Itinerario in Croazia 7 giorni in auto: tutte le info per organizzare il tuo viaggio

Vuoi pianificare il tuo itinerario in Croazia e sei in cerca di consigli su cosa fare e vedere in 7 giorni ? Sei nel posto giusto! Dopo aver letto questo articolo avrai tutto ciò di cui hai bisogno per organizzare il tuo tour in Croazia in auto . Devo ammettere che non avevo mai considerato di visitare questo Paese fino a quando alcuni Travel Blogger hanno condiviso il loro viaggio con località strepitose, che mi hanno lasciato incredula. Così ho iniziato ad incuriosirmi, a salvare alcune mete che avrei voluto vedere ed, infine, ho programmato un fantastico on the road in Croazia , il primo, per me.

Spoiler Alert: la Croazia mi è piaciuta tantissimo, un territorio così variegato, che va dal meraviglioso mare con spiagge da sogno a immensi e splendidi parchi naturali; ha cultura ed arte; ha villaggi insoliti, borghi marinari e città con tanta storia; e poi non manca il buon cibo, tra piatti a base di carne o pesce, non troppo differenti dalla gastronomia italiana .

Il nostro itinerario in Croazia è durato 7 giorni, ma sono stati solo i primi, perché poi abbiamo proseguito in Austria e, al ritorno, abbiamo fatto altre tappe in Italia. Ma adesso veniamo al dunque, ecco tutte le informazioni per organizzare il tuo viaggio in Croazia .

Qual è il periodo migliore per andare in Croazia?

Se mi dovessi chiedere “ quando andare in Croazia ?” ti direi che dipende. Certo, questo vale per qualsiasi destinazione, perché credo che il periodo migliore dipende anche dal tipo di viaggio che vuoi fare. Per questo analizziamo insieme alcune variabili:

Primavera/autunno (maggio, giugno, settembre, ottobre):

Il periodo migliore per visitare la Croazia sono probabilmente i mesi intermedi , quando il clima è mite, non troppo caldo, è più facile trovare gli alloggi, i prezzi sono più bassi e soprattutto non si trovano folle di turisti. Questo periodo è perfetto se vuoi visitare luoghi naturali, città e il mare non è una priorità.

Piena estate (luglio, agosto):

Se, invece, vuoi visitare la Croazia in estate , aspettati tariffe maggiorate, un grande affollamento dei luoghi più turistici e temperature alte, a volte eccessivamente. Sicuramente, però, in questo periodo i servizi offerti sono di più e si hanno maggiori alternative. Tuttavia, la Croazia in piena estate è fattibile, ma non se vuoi visitare le città. È perfetta, invece, se vuoi fare un viaggio naturalistico o di relax .

Inverno (da novembre ad aprile):

Puoi anche visitare la Croazia in inverno, poiché il clima è mite e piacevole, soprattutto sulla costa Adriatica. Inoltre, i prezzi sono molto più bassi e trovare alloggio è più facile rispetto ai periodi di alta stagione. Purtroppo, però, alcuni servizi sono ridotti (specialmente i traghetti) e alcune località non vale la pena visitarle perché è tutto chiuso (ad esempio le isole). Se vuoi vedere l’entroterra croato o i parchi naturali , allora non avrai nessun problema.

Qual è la lingua ufficiale della Croazia?

La lingua ufficiale della Croazia è il croato , una lingua slava molto difficile e incomprensibile a noi italiani. Devo dire, però, che comunicare non è difficile, la maggior parte delle persone parla inglese e italiano , specialmente nei luoghi più turistici.

Cosa serve per andare in Croazia dall’Italia?

Per andare in Croazia dall’Italia non è richiesto nessun particolare documento o visto, ma semplicemente un documento di riconoscimento in corso di validità, passaporto o carta d’identità valida per l’espatrio . La scadenza del passaporto non deve essere inferiore a 90 giorni dalla prevista data di conclusione del soggiorno.

Come raggiungere la Croazia dall’Italia

Fortunatamente ci sono molti modi per raggiungere la Croazia dall’Italia , come autobus, aliscafo, traghetto, aereo; anche se il modo migliore e consigliato è in auto.

  • Se vivi al nord non sarà difficile raggiungere la Croazia in auto. In circa 3-4 ore sarai lì e sarà sicuramente il modo migliore per muoversi nel Paese.
  • Se, invece, non sei al nord puoi scegliere di arrivare in Croazia in traghetto , così come abbiamo fatto noi, e potrai anche imbarcare la tua auto . I traghetti per la Croazia partono da Bari (da dove siamo partiti noi) e da Ancona.
  • Puoi raggiungere la Croazia anche in aliscafo dai porti di Venezia, Rimini o Cesenatico, l’unica pecca è che non potrai imbarcare l’auto.
  • Arrivare in Croazia in bus non è sicuramente la soluzione più comoda, ma è sicuramente quella più economica. Gli autobus partono da Trieste.
  • I voli per la Croazia , invece, non sono tanti, ma se vuoi viaggiare in aereo in Croazia puoi cercare voli per: Zagreb, Split, Pula, Zadar, Dubrovnik, Rijeka.

Come raggiungere la Croazia in auto dall’Italia

Come dicevo, se vivi al nord potrai raggiungere la Croazia in macchina in poche ore . Il percorso, però, prevede un breve tratto in Slovenia , questo significa che bisogna pagare la vignetta. Infatti, per percorrere più di 10 km sulle autostrade slovene è necessario pagare un bollino, che viene poi sottoposto a controllo elettronico. Fai attenzione, quindi, poiché le sanzioni per non aver comprato la vignetta slovena sono davvero alte.

È possibile acquistare la vignetta online oppure direttamente al casello autostradale nei pressi del confine. Puoi acquistare la vignetta elettronica a questo link . Ci sono anche delle strade secondarie dove non è previsto il pedaggio, sono quelle con i cartelli gialli, ma non ho esperienza diretta.

In Croazia, invece, non è prevista alcuna vignetta .

Croazia tour in macchina: cosa serve?

Per guidare in Croazia è sufficiente possedere la patente italiana e l’assicurazione. Per la conduzione di un veicolo non di proprietà , bisogna avere una delega scritta su carta semplice, sottoscritta dal proprietario dell’auto ed accompagnata dalla fotocopia di un suo documento d’identità. Per guidare, invece, un motore di cilindrata superiore ai 50 cc , è necessario possedere la patente A2. Per guidare imbarcazioni a motore , di qualunque tipo, è obbligatorio possedere la patente nautica.

Quanto può costare una settimana in Croazia?

Una delle domande più gettonate è quanto costa la vita in Croazia ? La verità è che dipende da tanti fattori. Innanzitutto il prezzo varia in base al tipo di viaggio che si sceglie di fare, poi cambia anche in base alla stagione, al tenore di vita e ai luoghi che si visitano.

Chiaramente un viaggio ad ottobre, in città poco turistiche, in strutture con formula all inclusive ha un prezzo differente rispetto al viaggio ad agosto in località turistiche. Una cosa è certa, la Croazia non è così economica come molti credono. Io per prima mi sono resa conto che i prezzi non sono bassi, o meglio, nelle località più turistiche i prezzi sono come quelli italiani. Mentre, nelle zone meno inflazionate il discorso cambia.

Ma quindi, quanto abbiamo speso una settimana in Croazia ? Tenendo in considerazione che ci siamo stati la settimana centrale di agosto, che abbiamo viaggiato in auto e abbiamo preso il traghetto Bari-Dubrovnik, che abbiamo spesso mangiato al ristorante e visitato molte località turistiche, più la benzina: abbiamo speso circa 2000/2500 euro in due.

Quanto si spende per mangiare in Croazia?

Per mangiare in Croazia abbiamo speso più o meno 70 euro in due , quindi 35 euro a persona al giorno in ristoranti di ottima qualità. Ovviamente, se si preferisce lo street food i prezzi sono più bassi.

Assicurazione Viaggio per la Croazia

Pianificare un viaggio in Croazia richiede attenzione a ogni dettaglio, e l’ assicurazione di viaggio non può essere trascurata se vuoi vivere una vacanza senza preoccupazioni. Esplorare le affascinanti città storiche, tuffarsi nelle acque cristalline dell’Adriatico e immergersi nella cultura vibrante richiede una copertura completa per affrontare eventuali imprevisti. Per i miei viaggi mi affido a Heymondo , una compagnia seria e affidabile con un supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Non lasciare che qualche imprevisto rovini il tuo viaggio, con una cifra irrisoria potrai vivere l’esperienza con serenità.

Ottieni uno sconto del 10% sulla tua assicurazione viaggio: clicca qui

Itinerario Croazia 7 giorni

Fatta questa doverosa premessa con tutte le info tecniche per organizzare il tuo viaggio , è giunto il momento di parlarti del mio Itinerario in Croazia. Come accennavo, essendo la prima volta in questo meraviglioso Paese, abbiamo fatto un mix tra luoghi più turistici e quelli meno conosciuti, tra mare, natura e borghi incantevoli. Vuoi sapere che tappe fare in Croazia ? Continua a leggere e scoprirai il mio tour!

Cosa vedere in Croazia in 7 giorni?

Venerdì sera siamo partiti da Bari in traghetto direzione Dubrovnik con la compagnia Jadrolinija . Per stare tranquilli, abbiamo preferito acquistare il biglietto con la cabina e, fortunatamente, siamo riusciti a riposare durante la notte. Il nostro traghetto non era nulla di eccezionale, tuttavia l’esperienza è stata positiva.

Itinerario Croazia: primo giorno a Dubrovnik

Siamo arrivati a Dubrovnik la mattina presto, dopo aver raggiunto il nostro primo appartamento ed esserci rinfrescati, abbiamo visitato la città che si è rivelata meravigliosa, al di sopra delle nostre aspettative. Purtroppo non siamo riusciti a godercela a pieno a causa delle temperature eccessivamente elevate (40°C). Se tornassi indietro sicuramente prenoterei una notte in più, ma sarà un ottimo motivo per tornarci. Ps: lo sai che a Dubrovnik hanno girato il Trono di Spade? Se sei appassionato, partecipa al tour di gruppo in compagnia di una guida locale esperta e immergiti nelle location della famosa serie televisiva. Ti consiglio di prenotare in anticipo su Get Your Guide a questo link perché i posti si esauriscono facilmente.

Leggi anche: Dubrovnik: cosa vedere, cosa fare, info utili per visitarla nel 2023

Itinerario Croazia: secondo e terzo giorno sull’ Isola di Hvar

La mattina del secondo giorno ci siamo spostati direzione Isola di Hvar . Qui abbiamo alloggiato per due notti a Stari Grad , un piccolo borgo genuino e poco turistico. Abbiamo poi fatto un tour in barca per vedere alcune delle calette più belle dell’isola e abbiamo visitato Hvar City , la città più grande e frequentata.

Leggi anche: Hvar, l’affascinante isola della Croazia: come arrivare, cosa vedere, dove alloggiare

Itinerario Croazia: quarto giorno a Brela (Spiaggia di Punta Rata)

Dall’Isola di Hvar ci siamo spostati in un’altra bellissima zona sul mare, Brela , per vedere la rinomata spiaggia di Punta Rata , definita una delle spiagge più belle al mondo dalla rivista americana Forbes nel 2004.

Leggi anche: Brela Croazia: come arrivare, cosa vedere, spiagge e alloggi

Itinerario Croazia: quinto giorno Occhio della Terra e Zaljava Air Base

Il quinto giorno in Croazia ci siamo diretti verso un altro posto pazzesco, ovvero l’ Occhio della Terra ( Izvor Cetine ), situato nella regione della Dalmazia, sorgente del fiume Cetina , il più lungo della Croazia. Qui è presente una voragine che si addentra nelle viscere della terra ad una profondità sconosciuta. Pensa che gli esperti sono riusciti ad esplorare solo i primi 115 metri, ma i tunnel pare proseguano chissà per quanto altro! Dopo la visita ci siamo diretti a Zaljava Air Base dove si trova un aereo abbandonato. Qui sorgeva il più grande aeroporto sotterraneo e base aerea militare della Jugoslavia e uno dei più grandi d’Europa , un luogo davvero suggestivo. Da qui ci siamo diretti verso un villaggio a 15 minuti dai Laghi Plitvice, che abbiamo visitato la mattina seguente.

Leggi anche: Occhio della Terra: cos’è e come arrivare a Izvor Cetine in Croazia

Itinerario Croazia: sesto giorno ai Laghi Plitvice e Rastoke

Abbiamo dedicato mezza giornata alla visita del Parco Plitvice, uno spettacolo di naturale bellezza, un enorme Parco nazionale fatto di fitte foreste, laghi, cascate e fiumi, dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO . Se vuoi visitare i laghi con un tour guidato ti suggerisco di acquistare subito i biglietti qui per assicurarti il tuo posto. Il nostro itinerario in Croazia è proseguito verso il villaggio di Rastoke , uno dei luoghi meno turistici della Croazia , ma di estremo fascino. Conosciuto anche come “il Villaggio del Mulini ” è caratterizzato da splendide cascate e laghetti, su cui sorgono le case, aggiudicandosi uno dei posti in cima al mio cuore.

Leggi anche: Laghi Plitvice Croazia: cosa sono, come arrivare, prezzi e percorsi

Itinerario Croazia: settimo e ottavo giorno a Zagabria

Gli ultimi due giorni in Croazia li abbiamo trascorsi a Zagabria , questo però lo dico per “dovere di cronaca”, non perché ti consiglio di visitarla. Infatti, dato che amo essere sincera e onesta con i miei lettori e quindi anche con te, non posso dire che mi sia piaciuta. Tornassi indietro non trascorrerei quei due giorni a Zagabria e mi dispiace essere rimasta così delusa proprio dalla capitale. Tuttavia, se proprio vuoi visitarla, ti consiglio di non dedicarci più di un giorno poiché non ha granché da fare e vedere.

Conclusioni:

Siamo giunti alla fine di questa guida con suggerimenti dettati da quella che è stata la mia esperienza. Spero che i miei consigli su cosa vedere in Croazia in 7 giorni e su come organizzare il tuo itinerario in Croazia siano utili. Tuttavia, se hai dubbi, domande o curiosità puoi scrivermi nei commenti o, se mi segui su Instagram , contattami tranquillamente lì.

Sognatrice errante, innamorata della vita e dei viaggi!

Nella vita mi piace essere tante cose ma mi definisco Blogger, Copywriter e Social Media Manager.

Parlo molto, mi emoziono facilmente e rido a crepapelle.

Lasciatevi contagiare dalla mia allegria, ispiratevi ai miei viaggi, sentitevi liberi di scrivermi e chiedermi consigli.

Benvenuti nel mio blog!

Condividi questo post!

Post correlati, rastoke in croazia: dove si trova, come arrivare e cosa fare, laghi plitvice croazia: cosa sono, come arrivare, prezzi e percorsi, occhio della terra: cos’è e come arrivare a izvor cetine in croazia, scrivi un commento annulla risposta.

Salva il mio nome, email e sito web in questo browser per la prossima volta che commento.

Iscrivimi alla newsletter!

Avvertimi via email in caso di risposte al mio commento.

Avvertimi via email alla pubblicazione di un nuovo articolo.

Ciao e grazie per essere qui!

Iscriviti alla mia Newsletter per ricevere l’ itinerario della Puglia gratis !

Indirizzo email:

Ho letto e accetto i termini e le condizioni

Subscribe Unsubscribe

Subscribe for New Stories

croatia cosa vedere in croazia unsplash cover

Cosa vedere in Croazia: i 30 posti più belli in foto

Avatar photo

  • 31st March 2020

Cosa vedere in Croazia, tra città-fortezza, isole e spiagge da sogno. I posti più belli della Croazia per una vacanza sull’Adriatico, che vi conquisterà.

Di cosa vedere in Croazia si è scritto tanto e tanti sono i viaggiatori che ogni anno continuano a scegliere questo meraviglioso Paese, per trascorrere vacanze indimenticabili all’insegna del divertimento e dell’avventura. Ci troviamo sulle rive di un Mare Adriatico saturo di zaffiri e acquamarina, tra uliveti secolari e profumo intenso di liquirizia. Dalle località più settentrionali, come Pula e Rovigno , navighiamo lentamente verso sud, alternando alle città costiere più note, come Zara , Sebenico e Spalato , gli angoli selvaggi delle isole più remote tra cui le smeraldine Brač , Vis e Mljet . Oltre ai paesaggi costieri di pietra bianca, la Croazia culla un entroterra ricco di corsi d’acqua e cascate fragorose, come quelle dei Laghi di Plitvice e del Parco Nazionale di Krka che, dalle pendici dei Monti Dinari e del Biokovo , come nel caso del Fiume Racina , scendono a valle fino a gettarsi nel mare.

Lasciatevi incantare da Trogir , borgo medievale intarsiato su di un’isola minuscola, e dai colori della capitale, Zagabria . Prima di partire, prendete nota di tutti i siti dichiarati Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO , che meritano assolutamente una visita. Il periodo migliore per scoprire le meraviglie della Croazia è quello che va da maggio a settembre , grazie alle temperature gradevoli e alla possibilità di navigare placidamente di luogo in luogo, seguendo le onde basse e scintillanti de mare, ma la primavera e l’autunno sono stagioni perfette per godere di temperature piacevoli, ma non eccessive, come in luglio ed agosto, e di siti meno affollati, rispetto all’estate.

Ecco i nostri consigli su cosa vedere in Croazia, per iniziare a sognare una vacanza fra le città e le isole turchine di questa incantevole porzione d’Europa. Un tour della Croazia , seguendo un itinerario ideale, da nord a sud del paese.

Cosa vedere in Croazia

1. dubrovnik.

Cosa vedere in Croazia, se non la sua perla più splendenti? Un gabbiano fa la spola lenta dal vecchio molo, porporela, al suo alto nido, arroccato e protetto dalle imponenti mura cittadine a picco sul mare. Non stupisce che Dubrovnik , coi suoi archi e vicoli di pietra lucente, sia stata scelta come set cinematografico per pellicole di rilievo come Game of Thrones e Star Wars . Città bianca della Croazia meridionale , colma di meraviglie, cominciate ad esplorarla dal suo ingresso principale, Porta Pile , per poi percorrere lo Stradun , coi suoi numerosi caffè, e giungere fino al Palazzo del Rettore e al Palazzo Sponza , edifici dall’architettura gotica e rinascimentale del centro storico. Da non perdere: un pranzo o una cena in terrazza da Gradska Kavana Arsenal , il ristorante più raffinato della città. Tra le spiagge più belle di Dubrovnik, segnate in agenda la piccola e smeraldina Šulić , ai piedi della fortezza cinquecentesca Lovrijenac , e la Baia Kolorina , con le sue piccole casette medievali incastonate tra le rocce.

Scoprite di più: cosa vedere a Dubrovnik in 2 giorni

dubrovnik cosa vedere in croazia (2)

A meno di mezz’ora di guida da Dubrovnik , in direzione Sud, se ne sta adagiata su una penisola collinare la cittadina di Cavtat . Ciò che subito colpisce, di questo luogo di quiete, è la vegetazione rigogliosa che ne accompagna il profilo. Cavtat non fa parte delle mete turistiche principali croate ed è perfetta per chi cerca spiagge tranquille e angoli assolati riparati dal mondo. Questo piccolo tesoro vi accoglierà tra oleandri in fiore e antiche rovine romane e vi conquisterà con una gita in barca e lontani vespri francescani.

cavtat croazia cosa vedere (2)

Meta perfetta per un’escursione giornaliera, l’isola di Lokrum dista soltanto quindici minuti di traghetto dal porto di Dubrovnik. Questo gioiello verdeggiante prende il proprio nome dal termine latino “acrumen”, grazie ai numerosi agrumeti che profumano l’aria durante tutto l’anno. Fate un salto al giardino botanico di Lokrum, tra pavoni eleganti e piante esotiche altissime, poi regalatevi un tuffo singolare nel piccolo lago salato Mrtvo More , nella parte meridionale dell’isola. Terminate la visita con un salto al Fort Royal , da cui si gode di una vista mozzafiato. A Lokrum non troverete strade battute o mezzi di trasporto, nessun hotel o spiaggia attrezzata. Mettete in borsa un pasto leggero e un paio di scarpette da scoglio e poi lasciatevi guidare dal vento, alla scoperta delle meraviglie di questa riserva naturale selvaggia. Meta perfetta, se vi state chiedendo cosa vedere in Croazia vicino Dubrovnik.

lokrum croatia dubrovnik

4. Zagabria

La capitale croata è una città splendida, dalle mille sfumature. Si trova a Nord del Paese, nell’entroterra, in quella che un tempo veniva chiamata Pannonia , regione cruciale per gli scambi tra l’Europa e il Mar Adriatico. Zagabria è un dedalo di guglie altissime e tetti rossi, di quartieri vibranti e rovine romane. Alle sue spalle, i monti innevati si specchiano nel Sava , affluente del Danubio . Iniziate la visita della città dalla Cattedrale neogotica per poi percorrere, verso Sud, le otto grandi piazze simbolo dell’Impero Austro-Ungarico. Di Zagabria restano il vociare del mercato cittadino, Dolac , e le pareti austere del Museo di Arte Contemporanea . Un pomeriggio di sole tra le magnolie fiorite del Teatro Nazionale e un caffè da Finjak : il più bello, secondo i cittadini. Se vi state chiedendo cosa vedere in Croazia, Zagabria non può mancare sulla lista!

zagabria croazia

L’antico orologio della città sembra essersi fermato con le lancette dorate a riflettere il sole infuocato al tramonto. Spalato è una perla di luce radiosa, un luogo senza tempo che vi farà innamorare perdutamente. Sulla Riva , il lungomare cittadino, si trova il Palazzo di Diocleziano , ardentemente voluto dall’Imperatore Romano e oggi cardine delle bellezze cittadine. Venne costruito in pietra di Brac , chiarissima, e vanta alcune delle costruzioni più belle d’Europa come il Tempio di Giove e il Peristilio, in estate teatro per lo Split Summer Festival , da non perdere. Fate un salto al piccolo porticciolo Matejuška e poi una passeggiata sul colle Marjan per scattare le fotografie più belle da condividere con gli amici

dubrovnik unsplash

In fondo a una stradina, tra due case rosse, sventola un lenzuolo azzurro al ritmo delle onde. Rovigno è una culla romantica d’arancio e luci basse. Ma non solo: fu una delle città più importanti del territorio istriano e, per molto tempo, roccaforte della Repubblica di Venezia . Questo scrigno prezioso vi accoglierà con la sua città vecchia riarsa dal sole, le viuzze strette e le abitazioni sul pelo dell’acqua. Come bussola, l’alto campanile della Chiesa di Santa Eufemia a stagliarsi verso il cielo. Lasciatevi guidare dalla curiosità: vi scoprirete presto ad indicare un gatto addormentato sull’uscio di una casa bassa o un pittore sognante nella via degli artisti, Ulica Grisia . Un salto alla Casa della Batana , l’imbarcazione locale, e poi un cocktail indimenticabile al Mediterraneo Bar . Una delle perle da inserire assolutamente in una guida di cosa vedere in Croazia.

Rovinj croazia Rovigno

Capoluogo storico dell’Istria, Pula , o Pola, si trova poco più a sud di Rovigno, a circa due ore da Trieste in auto. Protetta dai bracci stretti della baia, questa città offre ai suoi visitatori numerosi itinerari, per tutti i gusti. Dalle escursioni in barca a vela, spesso accompagnate dal salto leggero dei delfini, e fino alla scoperta del meraviglioso Parco Nazionale di Brioni , tra impronte di dinosauri e giardini mediterranei. Nella lista dei luoghi da non perdere, primeggia il meraviglioso anfiteatro romano . Voluto dall’Imperatore Augusto, questo imponente edificio in pietra calcarea si trova a ridosso del mare, del quale trattiene l’orizzonte azzurro tra le file di archi bianchi. In estate ospita l’attesissimo Pula Film Festival . Curiosità: il celebre scrittore James Joyce visse in città per molti anni, insegnando in una scuola locale. Sulla terrazza del bar Uliks , luogo a lui molto caro, si trova oggi una statua in bronzo che lo raffigura assorto nei suoi pensieri.

pola croazia (1)

8. Premantura

Premantura è un villaggio antichissimo e il suo territorio costituisce la punta meridionale dell’Istria. Si tratta, senza dubbio, di uno dei luoghi più belli di tutta la costa Adriatica. Premantura è tutto un susseguirsi di insenature e baie , di sentieri, calette paradisiache e natura selvaggia: le spiagge di ciottoli bianchi sembrano brillare, prima di lasciare il posto alle onde turchesi del mare. Affittate una bicicletta oppure un kayak e poi raggiungete il Parco Kamenjak vicino. Tra una ghiacciolo alla menta e una foto ricordo, concedetevi una lettura leggera all’ombra di fronde copiose. Le nostre spiagge preferite a Premantura sono Mali Portic , l’unica sabbiosa e poi Radovica , tempio per i tuffatori più arditi.

Premantura croazia

Porta per tutte le principali isole croate, Fiume (Rijeka) è simbolo di cultura e contrasti. La sua storia millenaria si mescola al blu intenso del suo mare e la rende una città dal fascino intramontabile. Nel centro storico della città, la Porta Vecchia segna l’ingresso al cuore della Rijeka medievale . Più avanti, i colori del mercato cittadino si spandono fino al piccolo molo di legno, sul quale i pescatori sistemano le reti prima di prendere il largo. Rijeka è attraversata dal fiume Rječina , che un tempo segnava il confine tra Italia e Jugoslavia . Tra gli edifici storici da visitare c’è il Castello di Tersatto , che offre una vista meravigliosa sulla città, e poi la Cattedrale di San Vito , coi suoi dipinti e tesori preziosi. Prima di salpare alla volta delle isole o di un tuffo a mare, concedetevi uno spuntino a base di palačinke, frittelle ripiene di miele o formaggio: da leccarsi i baffi!

rijeka croazia

10. Isola di Krk

Krk non va immaginata come destinazione finale, ma come un viaggio nel viaggio. Se quest’isola magnifica è nella vostra lista dei desideri, ricordate che il modo migliore per godere di tutte le sue meraviglie è quello di visitarla in lungo e in largo, spostando giornalmente il fuoco del viaggio e cogliendone ogni fragranza. Si tratta della più grande ed eterogenea isola del Mare Adriatico. Collegata alla terraferma da un ponte vertiginoso, Krk è semplicemente meravigliosa. La città principale, Veglia , vi attente coi suoi vicoli in pietra e foglie di agave altissime, a segnare il cammino. Inebriatevi di odori e sapori autentici, tra un piatto di frutti di mare e una passeggiata romantica sulle mura cittadine e fino al Castello Frangipane , tra un bicchiere del vino bianco locale, Žlahtina , e una cena in riva al mare nei dintorni di Punta di Galetto .

isola di krk croazia

11. Stara Baška

Il mare del colore di lapislazzuli e smeraldi, una caletta assonnata lontana dal vociare e poi un venditore di miele sul ciglio della via a colorare d’ambra il punto più bello dell’isola di Krk. Stara Baška è territorio del comune di Punat e si trova nella parte meridionale dell’isola. Per raggiungerla, vi basterà noleggiare un’auto oppure un motorino e poi filare a Sud, verso un luogo che vi resterà a lungo impresso nel cuore. Cose da fare a Stara Baška? Una foto ricordo al mare cristallino, snorkeling alla ricerca delle meraviglie subacquee e poi concedersi un po’ di tempo libero, per lasciare alla mente la libertà di vagare.

Stara Baška croazia

12. Biljevine

Il Mare Adriatico si mostra in tutta la sua bellezza dall’alto delle numerose strade panoramiche che, a partire dalla costa, si inerpicano verso le cime montuose della Croazia. Biljevine vi accompagnerà lungo un sentiero meraviglioso , percorribile in macchina, tra querce e ginestre e odore di timo selvatico. La vista delle isole, della costa e delle curve tortuose della strada di Biljevine appena percorsa, vi racconteranno di una Croazia autentica , lontana dalle luci e dalla movida cittadina, piena di vitalità e spirito di avventura. Dedicate a questo road trip almeno una giornata e poi lasciatevi semplicemente guidare dalla curiosità di scoprire cosa c’è oltre.

Biljevine croazia

13. Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice

Immaginate di cominciare la vostra giornata in un giardino fiabesco , col cinguettio proveniente dalle fronde degli alberi a riempire l’aria e poi ghirigori di acqua limpida tutt’attorno. Sembra un sogno, vero? Benvenuti a Plitvice ! Il Parco Nazionale, dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, racchiude ben sedici laghi , connessi tra loro da ruscelli limpidi gorgoglianti, come fossero una costellazione. Tra orchidee selvatiche e cascate scroscianti a riflettere arcobaleni sul pelo dell’acqua, divertitevi a percorrere le passerelle di legno in ogni direzione. Consigli utili: portate con voi scarpe comode, acqua e non dimenticate di arrivare presto, alla mattina, per godere di un paradiso naturale in silenzio, come fosse solo vostro.

plitvice lake croatia laghi croazia

14. Isola di Lussino

Lussino è una delle isole più belle del Quarnero , braccio dell’ Adriatico settentrionale . Sviluppata longitudinalmente, è percorsa da una sola strada che vi accompagnerà alla scoperta dei suoi numerosi tesori. Per prima cosa, fermatevi a Lussinpiccolo , centro urbano principale. Protetta da una enorme baia, questa cittadina di ville e facciate raffinate era teatro, un tempo, di un traffico navale molto prosperoso. Proseguite poi per Lussingrande che, a dispetto del nome, appare raccolta e deliziosa. Tra case basse color pastello, seguite le indicazioni per raggiungere la torre difensiva , da cui si gode di un panorama unico sul porticciolo. Lussino contempla spiagge meravigliose , difficile elencarle tutte. La nostra preferita è Veli žal , immersa nel verde di una vasta pineta, i cui colori si specchiano nell’acqua di cristallo.

lussino croazia

15. Spiaggia Beritnica, Metajna (Riviera Pago)

Tra i luoghi più belli della Croazia non si può non menzionare la spiaggia Beritnica . Si trova sull’isola di Pag , nel territorio meridionale di Metajna , piccolo villaggio di pescatori. La natura rigogliosa che abbiamo incontrato finora, qui ha lasciato il posto ad un paesaggio di terra arida e arbusti bassi, di brezza e roccia rossa. La spiaggia di Beritnica è raggiungibile solo a piedi , attraverso un percorso lunare e solitario. Lo scenario che si aprirà alla vostra vista, una volta giunti a destinazione, ripagherà tutta la fatica. A Beritnica troverete il mare azzurro a riflettere le onde sotto la volta di una grotta e poi enormi rocce brune che si ergono dall’acqua, come fossero animate. Godete del silenzio che governa questo luogo e prima di tornare verso casa, non dimenticate di visitare il torrione Stogaij , meta ambita da arrampicatori e scalatori.

Spiaggia Beritnica, Metajna croazia croazia

Gemma della Dalmazia , Zara (Zadar) si trova sulla costa, a metà strada tra l’isola di Krk e il centro di Spalato. Le sue origini illiriche si intrecciarono presto alla storia romana e poi bizantina fino a che, nel X secolo, Zara divenne molto importante per l’espansione della Repubblica di Venezia. Osservando la Cattedrale di Sant’Anastasia , in stile romanico, le fortificazioni cittadine, oggi Patrimonio dell’Umanità UNESCO, e il foro romano dell’antica Jadera , ci si rende subito conto del passato glorioso di questa città croata. Tuttavia, Zara è anche natura incontaminata, spiagge selvagge ed escursioni in barca alla scoperta delle meravigliose isole di Pašman e Ugljan , vicine. Prima di andar via, regalatevi una cena da Kastel : rimarrete estasiati dalla bontà e dalla raffinatezza dei piatti in menù.

zadar zara croazia cosa vedere zadar

17. Jasenice

La Croazia è conosciuta principalmente per le sue località marittime ma se state cercando un’emozione in più, lontano dalle mete più gettonate, Jasenice rientra in pieno tra i luoghi più belli del Paese. Si tratta di un comune molto esteso, situato sulla costa nord del minuscolo Mare di Carino . Raggiungetelo in macchina da Zara, poi avventuratevi lungo il corso tortuoso della Zrmanja , in direzione Rupine . Questo fiume dalle acque verdi ha forgiato un paesaggio incredibile, fatto di canyon e anse olivastre che saprà come conquistare anche i viaggiatori più diffidenti. Un osto perfetto se state cercando cosa vedere in Croazia di insolito.

jasenice zara croazia

18. Parco Nazionale di Krka & Monastero di Visovac

Il Parco Nazionale del Krka segue, per buona parte, il profilo straordinario dell’omonimo corso d’acqua. Tra cascate fragorose e possenti e piscine naturali di giada, il fiume Krka corre veloce dalle pendici dei Monti Dinari , al confine con la Bosnia , fino a sfociare nei pressi della città di Šibenik . Se avete tempo, prenotate in anticipo il battello e fate il vostro ingresso al parco via acqua, per sentirvi parte integrante della natura disarmante che vi circonderà durante tutta la permanenza. Dopo aver esplorato il parco e fatto un tuffo rigenerante nella cascata più grande, Skradinski Buk , saltate su una delle barche disponibili per raggiungere la piccola isola di Visovac . Questo fazzoletto di terra emersa si trova al centro del corso del Krka ed ospita il Monastero Francescano quattrocentesco, col suo piccolo giardino botanico , una piccola chiesa e uno scrigno di biblioteca , colma di antichi manoscritti e documenti centenari.

Parco Nazionale di Krka & Monastero di Visovac croazia cosa vedere

19. Lago di Prokljan

Ai piedi del Parco Nazionale, nel suo tratto finale, il fiume Krka si allarga a formare il Lago di Prokljan , trapuntato di imbarcazioni e subito riconoscibile dai suoi contorni frastagliati. Si tratta di un luogo molto caro ai croati, che spesso preferiscono la tranquillità e il silenzio delle sue rive alle mete costiere più conosciute. Il consiglio è quello di arrivare in auto fino al villaggio di Bilice , lasciarsi andare a una lunga nuotata nelle acque dolci e fresche del lago e poi cercare ristoro con un ottimo brudet z úhořů , brodetto di pesce tipico del Lago di Prokljan.

lago di Prokljan croazia

20. Šibenik

Perla dell’Adriatico, città di storia e di primati, Šibenik o, in italiano, Sebenico, è conosciuta per le innumerevoli bellezze naturali e architettoniche, che vi incanteranno. La città venne edificata dai Croati nel 1066 , in stile gotico. Col tempo, furono aggiunte più di ventiquattro chiese, strade, costruzioni e splendidi dettagli rinascimentali. Esempio perfetto di questa fusione stilistica è la Cattedrale di San Giacomo , Patrimonio dell’Umanità, coi suoi portali e cupole meravigliose. Salite fino alla Fortezza di San Michele , arroccata su una collina rocciosa per la difesa della città e oggi sede di eventi artistici e spettacoli, poi fate un salto al giardino mediterraneo del Monastero di San Lorenzo prima di perdervi tra le trifore e gli archi stretti che adornano il centro storico medievale . Una delle escursioni di più belle da fare a Šibenik è quella che conduce alla Fortezza di San Nicola , passeggiando lungo la riva selvaggia del Canale di Sant’Antonio . Un evento estivo, atteso sempre con fermento in città è il Šibenik Dance Festival .

sibenik croazia cosa vedere (2)

Il profumo di caffè inebria la Loggia di Piazza dei Signori , poi si diffonde tra i vicoli stretti e disordinati del borgo medievale di Trogir , come a voler fare strada. Patrimonio dell’Umanità, questa cittadina inespugnabile della Dalmazia è uno dei luoghi più insoliti di tutta la Croazia. Fu edificata su una piccola isola , molto vicina alla terraferma a cui oggi è collegata su due lati e ospita una quantità di palazzi e musei che è difficile immaginare condensati in un luogo tanto piccolo. Il consiglio è quello di dedicare a Trogir almeno una giornata, da cominciare dalla Cattedrale di San Lorenzo per poi continuare con una visita al Museo Civico e ai Palazzi Cipiko e Lucic . Al pomeriggio un bagno salato nella spiaggia di Pantun , e poi una cena elegante da Alka .

trogir croazia cosa vedere

Paradiso per chi ama lo sport: che si tratti di rafting nella gola del fiume Racina o di una sessione di arrampicata , di escursioni in barca a vela , canoa oppure parapendio , ad Omiš la parola d’ordine è “avventura”. Questa piccola cittadina si trova sulla costa, poco più a Sud di Spalato, ed è attraversata dal fiume Racina che proprio qui termina la sua corsa e si getta nel mare. Il paesaggio circostante è a dir poco sorprendente. Falesie altissime, tagliate in due dal corso d’acqua, a ridosso della città e del mare chiaro e scintillante. Se gli sport estremi non fanno per voi, optate per un breve trekking fino in cima alla Fortezza Fortica : il panorama, soprattutto se al tramonto, vi ripagherà di ogni fatica! Appuntamento da non perdere a Omiš è il tradizionale e attesissimo Festival delle Klape , canti popolari croati.

omis- croazia- cosa vedere in croazia

23. Isola di Brač & Spiaggia di Zlatni Rat

Sull’isola di Brač i filari dei vigneti si colorano d’oro al tramonto. Una stradina tortuosa si arrampica tra colli di lecci e cipressi alti a sfidare il cielo. Ma voi cominciate ad esplorare l’isola a partire dal porto di Supetar , capolinea del traghetto arrivato qui dalla vicina Spalato. Poi raggiungete il villaggio di Bol , nella parte meridionale di Brač e visitate la deliziosa città vecchia . Si tratta, questa, di una zona della Croazia molto tranquilla, in cui al posto della movida ruggente dei centri più grandi troverete la natura in tutta la sua grandezza. Infatti, a pochi minuti da Bol, si trova uno dei simboli del Paese intero, la spiaggia più bella della Croazia : Zlatni Rat , una lingua di sabbia bianca a cambiare forma col vento e un mare di bolle azzurre e celesti che sembra dipinto, tanto è saturo di colori.

Isola di Brač & Spiaggia di Zlatni Rat croazia cosa vedere

24. Makarska

Restiamo in Dalmazia, a circa un’ora di guida da Spalato in direzione Sud. Ai piedi del Monte Biokovo , se ne sta protetta e fiera la cittadina di Makarska . Come per la vicina isola di Brač, in questo territorio sono le meraviglie naturali a fare gli onori di casa. Gli amanti del trekking troveranno a Makarska numerosi sentieri a inerpicarsi tra rocce calcaree, pinete e macchie di ginepro e liquirizia. All’orizzonte, il mare turchese di Plaža Nugal e Punta Rata ad attendervi con un angolo solitario per sfogliare un romanzo e godere di un po’ di relax.

makarska croazia cosa vedere in croazia

25. Isola di Korčula

Un peschereccio circondato da gabbiani in cerca di un pasto frugale, il suono delle campane della Cattedrale di San Marco e alte mura a proteggere la città di Korčula , sulla costa orientale dell’omonima isola. Siamo ancora in Dalmazia , in un luogo denso di tradizioni e folklore. Di Korčula, oltre alle spiagge più belle, tra cui Pupnataska Luka e Bačva , vi consigliamo di esplorare l’entroterra, di percorrere in tutta la sua lunghezza la strada che porta fino a Vela Luka . Tra le manifestazioni più sentite dalla popolazione locale, va ricordata la Festa delle Spade , di origine spagnola e ormai tramandata attraverso i secoli ai più giovani partecipanti. Curiosità: gli abitanti di Korčula sono convinti che Cristoforo Colombo sia nato proprio su quest’isola… Quale sia la verità, forse non lo sapremo mai.

isola di hvar croazia vacanze (1)

26. Isola Obonjan

Vi sveliamo cosa vedere in Croazia, se volete staccare la spina e abbandonarvi totalmente al relax. A pochi minuti di navigazione da Sebenico , nella piccola isola di Obonjan , è condensato il paradiso del relax, per gli amanti del benessere. Dimenticate escursioni impegnative, sport estremi, notti brave e stanchezza: a Obonjan è tutto a misura di equilibrio e giardini zen . Centri spa, lezioni di yoga in riva al mare, menù detox e sessioni di meditazione a scandire le giornate. Da non perdere, The Island Festival , un concentrato di musica, attività fisica e lezioni di mindfulness, in un contesto naturalistico unico. Nota a margine: l’isola di Obonjan è riservata alle persone adulte .

Obonjan isola croazia

27. Isola di Mljet

Ecco cosa vedere in Croazia per una fuga romantica… Nell’Odissea, è celebre il passo in cui la ninfa Calipso si innamora di Ulisse e lo trattiene con sé sulla sua isola per sette lunghi anni. Ebbene, si vocifera che Ogigia , l’isola della ninfa, corrisponda proprio alla piccola, incantevole, Mljet . Ci troviamo nei territori più meridionali della Croazia, tra colori indescrivibili e sentimenti audaci. L’attrazione principale dell’isola è la natura disarmante del Parco Nazionale di Mljet . Ai laghi salati Veliko Jezero e Malo Jezero , alle rovine greche e romane di Polače e alle spiagge di Pomena , affiderete il desiderio di voler tornare presto. Nota romantica: nel mezzo del lago Veliko Jezero, si trova la piccola Isola di Santa Maria , sulla quale c’è un Monastero Benedettino , oggi disabitato. Vi si accede con lo stesso biglietto di ingresso del Parco Nazionale, e i dettagli barocchi delle costruzioni e il roseto nel chiostro vi conquisteranno senza dubbio. Un’isola, con un lago nel mezzo, con dentro un’isola… incredibile!

Mljet isola croazia

28. Isola di Lastovo

Il modo migliore per visitare l’isola di Lastovo è quello di saltare sul primo traghetto in partenza da Korčula e poi godere della tranquillità di quest’isola dai colori pastello. Tra valli carsiche, colline di lecci e baie segrete , Lastovo è un dono prezioso e un ottima meta per staccare la spina e lasciarvi alle spalle il resto del mondo. Concedetevi un bicchiere di vino locale, Plavac , e una cena di pesce in terrazza da Konoba Augusta Insula .

Lastovo cosa vedere croazia

29. Isola di Vis

Tra le isole vicine a Brač, ce n’è una affascinante e misteriosa che dovreste assolutamente inserire nel vostro programma: Vis . Fino a poco tempo fa, questa isola era territorio militare, chiusa al turismo, mentre oggi, sebbene ancora poco conosciuta, accoglie volentieri tutti i viaggiatori con le sue bellezze naturali incontaminate . Tra i luoghi più belli dell’isola, il villaggio di Rukavac , dalle spiagge nascoste e quiete e poi le piccole spiagge di Mala Travna e Stiniva , che sembrano saltate fuori da un lontano poema epico.

isola di vis croazia

30. Isola di Hvar

Cosa vedere in Croazia, se non uno dei suoi luoghi più famosi? Hvar è una delle isole più belle della Croazia. Si trova tra Korčula e Brač ed è facilmente raggiungibile da Spalato. Amata sia da chi cerca divertimento e serate infinite in locali alla moda, sia da chi brama un angolo quieto , lontano dal chiasso. Il consiglio è quello di alloggiare in una delle città più grandi dell’isola e poi gironzolare durante il giorno, alla scoperta del territorio circostante. Perdetevi tra uliveti e sterminati campi di lavanda, cercate una taverna remota in cui assaggiare cibo squisito, spesso accompagnato da olio e vino della casa. Non dimenticate di andare via senza prima aver visitato la Cattedrale di Santo Stefano e la Fortezza di Hvar , con la sua vista impareggiabile sul mare, e poi il caratteristico villaggio di pescatori di Sucuraj che è una piccola gemma inondata di luce. Di quest’isola, porterete con voi tanti ricordi e la gentilezza senza pari dei suoi abitanti.

isola di hvar croazia vacanze cosa vedere in croazia

Se questo articolo su cosa vedere in Croazia vi è piaciuto, potreste anche essere interessati ai nostri articoli su Dubrovnik ,   Sarajevo ,   Lubiana , Venezia e sulla Penisola Balcanica .

In cerca di ispirazione? Acquistate il mio libro “ Finalmente Weekend ” e scoprite i  52 weekend  perfetti per ogni settimana dell’anno!

Avatar photo

Post written by: Arianna Izzi

Leave a reply.

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed .

Sign up to Our Newsletter

tour croazia cosa vedere

  • 26th March 2020

Travel 10 Cose da vedere a Milano Marittima

  • 21.0K views
  • No comments
  • 7 minute read

si naviga a vista - editoriale aprile - Copy

  • 1st April 2020

Editoriale Navighiamo a vista, verso nuove isole

  • 2 minute read

You May Also Like

cosa vedere vicino roma lazio posti da visitare

Cosa vedere vicino Roma: 30 posti da visitare nel Lazio

weekend romantico in italia san valentino unsplash

20 Mete per un weekend romantico in Italia

  • Emilia Romagna
  • Friuli Venezia Giulia
  • Trentino Alto Adige
  • Gran Bretagna
  • Repubblica Ceca
  • Stati Uniti
  • Repubblica Dominicana
  • Itinerari on the road
  • Organizzare un viaggio
  • Weekend in città
  • Dove mangiare
  • Dove dormire
  • Vacanze al mare
  • Trekking e vacanze attive
  • Collaborazioni
  • Privacy & Cookie Policy

©2014-2023 MangiaViaggiaAma P.I. 03923270270

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti sulle ultime novità dal blog.

Dubrovnik, vacanze in macchina Croazia

Croazia on the road: itinerario in 10 giorni

I numeri parlano chiaro: con 6000 chilometri di costa e più di 1200 isole la Croazia è la destinazione ideale per un viaggio in auto on the road , estivo ma non solo. Per chi come me vive nel nord-est italiano si tratta di un Paese incredibilmente vicino e da sempre molto gettonato per le vacanze estive, allo stesso tempo trattandosi di un territorio piuttosto vasto e ricco di isole tra cui scegliere ci sono molti itinerari possibili.

