo un paio di viaggiatori. Prima di partire per il nostro viaggio nei Balcani, avevamo letto che per passare il confine tra l’Albania e il Montenegro non è necessario il passaporto e infatti la carta d’identità italiana viene accettata senza problemi.

Pomeriggio – l’unica pausa che fa il nostro pullman è a Podgorica (letto “Podgoriza”), la capitale del Montenegro che si trova nell’entroterra. Dal finestrino sembra una città grigissima e ciò conferma la nostra decisione di proseguire direttamente per la costa montenegrina. Tutto sommato, il viaggio è stato confortevole, meno pesante del previsto e, soprattutto, ci ha permesso di ammirare paesaggi mozzafiato con il sottofondo della musica balcanica!

Sera – arriviamo a Kotor che è ormai buio, ma ci rendiamo subito conto del fasciano della città. Il nostro ostello si trova all’interno delle mura, nel cuore della parte vecchia. L’ostello, ultramoderno, è però davvero freddo! Forse in Montenegro, come nelle Canarie , non hanno il riscaldamento? Mi sembra strano, ma alla reception dicono che controlleranno. Noi nel frattempo ci sistemiamo nella nostra stanza dove dormono anche un’americana e una cinese, ma siamo così stanchi che ci addormentiamo subito.

trekking durante il viaggio nei balcani

Giorno 4: Kotor & Sveti Stefan

Mattina – per questa giornata abbiamo due importanti obiettivi: trekking a Kotor e relax a Sveti Stefan ! Cominciamo dal primo e, dopo esserci svegliate abbastanza presto, ci vestiamo comode per visitare la città dall’alto delle montagne che la circondano. Chiacchierando con la ragazza americana, infatti, scopriamo che Kotor è una delle mete più ambite dagli amanti dell’ escursionismo e che tutti si fermano qui per esplorare percorsi montani di indicibile bellezza. Così, anche noi chiediamo alcune informazioni alla reception dell’ostello e ci incamminiamo verso il sentiero. A metà salita, grondanti di sudore e già stanchi, capiamo di essere fuori strada e che il sentiero turistico si trova dall’altro lato. Ma non importa perché, arrivati in cima, veniamo subito ripagati dal panorama!

Pomeriggio – con un cambio a Budva, località marittima danneggiata dalle costruzioni abusive, arriviamo in una delle mete che attendevo maggiormente: Sveti Stefan . Si tratta di una località marittima con una suggestiva “isola” collegata alla costa da una sottile lingua di terra e circondata tutt’intorno da un mare cristallino. La spiaggia è formata da minuscoli sassolini rossi che accentuano il contrasto con il turchese del mare e la vegetazione rigogliosa. Sembra davvero un paradiso!

Montenegro, sveti stefan

Giorno 5: Herceg Novi/Castelnuovo

Mattina – ci dirigiamo ancora più a nord per una gita in giornata a Herceg Novi (o Castelnuovo per gli italiani). Già solo il tragitto in pullman parla da sé per la straordinaria bellezza del panorama. Con il solito apprezzatissimo sottofondo di musica balcanica, ci lasciamo trasportare attraverso paesaggi da sogno, a tratti quasi incontaminati. Herceg Novi, poi, merita davvero. Con il suo fascino un po’ medievale, le strade bianche, una vegetazione mediterranea e un mare mozzafiato, questa città ci rapisce il cuore. 

Pomeriggio   –  Passiamo la giornata a goderci questa località fantastica e a riempirci gli occhi di meraviglia e decidiamo di voler restare qui per sempre. Ma una nuova meta del nostro viaggio nei Balcani ci aspetta: Dubrovnik, Croazia. Torniamo quindi a Kotor pronti per attraversare un altro confine.

Giorno 6: Dubrovnik

Mattina – dopo una notte da incubo in una sorta di airbnb croato, ci svegliamo a Dubrovnik : la città che ti fa dimenticare di tutti i mali e che ti incanta per la vista sul Mediterraneo dall’alto delle mura della città antica. Partiamo subito all’esplorazione della città. I fan del Trono di Spade la riconosceranno come King’s Landing; i meno appassionati potranno comunque ammirarne tutte le sfumature: la città medievale, l’affaccio sul vasto mare, la vegetazione mediterranea, i colori tipici del sole. Non abbiamo abbastanza tempo per visitare Dubrovnik come si dovrebbe, ovvero entrando nel Convento dei Frati Minori , nella Cattedrale , nel Palazzo del Rettore … Decidiamo quindi di attraversarla in lungo e in largo tra le sue strade acciottolate e le case bianche.

Pomeriggio – Per ammirare ancora meglio la città, optiamo per un giro in barca. Per dieci euro, passiamo una bellissima ora ad ammirare Dubrovnik dal mare, passando intorno all’incontaminata isola di Lokrum . Terminiamo la giornata osservando un tramonto violetto dal porto.

dubrovnik

Giorno 7: in viaggio dalla Croazia alla Bosnia  Erzegovina

Mattina  – avendo ancora mezza giornata a disposizione a Dubrovnik, la dedichiamo al giro delle mura. Un biglietto per le  city walls  costa 200 kune, circa 26 euro, ma appena saliti ci rendiamo conto che questo tour li vale tutti! Abbiamo la possibilità di percorrere il perimetro della città dall’alto immersi in un’atmosfera fiabesca e rimaniamo incantati dalla vista che ci si presenta davanti. Questo viaggio nei Balcani ci sta davvero conquistando!

Pomeriggio  – arrivato il primo pomeriggio, è l’ora di separarmi dai miei compagni di viaggio: io proseguirò da sola la mia avventura verso  Sarajevo . Mi preparo, quindi, ad un altro viaggio in pullman per attraversare il confine con la Bosnia-Erzegovina. Anche in questo caso  non è richiesto il passaporto . Il viaggio dura circa 4 ore e mezzo, ma già dopo poco la partenza il paesaggio cambia, diventando un po’ più brullo e cupo. Arrivo a Sarajevo che è già buio e mi dirigo subito verso l’ostello, il  Balkan Han . La situazione che mi accoglie all’interno è estremamente calorosa: l’ostello è caldo e accogliente, pieno di ragazzi che guardano una partita in tv tra una battuta goliardica e l’altra. Ad accogliermi è Ivan, il gestore. Avevo già letto di quanto fosse “awesome” su Hostelworld al momento di scegliere l’ostello e devo ammettere che la sua accoglienza è all’altezza delle aspettative!

old market Sarajevo

Giorno 8: Sarajevo old town

Mattina – dopo aver raccolto tutte le informazioni necessarie sulla città alla reception dell’ostello, mi dirigo al punto d’incontro per un consigliatissimo free walking tour . A parteciparvi ci sono molti ragazzi dell’ostello, per lo più americani. Il tour dura circa due ore e percorriamo tutta Sarajevo. A guidarci è un giovane ragazzo bosniaco che ha deciso di intraprendere quest’attività per trasmettere il messaggio che Sarajevo non è solo guerra, non è pericolosa e soprattutto è multiculturale. Terminiamo il tour a Baščaršija , dove si trova il mercato principale: uno dei posti più suggestivi dove mangiare in città!

Pomeriggio – mi avvio verso il punto panoramico più famoso da cui osservare Sarajevo e la sua valle dall’alto. Vratnik , infatti, è una collina da cui, una volta salitoci, puoi goderti il tramonto sulla città, ma soprattutto renderti conto del paesaggio che la circonda. Sarajevo è costruita in una valle, ma tutt’intorno si alzano queste montagne a tratti densamente abitate e dello stesso colore cupo che aveva caratterizzato il mio viaggio dalla Croazia alla Bosnia-Erzegovina.

Giorno 9: Mostar

Mattina  – come tappa nel mio viaggio nei Balcani non poteva mancare  Mostar , città il cui nome deriva dal ponte simbolo (lo  stari most , o vecchio ponte). Infatti, questo ponte, l’unico che collega le due sponde della città, fu bombardato durante la guerra e vide contrapposte sulle due rive le due fazioni croata e bosniaco-musulmana. Al termine del conflitto, Mostar rimase divisa tra croati e bosniaci, divisione accentuata dalla mancanza di un ponte che unisse concretamente e metaforicamente le due rive. Ricostruito infine nel 2004, fu dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO l’anno successivo.

Pomeriggio  – dopo mezza giornata passata a Mostar, mi rendo conto che la città ha esaurito il suo fascino e decido di tornare a Sarajevo per godermi le zone che avevo più apprezzato durante il free walking tour, in particolare quella del mercato.

tour croazia e montenegro

Giorno 10: in viaggio da Sarajevo a Zagabria 

Mattina – è arrivato il momento di lasciare la Bosnia-Erzegovina e avvicinarmi alla conclusione del mio viaggio nei Balcani occidentali. Inserire Zagabria come ultima tappa, anche se ci ero già stata poco tempo prima, è stato necessario per spezzare il lungo viaggio di ritorno fino a Budapest. Ma, d’altra parte, ogni scusa è buona per tornare in una città tanto interessante! La partenza è molto presto, ma con 5/6 ore di viaggio riesco ad essere a Zagabria per pranzo.

Pomeriggio – dopo aver lasciato lo zaino in un tranquillo e accogliente ostello ( Hostel Explorer ), decido come prima cosa di recarmi a Kaptol , nel cuore della Zagabria medievale , dove domina la coloratissima chiesa di San Marco .