In questo caso vi parlerò di un itinerario di viaggio in Croazia in 10 giorni lungo la costa Dalmata, tra città storiche patrimonio UNESCO, parchi naturali e qualche giorno di mare sull’isola di Hvar – oltre ad un’incursione in Bosnia per visitare Mostar con il suo bellissimo ponte.

♦ Date: 23 agosto-3 settembre 2013

♦ Noleggio auto: in questo caso abbiamo utilizzato la nostra auto senza dover ricorrere al noleggio. In alternativa potete confrontare i prezzi su Rentalcars o Autoeurope .

♦ Chilometri percorsi: circa 2000

♦ Alloggio: 390€ totali per 11 notti

♦ Tappe: Laghi di Plitvice, Spalato, isola di Hvar, Dubrovnik, Mostar, Zara.

♦ Guida da acquistare: Rough Guide  o Lonely Planet

Dubrovnik, vacanze in macchina Croazia

COSA VEDERE IN CROAZIA GIORNO PER GIORNO

GIORNO 1 → Partiamo in serata dopo il lavoro ed arriviamo dopo circa 400 chilometri ai laghi di Plitvice.

GIORNO 2 → L’intera giornata è dedicata alla visita del Parco Nazionale dei laghi di Plitvice , sito Patrimonio UNESCO raggiunto ogni anno da un milione di visitatori. Un luogo spettacolare dove diversi sentieri si snodano su passerelle di legno tra laghi e cascate. L’ingresso costa da 55 a 180 kune a seconda della stagione, e quando in funzione – ovvero da aprile ad ottobre – comprende l’utilizzo del trenino panoramico e del piccolo traghetto elettrico che possono essere sfruttati in alcune parti del percorso. Se soggiornate in uno degli hotel convenzionati indicati nel sito ufficiale potrete prolungare gratuitamente la validità del biglietto anche per un secondo giorno. In generale, i sentieri sono circolari e prevedono tempi di percorrenza di mezza giornata oppure di una giornata intera.

Laghi di Plitvice, vacanze in Croazia

GIORNO 3 → In mattinata ci dirigiamo verso la costa ed entriamo ufficialmente in Dalmazia. Pranziamo a Trogir , uno dei centri storici meglio conservati dell’intera Croazia con i suoi palazzi di pietra e le calli d’impronta veneziana – anche questo sito Patrimonio UNESCO. Nel pomeriggio raggiungiamo poi Spalato , dove passeremo la notte: un luogo unico al mondo dove edifici di ogni epoca hanno finito per inglobare l’antico Palazzo dell’imperatore romano Diocleziano. Accanto alle colonne dell’antico peristilio ora si trovano i tavoli dei caffè alla moda, e le mura di cinta sono diventate le pareti di palazzi e hotel eleganti.

GIORNO 4 → Tra le molte isole della Dalmazia, abbiamo scelto in questo viaggio di visitare Hvar . Per raggiungerla avremmo potuto prendere un traghetto già da Spalato, ma avendo l’auto a disposizione è molto più semplice scendere la costa fino al piccolo porto di Drvenik: da qui ci vogliono solamente 35 minuti di traversata per arrivare a Sucuraj, anziché i 120 necessari da Spalato. Il traghetto parte ogni 45 minuti circa ed il biglietto costa 16 kune a persona più 108 kune per l’auto – trovate tutte le specifiche qui . Alloggiamo a Hvar per 5 notti, precisamente a Stari Grad.

GIORNI 5/6/7/8 → L’ isola di Hvar è un’ottima scelta per chi cerca qualche giorno di relax al mare ma anche cultura e belle cittadine da visitare. Ha un’atmosfera elegante e vacanziera, grandi campi di lavanda e persino un altro sito Patrimonio UNESCO (la piana di Stari Grad). Da non perdere l’escursione in barca: è possibile noleggiare piccole imbarcazioni anche senza patente nautica ed esplorare in autonomia l’ arcipelago di Pakleni , una collana di minuscole isolette al largo di Hvar con baie isolate, qualche rara taverna di pesce a ridosso dei boschi e acque perfette per lo snorkeling.

Isola di Hvar, Croazia

Per chi lo desidera è possibile anche fare delle escursioni alle isole vicine di Korcula e Brac, con la celebre spiaggia di Bol.

GIORNO 9 → Ci imbarchiamo di nuovo a Sucuraj per tornare in terraferma e dirigerci a Dubrovnik, senz’altro una delle città più belle della Croazia e di tutta Europa. Lungo la strada – incredibilmente panoramica, stretta tra mare e montagna – si può ammirare l’imponente cinta muraria di Ston (tra le più lunghe d’Europa), prima di superare l’unico breve sbocco sul mare della Bosnia.

A Dubrovnik , la “Perla dell’Adriatico”, imperdibile la camminata sulle mura lunghe quasi 2 chilometri ed interamente percorribili, che offrono viste mozzafiato sull’intero panorama circostante raggiungendo in alcuni punti anche i 25 metri di altezza (ingresso 90 kune). Per ammirare i caratteristici tetti in mattoni rossi della città vale anche la pena di salire sul monte Srđ in funicolare (biglietto a/r 94 kune).

Vi consiglio anche una visita guidata della città , generale o dedicata alle location del Trono di Spade .

Ponte di Mostar

GIORNO 10 → Risalendo verso nord facciamo una piccola deviazione e lasciamo la Croazia per un giorno. Visitare Mostar era un mio sogno da diversi anni: una città segnata dalla storia recente, con il celebre ponte distrutto dalla guerra e diventato oggi simbolo e speranza di pace. Rispetto alla ricca Croazia affollata di turisti, la Bosnia mostra ancora diverse cicatrici ma conservo il desiderio di tornare per visitare anche il resto del Paese. Passiamo quindi la serata a Mostar, il cui bel centro storico è stato restaurato nel 2004 ed è oggi Patrimonio UNESCO.

GIORNO 11 → Rientriamo in Croazia e proseguiamo la risalita lungo la costa. Per spezzare il viaggio ci fermiamo nell’ultima grande città della Dalmazia che avevamo saltato all’andata: Zara . Il centro storico si sviluppa su una penisola circondata dal mare ed accanto a cattedrali e fori romani il lungomare è arricchito da opere contemporanee. Come “Il Saluto al Sole”, installazione di vetro e pannelli fotovoltaici che assorbe i raggi del sole per poi trasformarli in giochi di luce la sera, e l’“Organo Marino”, dove il passaggio dell’acqua nel sistema di canne produce un suono particolarissimo.

GIORNO 1 2 → Dopo la mattinata a Zara rientriamo in Italia.

Zara Saluto al sole

NOTE GENERALI

L’itinerario.

Come anticipato, l’estensione del Paese ed il gran numero di isole fa sì che in Croazia si possano studiare mille itinerari differenti. Nel mio caso ad esempio ho escluso la visita a Zagabria semplicemente perché era una città che già conoscevo, ma se non ci siete mai stati vi consiglio di inserirla nel percorso magari prima di Plitvice. Allo stesso modo con qualche giorno in più a disposizione potreste pensare di inserire una tappa in Istria .

La scelta dell’isola o delle isole poi sarà ancora più difficile, poiché ce ne sono moltissime e tutte interessanti a loro modo: c’è quella più ricca di cultura come Hvar o quella selvaggia come Mjet, c’è Brac giovane e sportiva oppure Krk, la più estesa dell’Adriatico.

Come muoversi  

Per un itinerario in Croazia vi consiglio di avere un’auto a disposizione , in modo da essere indipendenti negli spostamenti. Esistono dei collegamenti in autobus tra le città principali ma ovviamente limitano di molto la possibilità di deviazioni e tappe intermedie, oltre a creare diverse complicazioni in più per poter rispettare gli orari di partenza. La rete ferroviaria non è molto sviluppata e collega principalmente Zagabria e l’Istria.

Se partite dal Nord Italia non troppo lontani dal confine potete raggiungere la Croazia con la vostra auto, dalla costa Adriatica potete valutare anche il traghetto oppure arrivare a Dubrovnik o Spalato con volo low cost e lì noleggiare un’auto: in questo caso confrontate sempre le tariffe, ad esempio su Rentalcars o  Autoeurope , per prenotare al prezzo migliore.

La principale compagnia di traghetti in Croazia è   Jadrolinija : potete consultare gli orari ed acquistare i biglietti in anticipo dal sito ufficiale, tenete però presente che il biglietto è valido per l’intera giornata e non vi garantisce di partire all’ora selezionata, conviene perciò presentarsi con un po’ d’anticipo soprattutto in alta stagione.

Stradun Dubrovnik

DOVE DORMIRE IN CROAZIA

Le camere in Croazia sono solitamente molto economiche, una buona doppia con bagno privato costa di media 30-40€ a notte. Ho prenotato tutte le stanze su Booking.com  e per le tappe di questo itinerario vi posso consigliare:

– Guest House Rustico : belle camere poco distanti dall’ingresso del Parco dei laghi di Plitvice, con un’atmosfera molto calda.

– Guest House F : molto caratteristica ed accogliente a due passi dal centro di Spalato. Se invece volete dormire dentro la storia – pur senza spendere una fortuna – provate gli appartamenti White Stone ricavati all’interno del Palazzo di Diocleziano.

– Villa Dard : se vi spostate in auto, a Dubrovnik può essere preferibile scegliere una camera al di fuori del centro storico con parcheggio gratuito come questa, e spostarsi poi a piedi o con la rete di autobus cittadini (15 kune a tratta). Se invece preferite dormire all’interno delle mura gli appartamenti di Apartments&Studios Scalini sono spettacolari.

– Villa Godinovic : belle camere ed appartamenti a 10 minuti a piedi dal centro di Hvar, con parcheggio gratuito.

E dove dormire a Mostar: Shangri La Mansion , a pochi passi dal ponte e con una bellissima terrazza panoramica sul tetto. Cercate in ogni caso una camera in centro poiché la zona moderna non è particolarmente affascinante.

L'articolo ti è piaciuto?

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti dal blog e dai prossimi viaggi:

Itinerario di viaggio Indonesia Lombok

Non solo Bali: itinerario di viaggio in Indonesia a Java, Lombok e Komodo

Viaggio in Norvegia Bergen

Viaggio in Norvegia: Bergen e i fiordi occidentali

Tour castelli della Loira

Tour dei castelli della Loira: itinerario nella Valle della Loira in 5 giorni

tour croazia cosa vedere

East Coast USA: itinerario nella costa Est degli Stati Uniti

Slieve League

Cosa vedere in Irlanda: itinerario in 10 giorni

Cosa vedere Filippine

Cosa vedere nelle Filippine: itinerario di viaggio di due settimane

tour croazia cosa vedere

Cosa vedere in Islanda: itinerario in 7 giorni

tour croazia cosa vedere

Itinerario in Svezia occidentale: cosa vedere nella West Sweden

Sono stata due volte in Croazia ma per mancanza di tempo (e per la stanchezza accumulata nei mesi…) ho finito per trascorrere i pochi giorni a disposizione nello stesso posto, tra spiaggia, passeggiate, degustazioni di vino, formaggio e prosciutto. Non male, ma l’idea del viaggio on the road partendo da casa mia in Piemonte mi affascina non poco. Segno le tue tappe 🙂

Dal Piemonte hai un bel viaggio ma di sicuro la costa Dalmata è davvero affascinante, mi piacerebbe tornarci presto e visitare altre isole 🙂

Ottimo itinerario. Complimenti! Semmai sarebbe da intitolare “Itinerario in 10 giorni – con breve vacanza a Hvar” senza la quale l’itinerario sarebbe fattibile anche in una settimana. Ma hai fatto bene programmare di fermarti un po’ di giorni, altrimenti sarebbe stata tutto una corsa… e non è “una vacanza in Croazia” senza concedersi anche un po’ di giorni di mare, sole e relax puro.

Vero, la parte costiera si può fare anche in meno giorni ma almeno 2-3 notti su un’isola secondo me valgono la pena – non necessariamente Hvar, come ho scritto nel post anche le altre grandi isole dalmate sono sicuramente bellissime!

Molto probabilmente le ferie 2018 visiterò la Croazia, ma con solo una settimana a disposizione mi fermo più in alto vicino alle isole di Krk e Cres, così per vedere i laghi di Plivtce. Se avete qualche itinerario nelle vicinanze se me lo suggerite ne sarei contento, grazie in anticipo.

Ciao Luigi, nella zona settentrionale della Croazia oltre ai laghi di Plitvice ed alla capitale Zagabria ho visitato parte dell’Istria nel corso di qualche weekend. Non conosco invece per ora Krk e Cres perciò su queste non so darti molte indicazioni. Se hai solo una settimana oltre ai laghi ti consiglierei di scegliere solo una delle due isole (che sono piuttosto grandi) oppure appunto risalire la costa occidentale dell’Istria dove si trovano molte belle cittadine come Parenzo, Rovigno e Umago, oltre a numerose spiagge.

Ciao. Io e mio marito pensavamo di fare le ferie ad agosto in Croazia, facendo un tour di circa 12/13 gg ad agosto. Escluderei L Istria perché L abbiamo già visitata diversi anni fa ma vorrei fare un salto a Zagabria. Che consigli mi potresti dare? Grazie

Ciao, con 12 giorni ti consiglierei senz’altro la Dalmazia più qualche giorno su un’isola a scelta, noi siamo stati a Hvar ed è bellissima ma ce ne sono molte altre. All’andata o al ritorno potete includere Zagabria e laghi di Plitvice lungo il percorso.

Che bellezza la Croazia! Anche io l’ho visitata on the road, partendo dall’Italia con la mia macchina. Abbiamo visitato però altre isole ed altre cittadine, ma noto con piacere che c’è ancora un sacco di bellissime cose da esplorare in Croazia allora! Sarebbe da perdersi almeno una settimana in ogni isola.

Sono assolutamente d’accordo, infatti anche per me sarebbe ormai ora di tornare 🙂

Ciao! il tuo itinerario è molto interessante! Noi siamo due amiche e vorremo fare la stessa cosa, partendo da Milano! Avremmo un auto a metano, secondo te è fattibile? Soprattutto, generalmente puoi dirci quanto hai speso in totale tra benzina, alloggi e pasti? noi faremmo anche meno giorni, ma abbiamo un budget molto limitato :S Grazie mille!

Ciao Cecilia! Sicuramente è fattibile, siete un pochino più lontane e se avete a disposizione meno giorni dovrete scegliere qualche tappa in meno, ma niente di impossibile. Per gli alloggi abbiamo speso circa 400€ per 11 notti (in due persone), come sempre si possono trovare stanze più o meno economiche anche a seconda di quali sono le vostre esigenze. Non sono informatissima sul metano ma facendo una piccola ricerca su Google pare ci siano solo due distributori operativi in tutta la Croazia, purtroppo non credo riuscirete a sfruttarlo molto e dovrete quindi fare un calcolo del consumo in benzina per i km che intendete percorrere (anche su ViaMichelin eventualmente). Per i pasti al ristorante si spende più o meno come in una piccola città italiana, meno che a Milano per intenderci 🙂

Ciao, ad agosto abbiamo deciso di visitare la Croazia, la parte alta Istria più o meno fino a Kirk. Circa 10/11 gg hai dei suggerimenti da darmi? anche un punto fermo e poi girare (andiamo con la ns. auto). grazie mille

Ciao! Ti consiglio di scegliere almeno due basi, una per i giorni in Istria ed una a Kirk. In Istria le cittadine più belle a mio avviso sono quelle della costa ovest, Umago, Parenzo e Rovigno in particolare: dormendo tra Parenzo e Rovigno ti puoi poi spostare in giornata in tutta l’Istria senza difficoltà. Invece per quelli che immagino saranno più giorni di mare conviene dormire direttamente sull’isola, purtroppo non sono ancora stata a Kirk perciò in questo senso non so consigliarti quale zona sia meglio! Sarete anche vicini ai laghi di Plitvice, se avete tempo andateci perché è davvero un parco bellissimo 🙂

Ciao,a luglio vorrei visitare la croazia in auto direttamente dall’italia,però mi sono reso conto che per andare a Dubrovnik si deve attraversare il confine bosniaco.In alcuni forum ho letto che si deve acquistare un ulteriore assicurazione,perche la mia compagnia non fornisce la carta verde che è obbligatoria in bosnia,se mi puoi dire come vi siete comportati al riguardo sarei molto felice,grazie.

Ciao Francesco, nel nostro caso avevamo la carta verde fornita dall’assicurazione. Hai già chiesto alla tua compagnia se può fornirtela? Di solito lo fanno gratuitamente, altri invece chiedono il pagamento di una piccola quota ma sicuramente inferiore al costo di una polizza esterna.

Ciao …un itinerario molto bello che incontrerebbe anche i miei interessi di quest’anno. Unica cosa secondo te è fattibile con 2 bambini (3 e 9 anni)? grazie

Ciao Silvia, direi che è assolutamente fattibile, rispetto ad altri miei viaggi questo in Croazia è stato abbastanza tranquillo (con 4 giorni pieni sull’isola di Hvar a rilassarsi). Potete prenderla con calma e al massimo saltare una tappa intermedia se i bambini sono stanchi, ma credo che ad esempio le mura di Dubrovnik saranno interessantissime anche per loro 🙂

Ciao, in questi giorni stiamo cercando di accelerare i tempi per prenotare le stanze/appartamenti. Complimenti per il racconto ben dettagliato. Abbiamo circa 7 giorni da sfruttare, avevo notato Pula nell’Istria, secondo te ne vale la pena? Conosci? Dall’Istria poi come consiglieresti di proseguire? Grazie

Ciao Mirco, se in una settimana vuoi visitare la costa dalmata fino a Dubrovnik credo sia meglio evitare l’Istria, altrimenti dovresti scegliere di concentrarti sulla parte nord (fino a Zara o Spalato). Pula è interessante per l’arena, come cittadine a mio avviso in Istria sono più belle Rovigno o Parenzo: da lì potresti proseguire per Plitvice, Zara, Trogir e Spalato.

Ciao Mi dai più indicazioni sul noleggio delle barche senza patente nautica di cui parli per visitare l’arcipelago Pakleni? Grazie

Ciao Giorgia, troverai vari chioschi a Hvar città che noleggiano piccole imbarcazioni, puoi chiedere a più di una per confrontare i prezzi ma la differenza è poca. Non serve la patente nautica perché hanno un motore poco potente ma puoi raggiungere tranquillamente le Pakleni e girare per tutta la giornata.

CIao, anche noi quest’anno abbiamo visitato la Croazia : siamo sbarcati a Dubrovnik, (ci siamo imbarcati a Bari) poi isola di Mljet , Mostar , Sarajevo , Spalato , isola di VIS , Salona , Clissa , Trogir , Zara , Laghi di Privice , Fiume e rientro in Italia da Trieste . Totale 13gg

Ciao Mario, bellissimo itinerario anche questo, ci sono un paio di isole che spero di visitare presto 🙂 Buoni viaggi!

Ciao, vorrei visitare la croazia a novembre e ho a disposizione solo 4 giorni, mi potresti suggerire dei luoghi . grazie loredana

Ciao Loredana, prima di tutto sarebbe bene sapere da dove inizierai il viaggio: raggiungerai la Croazia in auto (perciò da nord) o arriverai in aereo, ed in questo caso in quale città?

Ciao Letizia, io e il mio compagno vorremmo fare una vacanza di una settimana in Croazia. Partendo da Padova pensavamo di fare come prima tappa i laghi e poi spostarci più a sud verso Spalato e fare qualche isola per poi risalire e magari fermarci a Zara. Secondo te è fattibile in una settimana fare questo itinerario? Sulle isole quindi consigli di fermarsi? Grazie mille dei consigli

Ciao Elisabetta, in una settimana ti consiglierei di scegliere una sola isola e fermarti 2/3 giorni se poi vuoi visitare anche Plitvice, Spalato e Zara. Le isole principali della costa dalmata (Hvar, Brac o Vis ad esempio) sono abbastanza grandi ed una visita di un solo giorno sarebbe un peccato. Sicuramente come itinerario è fattibile, basta scegliere l’isola che ti ispira di più e lasciare le altre alla prossima occasione 🙂

Ciao Letizia, stiamo organizzando il nostro itinerario on the road in Croazia e il tuo articolo ci ha dato molti spunti! Grazie! Sicuramente inseriremo Dubrovnik e Mostar, pur dovendo spostarci fino all’estremo sud: sono due città che ci ispirano tantissimo! 🙂

Ciao Ale e Kiki, grazie mille! Sono due delle tappe che ho amato di più perciò vi capisco bene 🙂 Buon viaggio!

Ciao l’itinerario proposto è fattibile con un cane? la copertura assicurativa è necessaria? Grazie. Stefania

Ciao Stefania, purtroppo non ho mai viaggiato con un cane perciò non ti so dare una risposta in merito, ma da quel che mi hanno raccontato amici credo che la Croazia abbia molte strutture “dog-friendly”. Meglio per sicurezza però contattare gli hotel o appartamenti in cui vorresti soggiornare. Con la tessera sanitaria italiana hai diritto all’assistenza gratuita o con solo pagamento del ticket anche in Croazia, in ogni caso se hai in progetto anche altri viaggi io consiglio sempre la polizza assicurativa annuale che con una spesa minima ti copre in modo più completo. Buon viaggio!

Ciao! Mi sono imbattuta nel tuo blog cercando un itinerario per la. Croazia. Noi partiremo dal nord (Parma) e vorremmo arrivare fino a Dubrovnik in 7/8 giorni. Ho notato però che per Dubrovnik è necessario passare per la Bosnia… La carta d’identità è accettata? P.s.ho l’auto a GPL è diffuso in Croazia o dovrò usare comunque la benzina? Grazie

Ciao Sara, sì la carta d’identità è sufficiente per attraversare la Bosnia, ricordati però di controllare di avere la Carta Verde per l’auto. Anch’io viaggiavo a GPL e non c’erano moltissimi distributori, però sono passati diversi anni e credo ora la situazione sia migliorata. C’è un sito con la mappa di tutte le stazioni di servizio: Mylpg.eu

Ciao Letizia, io con il mio ragazzo e un’altra coppia faremo un itinerario in Croazia ad agosto con l’auto, ci rimane un dilemma: il primo giorno prima di spostarci poi sull’isola di Brac abbiamo una notte a disposizione per dormire sulla terraferma, é fattibile scendere fino a Rovigno e poi la mattina seguente salire a Spalato girarla velocemente e prendere il traghetto o meglio fermarci a Spalato tutta la giornata e dormire lì? Così però escluderemmo Rovigno dal nostro viaggio… Grazie, il tuo itinerario e i tuoi consigli sono stati utili.

Ciao Jessica, personalmente sceglierei di visitare Spalato e lascerei Rovigno e l’Istria ad un’altra occasione, fare la strada da lì a Brac sarebbe davvero pesante. O forse intendevi Dubrovnik? Quando dici scendere mi fai venire un dubbio 🙂

Ciao, vorremmo andare in Croazia per una decina di giorni in due coppie con un’auto, dal primo al dieci settembre circa partendo da Milano con tappa per una notte a Trieste. Avendo già fatto un mese a luglio/agosto al mare possiamo saltare il soggiorno balneare. Cosa ne dici? Per quanto riguarda i prelievi col bancomat, ci sono problemi ? Grazie. Pino

Ciao Pino, in Croazia avrete moltissimo da fare e vedere anche senza i giorni al mare. Nessun problema per i prelievi con bancomat, le carte italiane funzionano senza problemi. Buon viaggio!

Ciao Letizia, ho appena acquistato il biglietto per il traghetto da Ancona. Faremo una vacanza di 8 giorni in moto. Sbarchiamo a Zara e riprendiamo il traghetto da Spalato. Che itinerario mi consiglieresti? Inoltre potresti darmi qualche informazione in più sulla carta verde? Grazie Edwige

Ciao Edwige, in 8 giorni mi concentrerei sulla costa Dalmata, scenderei subito a Dubrovnik per poi visitare Spalato, Trogir, Zara. Se volete trascorrere qualche giorno al mare potreste anche inserire 3/4 giorni su un’isola a scelta (Hvar, Brac, Korcula). Avrete bisogno della carta verde solamente per attraversare il territorio bosniaco in corrispondenza di Neum, solitamente le assicurazioni comprendono anche questo documento ma a volte va fatta esplicita richiesta – specie se si tratta di assicurazioni online. Buon viaggio!

Ciao,quest’anno vorrei iniziare a conoscere la Croazia, anche se in verità molti mi consiglierebbero la Slovenia. Tu cosa ne pensi? Amo i paesaggi verdeggianti, le colline o le pianure per farmi dei brevi giretti a piedi o in bici, mi piace visitare parchi naturali o paesini caratteristici, ma non amo fare “vita da spiaggia” e non amo la ressa…La mia prima idea erano i laghi di PLitivice, ma sono molto indecisa, perchè ad agosto mi dicono ci sia il pienone e non riesci a goderteli…Vorrei trovare una località centrale che mi permetta di vedere natura, mare, e se possibile dedicare 1 giornata alle terme (non saprei quali, però…). Mi attirerebbe molto anche Lubiana… Noi staremo via solo 6 giorni e da Trieste non vorremmo impiegarci più di 2 ore… Ringrazio se mi potrai consigliare…

Ciao Sara, entrambi i Paesi offrono quello che cerchi, in Slovenia potresti visitare Lubiana-lago di Bled-terme di Ptuj, oppure raggiungere l’Istria dove hai sia borghi caratteristici sia moltissimi percorsi da fare in bicicletta. Essendo tu di Trieste, hai già visitato qualcosa in queste zone o sarebbe tutto nuovo? In ogni caso, ad agosto purtroppo credo troverai ressa sia in Slovenia che in Croazia, quindi valuterei in base a cosa ti interessa di più vedere.

Ciao posso chiederti il budget di una vacanza come quella che avete fatto voi? La vorrei fare questo agosto con il mio ragazzo.

Ciao Cristina, il budget è molto variabile e personale. Nell’articolo trovi l’indicazione di quanto ho speso per gli alloggi e puoi aggiungere circa 8/10€ a persona a pasto, ma tutto dipende da cosa e dove vuoi mangiare. Devi noleggiare un’auto? Devi prenotare un traghetto? Quante attrazioni vuoi visitare? In generale direi che in due persone ad agosto puoi considerare tra i 1000 ed i 1500€ totali.

Ciao Letizia! Ho letto il tuo itinerario e mi hai davvero dato tanti spunti su cosa visitare. Noi siamo della provincia di Milano e pensavo di fare il viaggio in macchina, con il nostro cane. Pensi che sarà fattibile? Pensavamo di fare una vacanza di 7 giorni ad Agosto, dato che prima volevamo fare 7 giorni in Alto Adige. Essendo un po’ imbranati con le lingue. L’italiano un po’ lo capiscono? Oppure è fondamentale conoscere l’inglese? Per la moneta, meglio scambiare gli euro direttamente in Croazia? I laghi di Plitvice e il parco di Krka ci piacerebbe di sicuro visitarli (sperando di poter entrare con il cane). Per spezzare il viaggio prima di arrivare ai Laghi di Plitvice, dove ci potremmo fermare? Poi pensavamo di fare un giro in qualche città e poi fare un due – 3 giorni di mare. Secondo te qual è l’isola, con il mare più bello? Ho sentito parlare molto bene dell’Isola di Brac. Dubrovnik, anche lei dalle foto sembra bellissima, però è troppo a Sud, non vorrei che poi diventi un viaggio troppo stressante 😀 Ti ringrazio in anticipo dei consigli! Buona giornata. Simona

Ciao Simona, sicuramente è fattibile e non preoccuparti troppo per l’inglese, in qualche modo ci si capisce sempre e tantissime persone in Croazia parlano un pochino di italiano. Per una tappa prima dei laghi o tagli attraverso la Slovenia e ti fermi a Lubiana che è molto carina (attenzione in questo caso a comprare la vignetta per l’auto) oppure magari fai una tappa in zona Istria o Zagabria anche se si allunga un pochino.Se volete fare anche mare, con 7 giorni a disposizione mi limiterei anch’io a Zara e Spalato cui aggiungere un’isola, Dubrovnik è splendida ma oltre a essere molto a sud si meriterebbe almeno 1 giorno e mezzo/2 da sola. Come isola per ora ho visitato solo Hvar ma credo siano tutte belle, scegli quella che ti ispira di più e andrà benissimo 🙂 Buon viaggio!

Ciao Letizia, ad agosto vorrei anch’io visitare la croazia..partiremo insieme ad una coppia con bambini di 8 anni…anni fa sono stata a Hvar ma quest’anno vorremmo trascorrere 12 gg alla scoperta della Croazia. Partiremo da Trieste…puoi dirmi che tappe non devo assolutamente evitare??e soprattutto dove si trovano le spiagge leggermente sabbiose? grazie

Ciao Daniela, da parte mia consiglio sempre la costa Dalmata, perciò visti i giorni a disposizione punterei a Dubrovnik e ritorno. Nel mezzo, le tappe classiche ed imperdibili – specialmente se è la prima volta in Croazia – sono i laghi di Plitvice, Zara, Trogir, Spalato. Quanto alle spiagge sabbiose puoi provare a dare un’occhiata alle zone di Makarska o Omis, entrambe in Dalmazia, oppure scegliere un’isola su cui trascorrere qualche giorno. Per ora ho visitato solo Hvar ma ho sentito parlare molto bene ad esempio di Brac. Buon viaggio!

Ciao Letizia grazie dei consigli, ho copiato quasi tutto il tuo itinerario con piccole modifiche, partiremo il 28 luglio per circa 13 notti. Mi potresti dare qualche dettaglio in più sulle possibili escursioni da Hvar alle isole circostanti? traghetto? barca privata? si riesce a raggiungere Bol? quali le spiagge da non perdere a Hvar? grazie mille in anticipo Francesca

Ciao Francesca, ci sono sia traghetti sia escursioni in barca privata che possono portarti sulle isole vicine, Brac con la spiaggia di Bol in primis ma anche Vis. Troverai nelle città principali molte agenzie turistiche che propongono pacchetti in tutto e per tutto simili tra loro. Ci sono poi le escursioni organizzate tra le isole Pakleni, che eventualmente potresti visitare anche in autonomia noleggiando un gommone che non richiede patente nautica. Quanto alle spiagge, oltre alle calette delle Pakleni ti consiglio: Malo Zaraće, Jagodna, Mekićevica, Dubovica. Buon viaggio!

Ciao, anch’io quest’anno in agosto vorrei passare qualche giorno in Croazia, seguendo pressapoco il tuo itinerario. Saremo in 3, coppia con bambina di 8 anni. Coda consigli per gli alberghi? Ho visto che hai menzionato Booking, va prenotato tutto in anticipo oppure si può riservare giorno per giorno senza problemi di non trovare disponibilità? Saluti, Marco

Ciao Marco, per mia tranquillità preferisco sempre valutare con calma servizi, recensioni e prezzi delle stanze prima di partire, però è anche una questione caratteriale e so che c’è chi invece preferisce essere più libero di fermarsi lungo il percorso senza tappe pre-stabilite. Considerando però che viaggi ad agosto, personalmente ti consiglierei di prenotare in anticipo. Rischi altrimenti di trovare poca disponibilità, a prezzi più alti. Buon viaggio!

Lascia un commento Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscrivimi alla newsletter!

Inserisci la chiave di ricerca e premi invio.

Tourism Italia

31 cose da fare a Barcellona con i bambini: Guida di viaggio per famiglie a Barcellona

viaggi in treno europa

Viaggiare in treno: i tragitti più spettacolari in Europa secondo Lonely Planet

vacanze avventura attività adrenaliche Europa

Vacanze avventura – La top 10 delle attività adrenaliniche più popolari in Europa

Itinerario definitivo della croazia di 7, 10 o 15 giorni.

' src=

Dolomiti Sky: le località più suggestive dove sciare

Tabella dei contenuti

Itinerario della Croazia di 7, 10 o 15 giorni

Sapiente mix di città medievali, parchi naturali e spiagge , la Croazia è una destinazione turistica molto popolare in Europa, soprattutto durante il periodo estivo.

Non avevamo programmato di fare un viaggio on the road in Croazia, ma di fronte alla crisi infinita di Covid-19 e alle continue cancellazioni di voli, abbiamo scelto la sicurezza partendo anche quest’anno con la nostra auto.

Dopo le Dolomiti dell’anno scorso, abbiamo cercato una meta che ancora non conoscevamo, e alla fine è stata la Croazia a imporsi per le nostre vacanze di settembre.

Cosa fare in Croazia, quale itinerario scegliere per un circuito, quale budget pianificare e dove alloggiare in Croazia?

In questo articolo del blog vi darò tutti i miei consigli e le informazioni pratiche per organizzare il vostro itinerario in Croazia nell’arco di una settimana, 10 giorni o 15 giorni.

Quale itinerario per un viaggio in Croazia di 7, 10 o 15 giorni?

La maggior parte dei turisti che si recano in Croazia per un viaggio in auto sbarca nel sud del Paese, a Dubrovnik. Poi risalgono l’intera costa della Dalmazia verso nord per prendere un aereo a Zara, Pola o Zagabria (per chi ha fretta, anche a Spalato). In questo modo si evita un lungo viaggio di andata e ritorno (ci sono 624 km tra Dubrovnik e Rovigno).

Il vostro itinerario in Croazia sarà fortemente dettato dagli aeroporti che sceglierete per arrivare e lasciare il Paese. Di seguito vi darò alcune idee che possono servire come punto di partenza per organizzare il vostro soggiorno o tour. Per vostra informazione, al nord ci sono meno turisti, ma le spiagge sono più belle al sud.

Itinerario di 7 giorni: in una settimana sul posto non avrete il tempo di visitare tutto il Paese. Sarà necessario concentrarsi sulla parte settentrionale della Croazia (Istria – isole della Dalmazia settentrionale – Laghi di Plitvice) o su quella meridionale (Dubrovnik – isole della Dalmazia meridionale – Spalato) . Se non amate la folla, potete sostituire Spalato con le città di Sibenik e Trogir. L’ultima opzione è quella di scegliere il centro del Paese con un anello da Spalato ai Laghi di Plitvice.

Itinerario di 10 giorni: è il tempo minimo per attraversare il Paese da nord a sud (da Dubrovnik all’Istria), ma rimarrà abbastanza “veloce” perché non avremo tempo di fermarci più di un giorno in ogni sito. Dovrete scegliere con cura le isole da visitare per non perdere troppo tempo nei viaggi in traghetto. Se preferite prendervela comoda o guidare meno, optate per la metà settentrionale o meridionale del Paese, fermandovi più giorni nella stessa località.

px Town of Rovinj Croatia

Ampio circuito di 10 giorni: Dubrovnik – isola di Korcula o Hvar – Spalato – Trogir – Sibenik – Parco Krka – Plitvice – Rovinj. Itinerario di 14-15 giorni: 2 settimane sono la durata ideale per un itinerario in Croazia. Avrete il tempo di percorrere l’intera costa croata da Dubrovnik a Rovigno, passando per i parchi dei laghi di Krka e Plitvice. Rispetto all’itinerario precedente, che comprende i principali siti di interesse, potrete aggiungere una o due isole in più.

Quale budget prevedere per un itinerario in Croazia

È difficile indicare un budget complessivo per un viaggio in Croazia, poiché i fattori in gioco sono molteplici. Dipende dalle vostre abitudini, dal tipo di alloggio che preferite, dal mezzo di trasporto che scegliete e soprattutto dalla stagione in cui andrete in Croazia. I prezzi sono al massimo durante l’alta stagione (in luglio e agosto), mentre fuori stagione si può risparmiare davvero (soprattutto da ottobre a maggio).

Durante il nostro viaggio nel settembre 2021 il cambio era di 1 € = 7,5 Kn. Ma dal 1° gennaio 2023 la Croazia ha adottato ufficialmente l’euro come valuta. Anche questo ha avuto l’effetto di far lievitare i prezzi.

Budget per l’alloggio

La maggior parte degli alloggi in Croazia è costituita da appartamenti in affitto o bed and breakfast, mentre gli alberghi sono pochi. I prezzi sono abbastanza ragionevoli (soprattutto al di fuori dell’alta stagione estiva) perché l’offerta è piuttosto ampia. Molti offrono anche soggiorni in famiglia. In media i prezzi partono da 40 euro a notte per un appartamento, ma possono salire se si viaggia in luglio e agosto. In questo caso, la parola d’ordine è prenotare con largo anticipo.

Il nostro budget per l’alloggio per 12 giorni / 11 notti: 704 euro, ossia una media di 64 euro a notte.

Come decidere di mangiare a sacco o in un ristorante

Durante il nostro viaggio in Croazia abbiamo mangiato al ristorante solo pochissime volte. A pranzo abbiamo privilegiato i panini e la sera abbiamo cucinato negli appartamenti che abbiamo prenotato grazie alle cucine attrezzate molto pratiche. I prezzi dei ristoranti variano molto a seconda della posizione e della città (più economici nei piccoli villaggi che nelle città turistiche). In generale ho trovato i prezzi dei ristoranti sostanzialmente identici a quelli italiani, ma la birra è più economica.

È nella regione dell’Istria, nell’estremo nord del Paese, che abbiamo mangiato meglio. L’influenza italiana è ben marcata e soprattutto è la regione del tartufo. Abbiamo assaggiato ottimi piatti nelle locande di campagna a prezzi molto ragionevoli. È più difficile trovarli nelle città turistiche.

Per quanto riguarda i supermercati in Croazia, i prezzi sono ovviamente più bassi che in Italia (per darvi un’idea, lo stipendio medio lordo in Croazia è di 1.277 euro contro i 2.200 euro in Italia). Questa è la voce di spesa più importante su cui si può risparmiare anche se in vacanza non si vuole necessariamente cucinare e lavare i piatti.

Budget del viaggio per itinerario di viaggio in Croazia

Il budget per il vostro viaggio in Croazia può aumentare se volete fare molte escursioni. Le tariffe sono piuttosto alte, soprattutto l’ingresso ai parchi nazionali, se paragonate al costo della vita in loco. Da parte nostra, ci siamo accontentati di attività gratuite e della spiaggia pubblica. Ecco il dettaglio del nostro budget per le visite:

  • Ingresso al Parco Nazionale di Krka: 40 € per adulto
  • Ingresso al Parco dei Laghi di Plitvice: 39,80 € per adulto
  • Ingresso alle chiese e alle fortezze: 24,6 € a persona

In Croazia ci sono molte spiagge private che offrono sedie a sdraio e ombrelloni a noleggio. Nelle spiagge del nord del Paese i prezzi indicati sono di circa 6,5 euro per la giornata. Ma nel sud (nel settore turistico di Spalato, ad esempio) possono raggiungere i 20 € al giorno.

Informazioni pratiche per organizzare un viaggio in auto in Croazia Quando andare in vacanza in Croazia

La Croazia può essere visitata quasi tutto l’anno grazie al suo clima mediterraneo lungo la costa. Ma il periodo ideale per andare in Croazia va da maggio a settembre. È in questa stagione che avrete il sole e l’acqua calda per fare il bagno (anche se io ho trovato più freddo che in Costa Azzurra). La Croazia è una destinazione molto turistica in estate, quando milioni di visitatori vengono a godersi le sue spiagge. Vi consiglio di evitare i mesi di luglio e agosto per godere di un soggiorno più tranquillo (e meno costoso!).

Arrivare con il proprio veicolo attraverso la Slovenia

Se arrivate dalla Francia con il vostro veicolo, dovrete passare dalla Slovenia per arrivare in Croazia. Le autostrade slovene non prevedono pedaggi, ma è necessario acquistare una vignetta venduta nelle stazioni di servizio intorno al confine. Esistono 3 diverse durate: 1 settimana (15 €), 1 mese (30 €) o 1 anno (110 €).

Non cercate di evitare la vignetta, ci sono controlli e le multe sono molto salate. Potete anche lasciare l’autostrada dopo Trieste (Italia) e utilizzare le strade secondarie fino al confine croato, è un po’ più lungo ma è gratuito.

Un piccolo consiglio per risparmiare, se dovete fare il pieno di benzina durante il viaggio, dovete assolutamente farlo in Slovenia perché i prezzi sono molto più bassi che in Italia (circa 0,40 € di differenza al litro). Durante il nostro viaggio in Croazia nel settembre 2021 la SP95 era a 1,27 €/l in Slovenia.

Ci sono controlli al confine Slovenia/Croazia, non sembra sistematico ma in entrambe le direzioni ci è stato chiesto di presentare un documento d’identità (può essere il fatto di passare con un’auto italiana). D’altra parte, nessun controllo della tessera sanitaria (se leggete questo articolo tra diversi anni, il nostro viaggio in Istria si è svolto nel settembre 2021, in pieno periodo Covid).

Dove cambiare i soldi in Croazia

Essendo la Croazia passata all’euro dal 1° gennaio 2023, questo paragrafo interesserà solo gli amici svizzeri o canadesi che vogliono cambiare dollari o franchi in euro.

Se attraversate il confine in auto, vedrete molti uffici di cambio lungo la strada tra Slovenia e Croazia. Soprattutto, non cambiate i vostri soldi alla frontiera perché il tasso di cambio è molto sfavorevole. Appena arrivati in Istria, troverete molti uffici di cambio nelle città turistiche come Rovigno e Parenzo. Offrono tassi molto interessanti.

Altrimenti è facile prelevare euro direttamente dai bancomat, che si trovano ovunque. Verificate con la vostra banca se vengono applicate commissioni per i prelievi e i pagamenti. Alcuni distributori applicano una commissione aggiuntiva al momento del prelievo (viene scritto sulla macchina durante la transazione).

Viaggio in Croazia

Poiché venivamo da Trieste con il nostro veicolo, avevamo l’imperativo di organizzare il nostro circuito, di scegliere un percorso ad anello che ci permettesse di tornare al punto di partenza. A differenza della maggior parte dei viaggiatori che arrivano in Croazia in aereo, non avevamo la possibilità di portare un veicolo fino all’estremo sud del Paese per poi riportarlo al nord (o viceversa). Con due settimane di vacanza davanti a noi e una costa croata lunga 630 km tra l’Istria e Dubrovnik, abbiamo scelto di concentrarci sulla Croazia settentrionale e centrale. È anche la parte meno turistica del Paese, che lasciava presagire un lato più autentico.

Il nostro itinerario in 6 tappe:

  • Giro dell’Istria: 4 giorni (notti vicino a Rovigno)
  • Isola di Rab: 4 giorni (notti nella città di Rab)
  • Sibenik: 1 giorno (notte a Sibenik)
  • Parco di Krka: 1 giorno (notte a Sibenik)
  • Trogir e la sorgente Cetina: 1 giorno (notte a Plitvice)
  • Parco dei laghi di Plitvice: 1 giorno

Dettagli del nostro itinerario di 12 giorni in Croazia

Giorno 1-4: visita dell’istria.

rovinj

L’Istria è una regione situata nel nord-ovest della Croazia, al confine con la Slovenia. Arrivando in auto dall’Italia, è stato naturale iniziare il nostro viaggio in Croazia dall’Istria. La regione è rinomata per i suoi villaggi medievali in cima alle colline e per la sua gastronomia, di cui il tartufo è uno dei simboli più noti. È anche il luogo in cui abbiamo mangiato meglio in Croazia, probabilmente grazie alla vicinanza con la cucina italiana. Perché l’Istria è stata a lungo sotto la dominazione italiana, dal Medioevo e dalla Repubblica di Venezia fino alla Seconda Guerra Mondiale.

Lo stile veneziano si ritrova nell’architettura delle città costiere, di cui Rovigno, soprannominata la perla dell’Istria , è l’esempio più bello. È stata la nostra preferita e uno dei siti da non perdere durante un viaggio in Croazia. L’altra città della costa da non perdere è Parenzo, soprattutto per la sua superba basilica Eufrasiana, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

rovinje

E poi come parlare dell’Istria senza citare i suoi superbi villaggi medievali arroccati nella campagna dove si mangia divinamente bene. Tra i villaggi da vedere consiglio Hum, Motovun, Grožnjan, Pazin e Labin . L’Istria non è la destinazione migliore in Croazia per godersi la spiaggia, ma se ne avete voglia, la località balneare di Rabac ha belle spiagge con acqua turchese. Altrimenti aspettate di essere più a sud o su un’isola della Dalmazia.

Se avete intenzione di scoprire la regione, ho scritto un articolo per visitare l’Istria dove troverete tutte le informazioni sui siti da non perdere e i consigli sugli alloggi nella regione. In questi 4 giorni abbiamo percorso poco più di 300 km per scoprire l’Istria.

Dove alloggiare in Istria

È meglio scegliere un alloggio più o meno al centro dell’Istria, che vi permetterà di essere a meno di un’ora di macchina da tutti i siti turistici. Vi consiglio di scegliere Rovigno o i suoi dintorni (fino a Parenzo), che è la città più bella dell’Istria.

  • 36 €: Appartamenti Rajci è uno degli appartamenti più economici per dormire a Rovigno, questo monolocale di 23 m² con terrazza e cucina completamente attrezzata è perfetto, particolarmente adatto a piccoli budget. Parcheggio in loco.
  • 67 €: Appartamenti Branko , situato a 1 km dal centro storico di Rovigno (10 minuti a piedi), questo alloggio di 30 m² è attrezzato per cucinare. Graziosa terrazza con vista sul giardino e parcheggio privato gratuito.
  • 70 €: Appartamenti Niko , questo appartamento situato al piano terra ha un’ampia terrazza e un giardino con vasca idromassaggio. Completamente attrezzato con un ampio bagno, si trova a 2,4 km dalla spiaggia di Parenzo.
  • €87: LUCIJA 2, questo appartamento di 48 m² che può ospitare 4 persone piacerà alle famiglie numerose o alle coppie di amici. Dispone di una terrazza con vista per un aperitivo. Posizione ideale per visitare tutta la regione. Parcheggio privato gratuito.