Giorno 11: in viaggio verso Budapest

Mattina – mi godo un ultimo giro nella parte bassa della città: Dolac market è sempre uno dei miei luoghi preferiti! Poi, verso l’ora di pranzo, è tempo di prendere l’ultimo pullman che in circa 4 ore mi porterà a Budapest , la mia casa temporanea.

dolce market Zagabria

Potrebbe anche piacerti:

copenaghen in inverno

Tre giorni a Copenaghen in inverno

weekend a gran canaria

Mare d’inverno: weekend a Gran Canaria in total relax

tour croazia e montenegro

Weekend di fuga a Barcellona

' src=

Ciao Virginia,

Articolo molto interessante!

Farò una tratta simile alla tua partendo però da Corfu e arrivando a Spalato, Croazia.

Sai per caso dirmi che compagnia di autobus hai utilizzato per andare da Tirana in Montenegro e poi in Croazia?

Un saluto Riccardo

' src=

Ciao Riccardo, una tratta bellissima, la consiglio assolutamente! Ho prenotato tutti gli spostamenti in pullman tramite getbybus e mi sono sempre trovata benissimo. Buon viaggio!

' src=

Ciao, partirò da agosto per un itinerario tra Albania e Montenegro, sto trovando problemi nel noleggiare un’auto perché tutti mi dicono che posso noleggiarla e guidare solo in Albania senza passare al Montenegro, voi come vi siete organizzati? Avresti un’agenzia da consigliarmi, grazie in anticipo!

Lascia una risposta Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Noleggio auto

Dopo la Croazia, è stato il Montenegro il paese dell’ex Jugoslavia che ha saputo sfruttare al meglio le bellezze paesaggistiche del suo territorio per diventare una delle mete turistiche europee emergenti più gettonate.

Perché non unire in un solo viaggio queste due dinamiche e affascinanti nazioni? Vi bastano poche ore d’auto per raggiungere le principali attrazioni turistiche del Montenegro dalla costa meridionale della Croazia e se partite da Dubrovnik potete persino muovervi con i mezzi pubblici.

Al di là del confine vi attendono spiagge bagnate da acque trasparenti che nulla hanno da invidiare a quelle croate, antiche città cinte da mura ancora poco visitate dai turisti italiani e un mix affascinante di culture (montenegrina, serba, bosniaca, albanese e croata).

I tempi del Montenegro supereconomico sono già finiti, ma il rapporto qualità/prezzo è ancora buono. Non aspettate oltre: lasciate per qualche giorno le spiagge della Croazia e fate un salto a vedere cosa c’è giusto un po’ più in là.

Quando andare in Montenegro

Il clima del Montenegro è continentale nell’entroterra, con temperature estreme sia in estate che in inverno, e mediterraneo lungo la costa, con temperature più moderate.

L’inverno non è un buon periodo per andare in Montenegro anche se avete una buona resistenza al freddo: nevicate e gelate frequenti rendono pericoloso spostarsi in auto. Considerate un viaggio in Montenegro in questa stagione solo se amate sciare.

L’estate è la stagione migliore per chi vuole fare una vacanza di mare. Tenete presente che ormai il turismo in Montenegro si è già fortemente sviluppato, pertanto è fortemente consigliato prenotare in anticipo se viaggiate in luglio o agosto o rischiate il tutto esaurito.

Il periodo migliore per andare in Montenegro è la primavera o l’inizio dell’autunno, quando le temperature miti permettono di apprezzare le bellezze paesaggistiche e culturali del paese senza patire caldo o freddo.

A prescindere dalla stagione in cui viaggiate mettete in valigia un ombrello o degli abiti impermeabili perché le precipitazioni in Montenegro sono frequenti durante tutto l’anno e prevedono anche temporali improvvisi e piogge torrenziali.

Come arrivare in Montenegro

Il modo più veloce per arrivare in Montenegro è prenotare un volo per Podgorica , purtroppo però al momento non sono in funzione voli di compagnie low cost dall’Italia ma solo voli di compagnie nazionali pertanto il costo potrebbe essere elevato.

È quindi consigliabile prenotare un volo low cost o un traghetto per Dubrovnik e da lì raggiungere il Montenegro in auto. Se noleggiate un’ auto in Croazia assicuratevi di essere autorizzati a varcare il confine: in genere è possibile pagando un sovrapprezzo.

Se volete viaggiare con i mezzi pubblici è possibile raggiungere in autobus le città principali del Montenegro partendo da Spalato o Dubrovnik.

Cosa vedere in Montenegro

Famoso per il turismo balneare, il Montenegro concentra nel suo piccolo territorio non soltanto spiagge favolose ma anche città affascinanti, monasteri immersi nel verde e aree naturali di straordinaria bellezza.

Ecco le attrazioni top del Montenegro .

La capitale del Montenegro è una destinazione insolita perfetta per viaggiatori curiosi stanchi dei soliti cliché turistici.

Il centro storico (Stara Varos) di Podgorica è un delizioso agglomerato di casette sulla confluenza di più fiumi che mescola architetture e atmosfere ottomane, austro-ungariche e sovietiche. La Città Nuova (Nova Varos) è invece un’area moderna e dinamica con tanti negozi e locali.