Giorno 5-8: Isola di Rab

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Durante questo viaggio in Croazia volevamo trascorrere qualche giorno su un’isola per goderci la spiaggia. Il Paese ne conta 1.244 (non tutte abitate) e non è stato facile sceglierne una. Alla fine la nostra scelta è caduta sull’isola di Rab, nell’arcipelago del Quarnaro. Ciò che ha motivato questa decisione è che l’isola è relativamente piccola, con meno turisti rispetto alle altre più famose. Inoltre, ospita una splendida città medievale (la città di Rab) e spiagge sabbiose, cosa piuttosto rara in Croazia. L’accesso è relativamente facile, poiché ci vogliono appena 15 minuti di traghetto dalla terraferma (a Stinica) per raggiungerla.

px Rab old town

Ci è piaciuta molto la città di Rab con i suoi 4 campanili, è quasi l’unica città dell’isola, ma è davvero piacevole da visitare e offre panorami superbi. Per quanto riguarda la spiaggia, siamo rimasti un po’ delusi: le grandi spiagge sabbiose a nord si trovano in una baia dove l’acqua è molto bassa, il che rende difficile nuotare (tranne che per i bambini). Fortunatamente abbiamo trovato la nostra felicità in una bellissima spiaggia con acqua turchese nel sud dell’isola (spiaggia di Pudarica).

la distanza tra Rovigno e l’isola di Rab è di 210 km.

  • Dove alloggiare sull’isola di Rab
  • €48: Four Towers Apartments , questo appartamento di 15 m² con una parete in pietra a vista è dotato di una zona pranzo. Situato nel centro storico della città, è una delle soluzioni più economiche per dormire nel centro storico di Rab.
  • 50 €: Appartamenti Rožić , questo alloggio di 35 m² con cucina completamente attrezzata è perfetto per cucinare durante un soggiorno di più giorni sull’isola di Rab (la città storica è facilmente raggiungibile a piedi). Parcheggio gratuito.
  • 53 €: APP Leo , appartamento con terrazza di 35 m² per 2 persone con tutto il necessario per un piacevole soggiorno sull’isola di Rab. Dispone anche di una terrazza con giardino e barbecue. Parcheggio gratuito.
  • 70 €: Appartamenti Lumar, questo è l’appartamento che abbiamo avuto durante il nostro soggiorno. A convincerci è stata la magnifica vista dalla terrazza. L’alloggio di 36 m² con angolo cottura è completamente nuovo e dispone di un posto auto. In stagione c’è una piscina. Lo consigliamo al 100%!

Giorno 9: Visita di Sibenik

px Sibenik Croatia panoramio

La città di Sibenik, sulla costa dalmata, è spesso dimenticata dai viaggiatori che preferiscono andare direttamente a Spalato. Eppure la città ha delle qualità che meritano una sosta durante un viaggio in Croazia. Il primo è che ci sono molti meno turisti rispetto a Spalato, e durante l’alta stagione questo fa chiaramente la differenza quando si sa che le strade delle città turistiche possono essere sovraffollate. Sibenik ha un grazioso centro storico medievale tutto in pietra e una cattedrale iscritta dall’UNESCO nella lista del patrimonio mondiale dell’umanità. Se siete alla ricerca di un itinerario un po’ fuori dai sentieri battuti, cercate Sibenik sulla vostra mappa.

Mezza giornata è sufficiente per visitare la città vecchia (contiamo la giornata compreso il viaggio), ma potete fermarvi più giorni se volete scoprire i dintorni. Vengono offerte molte escursioni. Troverete maggiori informazioni nell’articolo del blog dedicato alla visita di Sibenik. Sulla strada tra l’isola di Rab e Sibenik abbiamo scoperto un canyon (Pueblo Winnetou) uscito direttamente da un western americano (ne parlo nell’articolo citato sopra). La distanza tra l’isola di Rab e Sibenik è di 192 km.

  • Dove alloggiare a Sibenik
  • 40 €: Jerry & Oli’s Apartments , questo alloggio di 22 m² con una piccola cucina è uno dei posti più economici dove dormire nel centro storico di Sibenik (e con ottime recensioni). È anche possibile avere un appartamento con un bel balcone. Parcheggio pubblico nelle vicinanze.
  • 65 €: Ana Apartment , leggermente fuori dal centro storico ma a 400 metri dalla spiaggia di Banj, questo alloggio di 45 m² con vista sul mare è perfetto per un soggiorno di più giorni alla scoperta di Sibenik e del Parco Krka. Parcheggio privato gratuito.
  • €70: Appartamento Polic , questo appartamento di 33 m² per 3 persone si trova in una piccola casa con giardino vicino alla città medievale di Sibenik. È completamente attrezzato e comprende una lavatrice e un barbecue. Parcheggio privato gratuito.
  • €90: On the Rock Apartments , splendido appartamento di 43 m² completamente attrezzato e con vista sul Mare Adriatico. Si trova nel cuore della città storica, vicino ai siti da visitare a Sibenik e ai luoghi di svago.

10° giorno: Parco nazionale di Krka

px Krka

Situato a nord di Sibenik , il Parco nazionale di Krka è il secondo parco più visitato del Paese. È uno dei luoghi imperdibili di un viaggio in Croazia. Se è noto soprattutto per le sue famose cascate Skradinksi Buk, contiene anche altri tesori che sarebbe un peccato perdere. L’ideale è avere un’auto per scoprire l’intero parco. Tra i siti imperdibili, non perdete il punto panoramico sull’isolotto di Visovac e il monastero serbo-ortodosso di Krka.

Per visitare il parco nella sua interezza (i 6 siti principali) è necessaria una giornata intera. Per un’escursione alle sole cascate Skradinksi Buk è sufficiente un’ora sul posto. Il giro completo del parco da Sibenik è di 137 km.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il Parco nazionale di Krka può essere facilmente visitato con una gita di un giorno da Sebenico, Trogir e Spalato. Se non avete un’auto, potete optare per un’escursione organizzata.

Giorno 11: Visita di Trogir (0,5 giorni)

Il superbo centro storico di Trogir, patrimonio mondiale dell’UNESCO, può essere facilmente visitato da Sibenik o da Spalato. Una volta varcata la porta della città vecchia, ci si ritrova immersi nel Medioevo tra edifici in pietra e palazzi in stile romanico o rinascimentale. La visita di Trogir, situata su una piccola isola di circa 1 km², non richiederà più di 3 ore.

px Croatia Trogir Aerial Photo

Ma potrete facilmente prolungare il vostro soggiorno scoprendo le spiagge e le isole circostanti. Trogir può anche essere una buona base per visitare Sibenik e poi Spalato grazie alla sua posizione al centro delle due città. Per maggiori informazioni potete leggere l’articolo su come visitare Trogir. Tappa Sibenik – Trogir: 47 km.

  • Dove alloggiare a Trogir
  • 40 €: Appartamenti e camere con posto auto , questo è uno dei posti più economici dove dormire a Trogir e a questo prezzo si ha anche un parcheggio privato gratuito. Appartamento per 3 persone con due letti vicino alla spiaggia e al centro storico.
  • 42 €: Studio Kairos, nel cuore del centro storico, questo alloggio di 42 m² dotato di angolo cottura con zona pranzo e due posti letto ha un ottimo rapporto qualità-prezzo per dormire a Trogir. È molto ben posizionato e vicino al lungomare. Parcheggio pubblico gratuito nelle vicinanze.
  • €81: Apartments & Rooms Trogir Stars , questo bed and breakfast di lusso a 4 stelle dispone di belle camere con pareti in pietra a vista, ma anche di appartamenti dotati di cucina, uno dei quali con terrazza privata. Parcheggio privato gratuito e colazione a pagamento.
  • 90 €: Hotel Bellevue Trogir, per chi ama il servizio e la disponibilità di un hotel, il Bellevue dispone di camere con vista. Si trova a 50 m dalla porta che dà accesso al centro storico. Colazione inclusa e parcheggio privato gratuito.

Giorno 11: Sorgente del fiume Cetina (0,5 giorni)

source cetina drone

Non troverete questa destinazione nelle guide turistiche, ma è diventata popolare sui social media grazie alla sua fotogenia. Questa sorgente blu-verde a forma di occhio si trova a nord di Spalato , sulle montagne al confine con la Bosnia. È durante le vedute aeree con il drone che si rivela in tutta la sua bellezza, altrimenti sono molti i chilometri da percorrere per vedere solo questo “piccolo lago”.

Per noi non ha rappresentato una grande deviazione nell’itinerario del nostro viaggio in Croazia, poiché dopo Cetina saremmo partiti per i Laghi di Plitvice. Troverete tutti i miei consigli per raggiungere la sorgente del fiume Cetina nell’articolo del blog dedicato. La tappa da Trogir a Cetina è lunga 88 km.

Itinerario Croazia 7 giorni

12° giorno: parco nazionale dei laghi di plitvice.

px Parquenacionalplitvice

È il luogo imperdibile di ogni viaggio in Croazia e uno dei motivi principali che spingono i turisti a lasciare Dubrovnik per visitare il nord del Paese. Questo superbo parco composto da 16 laghi e 92 cascate è famoso in tutto il mondo. Può essere visitato a piedi percorrendo passerelle di legno, ma anche navigando in barca.

I laghi di Plitvice sono lontani dagli altri luoghi turistici, per cui abbiamo deciso di includerli nel nostro itinerario ad anello l’ultimo giorno di viaggio. Ma è possibile visitare i Laghi di Plitvice in giornata da Sibenik, Trogir, Zagabria o Spalato. Consiglio piuttosto di trascorrere una notte lì per essere nel parco nazionale non appena apre. In questo modo si evita la folla, soprattutto in luglio e agosto. Tappa Cetina – Plitvice: 167 km.

Dopo aver trascorso la maggior parte della giornata nel parco nazionale, abbiamo ripreso l’auto fino a Trieste in Italia (al confine con la Slovenia) prima di tornare a casa.

  • Dove alloggiare ai Laghi di Plitvice
  • €41: Lake House 1 , questo bed and breakfast è la sistemazione più economica per dormire vicino al parco nazionale. Si trova a 5 minuti di auto dall’ingresso. La colazione gratuita è eccellente secondo le recensioni degli ospiti.
  • €54: Casa dei laghi verdi , questo bed and breakfast si trova nel villaggio di Jezerce, a 2,4 km dall’ingresso n. 2 del parco (che ne ha due). Camera ampia e graziosa, tranquilla e molto ben tenuta. Ottima colazione a 8 €.
  • €68: B &B Millenium House , questa struttura a 4 stelle ha ottime recensioni da parte dei clienti. Offre ottimi pasti abbondanti con colazione (inclusa), pranzo e cena a scelta. Si trova a 2,4 km dall’ingresso n°2, molto vicino per raggiungere il parco nazionale non appena apre.
  • €93: L’Hotel Bellevue è uno dei 4 indirizzi di hotel per dormire direttamente nel parco e il più economico. Questo alloggio si trova all’ingresso n°2 e offre camere di diverso livello con o senza vista. Colazione inclusa e parcheggio privato gratuito.

Norme sull’uso dei droni in Croazia

Prima di partire, mi sono informato sulle norme vigenti in Croazia per il pilotaggio di un drone da diporto e per lo scatto di fotografie. Navigando su blog, forum e siti specializzati, non ho trovato informazioni precise e aggiornate. Ho quindi scritto direttamente all’aviazione civile croata, la cui risposta è riportata di seguito.

In conformità alla legislazione vigente, dobbiamo innanzitutto informarvi che l’esecuzione di riprese aeree per scopi privati o commerciali di aree pubbliche sul territorio croato non è consentita senza autorizzazione.

Due agenzie sono coinvolte nel processo relativo al volo dei droni e alle immagini aeree;

L’Agenzia croata per l’aviazione civile (CCAA) concede il permesso di volare, ma per scattare foto/video aerei è necessario presentare una richiesta all’Amministrazione geodetica statale.

Le riprese aeree esclusivamente su proprietà private ed esclusivamente per uso personale del proprietario sono possibili senza autorizzazione e sono disciplinate dall’articolo 5, comma 1. Uredba o snimanju iz zraka (Gazzetta ufficiale, n. 77/2020).

L’intera procedura può essere risolta on line: per i permessi di volo utilizzare l’applicazione web sul sito del CCAA https://www.ccaa.hr e per le immagini aeree utilizzare il sito https://snimanje-iz-zraka.dgu.hr (è richiesta la registrazione preliminare). Tutte le informazioni necessarie sono disponibili sul link.

La risposta è chiara: è vietato fare foto o video con un drone senza autorizzazione preventiva.

D’altra parte, per scattare foto e video aerei è necessaria un’autorizzazione speciale, da richiedere su questo sito. L’interfaccia è interamente in croato, compreso il documento pdf dell’ultimo link che mi hanno fornito. A questo punto ho rinunciato. Secondo una ricerca su un sito inglese, i permessi vengono concessi solo per uso professionale e commerciale.

Allora come mai sui social network si vedono molte foto o video realizzati con un drone? Alla fine ho contattato le persone che avevano postato le foto su Instagram e tutte mi hanno risposto che non avevano chiesto il permesso per farlo.

Ora che conoscete la procedura e le regole, siete liberi di scegliere cosa fare. In ogni caso, se decidete di fare foto o video con un drone senza autorizzazione, rispettate almeno le regole in vigore in Francia (altitudine massima 120 m, divieto di sorvolo di persone o città o in prossimità di un aerodromo). Da parte mia l’ho usato pochissimo perché con la fortuna che ho sarò caduto sulla polizia (mi è successo due volte in Francia ma ero nelle regole).

Ora siete pronti per organizzare il vostro viaggio in Croazia.

Se avete ancora domande potete usare i commenti del blog. Sentitevi liberi di condividere questo articolo se vi è stato utile!

Scegli la tu struttura per ila tua prossima destinazione

Weekend in città: le migliori mete per una fuga veloce.

viaggi in luna di miele in Europa

I migliori viaggi di Nozze: destinazioni per una Luna di Miele da Sogno in Europa

le migliori vacanze di lusso

Viaggi di Lusso: le destinazioni più esclusive per il 2024

viaggi in solitaria

I 15 migliori posti in Europa per viaggiare in solitaria nel 2024

Sonia Road Life

Una Scrittrice On The Road

10 giorni in Croazia: l’itinerario perfetto della Croazia (Seconda Parte)

Il perfetto itinerario di 10 giorni in Croazia

Il nostro itinerario in Croazia ti porta da Zagabria a Dubrovnik (o viceversa) attraverso alcuni dei luoghi, delle spiagge e delle isole più famose della Croazia.

Per questo ti suggeriamo almeno 10 giorni in Croazia per vivere il meglio quello che ha da offrire. Tuttavia, non sarei sorpresa se decidessi di rimanere più a lungo, la Croazia sa come rubare i cuori dei viaggiatori .

Giorno 1: Zagabria

Benvenuti nella capitale della Croazia!

Dagli splendidi parchi ad alcuni dei migliori piatti che tu abbia mai assaggiato, e tutto il resto, Zagabria merita assolutamente una visita . Le strade di ciottoli e l’architettura medievale non assomigliano a nulla che vedrai nel resto della Croazia, quindi assicurati di trovare il tempo per un tour a piedi e una bella passeggiata nella Città Vecchia.

La città è evidenziata dall’edificio più alto della Croazia, la Cattedrale di Zagabria , e non vorrai perderti la splendida architettura romanica e il tetto colorato della storica Chiesa di San Marco .

Se ne hai la possibilità, il Museo delle relazioni interrotte aggiungerà un bizzarro mix di tristezza e ilarità al tuo itinerario in Croazia.

Una volta che hai finito di visitare la città, non c’è modo migliore per concludere la giornata che con un buon pasto e un gustoso cocktail andando nella via chiamata Tkalčićeva (Street) , che ha tutti i ristoranti e i bar che potresti desiderare.

I posti migliori in cui soggiornare a Zagabria:

  • Best Western Premier Hotel Astoria
  • Palace Hotel Zagreb
  • Hotel Dubrovnik

Giorno 2: Laghi di Plitvice

È ora di salutare la capitale e dirigersi verso Zara , ma non c’è modo di andare a Zara senza fare una sosta al Parco nazionale dei laghi di Plitviče

Questo sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO è la natura che da il suo meglio in assoluto. Sarai circondato da splendide viste sul lago e cascate mentre cammini lungo il pittoresco sentiero. Assumi una guida o esplora il parco da solo, ma qualunque cosa tu faccia, non saltare il Parco nazionale dei laghi di Plitviče. Dopotutto, è una delle cose migliori da fare in Croazia per molti viaggiatori itineranti! Assicurati solo di alzarti presto e in modo da poter battere la folla. Ti consigliamo di arrivarci intorno alle 8 – le 9 non più tardi.

Se preferisci puoi anche visitare i laghi di Plitvice in un tour di un giorno da Zara o anche da Spalato .

Giorno 3: Zara

Benvenuti a Zara , sede di alcuni degli edifici preromanici meglio conservati al mondo. Fai una passeggiata nel centro storico e ammira luoghi meravigliosi come la Chiesa di San Donato , il Foro Romano e la Cattedrale di Sant’Anastasia .

Se sei un amante della storia, dovresti assolutamente trovare il tempo per vedere il Museo Archeologico . La pletora di manufatti renderà davvero questa sosta una piacevole sorpresa nel tuo itinerario in Croazia.

Dopo tutto questo camminare, è ora di rinfrescarsi. Il modo migliore per farlo è tuffarsi nelle splendide acque al largo del lungomare di Zara, Riva. Dopo esserti asciugato e aver preso i raggi del sole, dirigiti verso il famoso organo marino (Morske orgulje) per ammirare uno dei tramonti più belli del mondo! Persino Alfred Hitchcock ha detto più volte di quanto fosse entusiasta dei fantastici tramonti. Mentre il sole fa il suo ultimo inchino, gira intorno e guarda il lungomare che si illumina al Saluto al Sole .

Dopo il miglior tramonto della tua vita, è ora di colpire la scena della vita notturna. Se non ne hai già sentito parlare, Ledana ha bevande fuori dal mondo, e l’interno blu ghiaccio e le tre terrazze lo rendono uno dei preferiti dai ragazzi. Termina la tua giornata con il botto insomma e preparati per un altro giorno nella bellissima Croazia.

I posti migliori in cui soggiornare a Zara:

  • Appartamenti e camere Andrea
  • Boutique Hostel Forum
  • Bastion Heritage Hotel

Giorno 4: Zara?

Oggi puoi riempire il tuo itinerario con nuove scoperte nelle vicinanze o rinunciare a un altro giorno a Zara e continuare il tuo viaggio in Croazia trascorrendo un giorno in più altrove. Ma se hai scelto di rimanere un altro giorno, ecco diverse fantastiche opzioni da aggiungere al tuo itinerario:

  • Nin : Situata in una laguna poco profonda, Nin è la più antica città reale croata e ospita la spiaggia sabbiosa più lunga della Croazia, Queen’s Beach. Vicino alla spiaggia si possono trovare fanghi medicinali. Si dice che il fango abbia proprietà curative e vedrai molte persone strofinarlo sulla pelle.
  • Dugi Otok : a ovest di Zara troverai l’isola di Dugi Otok. Da un’estremità dell’isola è possibile esplorare l’incredibile Parco naturale di Telašćica e dall’altra è possibile prendere il sole sulla s piaggia di Sakarun, una delle spiagge sabbiose più belle e meno battute della Croazia.
  • Isola di Pag: fai uno spuntino con il famoso formaggio di Pag, Paski Sir , e festeggia come una rockstar in uno dei tanti club notturni ( se non hai figli)! Una strana combinazione per una gita di un giorno, ma funziona 🙂
  • Isole Kornati: questa bellezza naturale incontaminata può essere raggiunta solo con un tour organizzato, in quanto è un’area protetta ed estremamente difficile da raggiungere senza la propria barca. Tuttavia, le isole Kornati meritano sicuramente una visita.

Se nessuna di quelle gite di un giorno stuzzica la tua fantasia, le spiagge di Zara non deludono mai.: Kolovare , Borik e Vitrenjak sono alcune delle spiagge più famose lungo la costa di Zara.

Giorno 5: Parco nazionale di Krka

Il Parco Nazionale di Krka è una bellissima tappa sulla strada per Spalato. Lo straordinario paradiso è noto per le sue cascate e i percorsi naturalistici, quindi assicurati di arrivare presto per evitare la folla e poter fare tante foto senza problemi.

Se vuoi aggiungere ancora una cosa al tuo itinerario in Croazia una volta lasciato il parco , trascorri la notte nella città medievale di Sebenico , facilmente amata dai turisti per la sua vivace atmosfera bohémien. Ci sono tantissime attrazioni e cose da fare, ma una cosa da non perdere prima di partire per Spalato è la Cattedrale di San Giacomo .

Se preferisci puoi anche visitare il Parco nazionale di Krka e Sebenico in un tour di un giorno da Spalato .

I posti migliori in cui soggiornare a Šibenik

  • D-Resort Šibenik
  • Heritage Hotel Life Palace
  • Apartments Palma

Giorno 6: Spalato

La più grande città costiera della Croazia ha sicuramente un grande impatto e potrebbe finire per essere una delle tue tappe preferite lungo il percorso. Il centro storico di Spalato può farti divertire per ore. Mi raccomando ammiratela girandola a piedi: è un must per immergersi in tutto ciò che Spalato ha da offrire .

Circa metà del centro storico è il meglio che offre Spalato: il Palazzo di Diocleziano del IV secolo ad esempio . Nel cuore del palazzo troverai il Peristilio , o piazza principale, che è un ottimo posto per rilassarsi, gustare un caffè e osservare la gente.

Se vuoi allontanarti dalla folla, puoi entrare in contatto con la natura facendo un’escursione nei “polmoni di Spalato”, alias Marjan Hill . La collina di Marjan è uno spettacolo unico tra una fitta foresta che offre splendide viste sul mare Adriatico ed è il luogo perfetto per un pranzo al sacco.

Dopo l’escursione, concludi la serata con gustosi piatti mediterranei e delizioso vino sul lungomare.

I posti migliori in cui soggiornare a Spalato

  • Radisson Blu Resort
  • Hotel Villa Diana

Giorno 7: Spalato

Per il tuo secondo giorno a Spalato, puoi scegliere tra una qualsiasi di queste opzioni super divertenti per riempire il tuo itinerario in Croazia.

  • Canyoning: per chi ama una buona avventura all’aria aperta, il canyoning è un must. Non hai mai esplorato un canyon come questo prima d’ora perché ti ritroverai a fare escursioni, inseguire rapide d’acqua, arrampicarsi, calarsi in corda doppia e saltare dalla scogliera, il tutto mentre ammiri il bellissimo paesaggio che circonda il fiume Cetina.
  • Fortezza di Klis (Tvrđava Klis) : nessun fan di Game of Thrones (GoT) lascerebbe Spalato senza visitare la fortezza di Klis. A differenza dei luoghi delle riprese di Dubrovnik , la Fortezza di Klis non è super turistica, quindi puoi goderti il ​​castello senza la folla . Assicurati anche di fermarti al Restoran Perlica vicino al castello per il miglior piatto tradizionale di agnello peka che avrai in Croazia.
  • Trogir : decorato da edifici romanici, rinascimentali e barocchi, adorerai passeggiare per questa affascinante città medievale patrimonio dell’UNESCO ben conservata. Dopotutto, è considerata una delle città medievali meglio conservate d’Europa.

Se nessuna di queste opzioni fa galleggiare la tua barca, rimettiti in marcia e goditi un giorno in più a Hvar .

Giorno 8: Hvar

Vigneti, campi di lavanda e calette appartate sono solo alcune delle cose incredibili che vivrai sull ‘isola di Hvar. Probabilmente trascorrerai la maggior parte del tuo tempo nella città di Hvar , quindi preparati a goderti lo sfarzo e il glamour della principale città per le feste della Croazia! Mentre aspetti che il sole tramonti, Hvar ha alcuni luoghi belli e antichi che devono essere presenti nel tuo itinerario in Croazia.

La città di Hvar è un bel posto in cui passeggiare e potrai dire di aver visitato la piazza più grande della Croazia con una visita a Piazza Santo Stefano . Alcuni degli altri luoghi famosi includono la Cattedrale di Santo Stefano e il delizioso teatro pubblico di Hvar .

Dopo aver visto le migliori attrazioni di Hvar, sali sulla Fortezza di Španjol a per goderti il tramonto perfetto. Avrai anche una magnifica vista della città di Hvar.

Se non vuoi rimanere a Hvar per la notte, puoi farlo anche come gita di un giorno da Spalato . Tuttavia, a causa dell’orario limitato dei traghetti durante la bassa stagione, ti consigliamo di farlo solo come gita di un giorno se sei qui tra giugno e settembre.

Se vuoi trascorrere più tempo sull’isola di Hvar, ti consigliamo vivamente di aggiungere almeno una di queste avventure al tuo itinerario in Croazia:

  • Stari Grad: vivi la città più antica della Croazia con un viaggio a Stari Grad. Non dimenticare la tua macchina fotografica mentre cammini per le strade di ciottoli verso luoghi come il castello di Tvrdalj.
  • Vrboska : Con così tanti piccoli ponti, Vrboska è soprannominata “la piccola Venezia”. Anche se è la città più piccola dell’isola di Hvar , ha un grande impatto in termini di paesaggio e cultura. Già che ci sei, potresti anche visitare la bellissima città di Jelsa . Amerai sicuramente l’atmosfera intima insieme ai parchi e alle piazze.
  • Sveti Nikola: guarda il tramonto dalla vetta più alta dell’isola di Hvar, Sveti Nikola. Assicurati solo di avere buone scarpe da trekking per la scalata!
  • Grotta Azzurra: fai amicizia con un capitano della barca e chiedigli di portarti alla Grotta Azzurra a Biševo . Oppure prenota un tour con una delle agenzie di viaggio locali.
  • Rilassati in spiaggia: prenditi un po’ di tempo per allontanarti dalla corsa del viaggio e sdraiati sulla spiaggia. Dubovica, Lučišće, Milna, Zaraće, Jagodna e Grebiše sono alcune delle più popolari, ma se ti senti avventuroso, chiedi alla gente del posto delle spiagge segrete in modo da poter godere della pace e della bellezza di madre natura senza la folla.

I posti migliori per soggiornare a Hvar

  • Adriana Hvar Spa Hotel
  • Appartamenti Bonkan Hvar
  • Appartamenti Stipisic

Giorno 9: Korčula

Proprio come Hvar, puoi fare una gita di un giorno fuori Korčula da Spalato o fare una sosta di un’intera giornata nel tuo itinerario in Croazia.

Quest’isola è piena di bellezze naturali. La cosa migliore da fare è parcheggiare l’auto e visitare la città in bicicletta. Ci sono molti negozi in giro che ti noleggiano una bicicletta da 7-15 euro al giorno.

Vigneti e spiagge sono solo alcune delle cose che scoprirai durante il tuo giro in bicicletta.

Puoi persino fare snorkeling o kayak nelle acque cristalline e, se vuoi fare una nuotata, assicurati di dedicare qualche minuto a giocare a fare”Marco Polo”, poiché Korčula è il luogo in cui è nato

Quando sei pronto per scendere dalla bici, fai una passeggiata nel centro storico di Korčula. Lì puoi concederti ottimi vini croati e gustosa cucina locale, e non puoi lasciare la zona senza aver provato almeno uno. Alcuni di questi must-try sono brodet, pašticada, zrnovski makaruni e pogačice. Non te ne pentirai!

I posti migliori in cui soggiornare a Korčula

  • Hotel Fabris
  • Hotel Liburna

Giorno 10: Dubrovnik

Finirai i tuoi 10 giorni in Croazia nel gioiello della corona del paese, Dubrovnik . E se te lo stai chiedendo, sì, puoi fare un tour di Game of Thrones . Mentre Game of Thrones ha reso Dubrovnik più famosa, c’è molto di più che questa città ha da offrire.

Il centro storico è pieno di architettura fantastica ed è probabilmente la città medievale più conservata c he abbiamo visto durante i nostri viaggi. Anche se affollato, è davvero mozzafiato e assolutamente da visitare. Dalle chiese agli stretti vicoli e tutto il resto, non avrai nemmeno il tempo di mettere via la tua macchina fotografica.

I panorami della città non deludono mai, quindi a seconda del tuo stile, puoi camminare sulle mura della città o prendere una funivia fino alla cima del Monte Srdj , oppure fare entrambe le cose!

Mentre i tuoi 10 giorni in Croazia volgono al termine, prendi un bicchiere di vino al Cafe Buža e salta giù dalla scogliera al bar per un’ultima nuotata nelle splendide e cristalline acque croate.

I posti migliori in cui soggiornare a Dubrovnik

  • Sun Gardens Dubrovnik
  • Hotel Adria
  • Hotel Neptun Dubrovnik

Giorno 11+: Dubrovnik e oltre

Se ti sei innamorato di Dubrovnik e non puoi ancora andartene, ecco alcune altre cose fantastiche da aggiungere al tuo itinerario in Croazia

  • Fort Lovrijenac : Uno dei luoghi più impressionanti di Dubrovnik è Fort Lovrijenac. L’imponente fortezza e il teatro si trovano appena fuori dal muro occidentale.
  • Rilassati in spiaggia: non puoi mai sbagliare aggiungendo altre spiagge al tuo itinerario. Se vuoi evitare la folla, dirigiti verso l’isola di Lokrum . Se hai voglia di fare nuove amicizie sulle spiagge più famose di Dubrovnik, allora Lapad Beach o Banje Beach sono dove devi essere.

Se le gite di un giorno sono più la tua passione, ecco alcune gite di un giorno da Dubrovnik che consiglio vivamente.

Mostar, Bosnia ed Erzegovina : Potresti aver sentito parlare dell’iconico Stari Most , ma questa è solo la punta dell’iceberg di Mostar. Con tutto, dal nuotare sotto le cascate, all’arte di strada, fino al cinque dato alla statua di Bruce Lee, ti divertirai sorprendentemente. Puoi prenotare un tour di un giorno a Mostar qui.

Kotor, Montenegro : se stai cercando qualcosa di un po’ meno turistico di Dubrovnik, recati in questo sito patrimonio mondiale dell’UNESCO. È pieno di storia e romanticismo che ti ruberanno il cuore. Con un vivace centro storico e splendide viste, dovresti assolutamente provare a introdurlo di nascosto nel tuo itinerario in Croazia, se puoi.

Isole Elafiti : questo arcipelago di 13 isole si trova a nord-ovest di Dubrovnik ed è ottimo per evitare la folla. Le tre isole abitate sono le più popolari da visitare, Kolocep, Lopud e Sipan. Sia Lopud che Kolocep sono piccoli e tranquilli villaggi senza auto con belle spiagge di ciottoli. Puoi prenotare un tour di un giorno alle Isole Elafiti qui .

Parco nazionale di Mljet: questa bellissima e incontaminata bellezza naturale è stata protetta dal 1960. Il parco nazionale è l’attrazione principale dell’isola di Mljet, tuttavia, se hai voglia di avventura, fai un giro nella fitta foresta mediterranea di Mljet.

Penisola di Pelješac: a un’ora di macchina da Dubrovnik, troverai questa stretta penisola dove potrai assaporare il miglior vino rosso della Croazia e frutti di mare deliziosi e non troppo cari.

Ed ecco fatto: la Croazia in 10 giorni!

Tieni presente che 10 giorni in Croazia sono sufficienti per darti un assaggio di ciò che la Croazia ha da offrire. Tuttavia, se desideri rimanere più a lungo in qualsiasi luogo del nostro itinerario in Croazia, non esitare, poiché questo è il tuo viaggio e noi siamo qui solo per guidarti attraverso il meglio della Croazia.

Allora, cosa stai aspettando, vai a esplorare la Croazia!

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social e visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

Potrebbe piacerti...

Viaggi in europa: itinerario di un mese in giro per l’europa (prima parte), viaggi in europa: itinerario di un mese in giro per l’europa (seconda parte), 10 giorni in croazia: l’itinerario perfetto della croazia (prima parte), lascia un commento annulla risposta.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Si, aggiungimi alla tua mailing list

Notizie.it logo

7 giorni in Croazia: tour della costa Dalmata

Organizza un viaggio in croazia con un magnifico tour della costa dalmata..

Argomenti trattati

Alcune delle destinazioni più belle e storiche si trovano lungo la costa dalmata della Croazia. Se sognate di belle spiagge, fughe da un’isola, cucina mediterranea, attrazioni storiche o architettura antica, potete trovare tutto questo in Croazia. Con questo viaggio indipendente di sette giorni, puoi goderti il meglio della regione senza lo stress e il fastidio.

Tutto è pianificato, permettendovi di seguire l’itinerario senza perdere libertà e flessibilità.

7 giorni in Croazia

In questo tour di sette giorni in Croazia, la costa dalmata è uno dei posti migliori da visitare. Quindi, pianifica il tuo viaggio con questo tour consigliato.

Le prime due notti saranno trascorse a Dubrovnik , soprannominata la Perla dell’Adriatico . Fai il check-in nel tuo hotel e poi rilassati nel tuo primo giorno in città.

Il tuo secondo giorno in città, incontra la tua guida turistica per un tour della città vecchia. Ammira punti di riferimento come la Porta del Pile nella Piazza, che offre una vista spettacolare sulle mura della città. Ammirate i numerosi grifoni della Fontana di Onofrio , un popolare luogo d’incontro per la gente del posto, e poi visitate il Palazzo Sponza , che vanta un design architettonico gotico rinascimentale davvero stupefacente.

Il tuo tour includerà anche fermate al Palazzo del Rettore e alla Chiesa di San Blas. Usa il resto della giornata per cenare ed esplorare Dubrovnik a tuo piacimento.

Il terzo giorno è il viaggio da Dubrovnik all’ isola di Korcula . Il viaggio in traghetto offre uno scenario mozzafiato e una vista sul mare Adriatico. A Korcula, avrete il resto della giornata per voi, permettendovi di esplorare, rilassarvi o ricrearvi. Sentitevi liberi di passare un po’ di tempo nelle strade acciottolate della città vecchia , o provate a fare snorkeling nelle famose spiagge di ciottoli dell’isola. Gli appassionati di storia vorranno visitare la casa di Marco Polo , poiché l’isola è il presunto luogo di nascita dell’esploratore, ma si noti che la casa è stata costruita dopo la nascita di Marco Polo stesso.

Dopo una pittoresca colazione a Korcula , è il momento di un breve viaggio in minibus fino al porto, seguito da un traghetto di due ore per Hvar . Lascia i tuoi bagagli in un hotel di lusso a Hvar e poi esplora la città con l’aiuto di una guida locale esperta. All’interno delle mura della città, che risalgono al 7° secolo , ammirate il bellissimo campanile del monastero francescano e la piazza centrale chiamata Hvar Pjaca . Il tour si conclude nel centro della città, mettendoti nel posto perfetto per continuare ad esplorare, cenare e goderti la vita notturna per conto tuo.

Il quinto giorno del viaggio, sarete liberi di pianificare il vostro itinerario. Questo può essere un buon momento per esplorare l’isola di Hvar, in particolare i luoghi fuori dai sentieri battuti e la città di Hvar. Puoi rilassarti sulle spiagge , esplorare la Grotta Azzurra , noleggiare una bicicletta per percorrere i sentieri lastricati o comprare un souvenir, come l’olio di lavanda, una delle principali esportazioni dell’isola. Oppure si può prendere un taxi boat per le vicine isole Palenki , dove ci si può rilassare con un picnic su una spiaggia appartata.

Il sesto giorno della tua epica avventura croata , avrai un viaggio in traghetto di 90 minuti dall’isola di Hvar a Spalato. Dopo una breve sosta in hotel, è il momento di una visita guidata del gioiello di Spalato , il Palazzo di Diocleziano . Costruito da un imperatore romano, questo palazzo è il centro di tutta la città. Avrete l’opportunità di visitare il labirinto sotterraneo sotto il palazzo, ammirare ciò che rimane dell’iconico Golden Gate e vedere l’ingresso cerimoniale su Peristil Square. Dopo la visita, andate a vedere Spalato per conto vostro.

Godetevi la prima colazione, e poi la mattina è a vostra disposizione per trascorrere il tempo libero a Spalato. Lasciate l’albergo e finite il vostro viaggio con un trasferimento all’aeroporto di Spalato o ad un altro albergo di Spalato.

Repubblica Ceca: posti da visitare assolutamente

Gite di un giorno da praga: le migliore destinazioni.

1344 768 07 18 26 11 3 346615

Se avete a disposizione poco tempo per visitare Porto in Portogallo, in questo articolo troverete le cose più belle da vedere e da non perdere in un giorno.

1344 768 07 17 12 39 2 593523

Funchal è una città raccolta, che si affaccia sulla costa meridionale dell’isola di Madeira: ecco le 5 cose più belle da vedere.

Contentsads.com

  • Collaborazioni

Itinerario in Croazia: 7 giorni tra mare e città d’arte

L’estate sta finalmente arrivando e starei cercando di certo alcune idee per organizzare il tuo prossimo viaggio. Da amanti dei Balcani non potevamo che consigliarti un itinerario in Croazia di 7 giorni . Di seguito troverai alcuni consigli per pianificare un viaggio che ti permetterà di scoprire alcune delle più belle città d’arte del Paese, ma anche di godere del bellissimo mare della Croazia.

Cosa troverai in questo articolo

Itinerario in Croazia di 7 giorni

Una settimana non è molta, ma è comunque un tempo utile per iniziare a visitare il Paese. Nell’itinerario in Croazia di 7 giorni che ti proponiamo abbiamo cercato di combinare visite alle città storiche e relax in spiaggia . Il mare della Croazia, infatti, è meraviglioso e se riesci ad organizzare la tua vacanza fuori stagione (giugno o settembre), quando la maggior parte dei turisti sarà già rientrata, credici se ti diciamo che non vorrai più andare via.

Il nostro itinerario in Croazia di 7 giorni inizia e si conclude al porto di Spalato , meta comodissima per raggiungere il Paese con il traghetto dall’Italia.

Itinerario in Croazia: 4 giorni nei dintorni di Dubrovnik

La prima parte di questo itinerario in Croazia di 7 giorni si svolge dei dintorni di Dubrovnik , città dal fascino unico e meta imperdibile del Paese.

Giorno 1: Spalato – Cavtat

Una volta giunto al Porto di Spalato, il nostro consiglio è quello di metterti subito in macchina verso Dubrovnik: la città di Split (Spalato in croato) potrai visitarla al tuo ritorno.

Il viaggio da Spalato a Dubrovnik dura più o meno 3 ore e dovrai oltrepassare un piccolissimo tratto di Bosnia ed Erzegovina.

Dubrovnik è una delle città più care di tutta la Croazia, perciò ti consigliamo di soggiornare un po’ fuori dal centro. L’alternativa potrebbe essere il porticciolo di Cavtat , a mezz’ora di macchina dalla famosa città dalmata. Ragusa Vecchia (come viene chiamata in italiano) è una cittadina calma e molto affascinante. Il mare è pulito e la sera i ristoranti locali offrono del buon pesce fresco.

Apartments Šiljug Cavtat

Panorama dall’Apartments Šiljug a Cavta.

Giorno 2: Dubrovnik

Il secondo giorno potresti dedicarlo alla scoperta della bellissima città dalmata.

Per raggiungere Dubrovnik da Cavtat la soluzione migliore è quella di prendere l’autobus che passa fino a tarda ora anche la sera o la barca per ammirare la costa dal mare. Noi abbiamo utilizzato entrambi e ti suggeriamo di utilizzare la barca all’andata e l’autobus al ritorno.

Le cose da vedere a Dubrovnik sono tantissime. Di sicuro non puoi perderti:

1. La passeggiata sulle Mura di Dubrovnik; 2. Il panorama dal Forte Lovrijenac; 3. Una visita al Palazzo del Rettore; 6. Il chiostro del Monastero Francescano; 7. Le Fontane di Onofrio; 8. Una passeggiata tra i vicoli di Dubrovnik (alla sera sono fantastici!) .

La città è davvero piccolina, perciò queste cose riuscirai a farle tranquillamente in una giornata.

cosa vedere a dubrovnik: i tetti della città dall'alto delle mura

Palazzo del Rettore, Dubrovnik, Croazia.

LEGGI LA GUIDA AI LUOGHI DEL TRONO DI SPADE A DUBROVNIK!

Giorno 3: Lokrum

Il terzo giorno del tuo itinerario di 7 giorni in Croazia ti consigliamo di dedicarlo alla visita dell’isola di Lokrum .

Storie e leggende circondano questo angolo di Paradiso croato. La natura , qui, ha la meglio sull’uomo e incontrerai spesso conigli e pavoni durante le tue passeggiate per l’isola. Niente macchine o motorini, l’isola è minuscola e per spostarsi si seguono a piedi i percorsi sterrati.

Un tuffo nelle acque cristalline del mare della Croazia e poi un picnic sotto gli ulivi, prima di salire al punto più alto dell’isola per godere di un panorama mozzafiato sulla città di Dubrovnik.

A fine giornata tornare alla realtà sarà davvero difficile!

conigli sull'isola di lokrum

Pavoni sull’isola di Lokrum, Croazia.

Giorno 4: Cavtat – Trogir

Siamo arrivati al quarto giorno del tuo itinerario in Croazia ed è arrivato il momento di lasciare Cavtat per tornare verso Spalato. La meta è la cittadina di Trogir, poco più a nord.

Per raggiungere Traù (il suo nome in italiano) ci si impiegano 3 ore e mezza e dovrai riattraversare di nuovo il pezzetto di Bosnia ed Erzegovina.

Itinerario in Croazia: 3 giorni nei dintorni di Spalato

La seconda parte dell’itinerario in Croazia di 7 giorni che ti proponiamo si concentra nei dintorni di Spalato , tra cittadine che ricordano l’epoca in cui i veneziani avevano il controllo su queste terre e un mare che è tra i più belli della Dalmazia.

Giorno 5: Trogir

Trogir è una delle cittadine più caratteristiche della Croazia: un dedalo di vicoli tra i muri di pietra delle case da cui spuntano panni stesi e piante dai fiori colorati. Il passato veneziano della città lo si riconosce bene e a volte alcuni scorci ricordano le città venete.

Trogir è magnifica sia di giorno che di notte, quando i suoi vicoli si trasformano in un labirinto suggestivo in cui si aprono spiazzi di rumore occupati dai ristoranti che sorgono all’interno dei cortili.

La città di Traù si trova su una piccola isoletta stretta tra le terraferma e la più estesa isola di Ciovo. Se vuoi rilassarti al mare potresti valutare l’idea di cercando un alloggio proprio qui.

scorci del centro storico di trogir: panni stesi.

Giorno 6: Šibenik

Il sesto giorno del tuo itinerario in Croazia di 7 giorni potresti trascorrerlo semplicemente al mare, ma se hai voglia di visitare ancora un’ultima città recati a Šibenik . Se puoi organizza la tua visita nel tardo pomeriggio, quando i raggi del sole del tramonto si intrufolano tra i vicoli e la pietra delle case inizia a brillare.

Non dimenticarti di entrare nella bellissima ed imponente Cattedrale di San Giacomo .

cosa vedere nei dintorni di spalato: sibenik e la sua cattedrale, una delle location di game of thrones in croazia.

Facciata della Cattedrale di Šibenik.

Se sei curioso di scoprire qualcosa di più su cosa vedere a Trogir e dintorni non perderti il post che abbiamo scritto su questa zona.

Giorno 7: Spalato

Siamo arrivati alla fine del tuo itinerario in Croazia: è giunto l’ultimo giorno della tua vacanza. Questo non vuol dire, però, che non puoi sfruttare ancora le ore che precedono la tua partenza!

È arrivato il momento, infatti, di visitare Spalato .

Split è davvero un gioiello: il centro storico della città si sviluppa all’interno di quelle che un tempo erano le mura del Palazzo di Diocleziano . Pensare che l’intero edificio si estendeva su una superficie di 31.000 mq è qualcosa di davvero incredibile!

Questa città della Croazia è un vero e proprio museo a cielo aperto: la piazza principale sorge su quello che un tempo era il peristilio del palazzo e l’interno di una parte dei sotterranei oggi è animata da un vivace bazar.

Ricordati di salire sul il colle Marjan per ammirare la città dall’alto prima di andare via.

cosa vedere a spalato: la Statua di Grgur Ninski, Spalato.

Come organizzare al meglio il tuo itinerario in Croazia di 7 giorni

Vogliamo lasciarti ancora 3 veloci consigli per organizzare al meglio il tuo itinerario in Croazia di 7 giorni.

1. Prenota il tuo alloggio in Croazia con anticipo

La Croazia, soprattutto in alta stagione, è davvero molto affollata. Se vuoi trovare una buona soluzione per il tuo soggiorno e aggiudicartela ad un ottimo prezzo ti conviene iniziare la tua ricerca con alcuni mesi di anticipo .

Il nostro consiglio è quello di utilizzare il motore di ricerca Holidu per cercare l’alloggio perfetto in Croazia . Il servizio offre, infatti, la possibilità di comparare i prezzi di hotel, case vacanze e molto altro su diversi siti di prenotazioni, facendoti risparmiare, come si suol dire, tempo e denaro!