L’attrazione top di Podgorica è la magnifica Cattedrale della Resurrezione , un’imponente chiesa serbo-ortodossa, ma molti turisti che hanno visitato la città metteno al primo posto delle loro preferenze le rilassanti passeggiate lungo i sentieri e le scalinate in pietra che costeggiano il fiume.

Podgorica è inoltre un’ottima base per visitare attrazioni famose come il lago di Scutari o il monastero di Ostrog .

Kotor è un gioiello incastonato nell’incantevole scenario naturale delle Bocche di Cattaro , profonde insenature dal profilo frastagliato delimitate da spettacolari montagne alte che vengono spesso paragonate a un fiordo norvegese.

Il centro di Kotor ha una forma vagamente a triangolo, con la punta protesa verso il mare; è piccolo e si gira agevolmente a piedi, ma concentra una quantità tale di cose da vedere da tenervi impegnati per una giornata intera… o più!

Le attrazioni da non perdere a Kotor sono le mura cittadine e le porte, la Cattedrale di San Trifone , la Collegiata di Santa Maria e la Piazza d’Armi con la Torre dell’Orologio.

Per rendere indimenticabile il vostro soggiorno a Kotor regalatevi una gita in barca alle Bocche di Cattaro e alla Grotta Azzurra .

Lago di Scutari

Il lago di Scutari (Skadar) è il più grande lago dell’area balcanica e uno dei più grandi di tutta l’Europa meridionale, con sponde in Montenegro e in Albania.

È una zona dal delicato ecosistema, perfetta per una gita in giornata all’insegna del relax o una mini-vacanza di qualche giorno per ricaricare completamente le batterie.

Spiagge del Montenegro

Il recente boom turistico del Montenegro è dovuto quasi interamente alle numerose spiagge disseminate lungo la sua costa, bagnate da un mar Adriatico straordinariamente azzurro.

Tra le spiagge più belle del Montenegro si possono citare la spiaggia di Dobrec nella penisola di Lustica, Zanjice nella Baia di Kotor, Sveti Stefan a Milocen, Jaz , Ricardova Glava , Sveti Nikola (detta anche Hawaii Beach) e Mogren nei pressi di Budva.

Non aspettatevi che tutte le spiagge del Montenegro siano idilliache oasi di tranquillità: molte località balneari erano già frequentatissime prima dell’arrivo dei turisti internazionali e ora registrano un numero di visitatori ancora maggiore. Meglio prenotare le vacanze estive con largo anticipo.

Prefisso telefonico

Bandiera del montenegro.

La bandiera del Montenegro è rossa, bordata di giallo oro, con al centro un simbolo nazional-monarchico: un’aquila a due teste con lo stemma di un leone sul petto, la corona in testa, uno scettro stretto in un artiglio e un globo sull’altro.

L’attuale bandiera è stata adottata nel 2004.

Pur non facendo parte dell’Unione Europea il Montenegro ha adottato l’ Euro , pertanto durante le vostre vacanze non avrete bisogno di cambiare i soldi.

Dove si trova Montenegro

La Repubblica del Montenegro è un piccolo stato montagnoso a sud-ovest della Croazia, appena a nord dell'Albania.

Approfondimenti

  • Collaborazioni

Viaggi che mangi

Itinerario in Croazia: 7 giorni tra mare e città d’arte

L’estate sta finalmente arrivando e starei cercando di certo alcune idee per organizzare il tuo prossimo viaggio. Da amanti dei Balcani non potevamo che consigliarti un itinerario in Croazia di 7 giorni . Di seguito troverai alcuni consigli per pianificare un viaggio che ti permetterà di scoprire alcune delle più belle città d’arte del Paese, ma anche di godere del bellissimo mare della Croazia.

Ecco cosa troverai in questo articolo:

Itinerario in Croazia di 7 giorni

Una settimana non è molta, ma è comunque un tempo utile per iniziare a visitare il Paese. Nell’itinerario in Croazia di 7 giorni che ti proponiamo abbiamo cercato di combinare visite alle città storiche e relax in spiaggia . Il mare della Croazia, infatti, è meraviglioso e se riesci ad organizzare la tua vacanza fuori stagione (giugno o settembre), quando la maggior parte dei turisti sarà già rientrata, credici se ti diciamo che non vorrai più andare via.

Il nostro itinerario in Croazia di 7 giorni inizia e si conclude al porto di Spalato , meta comodissima per raggiungere il Paese con il traghetto dall’Italia.

Itinerario in Croazia: 4 giorni nei dintorni di Dubrovnik

La prima parte di questo itinerario in Croazia di 7 giorni si svolge dei dintorni di Dubrovnik , città dal fascino unico e meta imperdibile del Paese.

Giorno 1: Spalato – Cavtat

Una volta giunto al Porto di Spalato, il nostro consiglio è quello di metterti subito in macchina verso Dubrovnik: la città di Split (Spalato in croato) potrai visitarla al tuo ritorno.