2. Risparmia tempo con i traghetti dall’Italia per la Croazia

Se deciderai di raggiungere la Croazia con un traghetto dall’Italia risparmierai sicuramente del tempo : potresti decidere di viaggiare di notte in modo da essere sul posto la mattina, pronto a goderti la tua vacanza. Al ritorno cerca un traghetto che parta nel tardo pomeriggio: in questo modo avrai ancora l’intera giornata da sfruttare.

3. Viaggia in auto

Il metodo migliore per effettuare questo itinerario in Croazia di 7 giorni è quello di farlo con un’auto . In questo modo risparmierai tempo e potrai fermarti tutte le volte che vorrai: che sia per riposare, per fare una foto o per tuffarti nelle acque cristalline di una spiaggia che ti piace!

Non dimenticarti di acquistare una buona guida: leggi il nostro articolo dedicato alle migliori guide turistiche della Croazia !

Speriamo che i nostri consigli ti siano utili e, ricordati, per qualsiasi domanda o dubbi non esitare a contattarci!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Dubrovnik card: perché acquistarla, cosa include e come funziona, gite in barca da dubrovnik: quali sono le migliori e cosa vedere, il trono di spade a dubrovnik: i luoghi e i tour da non perdere, lasciaci un commento cancel reply.

Non iscrivermi Tutti i nuovi commenti Risposte ai miei commenti Inviando il commento accetti la Privacy Policy e confermi di voler ricevere un avviso quando risponderemo al tuo messaggio (se non avrai indicato diversamente qui sopra).

Siete davvero appassionati di queste zone! Si vede e si sente dai vostri racconti! E, oltretutto, siete informatissimi!

Sì, Elena! I Balcani sono davvero la nostra passione e la Croazia è una meraviglia: una meta perfetta per l’estate per godere un po’ di bel mare da intervallare alla visita di qualche città! Siamo contenti che il nostro amore per queste zone si percepisca e speriamo davvero di essere utili a chiunque abbia voglia di scoprirli. Grazie mille di essere passata!

Croazia info

Croazia Itinerari

In ricerca dell'itinerario perfetto - alcune proposte.

Dubrovnik

Cascate e laghi di Plitvice

Sali isola Dugi Otok

isola Dugi Otok

Rovigno

Rovigno - Rovinj

Itinerari nel nord della Croazia

  • i laghi di Plitvice con le bellissime passerelle di legno che costeggiano e attraversano laghi, cascate e grotte...
  • le grotte di Postojna e Lipica con l'allevamento dei famosi cavalli bianchi di Lipica in Slovenia
  • il Parco Nazionale delle isole Brioni collegato a nave di linea al porto di Fazana, con il Teatro Ulysses
  • l'Arena di Pola dove durante l'anno si tengono concerti, rappresentazioni teatrali, eventi internazionali (come il Pola Film Festival)
  • il Monte Ucka
  • il parco del Risnjak
  • l'isola Krk, collegata alla terraferma da ponte;
  • le isole di Cres e Lussino raggiungibili con traghetto da Brestova sulla terraferma
  • i castelli della Riviera di Crikvenica

Itinerari Croazia centrale

  • Zara città storica dal bellissimo centro, con l'organo Marino e il saluto al sole;
  • isola Pag famosa per i suoi merletti e l'ottimo formaggio di pecora, l'agnello alla griglia e l'olio di Lun;
  • il Parco Nazionale delle isole Kornati, raggiungibile in barca da Zara, Murter;
  • il Parco Naturale del Lago Vrana, riserva ornitologica, ideale per gli amanti della pesca, si trova tra Pirovac e Pakostane
  • le saline di Nin
  • Sibenik, una delle più antiche città dell'Adriatico Croato, famosa per la Cattedrale di San Giacomo e il ricchissimo programma culturale e di i intrattenimento, con Festival giovani e divertenti e rassegne musicali e teatrali imperdibili
  • la cittadina di Primosten con il suo centro storico raccolto su una penisola;
  • la città fortificata di Trogir, sito protetto dall'UNESCO;
  • il Parco Nazionale di Paklenica apprezzato da amanti del trekking e dell'arrampicata;
  • il Parco Nazionale Krka con le sue bellissime cascate, le fortezze, gli edifici storici e tradizionali;

Lussingrande - Veli Losinj

Isola Lastovo

fiume Krka cascate

cascate di Krka

Primosten panoramica

Itinerari Croazia meridionale

  • la cittadina fortificata di Korcula, sull'isola Korcula;
  • la penisola di Peljesac con i suoi vigneti e le mura difensive;
  • le isole Elafiti - Kolocep, Lopud e Sipan, vicino a Dubrovnik
  • il Parco Nazionale dell'isola Mljet
  • l'arcipelago di Lastovo con il suo Parco Naturale, paradiso di sub e naturalisti;
  • la città di Hvar sull'isola Hvar con il suo porto in stile barocco costruito nel XVI secolo sul quale si affaccia la cattedrale di Santo Stefano...
  • l'Arboreto di Trsteno, Giardino botanico secolare che raccoglie esemplari da tutto il mondo...
  • la cittavecchia di Dubrovnik racchiusa dalle sue mura bianche; la cittù è stata dotata di un afunivia che porta fino alla cima del monte Srd dove da una terrazza panoramica è possibile lascia spaziare lo sguardo sull'Adriatico, le isole vicine, le navi che cembrano dipinte sul blu del mare...

3 Itinerari facili, interessanti e già pronti!

Itinerario costiero: le grandi città

Itinerario gastronomico!

Tour delle isole

Itinerari di chi è già stato in Croazia

Baska sull'isola Krk

Itinerari tra Krk e Pola

Vacanze tra Isola Krk Baska Pola

La seconda giornata era incerta e abbiamo preso di nuovo la macchina e siamo andati verso l’isola di Krk e di Cres. Per nostra fortuna abbiamo portato i costumi...

spiaggia sull'isola Hvar

Starigrad ed isola Hvar in Croazia

Starigrad ed isola Hvar

Noi siamo partiti il 1 agosto e tornati l’8. Il primo giorno alle 17:00 circa eravamo già al mare e l’ultimo fino alle 16:30 siamo stati al mare... insomma, si guadagna un giorno!!!

Cres capoluogo

Vacanze riuscite a Cres e Lubenice

Isola Cres e Lubenice 2012

Siamo appena tornati dalla nostra vacanza sull’isola di Cres e siamo veramente soddisfatti! Abbiamo trovato un posto meraviglioso, con spiagge diverse...

Baska sull'isola Krk

Vacanze a Vodice e Sibenik con visita alle Kornati

Vacanze a Vodice e Sibenik

Da Vodice, così come da Murter o da Sibenik ogni giorno partono barche che fanno escursioni nel Parco delle Isole Kornati. Per 40 euro a testa prenotiamo due biglietti...

città di Spalato in Dalmazia

Itinerario a partire da Dubrovnik

Croazia in sette giorni

Itinerario a partire dalla città di Dubrovnik, risalendo via Korcula, Spalato, Skradin, Pola fino a raggiungere Rovigno e Zagabria per poi passare ai laghi di Plitvice...

Trovi interessanti queste informazioni? Condividile con i tuoi amici!

Cosa vedere in Croazia

Con un’anima mitteleuropea e un temperamento mediterraneo, la Croazia ha il giusto mix per una vacanza indimenticabile in ogni periodo dell’anno. Cosa vedere in Croazia dipende quindi dalla stagione in cui viaggiate e dal tipo di vacanza che volete fare.

Sicuramente è l’estate la stagione di maggior afflusso turistico: la reputazione turistica della Croazia è legata alle splendide spiagge della costa e delle isole, bagnate da un Adriatico incredibilmente pulito e trasparente.

Lungo l’ Istria , la Dalmazia e la riviera di Makarska potrete trovare località balneari più o meno note, perfette per un’indimenticabile vacanza al sole.

Sarebbe però un peccato ridurre la Croazia a sole e mare. Con i suoi borghi antichi, i suoi caratteristici villaggi di pescatori e le sue stupende città d’arte la Croazia è una meta perfetta per una vacanza culturale, a cui magari unire percorsi del gusto tra specialità culinarie tipiche e vini pregiati.

Il paese è inoltre ricco di bellezze naturali come boschi, rilievi montuosi, gole e grotte che rendono la Croazia una meta ideale per chi ama il verde le vacanze attive. Esplorate l’entroterra della Croazia a piedi o in mountain bike, fate rafting nei suoi fiumi impetuosi, ammirate cascate mozzafiato o concedetevi una lussuosa crociera sul fiume.

Vi servono più idee? Ecco una lista essenziale delle principali attrazioni turistiche in Croazia .

Città d’arte

Con le loro numerose attrazioni storiche e culturali le tre principali città croate , Zagabria, Dubrovnik e Spalato, sono mete ideali per un weekend o una vacanza breve in qualsiasi periodo dell’anno.

Ancora non toccata dal turismo di massa, Zagabria è una delle capitali europee più sottovalutate. Questa moderna città è ricca di bei parchi, monumenti storici, magnifici edifici tra cui il Teatro Nazionale Croato , interessanti gallerie d’arte e una quantità di musei dai temi più diversi.

Una delle più famose attrazioni di Zagabria è il curioso Museo dei Cuori Spezzati , che espone oggetti donati volontariamente da persone che hanno concluso una storia d’amore importante.

Zagabria è anche la meta ideale per una vacanza invernale , soprattutto se intendete viaggiare nel mese di dicembre: il suo mercatino di Natale è considerato uno dei più belli d’Europa, sbaragliando la concorrenza dei tradizionali mercatini austriaci e tedeschi.

Dubrovnik è una città estremamente affascinante, che non teme confronti con altre romantiche città più note ai turisti come Lisbona e Budapest ed è facilmente raggiungibile grazie ai collegamenti via mare dall’Italia.

La sua storia millenaria, le sue possenti mura con il mare blu sullo sfondo, una fortezza a picco sul mare e numerosissimi punti panoramici incantano i suoi visitatori, che in genere arrivano qui soltanto per una o due notti ma vorrebbero poi fermarsi molto più a lungo.

Imperdibile è il toccante museo War Photo Limited che con le immagini catturate da fotoreporter internazionali racconta le atrocità della guerra civile nell’ex Jugoslavia.

Se avete un po’ più di tempo a disposizione visitate anche le attrazioni nei dintorni di Dubrovnik, come l’antico borgo di Cavtat e la suggestiva isola di Lokrum .

Altra città costiera ricca di storia, Spalato è una meta perfetta per diverse tipologie di viaggiatori. La sua principale attrazione è il millenario Palazzo di Diocleziano , una piccola città nella città che rappresenta uno splendido esempio di architettura romana.

Se amate le camminate urbane, Spalato offre numerose opportunità di rilassanti passeggiate sul suo pittoresco lungomare o lungo via Martonmova, la via più bella e ricca di storia della città. Per una camminata più lunga potete salire sul colle Marjan, percorrendo sentieri tra i boschi, vecchie cappelle e punti panoramici.

I giovani in cerca di divertimento troveranno a Spalato una vivace vita notturna, con una buona scelta di locali, bar e discoteche dove scatenarsi fino a notte fonda.

Isole per le vacanze estive

Quando il caldo si fa soffocante, non c’è niente di meglio che un tuffo rinfrescante in un mare cristallino. La Croazia è la destinazione ideale per una vacanza estiva: con i suoi seimila km di costa e le sue numerosissime isole vanta un’incredibile quantità di spiagge stupende bagnate da un mare pulitissimo.

Per una vacanza di mare le isole sono la scelta migliore perché nel raggio di pochi km potrete trovare tante spiagge, sia rocciose che sabbiose. Le isole croate sono molto diverse tra loro: ad esempio l’ isola di Hvar è mondana e chic, Vis è remota e misteriosa, Pag si scatena di notte, Cres è un paradiso naturale…

La Croazia è un paradiso per chi ama la natura grazie ai suoi parchi immersi nel verde: vi attendono boschi e pinete, drammatici rilievi montuosi, ripide cascate, gole, grotte, fiumi e laghi.

Sono ben 8 i parchi nazionali della Croazia (Plitvice, Krka, Paklenica, isole Kornati, isola di Mljet, Risnjak, isole Brioni e Velebit settentrionale), a cui si vanno ad aggiungere riserve e parchi naturali minori.

I più visitati sono il Parco dei laghi di Plitvice e il Parco Nazionale di Krka , entrambi famosi per le roboanti cascate che si tuffano con forza e (tanto!) rumore in placidi laghi dai colori turchese o verde smeraldo.

Passeggiate indimenticabili ed eccezionali opportunità fotografiche attendono i numerosissimi visitatori dei parchi più belli della Croazia .

Le spiagge più belle della Croazia

Parco nazionale dei laghi di plitvice, 13 isole croate da scoprire, parco nazionale di krka, terme in croazia, le regioni croate, croazia centrale e slavonia, non solo croazia, bosnia ed erzegovina.

  • Transfer aeroporto
  • Noleggio auto
  • Parcheggio in aeroporto
  • Assicurazione di viaggio

FullTravel.it

Itinerario di 10 giorni in Croazia

Spiagge con acque cristalline combinate con centri storici straordinariamente ben conservati renderanno il tuo viaggio in croazia indimenticabile. con così tanti bei posti da scoprire ed esplorare in croazia, sappiamo quanto possa essere difficile pianificare l'itinerario perfetto in croazia quando si ha poco tempo a disposizione. ecco alcuni suggerimenti..

Trogir, Croazia

Il periodo migliore per intraprendere questo itinerario in Croazia è durante la bassa stagione, maggio, inizio giugno e settembre. Durante questi mesi avrai ancora bel tempo, ma non così tanti turisti, per non parlare dei prezzi sono notevolmente più economici che in alta stagione, luglio e agosto.

L’itinerario perfetto di 10 giorni in Croazia

Il nostro itinerario in Croazia ti porta da Zagabria a Dubrovnik (o viceversa) attraverso alcuni dei luoghi, delle spiagge e delle isole più popolari della Croazia. Per questo suggeriamo almeno 10 giorni in Croazia per vivere il meglio che ha da offrire. Tuttavia, non saremmo sorpresi se decidessi di rimanere più a lungo, la Croazia ha un modo di rubare il cuore dei viaggiatori 🙂

Tuttavia, prima di arrivare al nostro itinerario, volevamo solo ricordarti di  acquistare un’assicurazione di viaggio . Non sai mai cosa accadrà e, fidati di noi, non vuoi rimanere bloccato con migliaia di dollari in spese mediche. Come disse una volta un uomo saggio: “Se non puoi permetterti un’assicurazione di viaggio, non puoi permetterti di viaggiare”. Quindi non uscire di casa senza.

Heymondo, partner di FullTravel, offre un’ assicurazione di viaggio con lo sconto del 10% per tutti i nostri lettori di FullTravel. Ti è sufficiente cliccare su questo link e procedere con l’acquisto con la scontistica già applicata.

Giorno 1: Zagabria

Benvenuti nella capitale della Croazia! Dagli splendidi parchi ad alcuni dei migliori cibi che tu abbia mai assaggiato, e tutto il resto, Zagabria merita assolutamente una visita. Le strade di ciottoli e l’architettura medievale sono come niente che vedrai nel resto della Croazia, quindi assicurati di trovare il tempo per un  tour a piedi  e una bella passeggiata nel centro storico.

La città è evidenziata dall’edificio più alto della Croazia,  la Cattedrale di Zagabria , e non vorrai perderti la splendida architettura romanica e il tetto colorato della storica  Chiesa di San Marco . Se ne hai la possibilità, il  Museo delle relazioni interrotte  aggiungerà un bizzarro mix di cupezza e ilarità al tuo itinerario in Croazia.

Una volta terminato il giro turistico, non c’è modo migliore per concludere la giornata se non con un buon pasto e un gustoso cocktail da  Tkalčićeva Street , ha tutti i ristoranti e i bar che potresti desiderare.

Zagabria, Croazia

Se sei alla ricerca di un viaggio organizzato per la Croazia a prezzi scontati ti consigliamo il nostro partner, clicca qui

Giorno 2: Laghi di Plitvice

È ora di salutare la capitale e dirigersi a Zara, ma non c’è modo di andare a Zara senza fare una sosta al Parco nazionale dei laghi di Plitvice. Questo sito del patrimonio mondiale dell’ UNESCO è la natura al suo meglio in assoluto. Sarai circondato da incredibili viste sul lago e cascate mentre cammini lungo il pittoresco sentiero. Assumi una guida o esplora tu stesso il parco, ma qualunque cosa tu faccia, non saltare il Parco nazionale dei laghi di Plitvice. Dopotutto, è una delle cose migliori da fare in Croazia! Assicurati solo di alzarti luminoso e presto in modo da poter battere la folla. Ti consigliamo di arrivarci intorno alle 8 e 9 al più tardi.

Laghi di Plitvice, Croazia

Giorno 3: Zara

Benvenuti a Zara, sede di alcuni degli edifici preromanici meglio conservati al mondo. Fate una passeggiata nel centro storico e ammirate luoghi meravigliosi come la  Chiesa di San Donato , il  Foro Romano  e la  Cattedrale di Sant’Anastasia . Se sei un amante della storia, dovresti assolutamente trovare il tempo per vedere il  Museo Archeologico . La pletora di manufatti renderà davvero questa tappa una piacevole sorpresa nel tuo itinerario in Croazia.

Dopo tutto quel camminare, è ora di rinfrescarsi. Il modo migliore per farlo è tuffarsi direttamente nelle splendide acque del lungomare di Zara, Riva. Dopo esserti asciugato e aver preso i raggi del sole, dirigiti verso il famoso  organo marino  (Morske orgulje) per ammirare uno dei tramonti più belli del mondo! Anche Alfred Hitchcock è entusiasta di quanto siano fantastici. Mentre il sole fa il suo ultimo inchino, girati e guarda il lungomare illuminarsi al  saluto al sole . Dopo il miglior tramonto della tua vita, è il momento di entrare nella scena della vita notturna. Se non ne hai già sentito parlare,  Ledana   ha bevande fuori dal mondo, e l’interno blu ghiaccio e tre terrazze lo rendono uno dei preferiti dalla folla. Concludi la giornata con il botto e entusiasmati per un’altra giornata nella splendida Croazia.

Zara, Croazia

Giorno 4: Zara (secondo giorno)

Oggi puoi riempire il tuo itinerario con nuove scoperte nelle vicinanze o rinunciare a un altro giorno a Zara e continuare il tuo viaggio in Croazia trascorrendo un giorno in più altrove. Ma se hai scelto di rimanere un altro giorno, ecco diverse fantastiche opzioni da aggiungere al tuo itinerario in Croazia:

  • Nin:  situata in una laguna poco profonda, Nin è la più antica città reale croata e ospita la spiaggia sabbiosa più lunga della Croazia, Queen’s Beach. Vicino alla spiaggia puoi trovare fango medicinale. Si dice che il fango abbia proprietà curative e vedrai molte persone strofinarlo sulla pelle. L’abbiamo usato come protezione solare naturale.
  • Dugi Otok: ad ovest di Zara troverai l’isola di Dugi Otok. A un’estremità dell’isola puoi esplorare il meraviglioso Parco Naturale di Telašćica e dall’altra puoi prendere il sole sulla spiaggia di Sakarun, una delle spiagge sabbiose più belle e meno battute della Croazia.
  • Isola di Pag:  compra del pizzo, fai uno spuntino con il famoso formaggio di Pag, Paski Sir, e festeggia come una rockstar in uno dei tanti locali notturni! Una strana combinazione per una gita di un giorno, ma funziona.
  • Isole Kornati:  questa bellezza naturale incontaminata può essere raggiunta solo con un tour organizzato, in quanto è un’area protetta ed estremamente difficile da raggiungere senza la propria barca. Tuttavia, le isole Kornati meritano sicuramente una visita.

Se nessuna di queste gite di un giorno stuzzica la tua fantasia, le spiagge di Zara non deludono mai.  Kolovare ,  Borik  e  Vitrenjak  sono alcune delle spiagge più popolari lungo la costa di Zara.

Isola di Pag, Croazia

Giorno 5: Parco Nazionale di Krka

Il Parco Nazionale di Krka è una bellissima tappa sulla strada per Spalato. Lo splendido paradiso è noto per le sue cascate e i percorsi naturalistici, quindi assicurati di arrivare presto per evitare la folla e scattare foto ininterrotte.

Se vuoi aggiungere un’altra cosa al tuo itinerario in Croazia una volta lasciato il parco, trascorri la notte nella città medievale di  Šibenik , è facilmente amata dai turisti per la sua atmosfera vivace e bohémien. Ci sono tantissime attrazioni e cose da fare, ma una cosa da non perdere prima di partire per Spalato è la  Cattedrale di San Giacomo .

Se preferisci, puoi anche visitare il Parco Nazionale di Krka e Šibenik in un  tour di un giorno da Spalato .

Parco Nazionale Krka, Croazia

Giorno 6: Spalato

La più grande città costiera della Croazia offre sicuramente un grande impatto e potrebbe finire per essere una delle tue tappe preferite lungo la strada. Il centro storico di Spalato può farti divertire per ore. Approfittare di un  tour a piedi  è un must per immergersi in tutto ciò che Spalato ha da offrire. Costituire circa la metà del centro storico è il momento clou di Spalato: il  Palazzo di Diocleziano del IV secolo. Nel cuore del palazzo troverai il  Peristilio  o piazza principale, che è un luogo ideale per rilassarsi, gustare un caffè e osservare la gente.

Se vuoi allontanarti dalla folla, puoi entrare in contatto con la natura facendo un’escursione sui “polmoni di Spalato” alias  Marjan Hill . La collina di Marjan è uno spettacolo unico tra una fitta foresta che offre splendide viste sul mare Adriatico ed è il luogo perfetto per un pranzo al sacco. Dopo l’escursione, concludi la serata con una gustosa cucina mediterranea e un delizioso vino sul lungomare.

Spalato, Croazia

Giorno 7: Spalato (secondo giorno)

Per il tuo secondo giorno a Spalato, puoi scegliere una di queste opzioni super divertenti per completare il tuo itinerario in Croazia.

  • Go Canyoning:  per chi ama una buona avventura all’aria aperta, il canyoning è un must. Non hai mai esplorato un canyon come questo prima d’ora perché ti ritroverai a fare escursioni, inseguire rapide d’acqua, arrampicarti, scendere in corda doppia e saltare dalla scogliera, il tutto mentre ammiri lo splendido paesaggio che circonda il fiume Cetina.
  • Fortezza di Klis (Tvrđava Klis):  nessun fan di Game of Thrones (GoT) lascerebbe Spilled senza aver visitato la Fortezza di Klis. A differenza dei luoghi delle riprese di GoT a Dubrovnik , la Fortezza di Klis non è molto turistica, quindi puoi goderti il ​​castello senza la folla. Assicurati anche di fermarti al  Restoran Perlica  vicino al castello per il miglior piatto tradizionale di peka di agnello che avrai in Croazia.
  • Trogir:  decorata da edifici romanici, rinascimentali e barocchi, adorerai passeggiare per questa città medievale ben conservata, affascinante e patrimonio mondiale dell’UNESCO. Dopotutto, è considerata una delle città medievali meglio conservate d’Europa.

Se nessuna di queste opzioni fa galleggiare la tua barca, vai avanti e goditi un giorno in più a Hvar.

Fortezza Tvrđava Klis, Croazia

Croazia: vedi anche

  • Guida della Croazia, cosa vedere dall’Istria alla Dalmazia
  • Carnevale di Rijeka (Fiume), in Croazia

Giorno 8: Lesina

Vigneti, viti di lavanda e calette appartate sono solo alcune delle cose incredibili che sperimenterai sull’isola di Hvar. Probabilmente trascorrerai la maggior parte del tuo tempo a  Hvar Town , quindi divertiti a goderti lo sfarzo e il glam della principale città di festa della Croazia! Mentre aspetti che il sole tramonti, Hvar ha alcuni luoghi belli e antichi che devono essere inclusi nel tuo itinerario in Croazia.

La città di Hvar è un bel posto in cui passeggiare e potrai dire di aver visitato la piazza più grande della Croazia con una visita a  Piazza Santo Stefano . Alcune delle altre attrazioni popolari includono la  Cattedrale di Santo Stefano  e il delizioso  teatro pubblico di Hvar .

Dopo aver visto il meglio delle attrazioni di Hvar, sali fino alla  Fortezza Španjola  per vivere il tramonto perfetto. Non solo avrai una magnifica vista della città di Hvar, ma potrai anche ammirare le isole Pakleni.

Se non vuoi rimanere a Hvar per la notte, puoi farlo anche come  gita di un giorno da Spalato . Tuttavia, a causa dell’orario limitato dei traghetti durante la bassa stagione, ti consigliamo di farlo solo come gita di un giorno se sei qui tra giugno e settembre. Puoi controllare l’orario dei traghetti  qui .

Lesina, Croazia

Hai più tempo o sei arrivato un giorno prima?

Se vuoi trascorrere più tempo sull’isola di Hvar, ti consigliamo vivamente di aggiungere almeno una di queste avventure al tuo itinerario in Croazia:

  • Stari Grad:  vivi la città più antica della Croazia con un viaggio a Stari Grad. Non vorrai dimenticare la tua macchina fotografica mentre passeggi per le strade di ciottoli verso luoghi come il castello di Tvrdalj.
  • Vrboska:  Con così tanti piccoli ponti, Vrboska è soprannominata “la piccola Venezia”. Anche se è la città più piccola dell’isola di Hvar, offre un grande impatto in termini di paesaggi e cultura. Mentre sei lì, puoi anche dare un’occhiata alla bellissima città di Jelsa. Sei sicuro di amare l’atmosfera intima insieme ai parchi e alle piazze.
  • Sveti Nikola:  guarda il tramonto dalla vetta più alta dell’isola di Hvar, Sveti Nikola. Assicurati solo di avere buone scarpe da viaggio  per la salita!
  • Grotta Azzurra:  fai amicizia con il capitano di una barca e chiedigli di portarti alla Grotta Azzurra a Biševo. Oppure  prenota un tour con una delle agenzie di viaggio locali come tutti gli altri.
  • Rilassati in spiaggia:  prenditi del tempo per allontanarti dalla corsa al successo e sdraiati sulla spiaggia. Dubovica, Lučišće, Milna, Zaraće, Jagodna e Grebiše sono alcune delle più popolari, ma se ti senti avventuroso, chiedi alla gente del posto delle spiagge segrete in modo da poter godere della pace e della bellezza di madre natura senza la folla.

Giorno 9: Korcula

Proprio come Hvar, puoi fare una gita di un giorno da Korčula da Spalato o fare una sosta di un’intera giornata nel tuo itinerario in Croazia. Quest’isola è piena di bellezze naturali. La cosa migliore da fare è parcheggiare l’auto e attraversare la città in bicicletta. Ci sono molti negozi in giro che ti noleggiano una bicicletta da 7-15 euro al giorno. Vigneti e spiagge sono solo alcune delle cose che scoprirai durante il tuo giro in bicicletta.

Puoi persino fare snorkeling o kayak attraverso le acque cristalline, e se vuoi fare una nuotata, assicurati di dedicare qualche minuto a giocare a “Marco Polo”, dato che Korčula è dove è nato. Una volta che sei pronto a scendere dalla bici, fai una passeggiata nel centro storico di Korčula. Lì puoi concederti ottimi vini croati e una gustosa cucina locale che non puoi lasciare senza provare. Alcuni di questi piatti da provare sono brodet, pašticada, zrnovski makaruni e pogačice. Non te ne pentirai!

Korcula, Croazia

Giorno 10: Dubrovnik

Finirai i tuoi 10 giorni in Croazia nel gioiello della corona del paese, Dubrovnik. E se te lo stai chiedendo, sì, puoi fare un  tour de Il Trono di Spade . Mentre Game of Thrones ha reso Dubrovnik più famosa, c’è molto di più che questa città ha da offrire.

La Città Vecchia è ricca di fantastiche architetture ed è probabilmente la città medievale meglio conservata che abbiamo visto durante i nostri viaggi. Sebbene affollato, è davvero mozzafiato e assolutamente da visitare. Dalle chiese agli stretti vicoli e tutto il resto, non avrai nemmeno il tempo di riporre la tua macchina fotografica.

I panorami della città non deludono mai, quindi a seconda del tuo stile, puoi camminare lungo le  mura della città  o prendere una funivia fino alla cima del  Monte Srdj , o fare entrambe le cose!

Al termine dei tuoi 10 giorni in Croazia, prendi un bicchiere di vino al Cafe Buža e salta giù dalla scogliera al bar per un’ultima nuotata nelle splendide e cristalline acque croate.

Veduta di Dubrovnik, Croazia - Foto di neufal54

Abbiamo realizzato un itinerario di 3 giorni a Dubrovnik  se vuoi prolungare la tua vacanza in Croazia.

Giorno 11+: Dubrovnik e oltre

Se ti sei innamorato di Dubrovnik e non puoi ancora partire, ecco alcune altre fantastiche cose da aggiungere al tuo itinerario in Croazia.

  • Fort Lovrijenac:  Uno dei luoghi più impressionanti di Dubrovnik è Fort Lovrijenac. L’imponente fortezza e il teatro si trovano appena fuori dalle mura occidentali.
  • Rilassati in spiaggia:  non puoi mai sbagliare aggiungendo più spiagge al tuo itinerario. Se vuoi evitare la folla, dirigiti verso l’isola di Lokrum. Se hai voglia di fare nuove amicizie sulle spiagge più famose di Dubrovnik, allora la spiaggia di Lapad o la spiaggia di Banje sono dove devi essere.

Se le gite di un giorno sono più la tua passione, ecco un paio di gite di un giorno da Dubrovnik che consigliamo vivamente.

  • Mostar, Bosnia-Erzegovina :  Potresti aver sentito parlare dell’iconico Stari Most, ma questa è solo la punta dell’iceberg di Mostar. Con qualsiasi cosa, dal nuoto sotto le cascate, all’arte di strada, al cinque alla statua di Bruce Lee, ti divertirai sorprendentemente. Puoi  prenotare una gita di un giorno a Mostar qui.
  • Cattaro, Montenegro:  Se stai cercando qualcosa di un po’ meno turistico di Dubrovnik, dirigiti verso questo sito Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. È pieno di storia e romanticismo che ti ruberanno il cuore. Con un vivace centro storico e splendidi panorami, dovresti assolutamente provare a intrufolarti nel tuo itinerario in Croazia, se puoi. Puoi  prenotare una gita di un giorno a Cattaro qui .
  • Isole Elafiti:  questo arcipelago di 13 isole si trova a nord-ovest di Dubrovnik ed è ottimo per evitare la folla. Le tre isole abitate sono le più popolari da visitare, Kolocep, Lopud e Sipan. Sia Lopud che Kolocep sono villaggi senza auto, piccoli e tranquilli con belle spiagge di ciottoli. Puoi  prenotare una gita di un giorno alle Isole Elafiti qui .
  • Parco nazionale di Mljet:  questa bellissima bellezza naturale incontaminata è stata protetta dal 1960. Il parco nazionale è l’attrazione principale dell’isola di Mljet, tuttavia, se sei pronto per un’avventura, fai un giro nella fitta foresta mediterranea di Mljet. È possibile  prenotare una gita di un giorno al Parco Nazionale di Mljet qui .
  • Penisola di Pelješac:  a un’ora di auto da Dubrovnik, troverai questa stretta penisola dove potrai concederti il ​​miglior vino rosso della Croazia e deliziosi e non troppo costosi frutti di mare. È possibile  prenotare una gita di un giorno a Pelješac qui .

Ed ecco fatto: la Croazia in 10 giorni! Tieni presente che 10 giorni in Croazia sono appena sufficienti per darti un assaggio di ciò che la Croazia ha da offrire. Tuttavia, se desideri rimanere più a lungo in qualsiasi luogo del nostro itinerario in Croazia, non esitare, poiché questo è il tuo viaggio e noi siamo qui solo per guidarti attraverso il meglio della Croazia.

tour croazia cosa vedere

Cose da mettere in valigia per la Croazia

Sappiamo che è facile dimenticare le cose quando sei entusiasta di viaggiare verso una nuova destinazione, quindi ecco alcune cose che vuoi assicurarti di non dimenticare di mettere in valigia per il tuo viaggio in Croazia.

  • Cappellino/berretto:  Il sole croato è brutale in estate e non perdona chi ha scelto di andare in giro senza cappello o crema solare di buona qualità (ne servirà un sacco).
  • Scarpe comode da passeggio:  le città antiche della Croazia sono ricoperte da ciottoli molto scivolosi, quindi signore, per favore lasciate a casa quelle graziose décolleté e portate un paio di comode scarpe da passeggio.
  • Scarpe da acqua: a differenza delle destinazioni più tropicali, la Croazia non ha molte spiagge sabbiose. La maggior parte delle spiagge sono spiagge di ciottoli e entrare in acqua può essere doloroso senza scarpe da acqua. Per non parlare dei tanti ricci di mare lungo le coste della Croazia.
  • Asciugamani da spiaggia:  avrai bisogno di qualcosa da stendere su quelle spiagge non così sabbiose e rocciose.
  • Pillole per il mal d’auto:  non è possibile che ti perdi le bellissime isole della Croazia perché soffri il mal di mare. Preparati delle pillole per il mal d’auto o dei braccialetti per i punti di pressione se non ti piacciono le pillole, poiché quelle isole non dovrebbero essere cancellate dal tuo itinerario in Croazia.
  • Galleggiante da piscina: non hai bisogno di un galleggiante da piscina per viaggiare attraverso la Croazia, ma averne uno rende sicuramente il tuo itinerario in Croazia molto più divertente. Chi non ama un galleggiante sexy mentre si rilassa sulla spiaggia.

Noleggio auto vs. trasporto pubblico

Il modo migliore per esplorare la Croazia è con un’auto!  Noleggiando un’auto , avrai la libertà di fermarti quando vuoi, visitare luoghi fuori dai sentieri battuti e persino fermarti sul ciglio della strada per un tuffo veloce nelle acque cristalline che vedrai lungo la strada.

Tuttavia, se non vuoi noleggiare un’auto, i trasporti pubblici funzionano anche per il nostro itinerario in Croazia. La Croazia ha una grande rete di autobus che viaggiano frequentemente tra attrazioni e destinazioni popolari, quindi non c’è motivo di preoccuparsi se non si dispone di un’auto.

Infine, se hai intenzione di visitare le isole mentre sei in Croazia (cosa che farai se decidi di seguire il nostro itinerario in Croazia), utilizzerai traghetti o catamarani per arrivarci. Sebbene ci siano molte compagnie di traghetti in Croazia, la più popolare è Jadrolinija. Per pianificare il tuo viaggio alle isole, controlla il loro sito web per prezzi e orari.

Croazia - Foto Ivo Biocina

Dove alloggiare in Croazia

Sarai felice di sapere che le sistemazioni in Croazia sono abbondanti. Da ostelli economici e appartamenti in affitto a hotel di lusso, troverai sicuramente qualcosa che si adatta al tuo budget. Tuttavia, assicurati di prenotare con largo anticipo poiché gli alloggi si riempiono velocemente, soprattutto durante l’alta stagione. Fidati di noi, non vuoi pagare tre volte il prezzo per un posto schifoso, quindi prenota in anticipo.

Quando cercavamo un posto in cui soggiornare in Croazia, abbiamo trovato Airbnb e  Booking.com i migliori siti di prenotazione alberghiera in quanto hanno un sacco di opzioni di alloggio per ogni città della Croazia. Tuttavia sul nostro booking di prenotazione hotel abbiamo una scelta ancora più ampia.

Ma se non hai voglia di cercare tra milioni di elenchi, non preoccuparti. Per tua comodità, abbiamo elencato le nostre opzioni di alloggio altamente raccomandate per ogni tappa del nostro itinerario in Croazia.

Cerca offerte lastminute

Mappa della croazia,  se vuoi rimanere aggiornato sulla destinazione croazia iscriviti alla nostra newsletter.

Itinerario interessante in Croazia. Ma solo per chi va in auto o la noleggia? Viaggio ben organizzato no? Grazie🌺

Buongiorno Gabriella, questo viaggio è per i viaggiatori che vogliono organizzare da sé il viaggio e hanno bisogno di ispirazione e consigli. Se è interessata a un viaggio organizzato le consigliamo di dare un’occhiata a questo sito dell’agenzia di viaggi nostra partner: https://tinyurl.com/4w55udr3

Ciao Anna tu che visiti da molto tempo la Croazia son un pensionato vivo in Sicilia c’è un paesino che si vive bene con poco euro grazie

Salve Vincenzo. Certamente la Croazia è più economica dell’Italia ma non è più come una volta. Oggi è sempre più meta turistica e non si vive più con poco. Non ho un riferimento particolare. Tuttavia ci sono diversi borghi croati dove la qualità della vita è certamente ottimale. Grazie per aver scritto e buona vita. Anna

Lascia un commento Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

Save my name, email, and website in this browser for the next time I comment.

FullTravel.it è un magazine di viaggi con reportage, consigli, idee e guide per viaggiatori che amano mete conosciute e fuori rotta, realizzati da giornalisti di viaggio. FullTravel.it è una rivista di viaggi responsive: il travel magazine è ottimizzato su tutti i dispositivi mobili. Direttore responsabile del magazine Anna Bruno, giornalista professionista specializzata in viaggi. FullTravel® è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Potenza n. 371 del 27/11/2007 ed è un marchio registrato da FullPress Agency S.r.l. - ROC 38090 - P. Iva/Cod. Fisc. 01334450762. Il materiale del sito è coperto da Copyright ©FullPress Agency s.r.l. | Capitale sociale € 20.000. FullTravel.it è online dal 2001. Tutti i diritti sono riservati. We are #Fulltravel magazine di viaggio

ciarlygoesaround - Blog di viaggi di Carlotta. Condivido esperienze di viaggio in giro per il mondo, con un attenzione particolare ai luoghi più freddi, e ai trekking nelle nostre montagne.

Ciarlygoesaround – il blog di viaggi di Carlotta

Blog di viaggi di Carlotta. Condivido esperienze di viaggio in giro per il mondo, con un attenzione particolare ai luoghi più freddi, e ai trekking in montagna.

Plitvice dall'alto

Viaggio in Croazia: itinerario di 5 giorni

Quest’anno abbiamo trascorso le vacanze di Pasqua in Croazia, fermandoci sulla strada di ritorno anche in Slovenia. Abbiamo fatto questo viaggio in Croazia con la nostra bimba di un anno, macinando un totale di 1700 km! Di seguito vi propongo il nostro itinerario, che a noi è piaciuto molto, si sa mai che vi sia d’ispirazione per le vostre prossime vacanze 🙂

Viaggio in Croazia: Fiume/Rijeka

Al momento di prenotare il nostro viaggio in Croazia, eravamo indecisi se fermarci o meno a Fiume per la nostra prima tappa, o se proseguire direttamente per Krk. Alla fine per non far fare ad Aria un viaggio troppo lungo abbiamo deciso di tenere Fiume/Rijeka come base, e in effetti abbiamo soggiornato qui per due notti, in un bellissimo Airbnb che affacciava sul porto. Arrivati nel primo pomeriggio, il primo giorno lo abbiamo trascorso passeggiando tra le vie del centro e vicino al porto; il Korzo è la via principale, la via dello shopping e il cuore pulsante della città, da cui spicca la Torre Civica e dalla quale si accede alla città vecchia (in pochissimi minuti si raggiunge la Cattedrale di San Vito , dedicata al patrono di Rijeka). Ci sarebbe piaciuto visitare il castello di Tersatto , che spicca sulla collina appena fuori dal centro storico, ma purtroppo non ci è stato possibile!

Viaggio in Croazia: il porto di Fiume

L’isola di Krk

Il giorno successivo lo abbiamo dedicato alla visita dell’isola di Krk, raggiungendo la città Krk-Veglia in circa 45 minuti. Il ponte che collega l’isola alla terraferma è gratuito (è, infatti, stato abolito il pagamento del pedaggio nel 2020). Veglia è il capoluogo e devo dire che il centro storico è molto carino da visitare; la cattedrale e il castello sono i simboli della città, e essendo in una posizione centrale, è un’ottima base per esplorare tutta l’isola . Noi abbiamo fatto un giretto nella città vecchia, pranzando in uno dei tanti ristorantini che si affacciano sul porto, e andando poi alla spiaggia accanto al camping, Porporela.

Viaggio in Croazia: noi tre sull'isola di Krk

Nel pomeriggio ci siamo diretti verso sud, a Baška , la seconda città più grande dell’isola, distante da Veglia circa 20-25 minuti. Il bello di Baška è che ha una bellissima spiaggia di ciottoli molto lunga e si affaccia su una baia circondata da montagne. L’acqua è veramente pulita , e per gli amanti della nostra Riviera, anche qui, alle spalle della spiaggia, ci sono negozietti e ristoranti in quantità.

Viaggio in Croazia: Baška

I laghi di Plitvice

Visitare i laghi di Plitvice è stato uno dei motivi principali per i quali abbiamo deciso di andare in Croazia in bassa stagione; in estate di solito c’è tantissima gente e volevamo goderceli senza troppa ressa. In effetti non abbiamo incontrato tante persone, anche perché quel giorno il meteo non era sicuramente dalla nostra parte, ha persino nevischiato! Noi abbiamo scelto di percorrere il percorso B, lungo 4 km ; ci sarebbe piaciuto farne uno più lungo, ma quel giorno c’era davvero molto freddo e con Aria non ce la siamo sentiti.

I laghi di Plitvice dall'alto

In ogni caso anche le escursioni più brevi meritano tantissimo! Questi i programmi che potete scegliere::

  • A: tempo 2-3 ore, lunghezza 3,5 km
  • B : tempo 3-4 ore, lunghezza 4 km
  • C: tempo 4-6 ore, lunghezza 8 km
  • E: tempo 2-3 ore, 5 km circa
  • F: tempo 3-4 ore, 4,6 km
  • H: tempo 4-6 ore, 9 km circa
  • K: tempo 6-8 ore: 18 km circa A seconda del programma che scegliete dovrete entrare dall’ingresso 1 o dall’ingresso 2.

Viaggio in Croazia: un lago di Plitvice

Nel biglietto d’ingresso sono inclusi anche i mezzi di trasporto che si utilizzano all’interno del Parco Nazionale, come ad esempio il battello e trenino elettrico. Il nostro percorso prevedeva una visita circolare dei Laghi Inferiori , la navigazione nel lago più grande (il Lago di Kozjak) e la visita della Grande Cascata e di altri laghi più piccoli: il panorama parla da solo!

Se andate ai laghi di Plitvice con bambini , sappiate che il passeggino sarebbe il caso di non portarlo, molto meglio marsupio o zaino.

Panorama sopra i laghi di Plitvice

Visita a Rastoke

Poco lontano dal Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice c’è un paesino che merita una visita di una-due ore: Rastoke . Rastoke è un piccolo villaggio che si trova vicino alla città di Slunj ed è molto particolare perché è caratterizzato da diverse cascate, laghetti e grotte creando un ambiente davvero meraviglioso ; tutt’intorno la presenza di casette di legno e travertino e mulini ad acqua.

Le cascate di Rastoke

La visita al villaggio vero e proprio (casa delle fate, un piccolo museo della civiltà locale, le grotte…) è a pagamento; al di fuori del villaggio si può fare una piacevole passeggiata lungo il fiume , osservando le cascate, inoltre c’è un piccolo bar/ristorante in cui poter fare una sosta.

Sicuramente visitare il villaggio di Rastoke è un’ottima idea per chi, come noi, ha un pomeriggio libero prima di visitare i Laghi di Plitvice!

Il parcheggio si trova proprio sopra al villaggio, da cui si può arrivare tramite una passerella: noi avevamo il passeggino e non è stato molto c omodo, perché ci sono diversi gradini da fare, quindi abbiamo dovuto alzarlo più volte (genitori di bimbi piccoli valutate se vale la pena utilizzarlo o no).

Viaggio in Croazia: il villaggio di Rastoke

Viaggio in Croazia: l’ultima sosta in Slovenia

Il nostro viaggio in Croazia è terminato con una sosta di un giorno sulla via di ritorno a Capodistria, in Slovenia . Abbiamo deciso di spezzare il viaggio a metà fermandoci qui, perché per arrivare a Modena sarebbe stata una tirata troppo lunga. Devo dire che è stata un’ottima idea, Capodistria è davvero molto carina! Abbiamo fatto un giro a zonzo per il piccolo centro e verso il porto; l’abbiamo trovata una città molto viva, c’era tantissima gente. Merita una sosta , dai!

tour croazia cosa vedere

Ragazzi, questo è stato il nostro viaggio in Croazia di 5 giorni che abbiamo fatto durante le vacanze di Pasqua. La Croazia è molto bella anche fuori stagione e sicuramente è anche molto più vivibile.

(Se voleste fermarvi qualche giorno anche in Slovenia, vi segnalo questo post con l’itinerario che abbiamo percorso qualche anno fa!)

Lascia un commento Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salva il mio nome, email e sito web in questo browser per la prossima volta che commento.

Invia commento

Articoli correlati

Cosa vedere in Svizzera: un weekend tra Lucerna e il Monte Rigi

Cosa vedere in Svizzera: un weekend tra Lucerna e il Monte Rigi

Strada Romantica in Germania: itinerario di 5 giorni

Strada Romantica in Germania: itinerario di 5 giorni

LEGO House e Lalandia a Billund: divertimento per tutti

LEGO House e Lalandia a Billund: divertimento per tutti

Viaggio in Olanda con bambini: 5 tappe da non perdere

Viaggio in Olanda con bambini: 5 tappe da non perdere

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Little Travels Big Love

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole

Vacanze in croazia: alla scoperta dei luoghi imperdibili del paese.

Abbiamo trascorso 13 giorni in Croazia tra la Dalmazia e tre delle sue isole: Brač, Hvar e Dugi Otok . In questo articolo troverai l’itinerario completo e tante info utili sui posti che abbiamo visitato, buona lettura!

Giorno 1: Italia - Parco Nazionale dei Laghi Plitvice

La prima tappa del nostro itinerario in Croazia non poteva non essere nel famosissimo parco dei Laghi Plitvice .

Info utili: Il biglietto di ingresso costa circa 30€ , puoi trovare i prezzi aggiornati qui . Ricordati di prenotare online almeno 24 ore prima del tuo arrivo al parco. All’interno puoi intraprendere percorsi che vanno dalle 2 alle 8 ore , comprensivi di traghetto e pullman, senza mai uscire dal parco.

itinerario in croazia

Per ammirare invece i laghi da un punto panoramico ecco quello che ti consigliamo noi, ci si arriva in auto: 44.8963120, 15.6093531 .

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole laghi pltvice panorama

Dove pernottare vicino ai Laghi Plitvice:

  • Budget basso: Villa Knezevic  o Green lakes house (70€ ca)
  • Budget medio: Rustic Lodge Plitvice (90€) o Plitvice Green Valley
  • Budget medio – alto:  Apartman Lujko Plitvice o Villa Mukinja con vasca idromassaggio (130€ ca)

Giorno 2: Sorgente Izvor Cetina - Dubrovnik

Questa splendida sorgente, anche detta occhio del Drago per la straordinaria forma, è una delle fonti del  Cetina , il fiume più lungo della  Dalmazia  che percorre circa 105 km prima di sfociare nel  Mar Adriatico . La profondità ad oggi è ancora sconosciuta, i subacquei sono riusciti ad esplorare solo i primi 115 metri. NB: l’ acqua è a 7 gradi anche in nella più afosa giornata di agosto, è davvero dura stare dentro per più di 10 secondi! Dopo un tuffo in queste acque gelide della Sorgente Cetina abbiamo iniziato il nostro tragitto verso la terza tappa: Dubrovnik, che dista 4h.

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole sorgente cetina croazia

Dove pernottare vicino alla sorgente Cetina:

  • Budget basso (40-50€): Rooms Leda o Apartments Cvitini Dvori Garjak

Giorno 3: Dubrovnik

Finalmente siamo arrivati ad Dubrovnik (o dovremmo dire Approdo del Re!), questa città è diventata super famosa dopo che è stata il set del Trono di Spade, infatti, non potevamo farci mancare un giro sulle sue mura . Il prezzo del biglietto costa 28€ circa e lo abbiamo comprato in loco. Il giro dura circa 2 ore, ma potete farlo durare quanto volete, sulle mura infatti troverete anche bar per fermarvi e fare una pausa.

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole dubrovnik mura

La sera ti consigliamo di guardare  il tramonto dal Monte Sergio , il punto panoramico più bello sulla città. Ci sono tre modi per arrivarci:

  • A piedi tramite un percorso in salita di 1h.  
  • In auto , attenzione perché la strada è molto stretta, passa una macchina alla volta e bisogna fare delle manovre sullo sterrato.
  • Tramite funivia , al costo è di 23€ A/R.

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole dubrovnik monte sdr

Info utili: Durante i nostri 2 giorni a Dubrovnik abbiamo pernottato da Apartment villa Kosovick , un appartamento molto pulito e con una bellissima vista, ma un po’ distante dal centro, tieni conto che dovrai fare tantissimi scalini per arrivarci, un po’ dura in salita.

Altre idee di alloggi a Dubrovnik:

  • Budget basso (50€ ca): Old Town Garden Room o Guesthouse Perica
  • Budget medio (130€ ca): Villa Dorma o Apartments Santa Maria
  • Budget medio – alto (170€ ca): Studio Stradun o BEST LOCATION IN CITY

Giorno 4: Dubrovnik - Split

Prima di lasciare Dubrovnik c’è ancora una tappa da fare: il forte Lovrijenac , la fortezza rossa del Trono di Spade. Col biglietto acquistato per le mura è incluso anche l’accesso a questo monumento, affinché sia effettuato entro tre giorni dall’acquisto del biglietto.

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole forte lovrinjenac

Dopo questa visita siamo partiti per raggiungere Spalato (Split) che dista 3h circa, dove abbiamo passato le successive due notti.

Giorno 5: Split

A un’oretta da Split, c’è una tappa imperdibile, la famosa spiaggia di Punta Rata , diventata tale perché fu inserita tra le spiagge più belle al mondo nel 2016. Questa spiaggia in particolare è molto instagrammabile per il famoso scoglio Kamen Brela , che è diventato simbolo della spiaggia stessa. In loco ci sono diversi chioschi e spazi per prendere il sole e passare una giornata di relax.

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole kamen brela spiaggia

Dove pernottare a Split con budget medio: noi avevamo pernottato al Priska Med Luxury Rooms , un po’ fuori dal centro e accorgendoci dopo che erano le camere di una clinica dentistica!! Ma la camera era pulita e spaziosa, quindi, tutto sommato è andata bene!

Ti consigliamo altri alloggi low budget a Split in centro: Guest house Ivona o Best location Rooms o Bernardi Rooms o Apartments and Rooms Petra o Studio Rustica & Moderna.

Giorno 6: Split - Brač

Abbiamo dedicato la mattinata ad esplorare Split, una città in cui convivono storia e modernità, infatti, questa fu la città in cui l’imperatore romano Diocleziano decise di costruire il palazzo in cui avrebbe trascorso gli ultimi anni della sua vita. Dal 1979 il nucleo storico della città è inserito nel registro dell’ UNESCO .

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole split croazia

Dopo aver visitato la città ci siamo diretti a prendere il primo di una serie di traghetti, direzione Isola di Brač (Brazza). La tratta Split – Brac dura 1h , siamo scesi al porto di Supetar (San Pietro della Brazza) e ci siamo diretti a Bol in macchina, la nostra destinazione. Qui abbiamo pernottato in uno splendido appartamentino vicino al centro e alla famosa spiaggia di Zlatni Rat: Apartments Regina. NB: la compagnia dei traghetti è Jadrolinija , puoi prenotare i traghetti comodamente dal loro sito ufficiale o in Croazia in uno dei loro uffici (se ne trovano in ogni città).

Giorno 7: Bol (Brač) - Split - isola di Hvar

Siamo venuti su quest’isola per un motivo ben preciso, un luogo che non poteva di certo mancare nel nostro itinerario in Croazia! Ti presentiamo uno dei luoghi più assurdi mai visti: la spiaggia Zlatni Rat . Sicuramente la vista dall’alto rende giustizia a questo luogo, l’acqua è davvero cristallina e ti consigliamo di recarti qui prima delle 10 del mattino per goderti la spiaggia al meglio, poiché tende ad essere molto affollata durante il giorno.

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole spiaggia di Bol croazia

Ti consigliamo di fare un giro anche nel centro storico e fermarti a mangiare il tipico risotto nero al di seppia al ristorante Pumparela , davvero da 10!

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole ristorante pumparela 1

Abbiamo poi traghettato nuovamente per Split nel pomeriggio e preso un secondo traghetto per l’isola di Hvar .

NB: L’isola di Brač è collegata direttamente con i catamarani all’isola di Hvar, tuttavia avendo noi la macchina siamo sempre dovuti tornare a Split per spostarci in queste isole con i traghetti.

Giorno 8: Hvar

Primo giorno sull’isola di Hvar e siamo andati subito a scoprire uno dei posti naturali più belli della Croazia: le isole Pakleni . Purtroppo abbiamo fatto questo tour in barca a vela e il risultato è stato che per spostarsi da una parte all’altra ci volevano ore di navigazione in mezzo al nulla, quindi, sicuramente possiamo consigliarti di fare attenzione quando lo prenoti assicurati che sia con una speedboat. Durante questo tour abbiamo sostato a Palmizana e mangiato in un ristorantino molto buono con vista sulla spiaggia che si chiama Bacchus Palmizana .

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole isole pakleni

Dopo il tour in barca ci siamo goduti il tramonto dal punto panoramico della Fortezza di Hvar . Ci si arriva in macchina e il ticket di ingresso costa circa 7€ e si può acquistare in loco.

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole hvar croazia

A Hvar ti consigliamo questi appartamenti low budget e più in centro :

  • Tanya-Apartments and Rooms
  • Apartments Dobrila
  • Oleander Apartment & Room Centar

Giorno 9: Hvar

Altro giorno, altro giro in barca, questa volta abbiamo visitato la Green cave, l’isola di Vis , ma non la blue cave perché c’era un forte vento e non era possibile avvicinarsi alla grotta. Dopodiché siamo andati alla Blue Lagoon e di nuovo sosta a Palmizana . Dopo Palmizana abbiamo visto altre calette molto belle , siamo molto soddisfatti di questo tour, puoi trovare maggiori info qui.

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole itinerario in croazia 2

La sera abbiamo provato un ristorante buonissimo a Hvar che ci sentiamo di consigliarti, si chiama Mediterraneo Dine & Wine.

Giorno 10: Hvar

Nella mattinata abbiamo visitato la spiaggia di Pokonji Dol , è una spiaggia di sassi attrezzata, ma piccola, con un po’ di fortuna riuscirai a trovare qualche lettino con ombrellone per stare più comodo. Diciamo che dopo aver visto tante altre spiagge meravigliose forse questa non era proprio all’altezza, ti consigliamo in alternativa di provare la spiaggia di Pogdorica o quella di Robinson .

Al tramonto invece abbiamo visitato Starigrad , che è mooolto meno affollata di Hvar, ma altrettanto caratteristica, l’unico consiglio che possiamo darti è: perditi tra le sue vie.

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole starigrad

Giorno 11: Hvar - Split - Zadar - Dugi Otok (Isola Lunga)

Al mattino dell’undicesimo giorno abbiamo traghettato nuovamente per Split e ci siamo spostati a Zara (Zadar) dove da li abbiamo preso un altro traghetto di sera per L’isola Lunga (Dugi Otok).

Arrivati a Zara abbiamo fatto un giro nel suo centro storico, molto carino e con tantissimi locali dove mangiare, inoltre, sul lungo mare si trova l’ organo marino ovvero, una scultura che trasforma le onde del mare in sinfonia, molto caratteristico da vedere e ascoltare. Al tramonto abbiamo traghettato per l’isola di Dugi Otok.

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole Schermata 2022 03 30 alle 17.57.36

Giorno 12: Dugi Otok

Ci siamo svegliati a Dugi Otok , l’ isola lunga , q uest’isola è sicuramente la meno turistica ed una delle più selvagge della Croazia, noi ce ne siamo completamente innamorati e pensiamo che non debba mancare nel tuo itinerario se ti piacciono i posti poco frequentati.

Come prima tappa ci siamo diretti alla spiaggia di Veli Zal , l’acqua era cristallina, indescrivibile la bellezza, la spiaggia era fatta di ciottoli ed è poco frequentata. C’è un chiosco e il parcheggio vicino.

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole veli zal dugi otok 1

Al pomeriggio abbiamo cambiato spiaggia e siamo stati in un’altra famosissima caletta Sakarun Beach , anche qua l’acqua era di un azzurro pastello, troppo bella! Anche qui il parcheggio è vicino e ci sono diversi chiosci, abbiamo mangiato una buonissima pizza!

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole sakarun beach 1

Al tramonto siamo stati al Parco naturale Telašćica, sinceramente pensavamo fosse un piccolo parco invece era enorme e ci siamo pentiti di non essere arrivati prima. Il biglietto di ingresso costa circa 6€ e vale 24 ore, quindi, se vai al tramonto, potrai tornarci anche il giorno dopo. Si possono fare tantissime attività come kayak, giri in bici, in barca, comunque la vista più bella è quella che si può vedere con un drone, sembra di essere su un altro pianeta.

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole Immagine 11 05 22 alle 11.11

Durante la permanenza a Dugi Otok abbiamo pernottato nelle camere di un ristorante Apartment and rooms Roko il proprietario era molto gentile e disponibile e il cibo abbastanza buono!

Giorno 13: Dugi Otok - Zadar - Canyon Zermagna

All’alba abbiamo visitato questo luogo unico, una piscina naturale chiamata Dragon’s Eye sea cave . Dopo le 9 la zona inizia ad essere frequentata, per questo ti consigliamo di andarci presto.

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole dragon eye sea cave dugi otok 1

Come arrivarci: Inserisci su maps l’indirizzo “ Dragon’s Eye Sea Cave, Brbinj, Croazia ” Bisogna percorrere una strada molto stretta in macchina, per questo motivo devi recarti qui all’alba altrimenti farai fatica ad arrivarci. Dopo lascia la macchina a queste coordinate 44.055988, 14.988026 , prosegui tra gli arbusti in un sentiero non molto segnalato, ma aiutati con il satellite di maps, si può facilmente vedere il piccolo sentiero, ci impiegherai 5 minuti.

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole 6487155B 73EC 47BA A4F4 BE3DF59A7D7B 2

Nel pomeriggio abbiamo ritraghettato per Zara e abbiamo visitato l’ultima tappa del nostro road trip il Canyon Zermagna .

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole canyon zermagna

Questo è stato uno di quei posti che ci ha fatto pensare di essere in un altro continente! L’attività più famosa da fare nel canyon è il rafting, noi ci siamo goduti invece uno spettacolare tramonto da questo punto panoramico: 44.222337, 15.614555.

Puoi rivivere tutto il nostro viaggio in Croazia nelle storie in evidenza di Instagram !

Consigli utili

Dati cellulare.

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole Holafly logo

Se non vuoi cambiare compagnia telefonica, ma vuoi avere  traffico illimitato  durante il tuo viaggio in Croazia ti parliamo di Holafly , un servizio di  e-SIM  adatte ad ogni esigenza. Qui trovi le  tariffe per navigare in Europa  illimitatamente.

Per i  nostri lettori  abbiamo ottenuto anche uno  sconto sull’offerta , rendendo ancor più conveniente questo servizio, inserisci il  Codice Sconto :  LITTLETRAVELSBIGLOVE  in fase di acquisto per il 5% di sconto sul tuo piano. 

Parcheggiare in aeroporto

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole ParkingMyCar Banner articolo 2 scaled

Se per il tuo viaggio hai la necessità di un parcheggio in lunga sosta e stai cercando dove parcheggiare l’auto in aeroporto, stazione, porto o in città, possiamo consigliarti il servizio di  Parking My Car .

Tramite questa piattaforma di comparazione e prenotazione puoi scegliere la soluzione perfetta per te, leggere le recensioni del parcheggio, scegliere servizi aggiuntivi come il Car Valet , lavaggio auto e tanti altri, risparmiando  prenotando con la piattaforma rispetto la tariffa standard dei parcheggi.

In aggiunta al risparmio per l’uso della piattaforma, per i nostri lettori abbiamo un codice sconto attivo che ti farà salvare ancor più denaro.

Utilizza il codice sconto :  PMCLOVE10   a questo link  per il 10% di risparmio sulla prenotazione.

Assicurazione viaggio

Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole heymondo lago 728x90 1

Non dimenticarti di  stipulare un’assicurazione di viaggio  prima della partenza in Europa o nel mondo. 

In Europa e nel mondo avere diritto alle cure mediche può diventare piuttosto costoso, e se dovessero smarrire la tua valigia? Per questo noi abbiamo un’assicurazione annuale con Heymondo ,  nel nostro articolo  trovi come funziona e i motivi per i quali dovresti sempre avere un’assicurazione viaggio per la tua vacanza e le tue avventure.  

Per i  nostri lettori  abbiamo un codice sconto del 10% sulla tua prossima polizza di viaggio, ti basterà visitare il sito a  questo link  e lo sconto verrà applicato automaticamente all’importo totale.

Attività ed esperienze aggiuntive

Se ti abbiamo ispirato a visitare questa destinazione, ti sei già segnato i nostri consigli sulle cose da fare ma vorresti qualche ulteriore idea di attività : di seguito troverai le più svariate combinazioni di escursioni , attività , guide e scelte di tutti i gusti per il tuo viaggio.

Clicca su una delle attività mostrate di seguito per verificare le relative disponibilità e visiona le altre attività offerte per queste destinazione:

Potrebbe interessarti

Montenegro: itinerario completo di 7 giorni, 2 giorni a porto: cosa vedere, fare, dove..., 3 giorni a lisbona: la guida completa, road trip in algarve: cosa vedere nel sud..., vacanze in albania: tutto quello che devi sapere, dolomiti: i 7 luoghi che non puoi perderti, 10 luoghi instagrammabili di londra: come trovarli, cosa vedere in alsazia: le 5 città che..., weekend ad amsterdam: cosa fare e vedere –..., piani resinelli: trekking in lombardia.

  • Costo vita per paese
  • Riflessioni
  • VIAGGI LOW COST
  • ATTREZZATURA
  • I miei servizi

tour croazia cosa vedere

Cosa vedere a Fuerteventura in 5 giorni: itinerario completo

tour croazia cosa vedere

Hotel con jacuzzi in camera a Modena

tour croazia cosa vedere

Cosa fare a Sharm El Sheikh e migliori escursioni

tour croazia cosa vedere

Migliori villaggi Italiani a Sharm El Sheikh all inclusive

tempo valore più importante

Se il tempo è il valore più importante che abbiamo, perché…

come passare il tempo a casa

Come passare il tempo a casa: consigli per non impazzire

come viaggiare da soli

Viaggiare da soli: perché farlo e consigli utili

tour croazia cosa vedere

Trip N Roll:”Ci siamo licenziati per girare il mondo e vivere…

tour croazia cosa vedere

Dove andare in vacanza ad Agosto spendendo poco

tour croazia cosa vedere

Dove andare in vacanza spendendo poco vicino all’Italia

dove andare in vacanza a settembre

Dove andare al mare a settembre: tutti i luoghi più belli

weekend in europa

Weekend in Europa: le migliori destinazioni per un weekend fuori porta

come viaggiare spendendo il minimo

Viaggiare low cost: come viaggiare spendendo il minimo indispensabile

creare video di viaggio, strumenti per creare video di viaggio

Creare video di viaggio: tutti gli strumenti che consiglio

i migliori libri di viaggio

I migliori libri di viaggio: libri che ogni viaggiatore dovrebbe leggere

migliori zaini da viaggio

Migliori zaini da viaggio

  • I miei viaggi

Cosa vedere in Croazia in 10 giorni

Cosa vedere in Croazia in 10 giorni

Non potevo non fare un articolo su cosa vedere in Croazia in 10 giorni  dopo averla attraversata tutta da Zurigo a Dubrovnik.

La Croazia mi ha riservato davvero fantastiche sorprese lungo il mio cammino, ho conosciuto persone straordinarie e visitato luoghi mozzafiato.

In questo articolo voglio parlare di cosa mi è piaciuto e cosa non mi è piaciuto , di ciò che mi ha stupito piacevolmente e di cosa invece mi ha deluso .

Un articolo in totale sincerità su cosa vedere in Croazia in 10 giorni e delle impressioni che ho avuto.

Partiamo dal principio. Dovevo scegliere un viaggio da fare in Agosto 2018. Volevo viaggiare in un luogo che stimolasse la mia curiosità ma che mi permettesse di restare vicino all’Italia in modo da poter prendere un traghetto per raggiungere la Puglia ( mia seconda tappa del viaggio ).

La scelta non poteva che ricadere sulla Croazia. Ecco quindi che comincio ad informarvi sulle cose migliori da vedere in Croazia in 10 giorni.

Di questo paese ne avevo sentito parlare spesso, ma non avevo mai avuto il piacere di visitarlo.

Le opinioni erano contrastanti su questa terra e io amo scoprire le cose sulla mia pelle, vederle con i miei occhi. Ecco quindi che ho caricato il mio zaino da 50 Litri sulle spalle e sono partito alla volta della Croazia.

LEGGI ANCHE:

  • I migliori 8 hotel sul mare a Zara in Croazia

Indice dei contenuti

Come arrivare in Croazia

tour croazia cosa vedere

Prima di cominciare a studiarmi un itinerario su cosa vedere in Croazia in 10 giorni, dovevo capire come arrivarci.

Di metodi per arrivare in Croazia ce ne sono molti: via mare, via terra o via cielo.

Io ho scelto via terra passando per la Slovenia.

Ho preso un Flixbus pagato circa 20 € proprio dalla mia città, Parma , per approdare a Lubiana in Slovenia.

A proposito, qui trovi il mio articolo su cosa vedere a Lubiana in un giorno .

Dopo uno stop di 1 giorno nella capitale Slovena, sono ripartito sempre con un FlixBus per approdare a Zagabria.

Non ho voluto rendere questo viaggio troppo avventuroso, quindi decisi di prenotare ogni singolo spostamento tramite pullman direttamente in Italia, al fine da sapere quanti giorni avrei trascorso in ogni singola città.

Purtroppo avendo solo 10 giorni, e avendo diverse città da visitare, non potevo lasciare troppo spazio alla libertà.

Ho prenotato quasi tutti i pullman con Flixbus, e solo uno con una compagnia Croata.

Di conseguenza, sapendo quando sarei arrivato nelle località scelte, e quando sarei ripartito, ho potuto anche prenotare gli alloggi, tutti ovviamente su booking.

Scelsi di alloggiare sempre in ostello , luogo perfetto se si viaggia da soli .

Fatto tutto ciò, prenotai anche il traghetto che mi avrebbe portato da Dubrovnik a Bari, per poi proseguire il mio viaggio in Puglia.

Cosa vedere in Croazia in 10 giorni: Zagabria (giorno 1-2)

Cosa vedere in Croazia

La mia prima tappa è stata Zagabria, ( qui trovi il mio articolo su cosa vedere a Zagabria ) una capitale che si è rivelata sorprendente e bellissima e tappa obbligatoria se state cercando cosa vedere in Croazia in 10 giorni.

Ho alloggiato in un ostello che, senza esagerare, reputo uno dei migliori ostelli in cui sono stato in tutta la mia vita.

L’ostello si chiama Bubu Hostel , e se vi recate a Zagabria e amate gli ostelli, dovete assolutamente provarlo.

Il proprietario dell’ostello è un certo Dinko, un Croato simpaticissimo a cui piace ridere e scherzare.

Ho soggiornato a Zagabria 2 giorni, e ho avuto la possibilità di visitare le principali attrazioni turistiche .

Mi ha stupito piacevolmente la parte vecchia della città in alto , dove è possibile ammirare il paesaggio di Zagabria e godere di una piacevole passeggiata tra le bancarelle del mercatino.

La sera Zagabria si accende e soprattutto la parte vecchia si anima di vita con musiche e spettacoli.

E’ stata davvero una bella sorpresa. Raccomando assolutamente questa città da mettere nella lista di cosa vedere in Croazia in 10 giorni.

Dove alloggiare a Zagabria

tour croazia cosa vedere

Qui sotto ti consiglio alcuni alloggi a Zagabria:

  • Bedroom more than a bed : Situato a Zagabria, vicino al Museo Croato di Arte Naïve, al Museo delle Relazioni Interrotte Zagabria e alla Chiesa di San Marco, il Bedroom Apartment in Zagreb (Veglia) Più di un letto dispone di connessione WiFi gratuita.
  • Piccolo Apartments : Situato a Zagabria, vicino al Giardino Botanico, al Museo Archeologico di Zagabria e a Piazza Re Tomislav, il Piccolo apartments offre la connessione WiFi gratuita.
  • Niva rooms & studio apartment : Situato a Zagabria, a 1,1 km da Piazza Cvjetni e a 1,5 km dal Museo Archeologico, il Niva rooms & studio apartment è interamente coperto dalla connessione WiFi gratuita.

GUARDA I MIGLIORI TOUR PER ZAGABRIA QUI

Zara (giorno 3-4)

Cosa vedere in Croazia

Dopo Zagabria ho ripreso il mio fedele Flixbus che con soli 7 € mi ha portato a Zara, un must che doveva rientrare su cosa vedere in Croazia in 10 giorni.

Avevo sentito parlare spesso di questa città, dei suoi magnifici tramonti decantati così tanto da Hitchcock a tal punto da definirli i migliori del mondo.

Ho alloggiato presso un ostello a circa 15 min a piedi dal centro città, il nome dell’ostello è Hostel 4 You , anch’esso molto pulito e ordinato.

La parte vecchia di Zara è molto carina, ma personalmente non mi ha colpito a tal punto da paragonarla ad alcuni fantastici paesini che si trovano in Italia, come Ostuni o Alberobello.

Molto interessante invece l’organo di mare e il saluto al sole.

Il primo è una scalinata ai piedi del mare creata dall’architetto Nikola Bašić che consente di creare dei suoni melodici con le onde del mare, davvero suggestivo.

Il saluto al sole è sempre un’opera di Bašić, che consiste in un cerchio di luci che si illuminano sempre con le onde del mare.

Confermo che il tramonto era davvero mozzafiato , sicuramente uno dei più belli visti nella mia vita.

Curiosa anche la vita notturna molto vivace a Zara con tanti locali in pieno centro storico.

Passati due giorni in questa cittadina, sono ripartito con il Flixbus verso Spalato.

Dove alloggiare a Zara

tour croazia cosa vedere

Qui sotto ti consiglio alcuni alloggi a Zara:

  • Apartment & Room’s Anni : Situato a Zara, a 1,7 km dalla spiaggia di Puntamika e a 1,2 km dal Palazzo del Governatore Generale.
  • AP Silvija : Situato a Borik, una zona tranquilla di Zara, l’AP Silvija propone appartamenti e monolocali arredati in stile moderno e dotati di aria condizionata e connessione Wi-Fi gratuita, e vi permetterà di raggiungere la spiaggia più vicina con una passeggiata di 10 minuti.
  • Apartments Lucija : Situato a Zara, a 1,3 km dalla spiaggia di Uskok, l’Apartments Lucija offre la vista sul giardino e servizi gratuiti quali la connessione WiFi e un parcheggio privato.

GUARDA I MIGLIORI TOUR PER ZARA QUI

Tour della Croazia in 10 giorni: Spalato (giorno 5-6-7)

Cosa vedere in Croazia

Spalato deve rientrare nella tua lista di cosa vedere in Croazia in 10 giorni.

Arrivato a Split ebbi un piccolo inconveniente con il mio ostello, il quale per un errore di battitura sbagliarono l’indirizzo su Google Maps.

Ci misi 2 ore a trovarli, e scoprii poi che in realtà non si trovavano a Spalato ma bensì a Stobrec, a circa 30 min di bus da Spalato, non fu una bella sopresa.

Unica nota positiva, l’ostello era in fronte mare con una spiaggia fantastica.

Detto, questo ho visitato Spalato, chiamata anche Split, per 3 giorni, una città spettacolare, fantastica!

Il centro storico di Split è pieno di sorprese.

Sembra di essere catapultati indietro nel tempo; una città piena di vicoletti e posti stupendi, con un mare spettacolare a fare da contorno.

L’unica nota negativa di questo luogo è la confusione perenne nei pressi del  centro .

Considerate sempre almeno 15 min in più se raggiungete le porte della vecchia città in macchina o in autobus.

Di fronte a Split vi sono delle magnifiche isole , io ho visitato l’isola di Brac, una delle più famose e una delle meglio collegate.

A brac c’è la famosa spiaggia di Bol con un mare a dir poco cristallino.

Avrei voluto visitare anche l’isola di Vis, recensita ottimamente ma non ne ho avuto il tempo.

Finita la mia permanenza a Split mi sono diretto verso Dubrovnik.

Dove alloggiare a Spalato

tour croazia cosa vedere

Qui sotto ti consiglio dove alloggiare a Spalato:

  • Valenti rooms : Situato a Spalato, a 1,5 km dalla Spiaggia di Bacvice, il Valenti rooms offre alloggi climatizzati con WiFi gratis e l’accesso a una terrazza.
  • Stay in Meta Mate : Situato a Spalato, a 1,6 km da Obojena Svjetlost e a 1,9 km dalla spiaggia di Bacvice, lo Stay in Meta Mate offre un giardino, il WiFi gratuito in tutte le aree e un parcheggio privato senza costi aggiuntivi.
  • Guesthouse Villa Vice : A soli 5 minuti a piedi dalla spiaggia di Bacvice, il B&B Villa Vice a conduzione familiare si trova in una posizione tranquilla e offre camere climatizzate con TV via cavo e Wi-Fi gratuito.

GUARDA I MIGLIORI TOUR PER SPALATO QUI

Itinerario di 10 giorni in Croazia: Dubrovnik (giorno 8-9-10)

Cosa vedere in Croazia

Cosa vedere in Croazia in 10 giorni? Segnati Dubrovnik .

Ne avevo sentito parlare spesso, della sua bellezza e della sua magnifica storia, ed ero proprio curioso di visitarla.

Ho alloggiato in un ostello ben posizionato, a soli 15 min a piedi dal centro storico e a 10 min da una bellissima spiaggia.

L’ostello si chiama Hostel 365 , davvero bello, pulito e moderno.

La città vecchia di Dubrovnik da visitare è semplicemente meravigliosa.

Tante stradine originali e chiese da scoprire.

Lungo le mura c’è un piccolo barettino chiamato Buza Bar in cui si può sorseggiare qualcosa di fresco con vista sul mare, davvero bello.

La sera il centro storico si riempie di vita, soprattutto nelle vie parallele a quella principale.

Consiglio di non perdersi la camminata intorno alle mura, malgrado il biglietto costi circa 90 kune, ne vale assolutamente la pena.

A Dubrovnik non mancano le spiagge, alcune anche davvero molto belle.

Dove alloggiare a Dubrovnik

tour croazia cosa vedere

Qui sotto ti consiglio alcuni alloggi a Dubrovnik:

  • Apartments and Rooms Villa Naida : Situato a Dubrovnik. L’Apartments and Rooms Villa Naida dista 2,6 km dalla spiaggia di Šulić. Offre un salone in comune, camere anallergiche, il WiFi gratuito in tutte le aree e un giardino.
  • Guesthouse Home Sweet Home : Situata a Dubrovnik, a 300 metri dalla spiaggia di Banje e a soli 600 metri dalle Mura di Dubrovnik, la Guesthouse Home Sweet Home offre camere e sistemazioni con angolo cottura complete di terrazza o balcone affacciato sul Mare Adriatico, WiFi gratuito e aria condizionata gratuita.
  • Villa Mia : Situato in posizione centrale sulla penisola di Lapad, l’Apartments Villa Mia offre sistemazioni climatizzate con connessione Wi-Fi gratuita a soli 7 minuti a piedi dalla spiaggia di Lapad.

GUARDA I MIGLIORI TOUR PER DUBROVNIK QUI

Quanto costa viaggiare in Croazia in 10 giorni

La Croazia non è più economica come un tempo.

Soprattutto a Sud, Split e Dubrovnik in particolare, i prezzi sono davvero stellari , molto più alti di quelli italiani.

Giusto per citare qualche esempio, una pizza margherita a Dubronik cosa 11 € , mentre una bottiglietta d’acqua sta sui 3 €. Questi sono prezzi del 2018.

Solo Zagabria è stata abbastanza economica, con prezzi al di sotto di quelli Italiani.

GLI SPOSTAMENTI

Se stai programmando cosa vedere in Croazia in 10 giorni devi preoccuparti ovviamente degli spostamenti.

Gli spostamenti con il Flixbus sono stati economici.

Nelle città, a parte Zagabria, spostarsi con gli autobus è davvero difficile .

Sono abbastanza rodato per quanto riguarda gli spostamenti con mezzi pubblici, avendo girato l’India solo con essi, ma in Croazia mi sono trovato in difficoltà.

Le schedule non vengono mai rispettate, gli autobus non sono registrati su google maps quindi non si sa mai quale bisogna prendere, e gli autisti non sono il massimo della simpatia.

Qualche volta ho utilizzato Uber che si è rivelato davvero utile ed economico; per una corsa di 5 km il costo era sui 3 €.

Evitate i Taxi, costano molto.

GLI ALLOGGI

Ho sempre alloggiato in ostello.

A Zagabria e Zara ho trovato ottimi ostelli sui 15/20 € a notte.

A Split i prezzi sono cominciati a salire sui 25 € a notte.

Dubrovnik però ha i prezzi più pazzeschi , il mio ostello mi costò 35 € a notte ed era uno di quelli più economici, assurdo.

In totale il viaggio mi è costato circa 600 € compreso di tutto ( spostamenti, alloggi, cibo, vita e rientro in Italia tramite traghetto ).

Cosa vedere in Croazia in 10 giorni: Ultimi consigli

All’ingresso in Croazia munitevi di documenti validi , sono piuttosto severi.

Se volete spostarvi comodamente usate Uber, è sicuro ed economico.

Cambiate i vostri Euro direttamente allo sportello di prelievo ed evitate i baracchini per strada, hanno commissioni molto alte.

Di cose da vedere in Croazia ce ne sono molte di più di queste 4 città, come per esempio le cascate di Plitvice , che non ho avuto il tempo di visitare.

Per visitare un intero paese ci vorrebbero mesi, ma sicuramente queste 4 città rientrano in un must per quanto riguarda cosa vedere in Croazia.

Cosa vedere in Croazia

  • Cambiare vita

Ultimo articolo

www.nicolasfontana.net

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Per collaborazioni

[email protected]

tour croazia cosa vedere

Croazia on the road: il nostro itinerario

Il nostro itinerario on the road in Croazia è sbocciato nei primi giorni di primavera e, come un fiore in cerca dei raggi del sole, è cresciuto piano piano nei nostri pensieri.

Un viaggio, in fondo, è come un germoglio : da accudire e curare con attenzione, perché solo così si potranno infine raccogliere i frutti migliori.

Quale sarà il terreno migliore, dove e quando si dovrà tagliare, quanto tempo bisognerà aspettare? Sono domande che ci facciamo nel nostro piccolo orticello e ogni volta che ci sediamo a tavolino e prepariamo il nostro prossimo viaggio di coppia. E non c’è soddisfazione più grande del vedere alla fine il quadro completo, il risultato delle proprie “fatiche”.

Nei primi giorni di luglio i tempi erano maturi e le valigie pronte: ci siamo lasciati alle spalle la Pianura Padana e siamo partiti verso la Croazia . 

L’inizio di una gran bella avventura, un itinerario on the road dai Laghi di Plitvice fino all’isola di Cres, paradiso selvaggio nel cuore dell’Adriatico.

Solo una tappa ha deluso in parte le nostre aspettative. Quale? Scopriamolo insieme!

Sebenico cosa vedere

CROAZIA ON THE ROAD: IL NOSTRO ITINERARIO

Quasi due settimane di viaggio e oltre 1.500 chilometri percorsi in Croazia in macchina , due traversate in traghetto e una giornata in bicicletta. Anche questa volta non ci siamo fatti mancare niente, nemmeno il trekking ai Laghi di Plitvice.

Ecco in dettaglio la nostra Croazia on the road:

1° giorno: Modena – Laghi di Plitvice (565 km)

2° giorno: Laghi di Plitvice

3° giorno: Laghi di Plitvice – Sebenico (200 km)

4° giorno: Sebenico – Zara (90 km)

5° giorno: Zara – Isola di Cres (330 km fino a Brestova)

dal 5° al 11° giorno: Isola di Cres

12° giorno: Isola di Cres – Rovigno (70 km da Brestova)

13° giorno: Rovigno – Modena (450 km)

GIORNO 1: MODENA – LAGHI DI PLITVICE

La prima tappa del nostro viaggio in Croazia è stata quella ai laghi di Plitvice. 

Il primo giorno è volato via per raggiungere la località di Ostarski Stanovi, a dieci chilometri dal parco nazionale, dove avevamo prenotato due pernottamenti.

Poco prima di superare la frontiera con la Slovenia , ci siamo fermati per un piccolo break a Basovizza, frazione di Trieste, dove abbiamo trovato uno di quei mitici bar frequentati solo dalla gente del posto.

Siamo arrivati nel momento giusto, quando al bancone si onorava l’ora dell’aperitivo e ne abbiamo approfittato per chiedere qualche informazione, o meglio qualche conferma, per evitare di pagare la vignetta in terra slovena .

Così, tra un cicchetto e l’altro (per loro, s’intende) e una coca cola (per noi), abbiamo capito che bastava seguire sempre le indicazioni gialle per Rijeka (Fiume) ed evitare come la peste quelle su sfondo blu, che ci avrebbero catapultato in autostrada.

Abbiamo così superato i pochi chilometri in terra slovena in un batter d’occhio e siamo arrivati alla dogana con la Croazia : un rapido controllo alle nostre carte d’identità e via!

A Ostarski Stanovi siamo arrivati col buio: ad attenderci c’era una piccola e confortevole camera alla Guest House Family Dukic e una fresca temperatura di quindici gradi, che per noi reduci dall’afosa Pianura Padana hanno rappresentato un vero toccasana!

GIORNO 2: IL PARCO NAZIONALE DEI LAGHI DI PLITVICE

Sveglia di buon’ora quella odierna: avevamo prenotato il nostro accesso al Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice per le 7 del mattino!

La proprietaria della pensione dove alloggiavamo si era raccomandata di farlo sul sito ufficiale il prima possibile: in alta stagione gli accessi sono limitati e divisi per fasce orarie.

Prenotando con un mese d’anticipo , l’unico orario disponibile per l’ingresso 1 (quello più vicino a noi) era appunto il più mattiniero, altrimenti avremmo dovuto ritardare fino alle 11 l’inizio del nostro trekking.

Eh già, proprio così: ci aspettava un trekking di ben 21 chilometri , con partenza e arrivo proprio all’ingresso 1 del parco nazionale. Meglio iniziare col fresco, no? 🙂

E in effetti alle 7 del mattino c’era assolutamente bisogno di una felpa!

Ti potrebbe interessare:

LAGHI DI PLITVICE CROAZIA: TREKKING TRA CASCATE E NATURA INCONTAMINATA

Abbiamo così lasciato l’auto nel parcheggio a pagamento a due passi dal gate d’ingresso e cominciato la nostra passeggiata nella natura fantastica dei Laghi di Plitvice, uno dei posti più belli della Croazia !

Bastano davvero pochi passi per trovarsi di fronte la prima delle cascate del parco, e già si rimane a bocca aperta. 

Questo è solo l’inizio di una bellissima avventura che vi consigliamo di inserire assolutamente nel vostro itinerario on the road in Croazia.

Abbiamo sempre seguito le indicazioni del “Programma K” (che trovate nel dettaglio anche sul sito ufficiale): la segnaletica è molto chiara e il giro ad anello bellissimo e per nulla difficile. 

Anzi, ha un grande punto di forza: vi permetterà di rimanere lontano dalla folla e godervi i paesaggi di uno dei parchi più belli d’Europa!

Se poi durante il percorso la stanchezza avrà la meglio, potrete sempre approfittare dei battelli o dei bus che sono attivi nelle varie stazioni del parco nazionale.

Se vi state domandando cosa visitare in Croazia , sappiate che la tappa ai Laghi di Plitvice resterà nei nostri pensieri come una delle più emozionanti di tutto il viaggio.

posti più belli della Croazia

GIORNO 3: DAI LAGHI DI PLITVICE A SEBENICO

Il nostro terzo giorno in terra croata inizia con un temporale: ci sentiamo fortunati ad aver esplorato i Laghi di Plitvice in una bella giornata di sole!

Ce la prendiamo con calma: facciamo colazione nella veranda davanti al nostro appartamento e poi partiamo alla volta di Sebenico .

Il maltempo ci insegue fin sulla costa, senza interruzioni: quando arriviamo in città siamo costretti a chiedere un ombrello alla proprietaria dell’appartamento dove pernotteremo.

Dopo aver sistemato i bagagli, ci prepariamo con felpe, k-way, sciarpe e il maxi ombrello matrimoniale gentilmente fornitoci, ma quando chiudiamo la porta di casa alle nostre spalle, come per magia, smette di piovere. Non solo, nel giro di cinque minuti spunterà il sole e il cielo diventerà azzurro.

Stentiamo a crederci, ma alla fine Sebenico si mostra in tutto il suo splendore: la pietra bianca della Cattedrale di San Giacomo , le vie del borgo profumate, l’atmosfera rilassata, il panorama dalla Fortezza di San Michele. E una passeggiata al tramonto sul lungomare che ricorderemo come uno dei momenti più romantici di tutta la nostra vacanza in Croazia .

Fuori dalle rotte classiche degli itinerari on the road in terra croata, Sebenico merita davvero una menzione speciale. Inseritela nel vostro programma di viaggio e non ve ne pentirete!

Sebenico cosa vedere

GIORNO 4: DA SEBENICO A ZARA

Siamo stati così bene a Sebenico che è davvero dura ripartire, ma il nostro itinerario prevede una nuova meta: Zara.

Best in Travel per l’anno 2019 per la Lonely Planet , Zara si trova sulla costa croata ad un’ora buona di auto da Sebenico e non potevamo non inserirla nel nostro on the road in Croazia!

Tuttavia, vi dobbiamo svelare che la città ha deluso le nostre aspettative .

Non avevamo studiato molto, a dire il vero, perciò non sapevamo davvero cosa aspettarci, se non un tramonto da favola seduti sulla scalinata dell’Organo del Mare .

In effetti, questo è stato il momento più romantico del nostro soggiorno a Zara . 

Per il resto, è una bella città con un centro storico da scoprire e una vivace vita notturna, ma ci ha lasciato poco o nulla dal punto di vista emozionale.

Il famoso Saluto al Sole è stato completamente recintato ed interdetto al passaggio pedonale, a causa del danneggiamento dei pannelli solari che lo compongono. Ora si può assistere soltanto ad un pacchiano gioco di luci al calar della sera, niente di più.

L’organo marino, invece, è una creazione davvero ben riuscita , capace di ammaliare chi si ferma ad osservare il tramonto sedendosi a due passi dall’acqua.

Dal nostro punto di vista, Zara merita una mezza giornata e soprattutto una serata. Ma in Croazia c’è sicuramente di meglio.

cosa vedere a Zara

GIORNO 5: DA ZARA ALL’ISOLA DI CRES

Indecisi sul visitare o meno il mercato del pesce di Zara, alla fine decidiamo di partire verso Cres, perché abbiamo soprattutto voglia di mare e relax!

Risaliamo la costa croata e superiamo Rijeka , detta Fiume in italiano, poi raggiungiamo l’Istria meridionale e seguiamo le indicazioni per Brestova .

Dal piccolo porto di questo minuscolo paese parte il traghetto per Cres , l’isola che avevamo individuato per trascorrere le nostre vacanze di mare in Croazia.

Qui devo fare una piccola digressione: Cres, o Cherso, agli albori della progettazione della nostra Croazia on the road, era in competizione con un’altra isola, quest’ultima però molto più a sud, Mljet. 

Entrambe possedevano le caratteristiche perfette per la nostra comune visione di “vacanze al mare”: spiagge selvagge, calette solitarie , presenza sparuta di turisti. 

La scelta finale, felicissima col senno di poi, è ricaduta su Cres per una questione soprattutto temporale: non avevamo abbastanza giorni per raggiungere il sud della Croazia, anche se Dubrovnik è un sogno che abbiamo nel cassetto e prima o poi realizzeremo, ne sono sicuro!

Cherso

DAL GIORNO 5 AL GIORNO 11: L’ISOLA DI CRES

Così abbiamo fatto poco a poco conoscenza con il territorio di Cres e le sue spiagge, ed è stato bellissimo. 

Sterrati difficili ci hanno condotto a spiagge meravigliose , trekking impegnativi ci hanno fatto scoprire baie dai colori pazzeschi.

I ritmi lenti dell’isola si sposavano alla perfezione con la nostra voglia di staccare la spina, dedicandoci alle letture sotto l’ombrellone , a lunghe nuotate e soprattutto alla volontà di sprofondare in un ozio senza confini!

Voi che ne dite? E’ stata una scelta saggia o no?

Se volete scoprire i segreti di Cres, fate un salto qui: 

LE NOSTRE SPIAGGE PREFERITE SULL’ISOLA DI CRES

cres croazia

GIORNO 12: DA CRES A ROVIGNO

Lasciarci alle spalle l’isola di Cres non è stato facile: fino all’ultima curva abbiamo cercato il suo profilo, per salutarla ancora e ancora una volta.

Risalendo l’Istria ci siamo inerpicati tra le sue colline, attraversando piccoli borghi e paesaggi bucolici, fino a raggiungere il Canale di Leme, il fiordo più esteso dell’Adriatico .

Dopo una breve passeggiata per ammirare questa “anomalia” nel sud dell’Europa, Kiki ha avuto un’intuizione per un bel fuori programma: seguendo delle indicazioni che l’avevano ispirata, abbiamo raggiunto una meravigliosa cantina nel cuore dell’Istria!

Al Relais & Wine San Tommaso, rifugio romantico a pochi chilometri da Rovigno , abbiamo assaggiato la Malvasia Istriana: più del 70% dei vitigni autoctoni è rappresentato da questa varietà, che cresce rigogliosa grazie alle perfette condizioni climatiche.

Nel pomeriggio abbiamo raggiunto Rovigno, esplorando il suo centro storico, ricco di gallerie d’arte, locali e scorci romantici.

Infine ci siamo goduti il tramonto seduti sul muretto proprio sopra Plaza Balota , la caletta più famosa della città. 

Rovigno è deliziosa, romantica e vivace: una delle tappe top della nostra Croazia on the road.

canale di leme

GIORNO 13: ROVIGNO

Ultimo giorno della nostra Croazia on the road e, prima di rientrare in Italia, abbiamo ancora un po’ di tempo da dedicare a Rovigno.

La proprietaria del bell’appartamento dove alloggiamo ha due biciclette a disposizione e noi le prendiamo a noleggio per andare in esplorazione del Parco forestale di Punta Corrente , oasi naturale sul mare poco più a sud del centro storico. 