Il viaggio da Spalato a Dubrovnik dura più o meno 3 ore e dovrai oltrepassare un piccolissimo tratto di Bosnia ed Erzegovina.

Dubrovnik è una delle città più care di tutta la Croazia, perciò ti consigliamo di soggiornare un po’ fuori dal centro. L’alternativa potrebbe essere il porticciolo di Cavtat , a mezz’ora di macchina dalla famosa città dalmata. Ragusa Vecchia (come viene chiamata in italiano) è una cittadina calma e molto affascinante. Il mare è pulito e la sera i ristoranti locali offrono del buon pesce fresco.

Apartments Šiljug Cavtat

Panorama dall’Apartments Šiljug a Cavta.

Giorno 2: Dubrovnik

Il secondo giorno potresti dedicarlo alla scoperta della bellissima città dalmata.

Per raggiungere Dubrovnik da Cavtat la soluzione migliore è quella di prendere l’autobus che passa fino a tarda ora anche la sera o la barca per ammirare la costa dal mare. Noi abbiamo utilizzato entrambi e ti suggeriamo di utilizzare la barca all’andata e l’autobus al ritorno.

Le cose da vedere a Dubrovnik sono tantissime. Di sicuro non puoi perderti:

1. La passeggiata sulle Mura di Dubrovnik; 2. Il panorama dal Forte Lovrijenac; 3. Una visita al Palazzo del Rettore; 6. Il chiostro del Monastero Francescano; 7. Le Fontane di Onofrio; 8. Una passeggiata tra i vicoli di Dubrovnik (alla sera sono fantastici!) .

La città è davvero piccolina, perciò queste cose riuscirai a farle tranquillamente in una giornata.

cosa vedere a dubrovnik: i tetti della città dall'alto delle mura

Palazzo del Rettore, Dubrovnik, Croazia.

LEGGI LA GUIDA AI LUOGHI DEL TRONO DI SPADE A DUBROVNIK!

Giorno 3: Lokrum

Il terzo giorno del tuo itinerario di 7 giorni in Croazia ti consigliamo di dedicarlo alla visita dell’isola di Lokrum .

Storie e leggende circondano questo angolo di Paradiso croato. La natura , qui, ha la meglio sull’uomo e incontrerai spesso conigli e pavoni durante le tue passeggiate per l’isola. Niente macchine o motorini, l’isola è minuscola e per spostarsi si seguono a piedi i percorsi sterrati.

Un tuffo nelle acque cristalline del mare della Croazia e poi un picnic sotto gli ulivi, prima di salire al punto più alto dell’isola per godere di un panorama mozzafiato sulla città di Dubrovnik.

A fine giornata tornare alla realtà sarà davvero difficile!

conigli sull'isola di lokrum

Pavoni sull’isola di Lokrum, Croazia.

Giorno 4: Cavtat – Trogir

Siamo arrivati al quarto giorno del tuo itinerario in Croazia ed è arrivato il momento di lasciare Cavtat per tornare verso Spalato. La meta è la cittadina di Trogir, poco più a nord.

Per raggiungere Traù (il suo nome in italiano) ci si impiegano 3 ore e mezza e dovrai riattraversare di nuovo il pezzetto di Bosnia ed Erzegovina.

Itinerario in Croazia: 3 giorni nei dintorni di Spalato

La seconda parte dell’itinerario in Croazia di 7 giorni che ti proponiamo si concentra nei dintorni di Spalato , tra cittadine che ricordano l’epoca in cui i veneziani avevano il controllo su queste terre e un mare che è tra i più belli della Dalmazia.

Giorno 5: Trogir

Trogir è una delle cittadine più caratteristiche della Croazia: un dedalo di vicoli tra i muri di pietra delle case da cui spuntano panni stesi e piante dai fiori colorati. Il passato veneziano della città lo si riconosce bene e a volte alcuni scorci ricordano le città venete.

Trogir è magnifica sia di giorno che di notte, quando i suoi vicoli si trasformano in un labirinto suggestivo in cui si aprono spiazzi di rumore occupati dai ristoranti che sorgono all’interno dei cortili.

La città di Traù si trova su una piccola isoletta stretta tra le terraferma e la più estesa isola di Ciovo. Se vuoi rilassarti al mare potresti valutare l’idea di cercando un alloggio proprio qui.

scorci del centro storico di trogir: panni stesi.

Giorno 6: Šibenik

Il sesto giorno del tuo itinerario in Croazia di 7 giorni potresti trascorrerlo semplicemente al mare, ma se hai voglia di visitare ancora un’ultima città recati a Šibenik . Se puoi organizza la tua visita nel tardo pomeriggio, quando i raggi del sole del tramonto si intrufolano tra i vicoli e la pietra delle case inizia a brillare.

Non dimenticarti di entrare nella bellissima ed imponente Cattedrale di San Giacomo .

cosa vedere nei dintorni di spalato: sibenik e la sua cattedrale, una delle location di game of thrones in croazia.