Non è facile girare in bicicletta per Rovigno, è tutto un saliscendi, ma all’andata approfittiamo soprattutto della discesa per raggiungere il porto. E’ una zona davvero curatissima, dove sono presenti tanti hotel di lusso e stabilimenti balneari. 

Continuando verso sud, entriamo nel Parco di Punta Corrente e cerchiamo un posticino lontano dalla confusione per stare tranquilli e fare qualche nuotata. 

Troviamo una caletta perfetta e ci rimaniamo fino al tardo pomeriggio, quando è giunto il momento di salutare Rovigno e tornare a casa. Non è facile da accettare, ma anche questo viaggio è giunto al termine.

Rovigno

La nostra Croazia on the road è stata una bellissima avventura, un mix perfetto di città, natura e vacanze di mare. 

Un viaggio di coppia romantico e rilassante, che ci ha permesso di scoprire un Paese ospitale e per molti versi all’avanguardia per quanto riguarda il turismo.

La consapevolezza dei croati di possedere un grande patrimonio naturale e culturale ha fatto sì che i prezzi siano aumentati rispetto al passato, ma servizi e accoglienza sono migliorati di pari passo. Buon cibo e luoghi non ancora troppo turistici , come Sebenico o l’isola di Cres, sono altri punti di forza da non sottovalutare.

Così vicina e così affascinante, la Croazia ha davvero tutto per conquistare il cuore di un viaggiatore, anche del più esigente.

Croazia on the road

Se ti è piaciuto il nostro articolo, condividilo! 🙂

Alessandro Mazzini

Alessandro Mazzini

Articoli correlati.

cosa vedere a creta

Cosa vedere a Creta in 7 giorni: itinerario sulla costa ovest

Quanta bellezza nasconde Creta? E’ una domanda a cui abbiamo trovato risposta soltanto la scorsa estate, curva dopo curva, tra una spiaggia paradisiaca e l’altra.

Se ti è piaciuto il nostro articolo, condividilo! :-)

cosa vedere in baviera

Cosa vedere in Baviera: il nostro itinerario da Monaco verso nord

Lo scorso autunno a bordo del nostro van abbiamo attraversato buona parte della Germania, dedicandoci in particolare alla Baviera. Monaco è stato il punto di

cosa vedere in bosnia ed erzegovina

Cosa vedere in Bosnia ed Erzegovina in 7 giorni

Ci sono tanti momenti che porto nel cuore del nostro viaggio in Bosnia ed Erzegovina della scorsa estate: il canto al tramonto del muezzin a

8 commenti su “Croazia on the road: il nostro itinerario”

Viaggio da fare Copia-e-incolla la prossima estate!!!

Grandi ragazzi! Vi seguiremo allora: sarà bellissimo rivedere la Croazia con i vostri occhi! 😉

Hai detto Felpa? FELPA! No lasciatemelo dire ancora: F E L P A ! *_* Giuro io ho pianto! E su ombrello matrimoniale ho avuto una crisi isterica…ho dovuto sopperire con una cucchiaiata di Nutella 😛 Si, sono fra quelli che mettono le tacche sul calendario da giugno a settembre 😉 Ma veniamo alle cose serie, davvero un itinerario interessante: trekking, mare, city-break e tramonti romantici. Peccato solo per le aspettative disattese su Zara, mentre Rovigno e Sebenico sono proprio belle caspita! Personalmente mi piacerebbe spingermi in Croazia per un bell’OTR sulle tracce della storia della Grande Guerra, fra musei monografici, memoriali e città chiave (sai che noia direte voi)! Allora aspetto il capitolo ciboH 😉

Ripetiamolo insieme allora: F E L P A E speriamo di non vedere politici appassionati di maniche lunghe con la stampa della mappa del nostro itinerario in Croazia! ahahaha Cara Dani, ti dico la verità: mi piace la pioggia, ma quando sono in viaggio…anche no! 😛 Preferisco quando sono in casa ad ascoltare musica! 😉 L’itinerario che hai in mente è sicuramente affascinante e nelle tue corde di “reporter”, non trovo assolutamente che possa essere noioso, anzi! E ti svelo che durante il nostro soggiorno in Croazia Kiki stava leggendo un giallo ambientato in parte proprio in quello scenario di guerra, romanzo che poi ho letto anche io una volta tornato a casa. All’epoca ero solo un ragazzo con altri pensieri per la testa, ma quello che è successo oltre l’Adriatico è qualcosa di devastante che ancora si avverte nel paesaggio e negli occhi delle persone e che con gli occhi maturi di oggi ho percepito limpidamente. La mia idea futura è quella di raggiungere il sud del Paese e poi spingerci in Bosnia e Serbia: come sempre il tempo è tiranno e organizzare un tour come si deve non è facile, occorre procedere per “step”! 😉

Col ciboh siamo quasi in arrivoh! 😀

Che bellissimo itinerario! I laghi di Plitvice sono nella mia infinita wish-list ma anche Rovigno sembra veramente deliziosa. Mi segno tutto, prima o poi riuscirò ad andare in Croazia!

Assolutamente affascinante, Rovigno! Te la consigliamo ad occhi chiusi, anzi, meglio se ben aperti per non perdersi nessuna delle bellezze croate! 😉

Ciao ragazzi! L’on the road in Croazia, limitato alla costa dalmata, l’ho fatto lo scorso settembre ed è stata una bella avventura, anche se con alti e bassi. Con i bassi mi riferisco purtroppo alla gente, che non è particolarmente simpatica. Quello fà durante un viaggio e devo dire che mi ha lasciato un pò l’amaro in bocca, a differenza delle varie località che sono stupende. Sibenik appunto, ma anche la vicina Trogir, Spalato, Zara, Dubrovnik.. Ho adorato quelle case in pietra con le finestre colorate, i tetti rossastri che danno sul mare e i centri storici su isolette collegate alla terraferma.

Comunque Rovigno tantissima roba! Devo riuscire ad andarci prima o poi, l’Istria m’ispira un sacco!

Ciao Pietro, noi non abbiamo avuto queste sensazioni a proposito dei locali, ma ogni esperienza fa storia a sé e mi dispiace che lungo il tuo cammino non abbia incontrato gente cordiale e accogliente. I posti sono davvero stupendi: Sibenik e Rovigno sono due città incantevoli, che ci hanno davvero stupito positivamente! 🙂 L’Istria val bene un approfondimento: Rovigno ha stuzzicato il nostro appetito e vogliamo tornare per scoprire altri angolini di quella terra di confine! 😉 Buon Ferragosto e un abbraccio! 😉

Lascia un commento Annulla risposta

Salva il mio nome, email e sito web in questo browser per la prossima volta che commento.

Avvertimi via email in caso di risposte al mio commento.

Avvertimi via email alla pubblicazione di un nuovo articolo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati .

tour croazia cosa vedere

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

tour croazia cosa vedere

Cosa vedere in Croazia in 8 giorni - Un itinerario di viaggio e consigli pratici

Fermati un attimo! Pensaci, si corre da una vita. Mettermi in viaggio significa fermarmi. Osservo, odoro, assaggio , rispetto le tabelle di marcia ma ci sono momenti in cui mi fermo. E mi sono fermata pur muovendomi ininterrottamente durante il viaggio di 8 giorni in Croazia cominciato a Bol, sul suo lungomare di sera. La gente camminava lenta, passeggiava stanca della giornata di mare, si godeva distrattamente quello che io, seduta su una panchina con una sigaretta, stavo invece accuratamente “vivendo”.

Sembrava uno di quei film in cui tutto intorno si blocca, tu compi le tue azioni ad una velocità normale, mentre il resto è slow, rallentato con dissolvenza. La luce era gialla. Il mare blu. Le pietre delle case gialle, le barche sfumate. Le mie percezioni bianche pure, pronte ad impregnarsi di tutti i sensi e a colorarsi come loro dettavano. I suoni erano confusi, essenziali a sottofondo per questo Mio Momento.

Odore di prelibatezze marinare, cucinate con maestria e pescate da uomini dalle mani logorate dalle reti da ricamare, reti da tessere per accalappiare i tuoi sensi, un altro, il gusto. Associ certi odori solo a certi sapori e qui ce ne sono da scoprire. Di odori e di sapori. Di resina attaccata alla corteccia accolta nell’immensa pineta, di acqua salata che s’asciuga sui bianchi ciottoli, di menta nel mojito, di formaggio di Pag , di copri capelli di anziane signore che ti osservano dai loro giardini nascoste dalle siepi, di prosciutto Dalmatino servito con semplicità come a dire, non abbellisco il piatto devi assaporarlo!, di vicoli bianchi e piccole chiese a picco sul mare, di una tavolozza di colori pastello che colora il verde acqua del mare di giorno, di silenzio.

Finita la sigaretta mi sono voltata e ho trovato sorrisi, gratuiti, come se qualcuno mi stesse osservando da qualche momento, in quel Mio Minuto che mi è sembrato durare l’intera vacanza. Sorrisi, figli di una cordialità tipica di questo Paese: la Croazia .

Dal diario di viaggio Agosto 2014 (a cura di Annalisa Primiccio )

Se stai pianificando un viaggio in Croazia leggi anche:

  • Libri da leggere prima di un viaggio nei Balcani
  • Cosa vedere in Croazia - 20 posti da non perdere la prima volta che ci andate (da sud a nord)
  • Cosa vedere a Dubrovnik
  •   Come visitare i laghi di Plitvice in Croazia 

Cosa vedere in Croazia in 8 giorni - Itinerario giorno per giorno

Giorno 1/5 - spalato ed isola di bol, dove dormire a bol, giorno 3 - isola di hvar.

  •  Giorno 4 - Isola di Pag

Giorno 5 - Dintorni di Pag

Informazioni utili parco nazionale krka, giorno 7 - trogir.

  • Dove dormire a Trogir 

Giorno 8 - Partenza

Come arrivare in croazia, informazioni utili.

In 40 minuti di autobus dall'aeroporto per 30 kune (€4) si arriva al centro di Spalato, dal porto per 33 kune a persona prendere il traghetto per raggiungere l’Isola di Brac (che si pronuncia braCH, non BraK). 

I traghetti partono ogni ora ed impiegano 50 minuti per arrivare a Supetar, carina e piccola meta dove ristorarsi prima di prendere un taxi o un bus che porteranno a Bol, Vallo della Brazza . Sebbene ci si impieghi mezza giornata per raggiungere Bol, lo sforzo vale assolutamente la pena!

Bol è una piccola cittadina molto ben curata, ristrutturata da poco e occidentalizzata con divanetti lounge un po ovunque ma frequentata da persone di ogni tipo. Il centro affaccia sul porto e sembra una cartolina.

Le costruzioni sono fatte di pietra bianca che al tramonto intona colori rosei, romantici e affascinanti. La pietra proviene proprio dall’ Isola di Brac ed è la stessa con cui hanno costruito la Casa Bianca di Washinton DC . È tutto a portata di mano, tutto facile da trovare e poi la cordialità dei croati è sincera e non di convenienza.

C’è una lunga pineta, dove si possono affittare le bici (lo consiglio) e affaccia su grandi alberghi con SPA da una parte e fantastiche spiagge di ciottoli dall’altra. Se percorrete tutta la pineta arriverete alla famosa spiaggia di Zlatni Rat (quella lingua bianca con mare cristallino a sinistra e a destra che è un po il simbolo turistico di tutta la Croazia). Dicono che sia la spiaggia più bella di tutto l’Adriatico e i più romantici la chiamano il corno d’oro .

A Bol noi siamo rimasti ben 3 giorni perché è un piccolo gioiello divertente e rilassante, collegata molto bene alle isole vicine, come quella di Hvar , la piu conosciuta (si legge con l’H aspirata non Kvar). Per spostarvi via mare, ci sono anche i Taxi Boat , veri e propri taxi del mare che percorrono brevi distanze e che vi fanno vedere tutto dalla costa, tutto da un’altra prospettiva, ad un prezzo molto basso.

Isola Alternativa: Korcula 

Korcula è più distante ma come Brac permette di visitare altre isole in tours diari ed è una ottima alternativa alle isole più note Brac ed Hvar. Per maggiori informazioni leggi: Isola Korcula, la piccola Dubrovnik . Consiglio questa isola soprattutto se la destinazione finale è Dubrovnik.

  • APARTMENTS PINA - Appartamento dotato di tutto il necessario per cucinare e di climatizzatore, con patio adiacente al giardino e vista mare. una splendida vista mare.
  • APARTMENTS MILENA - Centrali e ben attrezzati, con cucina attrezzata e terrazzino. Un ottimo rapporto qualità prezzo.
  • Apartments Villa Jadranka - Appartamenti molto comodi ed attrezzati in una villa con giardino e piscina (ideale per chi viaggia con i bambini). Gli appartamenti sono piccolini ma ben organizzati, una scelta ideale per chi vuole cucinare e rilassarsi all'aria aperta. 
  • **** Lifestyle Hotel Vitar (solo per adulti) - Un hotel stupendo con piscina vista mare. Le camere sono molto moderne e ben arredate e luminose.

vista dall'altro della spiaggia di Bol

Alle 9.00 ci siamo imbarcati su un’elegante e moderna barca, dal porto di Bol per raggiungere l’Isola di Hvar . Sono gite organizzate dalle 9.00 alle 18.00 con due opzioni: il costo base è di 160 kune a/r, poi se vuoi fare il pranzo in barca e farti portare nelle vicine calette devi aggiungerci altre 160 kune. Noi abbiamo preferito utilizzare la barca come mezzo di trasporto e non di crociera.

Per organizzare questa gita non abbiamo fatto altro che chiedere al banchetto informazioni che si trova al porto.

Il viaggio è durato un’oretta e mezza. L’abbiamo impiegata prendendo il sole sulla prua, e osservando l’ isola di Hvar in tutta la sua lunghezza, così vergine, verde, aspra e brulla , senza segno di civiltà turistica nè locale. Non c’è nessuno lungo tutta la costa, solo stormi di gabbiani appollaiati sugli scogli a prendere il sole in massa.

Hvar è il nome dell’isola ma anche della nota cittadina. Arrivati ci rendiamo subito conto che è grande, ricca, pulita, e molto frequentata, anche da super ricconi che ormeggiano i loro yacht per farci rimanere a bocca aperta, magari mentre passeggiando per il lungo mare ti mangi una delle tipiche torte salate, a base di ricotta oppure con ricotta e carne , si chiamano Burek e le trovate davvero ovunque. Vi incartano gli spicchi interi della torta salata, tiepidi e un po unti.

Consiglio  Prima di arrivare a Hvar prenotate una barchetta o taxi boat che vi possa portare in giro per le calette piu suggestive. Ci sono anche dei piccoli gommoni che si possono affittare per un’intera giornata con skipper a bordo che ti accompagna dove, quando e per quanto vuoi.

La visita della cittadina merita almeno 3 ore, necessarie per perdersi per i vicoletti piu lontani, senza nome. Qui si trova anche la fortezza spagnola , arrampicata su una collina alta un centinaio di metri dalla quale godere del panorama sulle isole Pakleni. Dalla piazza principale dove c’è la cattedrale Sveti Stjiepan vi accorgerete presto che tutto sembra richiamare Venezia, non a caso la repubblica marinara l’ha dominata per quasi 4 secoli. I leoni e il campanile di San Marco, uniti ai piccioni molesti, vi faranno sentire proprio a casa!

Non a caso il 30% di questa popolazione parla correttamente l’italiano. Un italiano molto simile all’antico eppur in uso dialetto veneziano.

hvar (foto by http://www.likecroatia.com/)

 Giorno 4 - Isola di Pag

Abbiamo deciso di tornare a Spalato per affittare una macchina, è stato davvero complicato (per questo vi consiglio di organizzarlo prima della partenza, Rentalcars offre diverse opzioni a partire da €40 al giorno).

Cartina alla mano ci siamo avventurati per le strade/autostrade croate fino a raggiungere l’Isola di Pag, che si chiama Isola ma in realtà è collegata alla terraferma da un ponte, quindi, almeno stavolta, niente traghetti! Dopo circa due ore su autostrade di recente costruzione, il costo del pedaggio è di 60 kune, approdiamo a un paesaggio lunare e decisamente particolare.

In seguito alla lettura di alcune recensioni abbiamo deciso di puntare verso Novaljia , ma ci è bastato poco per capire dell'errore. Una sorta di Ibiza, luogo di svago e divertimenti sfrenati per ragazzi molto giovani in cui i riflettori sono puntati su discoteche e festini in spiaggia.

Niente di più distante da quello che volevamo. Per tale motivo velocemente ci siamo diretti verso la spiaggia di Zrce che sebbene sia stata attrezzata a discoteca per la notte è anche una spiaggia davvero bella.

Nonostante la delusione la strada che ci ha portato a Pag , molto panoramica, da una parte il mare, dall’altra sterminati terreni aridi con i famosi “muri a secco”, fatti esclusivamente di pietre appoggiate e incastonate a secco, e terreni dediti alla pastorizia e dai quali si produce il prelibato e noto formaggio di pecora di Pag.

tour croazia cosa vedere

Lungo la stessa strada si vedono piccoli isolotti che spuntano dal mare e poi le colture di ostriche . Numerosi cerchi neri, enormi, uno accanto all’altro, che fuoriescono dall’acqua, sono i campi di coltivazione di un'altra prelibatezze di questa terra, a cui aggiungo anche il tartufo considerato uno dei prodotti doc del luogo.

Sulla stessa strada, prima di arrivare al ponte di Pag, si trovano le rovine di un’antica fortezza che vigilava sulla costa per il controllo del traffico delle navi. Si chiama Fortica e le rocce con cui è stata costruita si confondono al paesaggio che qui torna ad essere lunare, quasi bianco.

La cittadina di Pag nonostante sia composta da appena 4 strade incrociate è deliziosa. Da questo incrocio si snodano viottoli lastricati bianchi e lucidi, dividendo il centro storico in 4 piccoli quartieri. Nel luogo in cui si ricongiungono sorge la basilica gotica di Santa Marija . Molto carini i negozietti, tra cui uno di abbigliamento allestito in una piccola chiesetta sconsacrata.

Di localini e ristoranti ce ne sono anche qui quanti ne volete. Ci hanno consigliato il ristorante Tovrnelle .  Il migliore di tutta la vacanza!

Non poteva mancare nell’antipasto il formaggio di pecora di Pag e l ’affettato Dalmatino : una specie di speck affumicato tipico della Dalmazia...è l’antipasto di terra di cui vanno piu fieri..e ne hanno tutte le ragioni!

Dopo una bella passeggiata per digerire torniamo all’appartamento e ci accorgiamo di non avere la chiave per chiudere il portone della casa, chiamiamo l’agenzia ma ci spiegano che è normale..in Croazia pare che la criminalità proprio non ci sia..dormono con le case aperte senza problemi!

tour croazia cosa vedere

Come spiaggia abbiamo chiesto un po in giro e invece che andare in quelle affollate e conosciute abbiamo deciso di cercarne di particolari.

Una volta attraversato il pontile di Pag (dove ci sono le spiagge piu conosciute, lunghe e sabbiose) invece che salire la strada verso la montagna direzione Novaljia seguiamo per una stradina sulla destra dove si trovano numerosi comprensori di case vacanze e affittacamere.

Parcheggiamo ed attraversiamo dei campi non coltivati, ritrovandoci improvvisamente su una scogliera di terra marrone a picco sul mare. Per scendere abbiamo trovato una scala piuttosto arrugginita e pericolante, ma il “rischio” ne è valso la candela. C’eravamo solo noi.

Di fronte a noi in lontananza le bianche e smussate cime collinari lunari, sopra le nostre teste lastroni di terra che gocciolano l’acqua drenata, il mare calmo quasi fosse un lago, una miriade di pesciolini. Decidiamo così di avventurarci passeggiando per queste piccole cavernette che il terreno franato crea trovando tantissima ardesia e creta, non ci è servito molto per decidere di fare i fanghi!

Da qui partono una 20ina di calette uno dopo l’altra, una piu bella dell’altra che spesso vengono raggiunte da gommoni e barchette ma avventurandosi le si raggiunge anche via terra.

spiaggia pag, croazia

A metà giornata decidiamo di spostarci, prendiamo la macchina e risaliamo la strada per Novaljia . Parcheggiamo in una meravigliosa pineta, a metà tra Simuni e Mandre . Anche qui si apre un magnifico panorama, una spiaggia piuttosto larga a ciottoli bianchi con chioschetti sulla spiaggia e la possibilità di affittare (per la prima volta) un lettino per prendere il sole.

Consiglio Attenzione alle porzioni da ordinare perché i croati non hanno il senso della misura quando preparano i piatti..le quantità sono esagerate!

Qui la giornata è stata proprio piacevole: spiaggia chiara, mare cristallino e alle nostre spalle una freschissima e profumata pineta. La zona è adatta anche al campeggio, difatti ce ne sono diversi ben attrezzati, grandi e curati.Per tornare a Pag abbiamo fatto la prima sosta a Zara .

Al Bodega , meraviglioso locale su uno dei corsi principali di Zara alle spalle della chiesa di San Donato , del Foro e di Sant’Anastasia. 3 delle diverse meraviglie con un fascino tutto italiano che conferiscono a Zara un romantico gemellaggio.

Abbiamo deciso di allontanarci da Zadar per trovare un posto più tranquillo dove dormire e al caso nostro faceva Petrcane .  Solo 14 km di distanza da Zara. Un paesino piccolissimo abitato da molti croati.

Vicoletti tra casine bianche che affacciano su un porticciolo. Le spiagge intorno sono tutte molto belle. Di fatto non c'è molto in questo paese ma si trova in una posizione strategica e tranquilla. Felici della scelta.

Non c’è ombra di veicolo, i cani del paese passeggiano tranquilli, sembra di essere tornati indietro nel tempo, in Italia, 40 anni fa. Dove i signori un po allegrotti di vino, si armano di chitarra e cantano le canzoni in dialetto..chissà di che raccontavano quegli stornelli …?!

Giorno 6 - Parco nazionale di Krka

Dopo aver fatto colazione su una bellissima terrazza di un bar, affacciata proprio sul mare con accanto un piccolo forno per cornetti e dolciumi, di fianco al supermercato Konzum, partiamo in direzione parco nazionale di Krka . Forse non a sorpresa ma questo parco è un qualcosa di incantevole e meraviglioso. Non potete perderlo! E' in questo parco che si trovano le cascate più alte di tutta la Croazia.

tour croazia cosa vedere

Si parcheggia la macchina fuori dal paesino Skrodin , lo si attraversa e si raggiunge in fondo alla strada principale, un palazzo a vetri scuri, una costruzione moderna. Il biglietto di ingresso costa 110 kune a persona .

Con biglietto alla mano si comincia la seconda fila che in genere parte già di fianco al palazzo e arriva all’imbarco del traghetto che in 10 minuti vi accompagna all’ingresso del parco. È il modo più bello per raggiungere le cascate , altrimenti c’è il bus. Meno panoramico, meno costoso. Il traghetto parte ogni 30 minuti, ad agosto ogni 20. Per godersi a pieno tutto il percorso panoramico ci si impiega un’oretta di passeggiata. Alla fine del sentiero torni al punto di partenza: le cascate. Prima le costeggi e poi ti ci butti dentro!

La zona pericolosa dove l’acqua ha una fortissima pressione e genera corrente, è delimitata da corde e spesso ci sono i “bagnini delle cascate” che ti fischiano se stai facendo qualcosa di inopportuno. Consiglio di indossare le solite scarpette in gomma altrimenti rischiate di tagliarvi con le pietre sott’acqua, a causa della corrente.. Non sarà un bagno rilassante, ecco… ma è un’esperienza da provare!

Minacciose e potenti, eppure cosi belle circondate da arcobaleni. Le energie perse si possono recuperare deliziandosi con frutta fresca che le anziane signore con i loro banchetti tutti ordinati e il velo in testa ti vendono con il sorriso. Noi abbiamo trovato uva fresca, more, fichi e poi ci sono mandorle glassate e altri dolciumi secchi da mangiare nel cartoccio a cono.

A Krka ci trascorri tutta la giornata, e nemmeno te ne accorgi. Basta ricordarsi che alle 18.30 passa l’ultimo battello che ti riporta a Skrodin!

Parco nazionale Krka Croazia

Al tramonto mentre torniamo al parcheggio della macchina troviamo in strada molti contadini che vendono le verdure colte poco prima.

Sono banchetti improvvisati, quindi l’offerta è di 2 peperoni (piccoli verde chiaro, sono cosi in Croazia), 4 zucchine, 6 pomodori…insomma quello che hanno colto in giornata! E poi c’è il miele, e l’olio, la Dalmazia è ricca di olio. Ma la cosa strana è che quello messo in tavola ai ristoranti sembra quello di girasole per quanto è trasparente..quindi, chiedete quello extravergine.

Tornando verso casa non abbiamo proprio resistito, avevamo gia visto, nei giorni scorsi, sulle strade provinciali, questi enormi barbecue di metallo che ospitato maiali interi infilzati in un tubo che li fa roteare per una cottura lenta e continua.

Eravamo incuriositi, ci sembrava una cosa tipica che non avevamo letto da nessuna parte. Alla vista è un po macabro ma per chi non è vegetariano una vera delizia! E la nostra curiosità è stata accontentata.  A seconda della stagione oltre al maiale in questi enormi forni /spiedo chiamati Peka arrostiscono pecora e agnello. La cottura comincia dalla mattina e alla sera la carne diventa morbida e delicata, spesso accompagnata da una salsina piccante fatta con i peperoni rossi macinati e bieta.

Come vino abbiamo preso il Malvasia che c’è anche nella nostra Sicilia. I prezzi per le bottiglie sono altini, prendete quelli della casa che ci hanno sempre piacevolmente stupito..i prezzi saranno poco piu bassi.

Per finire assaggiamo il Maraskino , tipico liquore di amarene. Con la pancia pienissima torniamo a Petrcane, birretta sotto casa con i soliti stornelli croati e riposo!

Il parco Nazionale delle Cascate Krka si trova a 13 km da  Sibenik, 80km da Zara e 54km da Trogir.

Il parco è aperto tutto l’anno e può essere raggiunto via acqua, via strada o a piedi seguendo uno dei numerosi percorsi disponibili. Gli ingressi sono 5:

  • Lozovac ***Entrata principale (dalle 8 alle 18)
  • Skradin (dalle 8 alle 18)
  • Laskovica (dalle 9 alle 17)
  • Burnum/Puljani (dalle 9 alle 15)
  • Kistanje/Monastero Krka

Biglietto di ingresso adulti: Gen/Feb/Mar/Nov/Dic: 30 kuna - Apr/mag/Giu/Sett/Ott: 110 Kuna - Luglio ed Agosto: 150Kuna Sito uffciale: Krka National Park

Colazione al solito bar con terrazza vista mare e stavolta decidiamo di rimanere in zona. Ci siamo avviati verso la spiaggia di buon’ora ma l’errore è stato quello di avvicinarci troppo al complesso alberghiero Falkensteiner . Dei palazzi giganteschi a vetri, lussuosi contornati da prato all’inglese che nulla centra con il paesaggio circostante.

Abbiamo pagato l’ingresso alla spiaggia, cosa che da nessun’altra parte ci era capitata e dopo aver visto la sabbia ce ne siamo andati preferendo il solito scoglio dove l’acqua sa esprimere al meglio tutto il suo blu! Questa zona è tutta lussuosa, ci sono interi marciapiedi chiusi addirittura, al passaggio dei cani, una nota stonata davvero. Così con l’aggravante del brutto tempo ci siamo convinti ad andare a visitare un po di piu Zara.

Zara

Il centro storico è una piccola penisola, le mura lo circondano e vi si può accedere solo da due parti: da un ponte pedonale che da sul mare entrando in Porta Marina o da terra, passando per Porta di Terraferma .

Noi abbiamo parcheggiato di fronte al molo (è tutta striscia blu) attraversando il ponte pedonale sospeso sull’acqua. Tra negozietti di souvenir che vendono i tipici sacchetti di lavanda e passeggiate tra i lucidi vicoli costeggiamo tutta la banchina esterna e arriviamo all’organo marino.

Dovete fare una sola cosa. Arrivare in tempo per il tramonto e non avere fretta .

Fatevi cullare per una mezz’ora da questo suono meraviglioso che il mare riesce a produrre con le sue onde. 5 accordi e sette tonalità è la musica che le 35 canne d’organo poste invisibili sotto la banchina suonano. A seconda delle intensità e moto delle onde. Il suono fuoriesce da dei fori circolari incavati nel pavimento della bianca banchina. Foto, time lapse e riprese al tramonto. Ora si riparte con una bella pannocchia fatta calda calda sui carrettini in strada ...direzione Trogir per l'ultimo giorno!

Vista di Trogir in croazia

Dove dormire a Trogir 

Il centro storico di Trogir è pedonale, quindi se scegliete di prenotare un appartamento in centro, ricordatevi di chiedere la tessera per il parcheggio , perché con la macchina non si entra. Puoi parcheggiare fuori città, attraversare il ponte pedonale e perderti nei vicoli di questa maestosa e semplice cittadina. Incantevole. Tutta composta e sbarazzina! Segue una selezione di strutture a Trogir a prezzi contenuti e per tutti con ottimo rapporto qualità prezzo.

CAROL ROOMS Centrale e a 5 minuti da un parcheggio, ideale per chi vuole scoprire il centro città.  Camere pulite, confortevoli con ottimo rapporto qualità/prezzo.

APARTMENTS LAVEL Monolocali completamente ristrutturati al centro di Trogir. Dotati di tutti i comfort necessari, una ottima soluzione che combina design e comodità.

HOSTEL MARINA TROGIR Letto in dormitorio in un ostello vivace, centrale e punto di incontro per viaggiatori di tutto il mondo. Una soluzione ideale per chi viaggia da solo.

Avremmo voluto arrivare fino a Dubrovnik ma il tempo è tiranno! Prima della partenza dedichiamo le ultime ore di soggiorno a gironzolare per le bancarelle mangiando Surimi fatto a forma di calamaro gigante con una salsetta speziata di peperoncino, erbetta e olio avvolto nel cartoccetto, e regalarci una ultima passeggiata lungo le spiagge adiacenti la parte vecchia di Trogir.

Sulla strada che collega Trogir all’aeroporto di Spalato, vediamo questo giardino che dava proprio l’idea di fresco e rilassante ed un mulino, il Konoba Milnice. Il posto è particolarissimo, il mulino è in funzione e nella stanza sottostante la grande sala da pranzo c’è un vero e proprio museo. Un’altra camera da pranzo ha parte del pavimento trasparente, proprio sopra il potente getto d’acqua che il mulino sputa fuori, risucchiando il fiumiciattolo che circonda tutto il giardino, dove cigni e papere se la spassano in tranquillità.

Un ultimo regalo che la Croazia ha voluto farci, e maliconicamente la salutiamo da questo luogo suggestivo ed inaspettato. Bye Bye Hrvatska!

Se si prenota il biglietto aereo con un paio di mesi di anticipo si paga davvero poco, parliamo di una 70ina di euro a persona a/r con Easy Jet .

Noi avendo prenotato a ridosso abbiamo speso il doppio (anche se è cmq poco)..la Croazia in tutto è molto economica. La cittadina piu vicina all’aeroporto di Spalato è Trogir, solo 5 km di distanza , mentre Spalato è a 25km. Tenete questo a mente se avete un volo di rientro la mattina presto. Per trovare i voli dall'Italia alla Croazia cerca su Skyscanner .

Alternativamente una soluzione più economica che permette anche di portare la propria macchina, e quindi risparmiare sul costo di questa durante la vacanza, anche se viaggio sarà ovviamente più lungo (tra le 10 e le 11 ore, si viaggia di notte) sono i traghetti.

TraghettiLines offre diverse opzioni e ne elenca i costi totali:

  • La moneta ufficiale croata sono le Kune, consigiabile non cambiare in aeroporto ma farlo nelle agenzie di cambio. Ad oggi il rapporto di cambio è 1Euro= 7,6 Kune. Per un cambio aggiornato clicca qui
  • Ci sono 7 aeroporti in Croazia , quindi se avete intenzione di fare un viaggio itinerante avete l’imbarazzo della scelta. Vicinissima è anche Trieste, praticamente al confine nord. Da dove è possibile affittare la macchina con compagnie italiane e scendere dall’Istria fino alla Dalmazia.
  • Se prendete l’aereo cosa fondamentale è affittare la macchina prima della partenza, su Rentalcars si possono noleggiare auto a partire da €40 al giorno.
  • Il roaming funziona in Croazia e non avete bisogno di una scheda locale.
  • Per i documenti basta essere muniti di Carta d’Identità valida per l’Unione Europea. Ricordate sempre la tessera sanitaria!
  • La prima cosa da acquistare una volta in Croazia: le scarpette in gomma per entrare in acqua. Il mare croato è stupendo ma c'è poca spiaggia e molta roccia. A volte è difficile entrare in acqua senza. Quindi non partite senza (o compratele in loco).

Questo post è stato scritto da Annalisa Primiccio che di sè dice:

“Mi chiamo Annalisa, lavoro in Rai e mi occupo del montaggio audio/video. La fotografia e la scrittura sono diventate passioni involontarie…! Sono circondata da giornalisti ed io che NON lo sono, volevo provare a scrivere di diverso. Senza ali tarpate, senza alti termini, per arrivare a chi legge in modo semplice e senza troppi fronzoli. Con lo stile che mi appartiene, con la sensibilità di chi guarda e vive posti diversi da casa, dandogli un valore aggiunto, da riportare a casa.

Disclaimer: In questo post, alcuni dei link forniti sono link di affiliazione, il che significa che posso guadagnare una commissione se si effettua un acquisto attraverso questi collegamenti. Tuttavia, ciò non comporta nessun costo aggiuntivo per te. Le commissioni che ricevo attraverso questi link di affiliazione aiutano a finanziare e supportare il mio blog , mantenendo così la sua indipendenza e la mancanza di sponsorizzazioni. Mi sforzo sempre di fornirti le migliori informazioni e consigli possibili, basati sulla mia esperienza e ricerca personale. Mi preme sottolineare che il tuo sostegno è fondamentale per mantenere vivo questo blog e continuare a fornirti contenuti di qualità. Grazie per il tuo supporto!

tour croazia cosa vedere

Scritto da Giulia Raciti

Esperta di Africa e Latino America sono in viaggio dal 2011. Attualmente a bordo di un van. Ho fatto un giro del mondo in solitaria durato 3 anni. Scrivo delle destinazioni che visito. Mi occupo di realizzazione viaggi personalizzati e su misura in Africa e Sud America sul sito dedicato Kipepeo Experience.

5 comments on “Cosa vedere in Croazia in 8 giorni - Un itinerario di viaggio e consigli pratici”

Ciao, su che sito posso vedere per i traghetti per le varie isole come Brak o Hvar?

Ciao Ludovica, puoi cercare qui https://www.ferries.gr/en/ e vedi se trovi quelle di tuo interesse. Alternativamente ti conviene cercare su google la tratta specifica e vedere che linee di traghetti serve la specifica destinazione. Ciao Giulia

Ciao Posso chiederti come hai trovato gli appartamenti in cui alloggiavi? graziee

Ciao Gina, su booking ed agoda, come vedi nel post sono menzionate delle soluzioni a buoni costi (probabilmente già esauriti su vuoi andare a luglio o agosto), ma questi siti hanno tante offerte tra cui poter spulciare. hai visto quelli proposti? Un saluto

Ottimo racconto Giulia! Le osservazioni perfette - complimenti! Fantastica: "Attenzione alle porzioni da ordinare perché i croati non hanno il senso della misura quando preparano i piatti..le quantità sono esagerate!" Esatto!

Ci sentiamo di aggiungere solo un paio di dritte: ci sembra un percorso perfetto per giugno o settembre. Fatto ad agosto è abbastanza impegnativo e forse viene a mancare qualche giorno di spiaggia?

Ed al consiglio di verificare le distanze dal centro e dal mare, aggiungeremmo anche la distanza dalla spiaggia... il "mare" e la "spiaggia" non sono la stessa cosa. L'appartamento può essere in un centro storico con il mare (lungomare) a 50 metri, ma la spiaggia a 1km. Se poi è il centro storico, ci sarà anche il problema del parcheggio... Sempre da chiedere: dal mare, dalla spiaggia...

Branko e Nicoletta

Lascia un commento Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salva il mio nome, email e sito web in questo browser per la prossima volta che commento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati .

Alcune immagini pubblicate sono state tratte da Internet, nel caso in cui, il loro utilizzo, violasse diritti d’autore, mandateci una mail a  [email protected]  e verranno immediatamente rimosse.

Rimaniamo in contatto

BETRAVELLER.IT

  • Europa , VIaggi brevi

Cosa vedere in Croazia in una settimana

Marta cioffi.

  • Settembre 6, 2013
  • Nessun commento

La  Croazia  è una delle mete preferite dai turisti italiani e di tutto il mondo. E’ una delle località più ambite per passare le vacanze e non a caso viene visitata da una media di  15 milioni di viaggiatori ogni anno . Sarebbe facile passare tre, quattro, otto settimane o anche più soltanto per godere delle sue coste spettacolari, delle incredibili cascate e per visitare le sue città incantevoli, ma la maggior parte di noi non è così fortunata. Hai  solo una settimana  e non vuoi perdere la bellezza di questa gemma dei Balcani? Sei in difficoltà perché non hai idea su cosa visitare in Croazia? Problema risolto!   Scopriamo insieme cosa vedere in Croazia se hai solo una settimana di tempo. I posti più belli della Croazia sono tutti qui in questa lista.

Cosa vedere in Croazia Tutte le meraviglie di Dubrovnik

Praticamente sconosciuta al mondo del turismo fino a venti anni fa e pesantemente danneggiata durante lo scioglimento della Jugoslavia,  Dubrovnik  è rapidamente diventata famosa come uno dei luoghi turistici più popolari dei Balcani. La città offre incredibili viste dalle sue mura, dalla collina di Srd e dalla fortezza di Lovrijenac. Sia che tu voglia fare un giro in kayak, rilassarti sulla spiaggia o visitare il monastero sull’isola di Lopud, Dubrovnik è sempre pronta ad accendere il fascino e la meraviglia nei tuoi occhi. Sicuramente uno dei posti da visitare durante il tuo viaggio in Croazia.

Croazia cosa vedere Esplora almeno uno degli otto parchi nazionali della Croazia

Il parco nazionale più famoso della Croazia è sicuramente il Parco Nazionale dei laghi di  Plitvice  composti da una serie di 16 laghi interconnessi. I sentieri che li circondano possono intrattenere gli amanti della natura per giorni e giorni. L’unico lato negativo? Non si può nuotare da nessuna parte nel Parco Nazionale dei laghi di Plitvice. Se proprio hai voglia di nuotare di fronte alle splendide cascate croate, è il casi di andare a sud verso il  Parco nazionale di Krka .

Il  Krka National Park è estremamente popolare oltre che per la sua bellezza anche per la sua vicinanza alla città di Spalato. E’ sicuramente una delle cose da vedere in Croazia. È più piccolo del Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice e le più grandi attrazioni possono essere coperte in un giorno: tra queste ricordiamo le sue bellissime cascate. Se non ne hai ancora abbastanza della natura croata puoi provare a visitare uno degli altri sei parchi nazionali meno noti come il Parco Nazionale di Mljet e il Parco Nazionale delle Isole Kornati.

cosa vedere in croazia

Cosa vedere in Croazia Rilassati nella città costiera di Zara

Cosa vedere in Croazia in una settimana? Beh,  Zara  è uno dei luoghi da non perdere :  un posto tranquillo e rilassato, perfetto per rallentare e fare una passeggiata o una nuotata. È  uno dei luoghi più belli della Croazia : rovine romane, cibo delizioso e incredibili tramonti. Zara è il posto ideale per godere momenti di puro relax e bellezza.

La città è famosa anche per due spettacoli unici di luci e suoni: l’ organo marino , che utilizza il movimento delle onde del Mare Adriatico per creare musica (suona davvero come un organo!) e il  saluto al sole , un cerchio di 22 metri di diametro foramto da 300 pannelli di vetro che riflettono magnificamente la luce al tramonto. Tra i posti da visitare in Croazia è sicuramente uno dei più magici.

cosa vedere in croazia

Croazia cosa vedere Viaggia in macchina attraverso l’Istria

La parte croata dell’ Istria  (la penisola che la Croazia condivide con la Slovenia e l’Italia) è il luogo perfetto per un viaggio: ricca di panorami mozzafiato dell’Adriatico e punteggiata da città affascinanti,  l ‘ Istria è il luogo ideale per scoprire alcuni dei più famosi monumenti croati, ma anche per inciampare leggermente fuori dai sentieri battuti . Non dimenticate di visitare le famose città di  Rovigno  e  Pola  mentre siete nella regione – Pola è anche sede di un famoso colosseo romano.

Cosa vedere in Croazia Soggiorna su un’isola

C’è qualcosa di meglio di una vacanza sull’isola? Trova una bella cittadina (o una città più grande, più festaiola se è la tua passione), nuota tutti i giorni, fai un tour di snorkeling o un tour di pesca se vuo o semplicemente trascorri le tue giornate prendendo il sole e mangiando gelato.

Hvar ,  Brac  e  Korcula  sono alcune delle isole più famose a livello turistico, ma non sono affatto le uniche opzioni. Ci sono anche tanti villaggi dove poter godere di un po’ di relax e solitudine.

Cosa vedere in Croazia Lasciati incantare dalla bellissima Spalato

Il centro storico di  Spalato  era una volta la sede dell’imperatore romano  Diocleziano , che si dice fosse così affascinato dal litorale di Spalato da volersi stabilire lì. Della sua storica permanenza resta il Palazzo di Diocleziano che oggi ospita un museo, ristoranti e negozi di souvenir. È un posto fantastico in cui passeggiare ed è pieno di strade tortuose e minuscole che rendono il centro storico suggestivo e fuori dal tempo

Spalato è anche un facile punto di partenza per gite di un giorno in Dalmazia, tra cui l’isola di  Hvar , il  Parco Nazionale di Krka  e la magica  Grotta Azzurra . Tutte ottime mete per le tue vacanze in Croazia.

cosa vedere in croazia

Cosa vedere in Croazia Fai una gita in barca a vela lungo la costa

Se hai difficoltà a scegliere una destinazione e non hai voglia di organizzarti con un’auto a noleggio o di stare dietro agli orari degli autobus il consiglio è di prendere la via del mare.

Se hai dei dubbi su cosa vedere in Croazia le gite in barca sono una soluzione molto popolare  e sono disponibili in tutte le fasce di prezzo e per tutte le preferenze, dalle crociere in famiglia alle barche per le feste. Quando navighi, l’itinerario percorso assume tutto un altro aspetto nella tua mente – in cambio, naturalmente, qualcun altro gestirà lo spettacolo e deciderà per quanto tempo rimarrai in ogni destinazione.  Se stai cercando di visitare velocemente i posti più belli della Croazia, la vela potrebbe essere l’opzione perfetta.

Sia che tu stia cercando di fare escursioni, conoscere un po’ di storia, goderti le spiagge o visitare un po’ di tutto,  la Croazia ha sempre qualcosa da farti scoprire.  Mescolare e abbinare alcune destinazioni, o trascorrere un’intera settimana in una sola: in entrambi i casi il tempo trascorso in Croazia lascerà dentro di te un ricordo indelebile.

Like this article?

Marta Cioffi

Leave a comment

Ultimi articoli.

vista istanbul

Cosa vedere a Istanbul: viaggio nel cuore della Turchia

  • 29 Aprile 2019

vista granada

Granada: viaggio nel cuore dell’Andalusia

  • 15 Aprile 2019

dove mangiare a lisbona

Cosa mangiare a Lisbona: piatti tipici del Portogallo

  • 13 Aprile 2019

mercato

Cosa mangiare in Thailandia: consigli di viaggio

  • 12 Aprile 2019

cile

“La mano del deserto” ad Atacama, in Cile: idee viaggio

  • 4 Aprile 2019

Lisbona

Cosa vedere a Lisbona: viaggio nella capitale del Portogallo

  • 1 Aprile 2019

cammino di santiago

Il cammino di Santiago de Compostela: consigli di viaggio

  • 29 Marzo 2019

Viaggio a Bangkok

Cosa vedere a Bangkok: viaggio nella “città degli angeli”

Porto Santo, Madeira, Portogallo

Porto Santo, Madeira (Portogallo): Consigli di Viaggio

  • 18 Marzo 2019

Alcobendas

Let’s Alcobendas: il racconto di una città a misura di business

  • 13 Marzo 2019
  • Viaggi Low Cost 7
  • VIaggi brevi 7
  • Sud America 3
  • Senza categoria 5
  • Resto del mondo 0
  • Nord America 2
  • Mete Inverno 2
  • Mete Estate 5
  • Hotel / B&B 11
  • Cosa mangiare 2
  • Consigli di Viaggio 8
  • Capitali Europee 15

Copyright 2019 - Be Traveller è un blog Be Internet

35 cose da vedere e da fare a Zara, in Croazia

Cose da vedere e da fare a Zara, Croazia

Posta accanto alle ricche acque blu del Mare Adriatico, con bellissime montagne sullo sfondo, la vostra prima vista di Zara, in Croazia, sarà sbalorditiva.

La vostra prossima vista potrebbe includere rovine romane, caffè alla moda o musei affascinanti. E mentre continuate a esplorare, vi imbatterete in splendide spiagge, tranquilli parchi nazionali e un’ampia varietà di ristoranti di prim’ordine.

Ci sono così tante cose da vedere e da fare a Zara che farete fatica a tornare a casa!

1 – Ascoltate la musica dell’Organo Marino

Organo Marino, Zara

Indubbiamente una delle attrazioni più famose di Zara, l’organo marino è una meraviglia stravagante con un pizzico di scienza. Situata vicino all’attracco dei traghetti, questa straordinaria struttura trasforma le onde in una sinfonia unica.

Mentre il vento e l’acqua passano attraverso i tubi scolpiti nella costruzione, emettono varie note e accordi, creando melodie incredibilmente belle che cambiano con le maree.

Mentre passeggiate lungo la riva, prendetevi del tempo per ascoltare questa creazione unica in azione, con lo splendido Mare Adriatico di sfondo.

2 – Navigate nell’arcipelago di Zara

gite in barca a Zara

Poiché la città è proprio sull’acqua, ci sono molte attività locali che si basano sulla navigazione. E le escursioni in barca sono tra le più interessanti – e divertenti! – cose da fare a Zara.

Mentre navigate nell’arcipelago di Zara e nelle aree circostanti, potrete godere di paesaggi meravigliosi e avventure epiche. Con una varietà di gite di mezza e intera giornata disponibili, potrete ammirare i panorami al ritmo che più vi si addice.

Fate un’escursione di un’intera giornata al Parco Nazionale di Telascica, che ospita asini selvatici e il suggestivo lago Mir, un lago di acqua salata. Se volete un po’ di atmosfera da James Bond nel vostro viaggio, prenotate un tour di mezza giornata in motoscafo in alcune delle isole vicine.

L’unica cosa più divertente che visitare le tranquille e idilliache coste dell’isola di Ugljan, dell’isola di Osljak e dell’isola di Skoljic sarà il viaggio adrenalinico per arrivarci.

E, per un’esperienza più vecchio stile, salite a bordo di una barca a vela e partite per un giro da un’isola all’altra, con un po’ di snorkeling nel frattempo. Non c’è niente come una giornata sull’acqua per iniziare bene la vostra vacanza!

  • Escursioni in barca a Zara

3 – Scoprite le migliori spiagge di Zara

migliori spiagge di Zara

Un altro vantaggio di essere sulla costa? Belle spiagge, ovviamente! Potreste facilmente trascorrere un’intera vacanza semplicemente rilassandovi su spiagge diverse, ma ce ne sono alcune che si distinguono dalle altre.

Dirigetevi verso la spiaggia di Borik per un’ottima nuotata o per rilassarvi sull’incantevole spiaggia di ciottoli. Per un’esperienza più appartata, provate ad esplorare la spiaggia di Puntamika, che ospita un piccolo caffè, un faro panoramico e molte insenature tranquille.

E per uno splendido scenario con un tocco locale, fate un salto alla spiaggia di Punta Bajlo, con la sua tranquilla pineta che è il luogo ideale per rilassarsi dopo aver fatto qualche giro in acqua.

Qualunque opzione scegliate, vi verranno garantite acque meravigliose e un’atmosfera tranquilla per aiutarvi a rilassarvi.

4 – Fate un’escursione ai laghi di Plitvice

Gite di un giorno ai laghi di Plitvice da Zara

A solo un’ora e mezza a nord della città, i laghi di Plitvice offrono panorami mozzafiato e avventure in abbondanza. Questo iconico parco nazionale è noto per i suoi splendidi specchi d’acqua, i cui colori chiari e vivaci offrono incredibili opportunità fotografiche.

Dalle pittoresche cascate alla sua famosa serie di laghi, il parco offre una fantastica esperienza escursionistica dall’inizio alla fine. È anche un raro angolo di vera natura selvaggia europea, che ospita di tutto, dagli orsi, ai lupi, ai cinghiali.

Con una gita di un giorno da Zara, potete esplorare questo tranquillo angolo di natura selvaggia come meglio credete. Partecipate a una visita guidata per vedere alcuni dei siti più belli della zona, con escursioni panoramiche o un giro in barca attraverso uno dei laghi. Oppure fate un tour autoguidato per godervi la regione al vostro ritmo.

Il transfer vi lascerà e vi verrà a prendere dal parco, lasciandovi esplorare le meraviglie di questa zona nel vostro tempo libero. Questa incredibile bellezza naturale vi ricorderà perché la Croazia è diventata una meta turistica così popolare.

  • Escursioni di un giorno ai laghi di Plitvice da Zara

5 – Passate del tempo in Piazza del Popolo

Piazza del Popolo, Zara

Di ritorno in città, potete approfondire la storia locale con un giro a Piazza del Popolo. Dal XIII secolo è un punto centrale della vita della città, dove le persone possono conversare e socializzare prima di girare per i mercati, il lungomare o altri punti d’interesse locali.

Tenete d’occhio il City Sentinel, una struttura del XVI secolo con una bellissima torre dell’orologio. Questa è anche una tappa importante del popolare tour della seconda guerra mondiale , che ripercorre l’affascinante storia della regione nella metà del XX secolo.

Mentre esplorate la città, potete scoprire di più sulla sua complessa storia nel corso del secolo scorso come testimone del fascismo, del regime nazista e della lunga era del comunismo.

Questi tour toccanti e potenti sono un modo meraviglioso per comprendere meglio gli sconvolgimenti politici che hanno influenzato l’area.

6 – Esplorate la storia della Chiesa di San Donato

Chiesa di San Donato, Zara

Con il suo design circolare e l’altezza impressionante, la Chiesa di San Donato è difficile da non vedere.

Questo edificio del IX secolo è stato per un lungo periodo un museo archeologico e un magazzino, ed è ora un popolare spazio per spettacoli utilizzato durante l’annuale Festival internazionale di musica rinascimentale medievale.

Vanta anche un impressionante pedigree religioso; prende il nome da Donato di Zara, un vescovo che un tempo lavorò per Carlo Magno e Costantinopoli.

Anche se non ci sono spettacoli durante la vostra visita, potete comunque dedicare un po’ di tempo a passeggiare per l’edificio e ammirare la sua architettura unica e il suo passato storico.

7 – Ammirate l’arte antica al museo del vetro antico

Museo del vetro antico, Zara

Se vi piacciono gli oggetti storici con un bel design, fate un viaggio nel il Museo del Vetro Antico . Come suggerisce il nome, il museo è specializzato in esemplari di vetro, alcuni risalenti addirittura al I secolo a.C.

Con oltre 5000 articoli organizzati in diverse aree tematiche, questa straordinaria collezione offre uno sguardo ampio sulla storia del vetro a partire delle sue prime forme. Oltre alle mostre di livello mondiale, potete passare dall’area dei laboratori per assistere a dimostrazioni di soffiatura del vetro dal vivo.

Scoprite tutto sulle tecniche utilizzate dagli artigiani di questa forma d’arte, quindi osservateli creare repliche delle opere antiche esposte in tutto il museo.

Man mano che perline, vetro da laboratorio e pezzi decorativi unici iniziano a prendere forma, avrete una migliore comprensione di come questa bellissima forma d’arte continui a ispirare correnti artistiche anche al giorno d’oggi.

8 – Fate kayak intorno a Dugi Otok

kayak a Zara

Se tutte le barche e i porti della città vi fanno venire voglia di mare, provate a prenotare un tour in kayak per un po’ di avventura extra. Uno dei posti più popolari dove andare è Dugi Otok, un’isola bella e un po’ più rurale al largo della costa.

Questa splendida zona offre di tutto, dalle spiagge incontaminate alle suggestive viste sulla scogliera, e persino la possibilità di fare snorkeling vicino a un relitto. Potete anche prendere parte a un giro turistico più generale, che si svolge più vicino alla città.

Pagaiate tra i monumenti storici e i lungomare, osservando la città da un punto di vista completamente nuovo mentre vi godete le dolci onde dell’acqua.

Con un’ottima combinazione di esercizio ed esplorazione, un tour in kayak vi farà sentire rinati!

  • Kayak a Zara

9 – Immergetevi nella storia del Foro Romano

Foro Romano, Zara

Tra le tante culture che hanno influenzato Zara e l’area circostante nel corso dei secoli, quella l’Impero Romano è stata tra le più influenti. Posto accanto alla Chiesa di San Donato, il Foro Romano è un esempio lampante dell’architettura e della cultura che hanno caratterizzato questa importante civiltà.

Costruito tra il I secolo a.C. e il III secolo d.C., il foro avrebbe ospitato un tempio che rendeva omaggio alle antiche divinità romane di Minerva, Giove e Giunone.

Serviva anche come spazio sociale per la comunità e presenta alcune bellissime rovine che sono un piacere per gli appassionati di archeologia. Non perdete l’occasione di vedere da vicino alcuni straordinari manufatti, il tutto mentre vi godete lo scorrere della vita nella zona.

10 – Immergetevi nella cultura a Palazzo Ducale

Palazzo Ducale, Zara

Se vi piace vedere gli spazi storici assumere nuove vite, il Palazzo Ducale è una delle migliori cose da vedere a Zara. Questa ex dimora della nobiltà fu costruita nel XII secolo e in seguito resistette alla violenza della seconda guerra mondiale e alle battaglie nei Balcani.

Attualmente è uno dei punti focali della vita della comunità e ospita una sala concerti e una biblioteca pubblica, oltre a un piccolo museo che mostra la storia della città.

Che vogliate saperne di più sulla città, trovare nuove cose da leggere o semplicemente godervi delle belle melodie in un luogo unico, il Palazzo Ducale ha senz’altro qualcosa per voi.

11 – Esplorate il Parco Nazionale di Kornati

Gite di un giorno al Parco Nazionale di Kornati da Zara

Vicino al Parco Nazionale di Telascicia, il Parco Nazionale di Kornati vanta coste pittoresche, flora e fauna meravigliose e alcune ottime opportunità per fare giri turistici.

Il parco è in realtà composto da 89 piccole isole raggruppate insieme, ognuna delle quali offre le proprie uniche opportunità per l’escursionismo, il birdwatching o il nuoto.

Lo snorkeling qui è particolarmente rinomato, con molte opportunità per osservare la fauna selvatica nelle acque tranquille. Tenete gli occhi aperti per individuare i bellissimi banchi di pesci e alcune incredibili colonie di coralli.

Godetevi una giornata nella natura, ma attenzione: potreste presto desiderarne un’altra!

  • Gite di un giorno al Parco Nazionale di Kornati

12 – Scoprite il passato al Museo Archeologico di Zara

Museo Archeologico Zara, Croazia

Vuoi vedere strumenti paleolitici, manufatti romani e oggetti religiosi, tutti ospitati in un unico edificio storico? Allora assicuratevi di fermarvi al Museo Archeologico Zara durante la vostra visita.

Questa istituzione è il secondo museo più antico di tutta la Croazia e contiene una collezione davvero impressionante di esemplari dei primi periodi di attività umana.

Con oltre 100.000 pezzi in mostra, non finirete mai le cose da imparare mentre esplorate le esposizioni di epoca greca e romana, ammirate i manufatti di Neanderthal o osservate le reliquie del picco dell’impero bizantino.

Questo spazio unico e completo mostra quanto sia antica la storia della regione ed è una delle cose da vedere se volete osservare da vicino alcuni dei tesori del passato.

13 – Salite le scale della Cattedrale di Sant’Anastasia

Cattedrale di Sant'Anastasia, Zara

Essendo la chiesa più grande dell’intera Dalmazia, la Cattedrale di Sant’Anastasia vanta un impressionante pedigree che risale al XII secolo.

È stata a lungo una pietra miliare della vita religiosa locale e fu anche visitata da Papa Giovanni Paolo II. Non perdetevi il campanile, in quanto offre una vista spettacolare sulla città circostante e sul mare Adriatico.

Entrate e fermatevi davanti alla bara contenente i resti di Sant’Anastasia, da cui prende il nome la chiesa, quindi salite i 180 gradini per godervi la vista dall’alto.

14 – Passeggiate per la Piazza dei Cinque Pozzi e il centro storico

tour a piedi a Zara

Se state cercando un’ambientazione da favola da esplorare mentre siete in città, passate dalla Piazza dei Cinque Pozzi.

Come suggerisce il nome, questa amata area pubblica è nota per i suoi cinque pozzi splendidamente decorati, costruiti nel 1574 come fonte sicura di acqua potabile durante l’invasione ottomana.

La piazza fa parte del vivace centro storico della città, che risale all’IX secolo. Con così tanti edifici storici e scorci suggestivi, vale senz’altro la pena esplorare la zona con un tour a piedi.

La vostra escursione guidata vi porterà alla piazza, alle chiese locali e in molti altri luoghi meravigliosi del centro città, il tutto mentre vi racconterà l’evoluzione del quartiere nel corso dei secoli.

È un modo meraviglioso per esplorare questa affascinante parte della città.

  • Tour a piedi a Zara

15 – Andate nello spazio (o ad Atlantide) al Fun Park Biograd

Fun Park Biograd, Zara

Se cercate attività per famiglie da fare a Zara, dirigetevi 40 minuti fuori città per una visita al Fun Park Biograd . Questo parco divertimenti giocoso e creativo presenta dozzine di attrazioni distribuite in quattro aree tematiche: Atlantide, Far West, Città dei Pirati e Spazio.

Fatevi strada attraverso emozionanti montagne russe, accendete la vostra immaginazione con viaggi attraverso mondi coinvolgenti o mettetevi comodi e rilassatevi sulla ruota panoramica o con un giro in canoa. Il parco dispone anche di un cinema 4D, simulatori di livello mondiale e un’area di gioco ricca di popolari giochi cabinati.

Come se tutto ciò non fosse abbastanza interessante, potete anche godervi un flusso costante di spettacoli dal vivo nel parco, da spettacoli comici ai maghi, fino a spettacoli circensi a tutti gli effetti!

Fa tutto parte dell’atmosfera vibrante ed energica che rende il Fun Park Biograd un luogo perfetto per trascorrere la giornata.

16 – Guardate il tramonto al saluto al sole

Il saluto al sole, Zara

Se l’organo marino vi fa desiderare altre installazioni creative, dirigetevi verso il confine meridionale della città per vedere il saluto al sole. Questa installazione condivide lo stesso creatore della sua controparte musicale, così come un uso simile dei fenomeni naturali per produrre opere d’arte sorprendenti.

Le file di pannelli di vetro fotosensibili, con la loro caratteristica tonalità blu brillante, assorbono la luce del sole per l’intera giornata. Poi, la sera, le lampadine a piena potenza sbocciano in uno straordinario spettacolo di luci, con l’accompagnamento musicale gentilmente offerto dall’organo marino poco distante.

Questo incredibile spettacolo coincide anche con i famosi tramonti che spesso abbelliscono il porto. Una visita all’installazione è un modo perfetto per concludere la giornata e dare il via alla serata.

17 – Andate in canoa o fate rafting sul fiume Zrmanja

canoa a Zara

Se siete alla ricerca di un po’ di azione, dirigetevi verso il fiume Zrmanja per navigare tra le sue famose rapide, amate in tutta Europa.

Godetevi lo spettacolare scenario lungo le sponde del fiume, dalle cascate alla fauna selvatica, e cimentatevi in alcuni tratti più tranquilli di acque bianche.

Potete fare il percorso di rafting con un gruppo oppure provare un’escursione guidata in kayak se volete un po’ più di controllo sulla vostra esperienza. Qualunque opzione scegliate, le correnti non aspettano altro che farvi divertire!

  • Canoa a Zara

18 – Visitate il mercato della città di Zara

Mercato della città di Zadar, Croazia

Per godervi davvero uno scorcio di vita locale, fermatevi al mercato della città di Zara per dare un’occhiata alle merci in mostra. Questa amata istituzione è il posto giusto per provare frutta fresca, deliziosi latticini e altri prodotti fatti in casa, dalle noci alle uova.

Ma è particolarmente rinomato per il pesce, con una vasta gamma di frutti di mare freschi pescati direttamente dalle acque della zona.

Sia che vogliate concedervi il lusso di un’aragosta o un dentice, o andare sul classico con cozze e sardine, il mercato è il posto giusto per apprezzare la generosità del mare.

È anche un punto focale della comunità, dove i vicini si fermeranno per aggiornarsi sulle ultime notizie mentre sfogliano i giornali delle settimana. Quindi preparate le borsa della spesa, prendete un dolcetto dalle panetterie vicine e vivete da locali!

19 – Esplorate le miniere del Museo del sale di Solana Nin

Museo del sale di Solana Nin, Zara

A soli 25 minuti fuori città, il Museo del sale di Solana Nin rende omaggio a un commercio particolarmente diffuso nella regione. La miniera è in realtà una delle più antiche d’Europa e offre alcuni spunti affascinanti su come questo minerale viene coltivato e distribuito.

Fate un giro intorno alla struttura e ammirate le bellissime vasche di sale, dove i grandi depositi di minerali vengono raccolti a mano. Quindi andate al museo per saperne di più sugli strumenti del mestiere, nonché sui modi in cui il sale ha influenzato l’economia e la cultura della regione.

Questo spazio educativo e coinvolgente vi farà riflettere la prossima volta che condirete il vostro pranzo.

20 – Fatevi girare la testa al Museo delle Illusioni

Museo delle illusioni, Zara

Solo perché siete in vacanza non significa che non possiate esercitare la mente. E per un modo creativo (e divertente!) di mettere alla prova il vostro cervello mentre siete in città, date un’occhiata al Museum of Illusions.

Questo spazio divertente e sfrenato è una delle cose più particolari da fare a Zara, insegnando ai visitatori il potere della percezione attraverso una varietà di mostre interattive.

Che stiate inciampando nel Vortex Tunnel che sfida la gravità, cambiando forma nella Mirror Room o giocando con le illusioni ottiche nella Infinity Room, vi divertirete sicuramente a superare i limiti della comprensione sensoriale.

È divertente per tutta la famiglia, con la sua finalità educativa ma anche con tante fantastiche opportunità per fare foto!

  • Biglietti per il Museo delle illusioni di Zara

21 – Rilassatevi nei migliori stabilimenti balneari di Zara

migliori stabilimenti balneari di Zara

Se volete trascorrere un po’ di tempo rilassandovi, fermatevi in alcuni degli eccellenti stabilimenti balneari della zona. Questi amati luoghi di ritrovo fondono un’atmosfera rilassata con bevande e cibo di livello mondiale… e, naturalmente, impareggiabili viste sulla costa.

Il Famoso Beach Bar & Grill è all’altezza del suo nome, con gustosi piatti informali, un’impressionante lista di birre e viste suggestive sul mare.

E se desiderate passare direttamente ai drink, il Beach Bar Bamboo è il posto giusto per cocktail fantasiosi e fantastici punti panoramici per vedere il tramonto.

Sono i luoghi perfetti per ricaricarsi mentre pianificate la vostra prossima avventura.

22 – Ammirate l’arte del The Land Gate

La Porta di Terra, Zara

Alcune delle caratteristiche visive più distintive della città sono le grandi porte che un tempo fungevano da difesa contro gli invasori. Situate in vari punti della città, servono come promemoria belli e intriganti della ricca cultura di Zara.

Uno dei più interessanti è il Land Gate, che fu costruito nel 1543. Era il principale punto di accesso alla città ed è accompagnato da decorazioni eleganti.

C’è un leone alato scolpito che rende omaggio ai molti anni di dominio veneziano, così come molte raffigurazioni di San Crisogono, il santo patrono della città. Il cancello è un must se vi piacciono i design dell’era rinascimentale con un pizzico di storia locale.

23 – Fendete le onde con un giro in motoscafo

gite in motoscafo a Zara

Volete godervi il bellissimo mare e alcuni fantastici panorami della città, ma con un po’ di adrenalina in più?

Salite a bordo di un motoscafo e ammirate le aree rurali, i punti di balneazione e i villaggi costieri, il tutto mentre vi godete la calda brezza sul volto mentre sfrecciate da un luogo all’altro.

Se amate girare da un’isola all’altra, date un’occhiata al Private Hidden Treasures Tour, dove potete navigare tra alcuni degli angoli di paradiso meno conosciuti della zona.

Oppure dirigetevi verso la baia di Sakarun e la bellissima grotta di Golubinka, dove potete godervi bellissime spiagge e grotte appartate mentre fate snorkeling tra i relitti di navi affondate.

Potete anche prendere i motoscafi per raggiungere alcune degli altri punti di riferimento iconici, come il Parco Nazionale di Kornati e Dugi Otok. Queste piccole moto d’acqua ad alta potenza sono un ottimo modo per divertirsi sotto il sole dell’Adriatico!

  • Gite in motoscafo a Zara

24 – Passeggia come un locale su Kalelarga Street

Via Kalelarga, Zara

Proprio come il mercato cittadino, Kalelarga Street è il luogo ideale per avere il polso della città. Essendo il viale principale, è pieno di affascinanti caffè, boutique hotel e siti culturali distintivi, offrendo una meravigliosa sezione trasversale di alcune delle migliori cose da vedere a Zara.

Questo è un luogo dove la città vive veramente; che si tratti di celebrare vittorie sportive o passeggiare con i propri cari, la gente del posto lo utilizza da secoli come forum pubblico.

Unitevi al divertimento e fate una passeggiata lungo questa amata strada, passando per punti di riferimento popolari come Piazza del Popolo e la Cattedrale di Sant’Anastasia. Sarete in grado di esplorarle come un turista sentendovi dei locali!

25 – Godetevi il verde e la storia militare al Queen Jelena Madijevka Park

Parco Regina Jelena Madijevka, Zara

Per un’oasi di tranquillità in mezzo alla frenetica città, trascorrete un po’ di tempo tra le bellissime piante e l’atmosfera rilassante del Queen Jelena Madijevka Park.

Il parco pubblico più antico della città – e il primo spazio di questo tipo nella regione della Dalmazia – ha una storia unica. Infatti fu costruito nel 1829 sul tetto di un’antica fortificazione militare.

Quando visitate questo spazio, ottenete due viste uniche in una: le maestose rovine dell’edificio stesso e il bellissimo spazio verde che si trova in cima. Trascorrete un po’ di tempo tra i bellissimi fiori, il tutto mentre vi godete una vista unica della zona della Città Vecchia.

26 – Fate una gita di un giorno nello straordinario Parco Nazionale di Krka

Gite di un giorno al Parco Nazionale di Krka da Zara

Il Parco Nazionale di Krka è forse meglio conosciuto per le sue pittoresche cascate, che si sovrappongono l’una all’altra per creare uno spettacolo pittoresco.

Ma presenta anche splendidi uccelli, una collezione di affascinanti edifici storici e lo splendido lago Visovac. Questa deliziosa zona è un’ottima gita di un giorno da Zara e offre molte meraviglie naturali per i visitatori.

Dalle iconiche cascate di Skradinski Buk ai resti di antichi mulini e monasteri, ci sono attività più che sufficienti per farvi divertire. Non perdete questa amata gemma regionale!

  • Gite di un giorno al Parco nazionale di Krka

27 – Provate i migliori ristoranti

migliori ristoranti a Zara

Quando avrete bisogno di ricaricarvi per il prossimo giro di escursioni, avrete un’ampia scelta di ristoranti eccellenti. Sia che vogliate una cucina a cinque stelle, offerte regionali sobrie o una cucina innovativa, non mancano i piatti deliziosi da provare.

Fermatevi al Bistro Gourmet Kalelarga per iniziare bene la giornata, con dolci rinomati e un caffè intenso. Quindi andate a Pet Bunara per menu regionali stagionali, tutti con ingredienti biologici di provenienza locale.

Completate il tutto con una cena a Ristorante Kornat , dove potete accompagnare il vostro delizioso pesce fresco con una raffinata selezione di vini regionali.

Lungo la strada, potete provare molte ottime specialità della regione della Dalmazia, come il formaggio di Pag, gli asparagi selvatici freschi e i gamberi cucinati in una gustosa salsa alla busara.

E per opzioni più zuccherine, concedetevi alcuni prodotti locali a base di fichi o il delizioso miele delle montagne vicine. Con così tanti cibi gustosi da provare – e così tanti ottimi ristoranti in cui provarli – mangiare qui è un’attività in sé e per sé!

28 – Assistete a uno spettacolo unico al Teatro dei burattini di Zara

Teatro dei burattini di Zara, Croazia

Certo, il teatro dal vivo è un appuntamento fisso della maggior parte delle città… ma quanto spesso riuscite a vederlo recitato dai burattini? Il  Teatro dei burattini di Zara offre spettacoli fantasiosi ed emozionanti per bambini e adulti, tutti utilizzando pupazzi sapientemente costruiti in una varietà di stili artistici.

Le sue esibizioni memorabili spaziano dall’ispirazione fiabesca all’avanguardia, offrendo tutte un’esperienza di spettacolo memorabile. È una delle cose più singolari da fare a Zara, e sicuramente una delle più amate!

29 – Entrate in acqua per un po’ di paddleboarding

paddleboarding a Zara

Che siate esperti di paddleboarding o dei principianti di questo sport, Zara è il luogo ideale per dedicarci del tempo. Con le sue acque calme e i paesaggi favolosi, la città e le aree circostanti sono perfette per essere esplorate con il paddleboard.

Partecipate ad alcuni dei meravigliosi tour di gruppo nella zona circostante o fermatevi in uno dei tanti negozi di noleggio in città per ritirare la vostra tavola personale. Vi divertirete moltissimo a osservare lo scenario mentre galleggiate.

  • Paddleboarding a Zara

30 – Ammirate l’arte e il paesaggio in Piazza Petar Zoranic

Piazza Petar Zoranic, Zara

Piazza Petar Zoranic, che prende il nome dall’amato scrittore rinascimentale che una volta aveva casa in questa zona, è un altro grande luogo di ritrovo decorato con splendidi monumenti storici.

Fermatevi per esplorare e osservare la gente, oppure date un’occhiata all’impressionante collezione d’arte al Palazzo del Provveditorato. È un altro modo per immergersi nell’attiva vita pubblica della città.

31 – Assaggiate il liquore al maraschino

Liquore al maraschino, Zara

Benché Zara e la zona circostante vantino una varietà offerte culinarie famose, il Maraschino è probabilmente uno dei più amati. Negli ultimi 500 anni, questo intruglio corposo e abbastanza dolce è stato presente in un numero infinito di bevande e prelibatezze popolari.

Fermatevi alla Fabbrica Maraska per saperne di più su come viene prodotto questo delizioso liquore e sul suo enorme impatto sull’economia locale. Quindi provate alcune delle sue numerose varianti, prima di trovare qualcosa di buono da portare a casa!

32 – Fate una visita alla Sfinge di Zara (e un giro in bicicletta)

gite in bicicletta a Zara

Se avete sempre desiderato vedere la Sfinge, non c’è bisogno di andare in Egitto: potete visitarne una replica proprio qui in Croazia!

La Sfinge di Zara fu commissionata nel 1918 dal vedovo in lutto Giovanni Smirich e presenta alcune differenze uniche rispetto all’originale, tra cui una scultura di un’aquila sul petto.

Essendo la Sfinge più grande d’Europa, merita una visita, così come il parco circostante. E uno dei modi migliori per arrivarci è partecipare a un tour in bicicletta, che offrirà un modo divertente e conveniente per vedere molti dei punti di riferimento della città.

Scoprite la città e alcune sfaccettature uniche della periferia, oppure uscite per vedere alcune delle sezioni più remote delle isole vicine. Non importa quanto sia lunga la visita, visitare la città in bicicletta vi aiuterà a massimizzare il vostro tempo.

  • Gite in bicicletta a Zara

33 – Vedete uno spettacolo al Teatro Nazionale Croato di Zara

Teatro Nazionale Croato Zara

Proprio come la sua controparte piena di marionette, il  Teatro Nazionale Croato Zara presenta spettacoli acclamati e artisti di livello mondiale. Con un elenco di opere e spettacoli a rotazione regolare, questa istituzione è stata una parte rilevante del panorama culturale sin dalla sua apertura nel 2008.

Se visitate tra la fine di giugno e l’inizio di agosto, fermatevi per godervi alcune delle offerte premium del festival teatrale estivo di Zara, che utilizza lo spazio come una delle sue sedi.

Per gli appassionati di musica e gli amanti dell’arte, uno spettacolo a teatro è una delle cose da vedere più interessanti a Zara.

34 – Provate qualche degustazioni di vino

degustazione di vini a Zara

Con così tanti fantastici vini prodotti nella regione dalmata, vale la pena provare una sessione di degustazione di vini mentre si è in città.

Concedetevi un gustoso pasto di tre portate con abbinamenti sapientemente selezionati o combinate il vostro assaggio con gite a bellezze naturali come il Parco naturale del lago di Vrana o le cascate di Krka.

Mentre provate le varie offerte, capirete presto perché il vino croato è famoso in tutto il mondo!

  • Degustazione di vini a Zara

35 – Fate festa nei migliori bar e discoteche

migliori bar e discoteche di Zara

Mentre le vostre attività diurne si esauriscono, assicuratevi di risparmiare un po’ di energia per la fiorente vita notturna!

Fermatevi presso il Salone del Giardino per ascoltare musica dal vivo e DJ set con il vostro drink, o divertitevi a ballare, guardare le esibizioni a rotazione e con l’ampio menu presso il grande locale in stile magazzino industriale dell’ Arsenale .

Alla ricerca di una serata super piena? Al Salone e Bar Ledana potete godervi lo stile unico di un ex luogo di intrattenimento trasformato in ghiacciaia, con un calendario notturno molto fitto che include feste a tema, balli e molto spazio per rilassarsi nello spazio verde esterno.

Assicuratevi solo di non fare programmi per la mattina successiva!

Come arrivare a Zara?

Se arrivate in aereo, ci sono molti fantastici trasferimenti aeroportuali disponibili che collegano la città al vicino aeroporto di Zara.

Se preferite il trasporto pubblico, gli autobus effettuano corse frequenti da e per la città, con collegamenti diretti per punti di interesse come Zagabria e Vienna.

Dove soggiornare a Zara?

Magari l’ Albergo Kolovare non è proprio in centro, ma con la sua posizione sulla spiaggia e la cantina dei vini ben fornita potrebbe riuscire a consolarvi. È a soli 15 minuti a piedi dal centro città e a soli cinque minuti dalla stazione principale degli autobus, il che lo rende un’ottima opzione per i viaggiatori diretti verso altre destinazioni in seguito.

Villa Valentina è un’altra buona opzione sul mare, che combina una buona distanza a piedi dalla zona della Città Vecchia con un facile accesso a spiagge e ristoranti. Con una spa in loco e la possibilità di prenotare tour in reception, vi sembrerà di fare più vacanze in una!

E a Boutique Hotel Teatro Verdi avrete tutto l’essenziale di una sistemazione di lusso nel bel mezzo della città. Rilassatevi sulla terrazza e godetevi le colazioni di alta qualità, quindi uscite dalla porta per vedere musei, progetti di arte pubblica e altro ancora.

  • Migliori hotel a Zara

Dove andare dopo?

Continuate il vostro viaggio attraverso questa bellissima regione con una visita a Spalato , un’ora e 45 minuti a sud. Con spiagge fenomenali, una serie di bellissimi siti culturali e una vivace scena di bar, questa città è un must per gli esploratori. Questo potrebbe essere l’unico posto in cui potete passeggiare tra le rovine romane e visitare un museo pieno di rane imbalsamate nello stesso giorno.

Prenotate un traghetto e trascorrete un paio di giorni a Lesina – un’altra delle migliori destinazioni croate vicino a Spalato.

Circa due ore più avanti lungo la costa, troverete la splendida città di Ragusa . Sebbene negli ultimi anni sia diventata famosa come location delle riprese di Game of Thrones, ci sono anche molti incredibili monumenti, una varietà di affascinanti edifici storici, e persino un’isola infestata!

Considerazioni finali

La costa della Croazia offre una micidiale combinazione di paesaggi, storia e offerte culinarie. Potete trovare tutto questo e molte altre fantastiche cose da vedere a Zara.

Sebbene abbia più della sua giusta quota di tesori culturali e meraviglie naturali, è lo scorrere pacifico della vita locale che la rende una destinazione degna di nota.

Anche se vi godete tutte le sue delizie turistiche, potete ancora trascorrere molto tempo nelle piazze e per le strade, mescolandovi con gli abitanti del villaggio le cui famiglie hanno vissuto qui per secoli.

Zara vi sta aspettando, quindi fate le valigie!

Viaggio in Italia

  • Dove partire?
  • Azerbaigian
  • Isole Canarie
  • Viaggi in famiglia
  • Viaggi di nozze
  • Viaggi di coppia
  • Viaggi di gruppo
  • Viaggi on the road
  • Viaggi safari
  • Viaggi aurora boreale
  • Viaggi al mare
  • Viaggi di 10 giorni
  • Viaggi di 1 settimana
  • Viaggi di 2 settimane
  • Viaggi per Pasqua
  • Viaggi in estate
  • Viaggi a marzo
  • Viaggi ad aprile
  • Viaggi a maggio
  • Viaggi a giugno
  • Viaggi a luglio
  • Viaggi ad agosto
  • Viaggi nella natura
  • Viaggi in bici
  • Viaggi enograstronomici
  • Viaggi trekking
  • Viaggi in Croazia

Viaggio in Croazia

La Croazia, un vero tesoro per il viaggiatore curioso: avrai la possibilità di scoprire una miscela di natura, cultura e acque turchesi. Paesaggi vari e intonsi, città cariche di storia, e una stupenda costa rocciosa disseminata di pineti e insenature ti aspettano durante il tuo viaggio. La ciliegina sulla torta: i croati sono un popolo accogliente e curioso, portatore di una cultura culinaria notevole... Puoi esplorare il paese da nord a sud o viceversa: sono 1700 i chilometri di costa e 1200 le isole e gli isolotti da esplorare , alcuni dei quali veramente disabitati. Parlare delle Croazia vuol dire anche parlare dei suoi otto parchi nazionali , ricchi di una fauna e una flora incontaminate. E' una destinazione perfetta per chi vuole alternare dolce far niente ad attività sportive, passando per esempio dalle spiagge alle escursioni... E ultimo ma non meno importante, questo bel paese è conosciuto anche per le sue caratteristiche città, la cui architettura lascia senza fiato. La capitale Zagrabia per esempio gode di un sottile equilibrio tra storicità e modernità ...

tour croazia cosa vedere

Il viaggio in Croazia su misura per te

Il tuo viaggio di Una settimana in Croazia su misura

Guida di viaggio in Croazia

Quel piccolo gioiello dell’Europa orientale che per tanti è sinonimo di acque cristalline e vacanze al mare, propone anche una ricchezza incredibile di siti patrimonio dell’UNESCO e parchi naturali, per non parlare dei 1700 chilometri di costa frastagliata e delle 1200 isole tutte da esplorare. Con un operatore locale di Evaneos sarai sicuro di partire per un tour della Croazia fuori dai sentieri battuti, senza rinunciare alla sublime tranquillità che puoi trovare su un isolotto al largo della costa.

Cosa vedere, cosa fare in Croazia?

I luoghi più belli da visitare in croazia.

Una destinazione come la Croazia si presta a molteplici tipologie di viaggio, e le bellezze naturali e i siti storici difficilmente ti lasceranno deluso: che tu voglia esplorare le isole in barca, fare escursioni nei numerosi parchi o scoprire la storia millenaria di città e cittadelle, contatta un esperto locale di Evaneos per creare il tuo viaggio su misura.

  • Split (Spalato): questa città sul golfo vanta 1700 anni di storia e il famoso palazzo di Diocleziano , uno dei monumenti romani meglio conservati al mondo.
  • Sibenik (Sebenico): da non perdere la parte vecchia della città e la splendida Cattedrale di San Giacomo. Da qua potrai inoltre partire per visitare il Parco Nazionale della Kornati e le Cascate Krka.  
  • Zagabria: la bella capitale dall’architettura mitteleuropea è un centro culturale e artistico di grande vivacità. Imperdibile l’originale Chiesa di San Marco.
  • Dubrovnik (Ragusa): chiamata a ragione le Perla dell’Adriatico per la bellezza del suo centro storico, la cinta muraria è una delle caratteristiche più amate, testimone degli eventi storici vissuti dalla città.

Cosa fare in Croazia?

Dalle mete più conosciute e apprezzate alle gemme nascoste ancora poco frequentate dai turisti, gli operatori locali italofoni sanno esattamente cosa consigliarti per rendere il tuo viaggio indimenticabile:

  • Laghi di Plitvice: questo Parco Nazionale patrimonio dell’UNESCO è formato da 16 laghi che danno vita a innumerevoli cascate. I numerosi itinerari su passerelle di legno permettono di esplorare questi unici paesaggi camminando a pelo d’acqua.
  • Grožnjan (Grisignana): questa cittadina inerpicata sulla cima di un monte vanta un centro medievale ben conservato e numerose gallerie di artisti. Una vera chicca al confine occidentale con la Slovenia.
  • Parco Nazionale Krka: da non perdere per gli appassionati di escursioni, questo parco copre la sezione più spettacolare del fiume Krka e vi troverai cascate, un piccolo villaggio con i mulini ad acqua e addirittura un monastero francescano .

Le isole più belle della Croazia

Come non citare le magnifiche spiagge, isole e isolotti che punteggiano la costa? Dall’ isola di Hvar con la sua ricca vegetazione e bellissime spiagge di sabbia e di ciottoli, per non parlare dei suoi pittoreschi campi di lavanda, alla boscosa isola di Mljet , la cui natura incontaminata era apprezzata già ai tempi dei greci, come testimoniano le vestigia del loro passaggio. Dopo un viaggio all’insegna delle escursioni e della scoperta, qualche giorno di relax al mare sono l’ideale per ricaricare le batterie.

Quando andare in Croazia?

Per un viaggio in Croazia, il periodo da maggio a settembre è sicuramente il migliore per partire: il clima è caldo e soleggiato. Volendo, però, puoi partire per la Croazia tutto l'anno senza alcun problema!

Informazioni utili per viaggiare in Croazia

Ormai conosciuta e apprezzata in tutto il mondo, la Croazia resta una destinazione che richiede comunque un minimo di preparazione. Ecco allora alcune informazioni utili per il tuo viaggio in Croazia.

  • Puoi scegliere tranquillamente come raggiungere la Croazia in bbase a dove ti trovi: considera che un volo, in media, 400 euro. Tuttavia, puoi raggiungere tranquillamente il Paese in auto e via nave. 
  • Formalità: per accedere al paese è sufficiente la carta d’identità, anche se è consigliato portare il passaporto in quanto la Croazia non fa parte dell’Area Schengen.
  • Lingua: la lingua ufficiale è il croato, ma italiano e inglese sono molto diffusi.

Consigli per le tue vacanze in Croazia

tour croazia cosa vedere

Grazie al nostro partner Option Way, Evaneos ti permette di godere di diversi vantaggi:

  • Un sito semplice da usare
  • Prezzi tutto incluso senza sorprese e spese nascoste
  • L'agenzia locale informata in caso di modifica dei voli

Chiedi consiglio alla tua agenzia locale, oppure visita il sito del nostro partner.

Axa logo

  • Evaneos Schweiz
  • Evaneos Deutschland
  • Evaneos España
  • Evaneos France
  • Evaneos Italia
  • Evaneos Nederland
  • Menzioni legali
  • Informativa sui cookie
  • Utilizzo dei cookie
  • Informazioni Legali
  • Mappa del sito
  • Servizi utili
  • Centro d'aiuto
  • Lavora con noi
  • Diventa tour operator locale partner
  • Working Abroad Program

Axa

Blog di viaggi e vacanze

Marocco cosa vedere

Marocco cosa vedere: itinerario on the road di 7 giorni

Un viaggio on the road del Marocco era da sempre nei nostri sogni, soprattutto per vivere l’esperienza magica di dormire una notte nel deserto . In questo articolo trovi la guida con il nostro itinerario del Marocco , cosa vedere e cosa fare nel paese considerato la Porta dell’ Africa .

Molto spesso ci si limita solo a visitare Marrakech , ma il Marocco è molto di più di quello che ti aspetti.

Un territorio ricco di storia, profumi e tradizioni ben radicate con una grande varietà paesaggistica. Si passa dalle architetture raffinate delle città imperiali ad antichi siti archeologici, dal mare alle alte cime montuose che ti accompagnano verso il fascino del Deserto del Sahara.

Una destinazione che ci è rimasta nel cuore e che ha superato di gran lunga le nostre aspettative.

Ti ho incuriosito? Prosegui la lettura per scoprire dove andare in Marocco per organizzare al meglio un itinerario di 7 giorni in auto.

Nel frattempo se vuoi già farti un’idea di quello che ti aspetta puoi guardare i video sul nostro profilo Instagram .

Viaggio in Marocco consigli pratici

  • Voli: è raggiungibile in poche ore di volo dall’Italia ed è servito da diverse tratte low cost. Per trovare il volo più economico usa Skyscanner , motore di ricerca che confronta i voli delle principali compagnie aeree e agenzie di viaggio e scopri le migliori offerte. Mentre per trovare un parcheggio auto a poco prezzo in aeroporto ti consigliamo ParkingMyCar . Usa il nostro codice sconto acchiappamappa10 per avere il 10% di sconto sulla tua prenotazione
  • Documenti : non servono visti per motivi turistici, ma solo un passaporto in corso di validità
  • Valuta: dirham marocchino (MAD). 1,00€ corrisponde a circa 10,76 MAD
  • Sanità e assicurazione viaggio: non è obbligatoria nessuna vaccinazione, ma ricorda di stipulare una buona polizza assicurativa per viaggiare sereno e senza pensieri. Noi ci affidiamo da sempre ad Heymondo , compagnia affidabile e completa. Segui il link per fare un preventivo approfittando del nostro codice sconto del 10% su qualsiasi assicurazione di viaggio
  • Alloggi: meglio pianificare in anticipo dall’Italia dove dormire in modo tale da trovare le soluzioni migliori a prezzi accessibili. Su Booking trovi sempre tante offerte e ottime strutture. Non ti resta che scegliere gli alloggi del Marocco che più rispecchiano le tue esigenze
  • Connessione dati: per risparmiare sulla connessione internet all’estero usa Holafly , un’eSIM con dati illimitati e nessun costo di roaming. Tra le destinazioni scegli il piano dati illimitati per il Marocco e approfitta del nostro codice sconto ACCHIAPPAMAPPA per avere il 5% di sconto

Trovi tutti gli approfondimenti, le informazioni e i consigli su come organizzare un viaggio in Marocco seguendo il link.

Come spostarsi in Marocco

Il viaggio che da Marrakech ci ha portato al Deserto di Merzouga è di circa 560 km, ma durante il tragitto includi alcune tappe che da sole ripagano della lunga percorrenza.

Le distanze sono impegnative, però ti garantisco che i paesaggi che vedrai fuori dal finestrino sono talmente belli e vari che non ti accorgerai nemmeno dei chilometri macinati.

Passerai attraverso i paesaggi mozzafiato della catena montuosa dell’Atlante e delle Gole di Todra . Percorrerai una delle strade più scenografiche del Marocco per addentrarti alle Gole di Dades e visiterai prima il Patrimonio UNESCO Ait Ben Haddou e poi Ouarzazate , l’Hollywood marocchina con i suoi studi cinematografici dove sono stati girati diverse pellicole.

Marrakech Merzouga in auto

Quindi come muoversi in Marocco? La soluzione migliore è noleggiare un’auto per poter esplorare in autonomia e in modo economico l’itinerario del Marocco da noi stilato. In questo modo avrai la totale libertà sui tempi di percorrenza e sulle cose da vedere.

Noi ti consigliamo il portale Discovercars.com per il noleggio auto. Ti lascio il link per dare un’occhiata a prezzi e disponibilità perché ci hanno offerto un servizio affidabile, puntuale e tra i più economici che abbiamo trovato online.

Infatti questo sito mette a confronto i costi di diverse imprese di noleggio aiutandoti a scegliere l’auto perfetta per il tuo viaggio a prezzi super competitivi. Altro punto a favore è che tra i servizi è prevista la cancellazione gratuita e l’assistenza 24/7.

Tutte le strade sono in buono stato, ben segnalate e senza problemi di traffico, se non nelle grandi città. Fai attenzione ai numerosi posti di blocco della polizia e rispetta rigorosamente il codice della strada. Leggi l’articolo Marocco fai da te per tutti i dettagli sulla guida e molto altro.

Se non te la senti di intraprendere il viaggio in autonomia ti consiglio di partecipare ad tour guidato di 3 giorni da Marrakech a Merzouga , in cui tutto è organizzato senza doverti preoccupare di trasporti e alloggi

Marocco cosa vedere: itinerario da Marrakech al deserto di Merzouga

Visitare tutto il Marocco in 7 giorni è davvero complicato, quindi noi ci siamo concentrati sulla zona meridionale. Il nostro tour del Marocco on the road parte da Marrakech, attraversa le montagne dell’Atlante fino ad arrivare a Merzouga.

L’emozione di dormire nel deserto del Marocco sotto un cielo stellato non ha eguali ed è difficile da raccontare. Noi cercheremo di trasmetterti a parole i profumi che abbiamo respirato, la bellezza dei paesaggi e la grande ospitalità della gente marocchina.

Nei prossimi paragrafi trovi cosa vedere in Marocco e le mete da non perdere.

Le montagne dell'Atlante in Marocco

Marocco cosa vedere: Marrakech

Il nostro itinerario del Marocco non poteva che partire da Marrakech, splendida città imperiale fondata nel 1062 che ancora oggi conserva il suo fascino da mille e una notte, con la vivacità e l’energia che la contraddistinguono.

Visitare Marrakech è come fare un tuffo nella storia, nelle tradizioni e nella cultura marocchina. Resterai estasiato dalla bellezza di moschee, palazzi e giardini e ti innamorerai degli stretti vicoli della Medina tra souk colorati, profumi di spezie e canti del muezzin.

Segui il link per conoscere cosa vedere a Marrakech e le escursioni da fare nei dintorni.