Facciata della Cattedrale di Šibenik.

Se sei curioso di scoprire qualcosa di più su cosa vedere a Trogir e dintorni non perderti il post che abbiamo scritto su questa zona.

Giorno 7: Spalato

Siamo arrivati alla fine del tuo itinerario in Croazia: è giunto l’ultimo giorno della tua vacanza. Questo non vuol dire, però, che non puoi sfruttare ancora le ore che precedono la tua partenza!

È arrivato il momento, infatti, di visitare Spalato .

Split è davvero un gioiello: il centro storico della città si sviluppa all’interno di quelle che un tempo erano le mura del Palazzo di Diocleziano . Pensare che l’intero edificio si estendeva su una superficie di 31.000 mq è qualcosa di davvero incredibile!

Questa città della Croazia è un vero e proprio museo a cielo aperto: la piazza principale sorge su quello che un tempo era il peristilio del palazzo e l’interno di una parte dei sotterranei oggi è animata da un vivace bazar.

Ricordati di salire sul il colle Marjan per ammirare la città dall’alto prima di andare via.

cosa vedere a spalato: la Statua di Grgur Ninski, Spalato.

Come organizzare al meglio il tuo itinerario in Croazia di 7 giorni

Vogliamo lasciarti ancora 3 veloci consigli per organizzare al meglio il tuo itinerario in Croazia di 7 giorni.

1. Prenota il tuo alloggio in Croazia con anticipo

La Croazia, soprattutto in alta stagione, è davvero molto affollata. Se vuoi trovare una buona soluzione per il tuo soggiorno e aggiudicartela ad un ottimo prezzo ti conviene iniziare la tua ricerca con alcuni mesi di anticipo .

Il nostro consiglio è quello di utilizzare il motore di ricerca Holidu per cercare l’alloggio perfetto in Croazia . Il servizio offre, infatti, la possibilità di comparare i prezzi di hotel, case vacanze e molto altro su diversi siti di prenotazioni, facendoti risparmiare, come si suol dire, tempo e denaro!

2. Risparmia tempo con i traghetti dall’Italia per la Croazia

Se deciderai di raggiungere la Croazia con un traghetto dall’Italia risparmierai sicuramente del tempo : potresti decidere di viaggiare di notte in modo da essere sul posto la mattina, pronto a goderti la tua vacanza. Al ritorno cerca un traghetto che parta nel tardo pomeriggio: in questo modo avrai ancora l’intera giornata da sfruttare.

3. Viaggia in auto

Il metodo migliore per effettuare questo itinerario in Croazia di 7 giorni è quello di farlo con un’auto . In questo modo risparmierai tempo e potrai fermarti tutte le volte che vorrai: che sia per riposare, per fare una foto o per tuffarti nelle acque cristalline di una spiaggia che ti piace!

Non dimenticarti di acquistare una buona guida: leggi il nostro articolo dedicato alle migliori guide turistiche della Croazia !

Speriamo che i nostri consigli ti siano utili e, ricordati, per qualsiasi domanda o dubbi non esitare a contattarci!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

5 fantastici itinerari per un giro del chianti in macchina, dubrovnik card: perché acquistarla, cosa include e come funziona, gite in barca da dubrovnik: quali sono le migliori e cosa vedere, lasciaci un commento cancel reply.

Non iscrivermi Tutti i nuovi commenti Risposte ai miei commenti Inviando il commento accetti la Privacy Policy e confermi di voler ricevere un avviso quando risponderemo al tuo messaggio (se non avrai indicato diversamente qui sopra).

Siete davvero appassionati di queste zone! Si vede e si sente dai vostri racconti! E, oltretutto, siete informatissimi!

Sì, Elena! I Balcani sono davvero la nostra passione e la Croazia è una meraviglia: una meta perfetta per l’estate per godere un po’ di bel mare da intervallare alla visita di qualche città! Siamo contenti che il nostro amore per queste zone si percepisca e speriamo davvero di essere utili a chiunque abbia voglia di scoprirli. Grazie mille di essere passata!

IMAGES

  1. GRAND TOUR DELLA CROAZIA: DALMAZIA E MONTENEGRO

    tour croazia e montenegro

  2. Viaggio in Montenegro e Croazia

    tour croazia e montenegro

  3. Montenegro

    tour croazia e montenegro

  4. Journey to Croatia + Montenegro by Alexander Roberts Tours with 3

    tour croazia e montenegro

  5. Crociera in goletta tra Croazia e Montenegro

    tour croazia e montenegro

  6. Tour: CROAZIA, BOSNIA E MONTENEGRO

    tour croazia e montenegro

VIDEO

  1. Croazia e Montenegro

  2. BASTA TORNIAMO INDIETRO!

  3. ZAGREB 🇭🇷| Walking Tour in 4K

  4. Kleine Balkan Tour mit Start in Kranjska Gora in Slowenien nach Kotor in Montenegro

  5. Balcani 2024

  6. Montenegro und Kroatien 2024

COMMENTS

  1. 10 Best Montenegro and Croatia Tours Ultimate Guide

    Lake Skadar National Park. Lovćen National Park. Bay of Kotor. Dubrovnik. Split. Plitvice Lakes National Park. Zagreb. This tour is a great way to see the best of Croatia and Montenegro and get to know the cultures of both of these stunningly beautiful and very different countries.

  2. Croatia and Montenegro Trip Itinerary

    My friends and I had an incredible experience touring the Balkans with Ivan as our tour guide. We visited Montenegro, Bosnia, Serbia, and Croatia in an action packed 8-day road trip. We did action sports such as white water rafting, ziplining, etc. as well as city tours and hiking. One of my favorite sights was the Sarajevo bobsled track from ...

  3. Viaggio nei Balcani tra Croazia, Montenegro e Bosnia: itinerario e

    Il nostro itinerario di viaggio nei Balcani è stato così diviso: 6 giorni in Croazia, 6 giorni in Bosnia e 2 in Montenegro. 1° giorno: Spalato (siamo atterrati alle 7 di mattina) 2° giorno: Dubrovnik (e notte in Montenegro) 3° giorno: Bocche di Cattaro (Perast e Cattaro) 4° giorno: Monastero di Otrog e Cetinje.

  4. 7 Best Small Group Tours to Croatia and Montenegro

    Table of Contents. Top 6 Small Group Tours to Croatia and Montenegro at a Glance. 6 Best Small Group Tours to Croatia and Montenegro. 1. Croatia and Dalmatian Coast. 2. M204 Roundtrip from Split with Dubrovnik and Montenegro. 3. Balkan Delight.

  5. Best of Serbia, Croatia, Montenegro and Bosnia in 10 days

    If you're looking for a perfect Balkans itinerary in 10 days, our tour will show you the best of each visited country, from bustling Belgrade to the serene Croatian seaside, from the spectacular waterfalls and thickly wooded mountains of Plitvice Lakes National Park to UNESCO World Heritage sites such as The Old Bridge in Mostar and Kotor and Perast in Montenegro. Book online or ask for a ...

  6. Croatia and Montenegro

    Croatia, Europe. 9 Meals Included. 5 Excursions. Intermediate Pace. Find yourself at the crossroads of Central and Southeast Europe on this inspiring eight-day tour into Croatia and Montenegro, which also ventures in Bosnia & Herzegovina. Discover the 'Pearl of the Adriatic', Croatia's stunning historic coastal city of Dubrovnik.

  7. TOUR CROAZIA E MONTENEGRO

    TOUR CROAZIA E MONTENEGRO - CODICE ITINERARIO: GL3HRS506. 8 giorni 7 notti 1° giorno VERONA - RIVIERA DI ZARA. Al mattino partenza dalla località prescelta in direzione di Verona. Incontro con l'accompagnatore e inizio del tour in pullman Gran Turismo verso Trieste, la Slovenia e la Croazia. Pranzo libero lungo il percorso.

  8. Viaggio Balcani: Sarajevo, Dubrovnik, Montenegro

    Tour di Sarajevo con guida locale e ingresso al War Tunnel. Cancellazione gratuita con rimborso 100% fino a 31 giorni prima della partenza. Un coordinatore in viaggio con te. L'assicurazione medico-bagaglio (massimali: Italia €1.000 - Europa €30.000 - Mondo: €60.000) ... Balcani: on the road tra Bosnia, Albania, Croazia e Montenegro

  9. Tour da Croácia, Montenegro e Albânia

    07h00 - 08h00 Café da manhã no hotel. 08h00 - 12h00 Viagem para Kruja. 12h00 - 14h00 Visita ao Castelo de Kruja, Bazar e Museu Skanderbeg. . O Museu Skanderbeg em Kruja homenageia Gjergj Kastrioti Skënderbei (1405-1468), o herói nacional da Albânia. O museu está localizado no castelo de Kruja e no bazar restaurado.

  10. Viaggio in Montenegro e Croazia

    Un viaggio in Montenegro e Croazia a due passi da casa per scoprire delle bellezze "nascoste" alla luce del sole dell'Adriatico. Contattaci. +39 02 481 95 202. Ricerca per: 11899. Menu. ... Vi preghiamo di lasciare sempre un posto libero in prima fila sul pullman per la guida e il tour leader.

  11. Tour da Croácia, Bósnia e Montenegro 10 dias

    2º dia | Lagos de Plitvice. 07h00 - 08h00 Café da manhã no hotel e check out. . 08h00 - 10h00 Viagem aos Lagos de Plitvice. . 10h00 - 14h00 Passeio pelos Lagos de Plitvice. . O Parque Nacional dos Lagos de Plitvice é um dos parques nacionais mais antigos do sudeste europeu e o maior da Croácia. Em 1979, foi adicionado ao registro do ...