Cosa vedere a Marrakech

Marocco dove andare: Ait Ben Haddou

Nel tuo itinerario on the road del Marocco non può mancare Ait Ben Haddou, uno tra i Ksar meglio conservati al Mondo divenuto Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1987.

Si tratta di una città fortificata del XI secolo con architettura tipica marocchina in terracotta, situata lungo la rotta carovaniera tra il deserto del Sahara e l’attuale città di Marrakech. Talmente affascinante da essere stata scelta frequentemente come set di film hollywoodiani.

Scopri cosa vedere a Ait Ben Haddou e tutti gli approfondimenti per organizzare al meglio la visita.

Tour guidato al villaggio di Ait Ben Haddou

Marocco cosa vedere: Ouarzazate

La città di Ouarzazate è conosciuta come la Porta del Deserto, in quanto sorge nel cuore delle oasi pre-sahariane e per secoli fu una stazione di posta per le carovane dirette a Timbuctu.

Negli anni venti ebbe uno sviluppo da parte dei coloni francesi e successivamente negli anni Cinquanta divenne un’importante set cinematografico. Ecco il motivo per cui viene anche soprannominata “la Hollywood d’Africa”.

Segui il link per approfondire cosa vedere a Ouarzazate tra museo del cinema, kasbah e attività da fare nei dintorni.

Ouarzazate in Marocco

Cose da vedere in Marocco: Gole di Dades

Nella lista delle cose da vedere in Marocco impossibile non includere le Gole di Dades, incastonate in una scenografica vallata.

Questo canyon si trova ai piedi dell’Atlante e anche solo il tragitto in auto per attraversarlo è un’esperienza emozionante che vale il viaggio. Una strada che si snoda sinuosa lungo le pareti rocciose della gola, superando prima paesaggi aridi e lunari che poi si trasformano in oasi rigogliose con palmeti e splendide Kasbah.

Leggi la guida completa alle Gole di Dades e cosa vedere nei dintorni.

Gole di Dades

Mete Marocco da vedere: Gole di Todra

Non distante dalla Valle del Dades raggiungi le famose Gole di Todra, il canyon più affascinante del Marocco.

Il fiume Todra scorrendo tra le alte pareti delle montagne ha scavato questa spettacolare gola con rocce a strapiombo che raggiungono i 160 di altezza. Nell’ultimo tratto lo scenario è ancora più straordinario con i due versante talmente vicini tra loro da essere a soli 10 metri di distanza.

Scopri cosa fare alle Gole di Todra , come raggiungerle e le escursioni che puoi intraprendere. Mi raccomando, non perderti l’esperienza unica di dormire in una grotta .

Gole di Todra

Cosa fare in Marocco: dormire nel Deserto di Merzouga

Uno dei motivi principali per cui abbiamo organizzato un on the road del Marocco è stato proprio il fascino del Deserto del Sahara. Riuscire a dormire una notte nel deserto è come un sogno che si è avverato per noi.

Cavalca le dune del deserto più esteso al Mondo, ammira un tramonto infuocato nel cuore di un’infinita distesa di sabbia, addormentati in un campo tendato sotto un cielo di stelle avvolto da un silenzio surreale.

Tutto questo è il Deserto di Merzouga, in assoluto una delle esperienze più belle tra le cose viste in Marocco.

Noi abbiamo alloggiato al Desert Heart Luxury Camp e ci sentiamo di consigliarlo a chiunque. Organizzazione perfetta, posto meraviglioso, cena strepitosa e tenda enorme con bagno privato.

Se vuoi replicare anche tu l’esperienza prenotando in autonomia in questo articolo trovi informazioni e consigli per dormire nel deserto in Marocco . Dai dettagli sul campo tendato a come è organizzata la giornata tra le dune di Erg Chebbi.

Ricorda però che Merzouga non è l’unico accesso in Marocco al per visitare il Deserto del Sahara, ma c’è anche Zagora e Agafay. Prima di scegliere ti consiglio di approfondire le loro differenze nell’articolo dedicato alle escursioni da Marrakech al deserto .

Dormire nel deserto in Marocco

Itinerario Marocco 7 giorni

  • Ait Ben Haddou
  • Gole di Todra
  • Gole di Dades e Valle delle Rose
  • Deserto di Merzouga
  • Rientro a Marrakech

Ci segui già su Instagram ? Ti aspettiamo sul nostro profilo per tante nuove avventure insieme.

Mi raccomando, ricordati sempre di stipulare una polizza assicurativa che ti protegga da qualsiasi problema in viaggio. Dai un’occhiata alle diverse soluzioni che offre HEYMONDO e approfitta del 10% di sconto esclusivo per essere un nostro lettore

Cosa aspetti !!! iscriviti alla nostra newsletter e unisciti ad altre 1500 persone!!!

Viaggio fai da te in Marocco

Potrebbe anche piacerti:

Dove dormire a Marrakech

Dove dormire a Marrakech: quartieri e zone migliori dove soggiornare

Cosa vedere a Marrakech

Cosa vedere a Marrakech in 3 giorni: 10 posti da non perdere

Ait Ben Haddou

Ait Ben Haddou Marocco: cosa vedere al ksar Patrimonio UNESCO

Lascia una risposta.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salva il mio nome, email e sito web in questo browser per la prossima volta che commento.

  • Le spiagge più belle del mondo
  • Capitali della cultura 2024
  • Patrimoni Unesco in Italia

Finire l’inverno al caldo: le 10 mete più desiderate dai viaggiatori

© Italiaonline S.p.A. 2024 Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l. P. IVA 03970540963

tour croazia cosa vedere

  • Collaborazioni
  • Dicono di me

tour croazia cosa vedere

  • Cosa vedere a Santa Cruz de Tenerife in 1 giorno

da Diana Bancale | 4 Mar, 24 | Spagna

cosa vedere a Santa Cruz de Tenerife in 1 giorno

Cosa vedere a Santa Cruz de Tenerife in 1 giorno? In questo articolo vi parlerò delle principali attrazioni della città , delle spiagge vicine , dei posti che mi piacciono particolarmente e di cosa fare la sera .

Con 1 giorno a disposizione, se organizzato bene, potrete avere un assaggio delle cose più belle che Santa Cruz ha da offrire. Continuate a leggere e scoprite quali sono!

***Controlla quale assicurazione viaggio copre le spese per COVID-19 (test e cure all’estero) o compra direttamente online la polizza viaggio Heymondo con lo sconto del 10% riservato ai lettori del mio blog.

Cosa c’è di bello a Santa Cruz de Tenerife?

Per me la bellezza di Santa Cruz è poter respirare quella sua dimensione da città, con tante attrattive, alti ed eleganti palazzi, monumenti e grandi piazze, parchi verdi, pur trovandoci su un’isola nel mezzo dell’Oceano Atlantico.

cosa fare a Santa Cruz de Tenerife

A Santa Cruz ci sono il famoso Auditorium di Calatrava , il rigoglioso orto botanico Palmetum , il Parque Maritimo disegnato da Cesar Manrique . E poi, il vivace mercato Nuestra Se ñ ora de Africa , la vicina spiaggia chiara di Las Teresitas e la bella Plaza de España .

Inoltre, non dimentichiamo che a febbraio a Santa Cruz de Tenerife si svolge un evento importantissimo: il Carnevale di Tenerife , secondo per importanza solo a quello di Rio de Janeiro.

CONSIGLI PER VISITARE TENERIFE

I MIGLIORI TOUR GRATUITI DA FARE A TENERIFE:

-> Free Tour di San Cristobal de La Laguna

– > Free tour di Santa Cruz de Tenerife

I MIGLIORI HOTEL DOVE DORMIRE A TENERIFE:

-> Hotel Riu Buenavista – All Inclusive – 4 stelle

-> Parque Santiago III – 3 stelle

-> La Tortuga Hostel – Ostello

***Se vi piacciono i villaggi con formula “tutto compreso” scoprite qui i 10 migliori resort all-inclusive di Tenerife.

Leggete anche -> Dove alloggiare a Tenerife , che zone scegliere e i migliori hotel

LA MIGLIORE ASSICURAZIONE VIAGGIO CON COPERTURA COVID-19 PER TENERIFE

-> H eymondo assicurazione di viaggio – SCONTO 10% e copertura covid-19

DOVE NOLEGGIARE UN’AUTO A TENERIFE:

-> Rentalcars

Dove si trova Santa Cruz de Tenerife

Santa Cruz de Tenerife, capoluogo dell’omonima provincia, è la città principale di Tenerife ed ex capitale delle isole Canarie dal 1833 al 1927.

Si trova a nord-ovest dell’isola di Tenerife e affaccia sull’oceano. Grazie alla sua posizione il suo porto è uno dei più importanti di tutta la Spagna .

Santa Cruz de Tenerife in 1 giorno, cosa fare e cosa vedere

1 giorno a Santa Cruz de Tenerife

In questo articolo vi consiglio un itinerario di 1 giorno a Santa Cruz de Tenerife in base a quelle che secondo me sono le principali attrazioni della città.

Vi direi quindi di iniziare la giornata rilassandovi in spiaggia per poi visitare il centro città e terminare la giornata con una cena e un drink in uno dei tanti baretti del capoluogo oppure con uno spettacolo all’Auditorium.

I MIGLIORI HOTEL A SANTA CRUZ

– Budget alto:   Iberostar Heritage Grand Mencey   – Bell’ hotel nel centro di Santa Cruz all’interno di un palazzo in stile coloniale

– Budget medio:   Hotel Adonis Capital  – Hotel nel centro di Santa Cruz de Tenerife con bar panoramico vista porto

– Budget basso:  Tenerife Experience Hostel   – Ostello a 1 km dalla spiaggia di Caleta de Negros con WiFi gratuito in tutte le aree e possibilità di camere familiari

Dove andare al mare vicino Santa Cruz de Tenerife

Grazie al clima mite di Tenerife, con temperature diurne che oscillano mediamente tra i 20 e i 24 gradi , è possibile andare al mare praticamente tutto l’anno. Se avete in programma di vedere Santa Cruz de Tenerife in 1 giorno, ecco dove poter andare in spiaggia vicino alla città.

Spiaggia Las Teresitas

A soli 10 minuti di auto dal centro di Santa Cruz, si arriva alla spiaggia di Las Teresitas, una delle mie preferite sull’isola. Perché? Perché ha tutti i requisiti che cerco in una spiaggia: sabbia dorata (importata dal deserto del Sahara), palme, montagne che la proteggono ed essendo riparata l’oceano è molto tranquillo e senza onde .

Per questa ragione è molto adatta anche a chi viaggia con i bambini.

spiaggia Las Teresitas Tenerife

Inoltre qui troverete servizi, bagni, docce e diversi bar e chiringuito dove mangiare e bere qualcosa. Si tratta di una spiaggia comoda da raggiungere, con parcheggio, quindi se volete andare al mare senza pensieri, è perfetta.

Ti serve l’assicurazione viaggio per le tue prossime vacanze?

Scegli la polizza viaggio Heymondo e parti senza pensieri!

OTTIENI LO SCONTO DEL 10% QUI!

Parco Marittimo César Manrique

Un’altra soluzione per fare il bagno vicino Santa Cruz è il Parque Maritimo di Cesar Manrique. Non è una spiaggia ma un grande centro con piscine all’aperto, cascate, lettini, ombrelloni e una bella vista sull’oceano e sull’Auditorium.

Parque Marítimo Manrique Tenerife

Se volete qualcosa di diverso rispetto alla spiaggia, vi consiglio di provarlo. All’interno inoltre ci sono bar e ristorante se vi viene fame.

Il Mercato La Recova di Nuestra Señora de Africa

Dopo un po’ di relax in spiaggia, una tappa da non perdere a Santa Cruz è il mercato “La Recova” che si trova in centro città.

Si tratta di un mercato per lo più alimentare e di fiori, ma non solo. Se volete vederlo al meglio vi consiglio di andare entro le 14 (domenica alle 15) perché a quell’ora chiudono gli stand alimentari e restano solo i negozi fissi.

Per provare un’esperienza veramente local (e molto gustosa) dovete andare al piano sotterraneo dove si trova il mercato del pesce. Qui diversi stand preparano piatti a base di pesce fresco e specialità locali che potrete mangiare direttamente sul posto.

Ti serve un’auto a noleggio per il tuo viaggio?

Cerca tra le offerte più convenienti di centinaia di compagnie sul sito di Rentalcars.

CONTROLLA DISPONIBILITA’ E PREZZI QUI

Cosa vedere nel centro di Santa Cruz de Tenerife

Il centro di Santa Cruz non è particolarmente grande e ha diverse vie pedonali, quindi può essere visitato a piedi abbastanza semplicemente.

cosa fare a Santa Cruz de Tenerife

Vi consiglio di partire dalla bella Plaza de España , dove si trova una grande fontana, e da lì salire (in direzione opposta all’oceano) attraversando i bei viali alberati pieni di eleganti palazzi, negozi, bar e ristoranti.

Fate una visita alle chiese della Concepcion e di San Francisco , e continuate a camminare in direzione del parco di Garcia Sanabria , uno dei parchi verdi più belli dell’isola.

Parque Garcia Sanabria

Se avete tempo per visitare un museo, consiglio la Casa del Carnaval , data l’importanza di questo evento per la città.

Tornando poi in direzione oceano, troverete il Palmetum, un bellissimo orto botanico vista oceano con una incredibile collezione di palme e piante di tutti i tipi.

Per evitare file, vi consiglio di comprare il biglietto direttamente online qui a 3 euro.

Se preferite ottimizzare i tempi ed andare a colpo sicuro verso le principali attrazioni, potreste invece partecipare ad un tour guidato come questo free tour di Santa Cruz della durata di 2 ore.

Dove andare la sera a Santa Cruz de Tenerife

Se vi state chiedendo cosa fare la sera a Santa Cruz, sappiate che la città è veramente molto vivace in quanto a vita serale e notturna.

A parte i tanti ristoranti dove assaggiare specialità della cucina tipica canaria (e non solo, perché ci sono ristoranti di tutti i tipi), la città è piena di localini, bar, rooftop bar e club.

Per un aperitivo o un dopo cena consiglio di andare a Calle La Noria , dove si susseguono vari bar e ristoranti ed è sempre molto frequentato. Se come me adorate i rooftop bar (bar sui tetti), provate il Bambù, El Atico dell’Hotel NH, il Baobab e l’Azotea del 31.

Auditorium di Tenerife

Infine, tra le cose da vedere a Santa Cruz de Tenerife i 1 giorno, non può mancare l’Auditorium. Oltre ad ammirarne dall’esterno la particolare architettura, se avete tempo, vi consiglio di assistere ad uno spettacolo al suo interno.

auditorium Tenerife

Potrete scegliere tra opera, danza e musica. Mi raccomando però, in questo caso, dovete prenotare con anticipo direttamente sul sito : https://auditoriodetenerife.com/es/

Se vi è piaciuto questo articolo, forse potrebbero interessarvi anche:

  • Cosa vedere a Tenerife in 3 giorni, il mio tour tra spiagge, città e natura

Dove mangiare a Tenerife sud, 31 ristoranti da provare (2024)

Tour di Tenerife on the road in 1 settimana, le tappe da non perdere

Cosa fare a Tenerife, 10 attività e tour da provare

Cosa fare al Siam Park Tenerife, attrazioni, orari, prezzi e biglietti

Dove alloggiare a Tenerife, che zone scegliere e i migliori hotel dove dormire

Per ricevere i miei consigli di viaggio, restare aggiornati sulle novità e  i prossimi viaggi di gruppo  e avere sconti e promozioni, iscrivetevi alla mia newsletter 🙂

Tranquilli, non vi intaserò la casella e-mail, vi arriverà una email ogni 1/2 mesi!

Accetto la Privacy Policy

Controlla la tua casella di posta o la cartella spam per confermare la tua iscrizione

Alcuni dei link presenti in questo sito web sono link di affiliazione. Questo significa che se clicchi sul link e acquisti il prodotto, io riceverò una piccola commissione di affiliazione. Indipendentemente da ciò, è mia intenzione raccomandare solo prodotti o servizi che uso regolarmente e che ritengo aggiungano valore ai miei lettori. 

Potrebbero interessarti anche:

Vivere di viaggi, la mia nuova vita.

Diana Bancale travel blogger

Mi chiamo Diana Bancale, napoletana di nascita.

Giornalista e travel blogger. Viaggio tanto, spesso sola, amo il mare e i sorrisi.

Ho lasciato il lavoro per viaggiare nel 2014 e da allora la mia vita è viaggiare e raccontarlo sul mio blog e sui social media.

Non potrei essere più felice 🙂

Nominata ai #Mia17 – Miglior travel blogger

MACCHIANERA INTERNET AWARDS 2017

Ultimi articoli

  • In viaggio comodi: le migliori calzature da donna per viaggiare

Seguimi su Tripadvisor

Tripadvisor Diana Bancale

Iscriviti alla mia newsletter

assicurazione viaggio annuale Heymondo

  • Corsi di formazione
  • Stati Uniti
  • Emirati Arabi Uniti
  • Paesi Bassi
  • Emilia Romagna
  • Valle d’Aosta
  • Idee di viaggio
  • Blog e dintorni
  • Cibo e ristoranti
  • Compagnie aeree
  • Consigli di viaggio
  • Curiosità dal mondo
  • Eventi e festività
  • Hotel nel mondo
  • Libri di viaggio
  • Apri il tuo blog
  • Consulenza Viaggi
  • Consulenze Social
  • Il mio E-book
  • Ordina il tuo Media Kit
  • Prenota il tuo viaggio
  • Richiedi il tuo itinerario
  • Viaggi di gruppo

In viaggio con Selena: il blog di viaggi delle mete da sogno

Cosa vedere a Kathmandu e dintorni: 17 luoghi da non perdere

Kathmandu cosa vedere

Kathmandu è una città che affascina e rapisce . Con le sue viuzze lastricate, il brulicare di gente, gli incantevoli templi e le vedute mozzafiato dall’alto dei rooftop , questa si presenta in modo del tutto inaspettato. E se inizialmente non ti entusiasmerà, sono certa che con il passare dei giorni te ne innamorerai perdutamente . In questo articolo ti racconto cosa vedere a Kathmandu e dintorni ; preparati perché questa città offre innumerevoli meraviglie!

Indice dei contenuti

Cosa vedere a Kathmandu e dintorni: 17 luoghi imperdibili

Kathmandu cosa vedere

Dopo aver trascorso 6 notti a Kathmandu e aver percorso decine di chilometri a piedi , posso dire di aver esplorato in lungo e in largo la città e la sua Valle e di esserne rimasta affascinata.

Devo essere sincera; l’impatto iniziale non è stato positivo . Avevo aspettative diverse e non pensavo che la capitale del Nepal fosse così caotica. Per cui, se anche tu dovessi avere le stesse sensazioni all’arrivo, non preoccuparti. Ti basterà qualche giorno per ambientarti e innamorarti della sua anima, dei suoi volti e della sua spiritualità .

tour croazia cosa vedere

Il Nepal non è sicuramente un Paese facile per organizzare un viaggio fai da te , men che meno capire come muoversi o come pianificare le visite ai templi al di fuori di Kathmandu. Intanto trovi tante informazioni utili nella mia guida completa per organizzare un viaggio in Nepal , ma se dovessi avere necessità di ulteriori consigli o informazioni puoi prenotare una consulenza di un’ora in cui risponderò a tutte le tue domande e perplessità.

Nel frattempo, in questo articolo ti segnalo cosa vedere a Kathmandu , ma anche dove dormire e quanti giorni prevedere per la visita di questa città.

Prima di partire non dimenticare di sottoscrivere un’assicurazione di viaggio.  Qui c’è un link  alla mia  assicurazione di fiducia  con uno  sconto del 10%  per i miei lettori.

Centro storico di Kathmandu

Cosa vedere a Kathmandu

La visita di Kathmandu non può che partire dal suo centro storico , fulcro di vita della città. Se ami passeggiare questa è l’occasione giusta per farlo; perditi tra le sue viuzze, osserva le persone impegnate nelle proprie attività quotidiane, meravigliati dei piccoli templi che trasudano spiritualità.

Ecco i luoghi da non perdere durante la tua passeggiata:

  • Thamel : si tratta del quartiere più turistico della città, quello in cui ti suggerisco di pernottare per essere a due passi da tutto.
  • Giardino dei Sogni (detto anche “delle Sei Stagioni”): questo può essere un bel posto per sfuggire dal caos della città per qualche tempo. Valuta tu se visitarlo o meno, a me non ha fatto impazzire onestamente.
  • Kaathe Swayambhu Chaitya : una replica del più noto Swayambhunath.
  • Asan Bazar : il più grande mercato ortofrutticolo .
  • Makhan Tole : la via più interessante della città.
  • Kumari Ghar (casa della Dea Kumari): la Dea Kumari è la reincarnazione vivente della Dea Taleju, alla quale gli antichi Re del Nepal erano molto devoti. Per continuare ad adorarla viene selezionata una giovane Kumari che rimane in carica fino alla pubertà, per poi perdere lo status divino e selezionarne un’altra. E’ possibile vedere la Dea Kumari ogni giorno, tra le 11.00 e le 12.00, momento in cui si affaccia dalla finestra per qualche minuto, per poi rientrare nella sua dimora.

I 7 Patrimoni UNESCO

Ebbene sì, forse non sai ancora che nella Valle di Kathmandu ci sono ben 7 Patrimoni UNESCO e non puoi proprio perderteli durante il tuo viaggio. Se non hai molto tempo a disposizione o se come me vuoi ottimizzare i tempi e visitarli in un solo giorno ti consiglio questa escursione , la stessa che ho prenotato io.

Con questa escursione potrai visitare tutti i Patrimoni UNESCO nello stesso giorno , con una guida molto preparata a tua disposizione per l’intera giornata. Sicuramente è un’escursione molto lunga e stancante, ma potrai ottimizzare i tempi e gli spostamenti.

Escursione Kathmandu

Di seguito la lista dei 7 Patrimoni UNESCO:

  • Durbar Square a Kathmandu : è una delle tre piazze Durbar nella Valle di Kathmandu, che comprende maestosi palazzi e templi.
  • Durbar Square a Patan : è situata nella città di Patan, anch’essa comprende templi e palazzi, in particolare il Palazzo Reale dove risiedevano i re della dinastia Malla.
  • Durbar Square a Bhaktapur : una delle più belle e interessanti piazze che si trova di fronte al palazzo reale del vecchio regno di Bhaktapur.
  • Swayambhunath : un antico complesso religioso buddhista, noto anche come Tempio delle Scimmie, per via della numerosa presenza di scimmie nel sito.
  • Changunarayan : situato a 1700 metri d’altitudine, questo è il più antico santuario nella Valle di Kathmandu, che si differenzia dagli altri per il gran numero di colori utilizzati.
  • Boudanath Stupa : con i suoi 36 metri di altezza è uno degli Stupa più grandi del mondo, nonché il più grande del Nepal.
  • Tempio di Pashupatinath : questo è il più importante tempio induista del Nepal, noto soprattutto per le cerimonie funebri che si svolgono quotidianamente, con i cadaveri che vengono cremati per poi essere dispersi nel fiume adiacente.

Kathmandu e dintorni

Questi sono i luoghi principali da visitare se non hai moltissimi giorni a disposizione, ma sappi che Kathmandu ha molto altro da offrire, in quanto nella sua Valle ci sono tantissime altre meraviglie da ammirare.

Le trovi nei prossimi paragrafi!

Dulikhel e Namo Buddha

Dulikhel è una città di circa 11.000 abitanti, situata a 32 km da Kathmandu, nota per le sue bellezze naturali e per le viste mozzafiato sull’Himalaya . Mentre Namo Buddha è un maestoso stupa situato sulla cima di una collina e circondato da migliaia di bandiere colorate.

Trovandosi vicini questi due luoghi possono essere visitati lo stesso giorno, magari con un’escursione guidata per ottimizzare i tempi e gli spostamenti.

Monastero di Kopan

Tra le cose da vedere a Kathmandu il Monastero di Kopan è uno dei luoghi più autentici da visitare a e ti consiglio di non perdertelo per nessun motivo al mondo!

Monastero di Kopan

Si tratta di un monastero buddista tibetano , dove vivono 360 monaci, lama, insegnanti e operai. Un luogo mistico e spirituale, con viste mozzafiato sulla città!

Tempio di Budhanilkantha

Questo è un piccolo complesso , più defilato dai principali itinerari turistici; infatti, conserva un’atmosfera mistica ed è frequentato quasi esclusivamente dai locali .

Tempio di Budhanilkantha

Per viverlo al meglio l’ideale è raggiungerlo in prima mattina!

Altri luoghi da visitare e attività da fare a Kathmandu e dintorni

Oltre ai luoghi già citati, ti consiglio qualche altra attività da intraprendere durante il tuo soggiorno a Kathmandu (anche qualcosa di particolare e insolito):

  • Tour di 1 giorno al tramonto di Nagarkot
  • Funivia di Chandragiri
  • Tour di 1 ora con volo panoramico sul Monte Everest
  • Parapendio a Kathmandu
  • Escursione verde a Jama Chwok e tour di un giorno per la piantumazione di alberi

Quanti giorni dedicare alla visita di Kathmandu

Dopo aver parlato di cosa vedere a Kathmandu ti starai chiedendo quanti giorni dedicare alla visita di questa città . La verità è che a Kathmandu i giorni sembrano non bastare mai, in quanto le attrazioni da visitare sono davvero numerose (e ce ne sono anche altre oltre a quelle che ti ho segnalato in questo articolo)!

Ad ogni modo, considera un minimo di 4 notti , ma se hai anche qualche giorno in più ben venga, così puoi andare a visitare anche i luoghi meno noti che ti ho segnalato nei precedenti paragrafi.

Dove dormire a Kathmandu

Dove dormire a Kathmandu

Dove dormire a Kathmandu? Ti consiglio l’alloggio in cui ho pernottato io , in quanto mi sono trovata molto bene: si chiama Holiday Hostel .

Anzitutto, si trova in una posizione strategica , in pieno centro a Thamel e a pochi passi dalle principali attrazioni della città, questo è già il primo punto a favore.

Inoltre, l’ Holiday Hostel dispone di camere private , non solo camerate da ostello , con bagno privato e tutti i comfort basici per un buon soggiorno, senza lussi e pretese.

Fai solo attenzione a prenotare le camere private con aria condizionata se viaggi in inverno, diversamente le camere sono troppo fredde e potrebbe risultare fastidioso.

Ho apprezzato poi moltissimo le colazioni , di buona qualità, servite sul tetto della struttura , una sorta di salottino con divanetti per rilassarsi, godersi il sole delle prime ore del giorno o lavorare. Qui puoi prenotare il tuo soggiorno presso l’Holiday Hostel!

Kathmandu

E se questo hotel non dovesse fare al caso tuo qui trovi delle offerte per altre sistemazioni a Kathmandu!

Ti è stato utile questo articolo su cosa vedere a Kathmandu?   Lascia un commento  per farmi sapere se le informazioni ti sono state d’aiuto.

Se ancora non lo fai seguimi su  Instagram ,  Facebook  e  TikTok  per non perderti altri  consigli di viaggio .  Iscriviti anche alla newsletter  per rimanere in  contatto con me !

Further Reading...

Curiosità Nepal

9 curiosità sul Nepal da sapere prima di partire!

Viaggio in Nepal

Guida completa per organizzare un viaggio in Nepal

Pokhara Nepal

Pokhara, Nepal: cosa vedere, dove dormire e dove mangiare

No comments, leave a reply cancel reply.

Save my name, email, and website in this browser for the next time I comment.

inviaggioconselena

Oggi‎ ti racconto‎ una‎ storia,‎ che‎ spero‎ possa‎ farti sentire‎ meno‎ inadeguato/a…⁣⁣Questo‎ reel‎ è‎ fatto‎ con‎ il‎ cuore,‎ a‎ seguito‎ dei‎ numerosi‎ messaggi‎ che‎ ho‎ ricevuto‎ dopo‎ l’annuncio‎ del‎ mio‎ rientro‎ a‎ casa.⁣⁣Ecco,‎ i‎ vostri‎ messaggi‎ sono‎ stati‎ un‎ balsamo‎; mi‎ avete‎ inondato‎ di‎ affetto,‎ oltre‎ ad‎ essere‎ stati‎ comprensivi‎ e‎ di‎ supporto‎ in‎ un‎ momento‎ davvero‎ difficile‎ per‎ me.⁣⁣Dunque,‎ oggi voglio‎ farvi‎ io‎ un‎ regalo,‎ con‎ il‎ messaggio‎ contenuto‎ in‎ questo‎ reel‎ ❤️⁣⁣Spero‎ che‎ questo‎ messaggio‎ sia‎ utile‎ a‎ tutte‎ le‎ persone‎ che‎ mi‎ hanno‎ scritto‎ e‎ che‎ stanno‎ soffrendo‎ in‎ viaggio,‎ ma‎ provano‎ un‎ senso‎ di‎ paura,‎ inadeguatezza‎ e/o‎ vergogna‎ nel‎ rientrare‎ a‎ casa!⁣⁣Vi‎ abbraccio‎ immensamente‎ ❤️⁣Selena⁣⁣⁣⁣⁣⁣⁣⁣⁣⁣⁣⁣⁣⁣⁣⁣⁣⁣#inviaggioconselena #nomadedigitale #nomadidigitali #viaggiodisolaandata #viaggiaresempre #viaggiarechepassione #viaggiarenelmondo #viaggiando #pensierieparole #pensieriprofondi #pensieripositivi #viaggiatori #viaggiatrice #viaggiatricesolitaria #viaggionelmondo #viaggiaresoli #viaggiaredasoli #onewayticket Viaggio di sola andata | Volo di sola andata | Diventare nomade digitale | Vivere da nomade digitale

Panoramica sulla privacy

Corriere della Sera

Italia-Croazia, dove vedere la finale mondiale di pallanuoto in tv

DOHA Un ragazzo incontra una ragazza e assieme vanno alle Olimpiadi . Il Settebello che oggi si gioca l’oro mondiale contro la Croazia ha dato lo stimolo giusto al Setterosa che al sesto tentativo («e stava diventando un incubo» ammette il ct Carlo Silipo) batte il Canada e conquista finalmente il pass per i Giochi . «Che saremmo andate a Parigi lo avevo promesso con tutta me stessa alla nostra team manager, Barbara Bufardeci, scomparsa qualche mese fa, era lei la nostra forza», piange e ride assieme Chiara Tabani.

A loro volta oggi i ragazzi di Sandro Campagna (impegnati ieri in un’ora di allenamento tra nuoto e schemi di fianco all’impianto che ospitava le ragazze) dovranno sfruttare l’onda positiva e l’entusiasmo che si è diffuso nel gruppo per completare l’opera. Nel «processo di apprendimento alla sofferenza», nel corso accelerato di tenuta mentale, che deve essere questo Mondiale secondo il ct guru in preparazione dell’Olimpiade, è rimasta l’ultima stazione della via Crucis: la finale contro la Croazia guidata da Ivica Tucak, vecchia conoscenza dell’Italia visto che ha giocato a Sori e Palermo. Dopo la semifinale con la Spagna , arriva un altro grande classico della pallanuoto anche se è il primo incrocio in una finale mondiale: n el 2012, invece, fu finale olimpica con la Croazia di Ratko Rudic che vinse per 8-6 malgrado l’Italia avesse eliminato Ungheria e Serbia. Per i bookmakers invece oggi vinciamo noi.

È la terza finale delle ultime quattro edizioni per il Settebello (l’ottava in totale), alla caccia del quinto titolo. L’ultimo risale al 2019, Gwanju, contro la Spagna in finale.

Insomma, passano anni, governi, piscine, ma il Settebello è sempre lì : «La tradizione conta — commenta Campagna che ha vinto un oro e un argento da giocatore e due ori e un argento da tecnico —, è un po’ come per la scherma: a Napoli, in Liguria, in Sicilia si giocherà sempre a pallanuoto, tra ventimila praticanti dieci buoni li troviamo. Io sono a capo anche delle giovanili, quindi monitoro i ragazzi già dai 14 anni e a 19 li posso inserire che sono già pronti».

Un po’ come ha fatto con Francesco Ciccio Condemi , 20 anni, decisivo contro la Spagna con i suoi guizzi, o con Matteo Iocchi Gratta, «il sangue fresco in quell’organismo che è una squadra». Il cuore e il polmone sono invece i ragazzi del gruppo storico, che erano già in acqua a Gwanju, il bomber Di Fulvio (16 gol per lui, con Fondelli a 15, la sfida è con Fatovic, miglior marcatore croato con 18), il portiere Del Lungo , mvp contro la Spagna che per gestire l’ansia sente 3-4 volte al giorno moglie Alessandra e figlia Vittoria (di là c’è il totem Marko Bijac, ex Pro Recco, 33 anni e campione nel 2017), poi Echenique, Di Somma, Velotto, Nicosia, Renzuto.

Chi sa, dice che la chiave della sfida sarà la nostra difesa: in semifinale con la Francia, regolata solo ai rigori dopo aver incassato dieci reti, la Croazia non è apparsa blindata. «Ma guai a sottovalutare ogni dettaglio — mette in guardia Campagna —. Con questa Var poi, che c’è solo ai Mondiali, e che arbitri e giocatori devono ancora imparare a gestire, le cose possono cambiare a ogni momento». Ma anche sulle polemiche da Var in Italia vantiamo una certa tradizione.

Dove vedere Italia-Croazia in tv

I match Italia-Croazia e Spagna-Francia dei Mondiali 2024 saranno trasmessi in diretta tv su Rai Sport HD, mentre la diretta streaming sarà disponibile su Rai Play 3

IMAGES

  1. Cosa vedere in Croazia in 3 giorni

    tour croazia cosa vedere

  2. Cosa vedere in Croazia: i 30 posti più belli in foto

    tour croazia cosa vedere

  3. Cosa vedere in Croazia: i luoghi di interesse da visitare

    tour croazia cosa vedere

  4. I 10 migliori tour di Dubrovnik nel 2021 (con foto)

    tour croazia cosa vedere

  5. Croazia in auto: i 10 posti più belli

    tour croazia cosa vedere

  6. Croazia, cosa vedere: itinerario, consigli e informazioni

    tour croazia cosa vedere

VIDEO

  1. VIAGGIO VERSO LA CROAZIA ( Cima Canale) #camper

  2. Croazia Tour 2023

  3. Ep 3 Croazia 2023

  4. MAROCCO

  5. CROAZIA DA CAGLIARI

  6. Viaggio a HVAR

COMMENTS

  1. Cosa vedere in Croazia: 20 posti da non perdere

    Cosa vedere in Croazia - 20 posti da visitare e che dovreste includere nell'itinerario di viaggio. La Croazia è un Paese bellissimo, facile da raggiungere che regala ai viaggiatori il perfetto mix tra natura, città storiche e costa meravigliosa.

  2. Itinerario in Croazia in 7 giorni: come organizzare il tuo viaggio

    Vuoi pianificare il tuo itinerario in Croazia e sei in cerca di consigli su cosa fare e vedere in 7 giorni? Sei nel posto giusto! Dopo aver letto questo articolo avrai tutto ciò di cui hai bisogno per organizzare il tuo tour in Croazia in auto.

  3. Cosa vedere in Croazia: i 30 posti più belli in foto

    Un tour della Croazia, seguendo un itinerario ideale, da nord a sud del paese. Cosa vedere in Croazia. 1. Dubrovnik. Cosa vedere in Croazia, se non la sua perla più splendenti? Un gabbiano fa la spola lenta dal vecchio molo, porporela, al suo alto nido, arroccato e protetto dalle imponenti mura cittadine a picco sul mare.

  4. Vacanze in Croazia: cosa vedere con itinerario in auto di 10 giorni

    cosa vedere in croazia giorno per giorno GIORNO 1 → Partiamo in serata dopo il lavoro ed arriviamo dopo circa 400 chilometri ai laghi di Plitvice. GIORNO 2 → L'intera giornata è dedicata alla visita del Parco Nazionale dei laghi di Plitvice , sito Patrimonio UNESCO raggiunto ogni anno da un milione di visitatori.

  5. Itinerario definitivo della Croazia di 7, 10 o 15 giorni

    Viaggio in Croazia. Dettagli del nostro itinerario di 12 giorni in Croazia. Giorno 1-4: Visita dell'Istria. Dove alloggiare in Istria. Giorno 5-8: Isola di Rab. la distanza tra Rovigno e l'isola di Rab è di 210 km. Giorno 9: Visita di Sibenik. 10° giorno: Parco nazionale di Krka. Giorno 11: Visita di Trogir (0,5 giorni)

  6. Tour della Croazia: consigli e itinerari

    Quali località visitare durante un tour in Croazia. La Croazia è un paese che offre davvero molte città da vedere ma anche molti siti da scoprire. Non ci sono solo mare e isole, ma qui è possibile organizzare soggiorni alla scoperta del vasto e variegato patrimonio del paese.

  7. 10 giorni in Croazia: l'itinerario perfetto della Croazia (Seconda

    Il perfetto itinerario di 10 giorni in Croazia. Il nostro itinerario in Croazia ti porta da Zagabria a Dubrovnik (o viceversa) attraverso alcuni dei luoghi, delle spiagge e delle isole più famose della Croazia. Per questo ti suggeriamo almeno 10 giorni in Croazia per vivere il meglio quello che

  8. 7 giorni in Croazia: dove andare e cosa vedere

    7 giorni in Croazia. In questo tour di sette giorni in Croazia, la costa dalmata è uno dei posti migliori da visitare. Quindi, pianifica il tuo viaggio con questo tour consigliato. Giorno 1. Le prime due notti saranno trascorse a Dubrovnik, soprannominata la Perla dell'Adriatico.

  9. Itinerario in Croazia: 7 giorni tra mare e città d'arte

    Itinerario in Croazia: 4 giorni nei dintorni di Dubrovnik. Giorno 1: Spalato - Cavtat. Giorno 2: Dubrovnik. Giorno 3: Lokrum. Giorno 4: Cavtat - Trogir. Itinerario in Croazia: 3 giorni nei dintorni di Spalato. Giorno 5: Trogir. Giorno 6: Šibenik. Giorno 7: Spalato. Come organizzare al meglio il tuo itinerario in Croazia di 7 giorni. 1.

  10. Cosa vedere in Croazia: i migliori posti da visitare

    Un ottimo punto di partenza per un tour in Croazia è sicuramente Zagabria. Cuore politico e culturale della Croazia, Zagreb oltre ad essere la capitale, è anche una città fiorente ed energica. A Zagabria la bellezza fa rima con cultura.

  11. Viaggi Croazia, Vacanze e Tour Croazia

    Cosa vedere in Croazia Una vacanza in Croazia è sinonimo di cultura, arte e natura incontaminata. Le città d'arte da vedere sono: Zagabria, la capitale, ricca di parchi verdissimi, monumenti storici e straordinari edifici; Zara, cittadina sul mare di epoca Romana e Dubrovnik, una fortezza a picco sul mare con una storia millenaria.

  12. Croazia itinerari consigliati

    Da vedere per chi si trovi a soggiornare nelle località della Croazia centrale - isola Pag, Zara...: Zara città storica dal bellissimo centro, con l'organo Marino e il saluto al sole; isola Pag famosa per i suoi merletti e l'ottimo formaggio di pecora, l'agnello alla griglia e l'olio di Lun;

  13. Cosa vedere in Croazia

    Cosa vedere in Croazia dipende quindi dalla stagione in cui viaggiate e dal tipo di vacanza che volete fare. Sicuramente è l'estate la stagione di maggior afflusso turistico: la reputazione turistica della Croazia è legata alle splendide spiagge della costa e delle isole, bagnate da un Adriatico incredibilmente pulito e trasparente.

  14. Croazia: i MIGLIORI tour

    Croazia. Consigli dei viaggiatori. Natura e avventura. Tour di 1 giorno. Storia e cultura. Crociere e tour in barca. Attività adatte alle famiglie. Tesori nascosti. Sport estremi e adrenalina. I nostri consigli per Croazia. 1. Spalato: Gita alle cascate di Krka con crociera in barca e bagno.

  15. Itinerario di 10 giorni in Croazia

    Il nostro itinerario in Croazia ti porta da Zagabria a Dubrovnik (o viceversa) attraverso alcuni dei luoghi, delle spiagge e delle isole più popolari della Croazia. Per questo suggeriamo almeno 10 giorni in Croazia per vivere il meglio che ha da offrire.

  16. Viaggio in Croazia: itinerario di 5 giorni

    Il nostro percorso prevedeva una visita circolare dei Laghi Inferiori, la navigazione nel lago più grande (il Lago di Kozjak) e la visita della Grande Cascata e di altri laghi più piccoli: il panorama parla da solo! Se andate ai laghi di Plitvice con bambini, sappiate che il passeggino sarebbe il caso di non portarlo, molto meglio marsupio o zaino.

  17. Itinerario in Croazia: 2 settimane alla scoperta di Dalmazia e isole

    Attività ed esperienze aggiuntive. Giorno 1: Italia - Parco Nazionale dei Laghi Plitvice. La prima tappa del nostro itinerario in Croazia non poteva non essere nel famosissimo parco dei Laghi Plitvice. Info utili: Il biglietto di ingresso costa circa 30€, puoi trovare i prezzi aggiornati qui.

  18. Cosa vedere in Croazia in 10 giorni

    Itinerario di 10 giorni in Croazia: Dubrovnik (giorno 8-9-10) Quanto costa viaggiare in Croazia in 10 giorni. Cosa vedere in Croazia in 10 giorni: Ultimi consigli. Come arrivare in Croazia. Prima di cominciare a studiarmi un itinerario su cosa vedere in Croazia in 10 giorni, dovevo capire come arrivarci.

  19. Croazia on the road: il nostro itinerario

    La splendida Cattedrale di San Giacomo a Sebenico. CROAZIA ON THE ROAD: IL NOSTRO ITINERARIO. Quasi due settimane di viaggio e oltre 1.500 chilometri percorsi in Croazia in macchina, due traversate in traghetto e una giornata in bicicletta. Anche questa volta non ci siamo fatti mancare niente, nemmeno il trekking ai Laghi di Plitvice.

  20. Cosa vedere in Croazia in 8 giorni

    Cosa vedere in Croazia - 20 posti da non perdere la prima volta che ci andate (da sud a nord) Cosa vedere a Dubrovnik. Come visitare i laghi di Plitvice in Croazia. Cosa troverai in questo post. Cosa vedere in Croazia in 8 giorni - Itinerario giorno per giorno. Giorno 1/5 - Spalato ed isola di Bol. Dove dormire a Bol. Giorno 3 - Isola di Hvar.

  21. Cosa vedere in Croazia in una settimana

    Sicuramente uno dei posti da visitare durante il tuo viaggio in Croazia. Croazia cosa vedere. Esplora almeno uno degli otto parchi nazionali della Croazia. Il parco nazionale più famoso della Croazia è sicuramente il Parco Nazionale dei laghi di Plitvice composti da una serie di 16 laghi interconnessi.

  22. 35 cose da vedere e da fare a Zara, in Croazia

    10 - Immergetevi nella cultura a Palazzo Ducale. 11 - Esplorate il Parco Nazionale di Kornati. 12 - Scoprite il passato al Museo Archeologico di Zara. 13 - Salite le scale della Cattedrale di Sant'Anastasia. 14 - Passeggiate per la Piazza dei Cinque Pozzi e il centro storico. 15 - Andate nello spazio (o ad Atlantide) al Fun Park Biograd.

  23. Viaggio in Croazia

    Da qua potrai inoltre partire per visitare il Parco Nazionale della Kornati e le Cascate Krka. Zagabria: la bella capitale dall'architettura mitteleuropea è un centro culturale e artistico di grande vivacità. Imperdibile l'originale Chiesa di San Marco.

  24. Marocco cosa vedere: itinerario on the road di 7 giorni

    Marocco cosa vedere: itinerario da Marrakech al deserto di Merzouga. Visitare tutto il Marocco in 7 giorni è davvero complicato, quindi noi ci siamo concentrati sulla zona meridionale. Il nostro tour del Marocco on the road parte da Marrakech, attraversa le montagne dell'Atlante fino ad arrivare a Merzouga. L'emozione di dormire nel ...

  25. Le 10 mete più amate per fuggire dall'inverno

    Anche se l'inverno non è più quello di una volta, gli amanti del caldo estivo si organizzano per fuggire dalle incerte giornate nuvolose: le mete.

  26. Cosa vedere a Santa Cruz de Tenerife in 1 giorno

    Cosa vedere a Tenerife in 3 giorni, il mio tour tra spiagge, città e natura. Dove mangiare a Tenerife sud, 31 ristoranti da provare (2024) Tour di Tenerife on the road in 1 settimana, le tappe da non perdere. Cosa fare a Tenerife, 10 attività e tour da provare. Cosa fare al Siam Park Tenerife, attrazioni, orari, prezzi e biglietti

  27. Kathmandu cosa vedere: 17 luoghi da non perdere

    Cosa vedere a Kathmandu e dintorni: 17 luoghi imperdibili. Dopo aver trascorso 6 notti a Kathmandu e aver percorso decine di chilometri a piedi, posso dire di aver esplorato in lungo e in largo la città e la sua Valle e di esserne rimasta affascinata.. Devo essere sincera; l'impatto iniziale non è stato positivo.Avevo aspettative diverse e non pensavo che la capitale del Nepal fosse così ...

  28. Italia-Croazia, dove vedere la finale mondiale di pallanuoto in tv

    Dove vedere Italia-Croazia in tv. I match Italia-Croazia e Spagna-Francia dei Mondiali 2024 saranno trasmessi in diretta tv su Rai Sport HD, mentre la diretta streaming sarà disponibile su Rai Play 3