  12. CROACIA, ESLOVENIA Y MONTENEGRO

    CROACIA, ESLOVENIA Y MONTENEGRO - 8 DÍASZagreb, Liubliana, Lago Bled, Cuevas de Postjna y Castillo de Predjama, Rovinj, Lagos de Plitvice, Split, Hvar & las islas Dálmatas, Dubrovnik y Kotor (Montenegro) ACERCA DEL VIAJE Además de los "imperdibles" de Croacia, en este viaje también nos adentraremos en las montañas de Eslovenia, la Bahía de Kotor, […]

  13. Grand Tour Della Croazia: Dalmazia E Montenegro

    GRAND TOUR DELLA CROAZIA: DALMAZIA E MONTENEGRO. DLT Club. Croazia - Spalato ; Commenti (4) Voto medio: ... Suggerisco di prolungare il viaggio di 1 giorno e visitare kotor in battello oppure eliminarlo dedicando più tempo alla visita di dubrovnik. Altri viaggi ci aspettano. da ROSA B. - 25/08/2019, alle 10:57 Itinerario interessante. ...

  14. Tour da Croácia e Montenegro 9 dias

    2º dia | Lagos de Plitvice. 07h00 - 08h00 Café da manhã no hotel e check out. . 08h00 - 10h00 Viagem aos Lagos de Plitvice. . 10h00 - 14h00 Passeio pelos Lagos de Plitvice. . O Parque Nacional dos Lagos de Plitvice é um dos parques nacionais mais antigos do sudeste europeu e o maior da Croácia. Em 1979, foi adicionado ao registro do ...

  15. Cosa vedere in Montenegro: il nostro itinerario di 10 giorni

    Cosa vedere in Montenegro: il Monastero di Ostrog. Giorno 2: Stecci e Zabljak. Cosa vedere in Montenegro: il Durmitor National Park. Il Durdevica Tara Bridge. Giorno 4: Podgorica. Cosa vedere in Montenegro: il Lago di Scutari. Giorno 5: Lovcen National Park. Giorno 6: Buljarica Beach. Giorno 7: Kraljicina Beach.

  16. Tour dei Balcani in bici: Albania, Montenegro e Croazia

    Questo tour in bici nei Balcani percorre un suggestivo itinerario che prevede tappe su strade secondarie, asfaltate e non, tra le meraviglie di Albania, Montenegro e Croazia. Sono previsti importanti dislivelli in almeno 3 dei giorni di pedalata per cui si richiede un buon allenamento. La lunghezza delle tappe varia dai 50 ai 75 chilometri ...

  17. Balcani in camper: viaggio di 18 giorni tra Albania, Montenegro e Croazia

    Un viaggio in camper attraverso i Balcani occidentali: Marina, Marco e il loro cane Bart ci guidano in Albania e Montenegro, località splendide ancora da scoprire, fino a raggiungere la più nota Croazia.. Road Map per il viaggio in camper nei Balcani. 1° GIORNO: Viaggio in traghetto da Bari (237 km) 2° e 3° GIORNO: Sbarco e visita a Durazzo.

  18. Croazia e Montenegro

    1° Giorno (km 560) Al mattino partenza dalla località prescelta in direzione di Verona. Incontro con l'accompagnatore e inizio del tour in pullman Gran Turismo verso Trieste, la Slovenia e la Croazia. Pranzo libero lungo il percorso. Nel tardo pomeriggio arrivo a Zara, antica città di impronta veneziana. Sistemazione in hotel.

  19. Viaggio nei Balcani occidentali: 10 giorni tra Albania, Montenegro

    L'organizzazione di un tour di 10 giorni nei Balcani occidentali, una volta capite le varie policy dei visti, è davvero semplice: partendo dall'Albania si può arrivare in Ungheria passando per Montenegro, Bosnia Erzegovina e Croazia attraverso un itinerario suggestivo che percorre la costa adriatica. Noi abbiamo deciso di viaggiare in ...

  20. Montenegro

    Dopo la Croazia, è stato il Montenegro il paese dell'ex Jugoslavia che ha saputo sfruttare al meglio le bellezze paesaggistiche del suo territorio per diventare una delle mete turistiche europee emergenti più gettonate.. Perché non unire in un solo viaggio queste due dinamiche e affascinanti nazioni? Vi bastano poche ore d'auto per raggiungere le principali attrazioni turistiche del ...

  21. Itinerario in Croazia: 7 giorni tra mare e città d'arte

    Itinerario in Croazia di 7 giorni . Una settimana non è molta, ma è comunque un tempo utile per iniziare a visitare il Paese. Nell'itinerario in Croazia di 7 giorni che ti proponiamo abbiamo cercato di combinare visite alle città storiche e relax in spiaggia.Il mare della Croazia, infatti, è meraviglioso e se riesci ad organizzare la tua vacanza fuori stagione (giugno o settembre ...